scuole:numero chiuso per stranieri

Troppi stranieri in classe, la scuola mette le quote per italiani

 

La preside dell’istituto comprensivo "Caio Giulio Cesare" di Mestre ha deciso di introdurre nella sua scuola la soglia massima di 40% di alunni stranieri in ogni classe. Una classe è composta da 24 bambini bengalesi e un solo italiano e le lezioni, come si legge su Libero, procedono a rilento perché gli alunni stranieri non riescono a parlare con la maestra e i mediatori culturali sono troppo pochi. Le bambine di religione musulmana, per motivi religiosi, non possono suonare il flauto e, quindi, non partecipano all’ora di musica e quelle di 8-9 si presentano a scuola col velo. La preside, Rachele Scandella, ha stabilito che dall’anno prossimo nelle nuove classi la percentuale di stranieri non potrà superare il 40%, sfruttando le possibilità date da una circolare del 2010 del ministero dell’Istruzione che consente di abbassare il limite fino al trenta..e questi sarebbero quelli che si integrano perfettamente a noi????????

fonte: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/troppi-stranieri-classe-scuola-mette-quote-italiani-1351730.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

3 minuti fa, roby26102 ha scritto:

Oramai è uno scandalo che in una sola classe ci siano 8 italiani e 15 exrac.di cui  molti nati qui,

alcuni integrati dopo (con tanto di lezioni private d'italiano regionali) e la maggioranza si

esonera dal fare religione...LA VERA INTEGRAZIONE,PARTE DALLA RELIGIONE...siamo tutti fratelli

e allora,l'ora di religione dovrebbero renderla cosmopolita (X tutti).

vera integrazione?? basta leggere le cronache quotidiane:NON ci sara' MAI!! per un motivo semplice. il DNA non  puo' essere cambiato.quindi,aiutiamoli,certo,a casa loro! noi abbiamo gia' dato!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, roby26102 ha scritto:

MA loro vogliono, vorrebbero integrarsi in Francia o altro..scavalcano ma poi non li fanno passare

è questo il problema,i ns cugini...non li vogliono e ce li rispediscono indietroooooo.

Perchè loro parlano il francese...e inglese...

ringraziamo i vari prodi,amato,monti,napolitano,e tutta la frangia di sx per questi omaggi.senza dimenticare qualche monsignore,che vorrebbe tutta l'africa qui da noi. in italia,ovviamente non nel loro stato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

signor director

la preside ha perfettamente ragione, ed è auspicabile che la percentuale di stranieri sia addirittura inferiore al 30%, però mi deve spiegare come uno straniero possa integrarsi se non frequenta le nostre scuole.

Per quanto riguarda il DNA sembra che anche lei, come me, discenda da quegli homo sapiens partiti 150.000 anni fa dall'Africa per popolare il mondo.

 

Progenitrice Eva, progenitore Adamo

A metà degli anni ottanta il genetista Allan Wilson dell’università della California è riuscito a stabilire, con l’ausilio del DNA mitocondriale, da dove provenivano i primi esseri umani sulla terra. Il confronto di tali segmenti di patrimonio genetico ha portato alla luce il fatto che donne di origine africana presentano una varietà di varianti di DNA il doppio più vasta rispetto alle donne di altra origine. Poiché le mutazioni sopraggiungono in circostanze regolari, egli dedusse che l’Homo sapiens sapiens visse in Africa il doppio del tempo rispetto ad altre parti del mondo.

I ricercatori partono oggi dal presupposto che tutti gli esseri umani siano imparentati con un’unica donna: con l’”Eva mitocondriale”. Ha vissuto in Africa circa 150.000 anni fa e non era all’epoca l’unica femmina umana. Ma l’analisi dei nostri geni mostra che l’intera umanità deriva da una catena ininterrotta di madri di questa femmina umana. Oltre all’Eva mitocondriale esiste analogamente l’“Adamo del cromosoma Y”, il nostro progenitore, anche lui proveniente dall’Africa. Test del DNA sempre più precisi hanno ulteriormente confermato lo stesso capitolo iniziale della nostra storia ovvero tutti gli esseri umani sulla terra, di qualsiasi co-lore di pelle, trovano le loro origini nei cacciatori e raccoglitori africani.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

signor director

la preside ha perfettamente ragione, ed è auspicabile che la percentuale di stranieri sia addirittura inferiore al 30%, però mi deve spiegare come uno straniero possa integrarsi se non frequenta le nostre scuole.

Per quanto riguarda il DNA sembra che anche lei, come me, discenda da quegli homo sapiens partiti 150.000 anni fa dall'Africa per popolare il mondo.

 

Progenitrice Eva, progenitore Adamo

A metà degli anni ottanta il genetista Allan Wilson dell’università della California è riuscito a stabilire, con l’ausilio del DNA mitocondriale, da dove provenivano i primi esseri umani sulla terra. Il confronto di tali segmenti di patrimonio genetico ha portato alla luce il fatto che donne di origine africana presentano una varietà di varianti di DNA il doppio più vasta rispetto alle donne di altra origine. Poiché le mutazioni sopraggiungono in circostanze regolari, egli dedusse che l’Homo sapiens sapiens visse in Africa il doppio del tempo rispetto ad altre parti del mondo.

I ricercatori partono oggi dal presupposto che tutti gli esseri umani siano imparentati con un’unica donna: con l’”Eva mitocondriale”. Ha vissuto in Africa circa 150.000 anni fa e non era all’epoca l’unica femmina umana. Ma l’analisi dei nostri geni mostra che l’intera umanità deriva da una catena ininterrotta di madri di questa femmina umana. Oltre all’Eva mitocondriale esiste analogamente l’“Adamo del cromosoma Y”, il nostro progenitore, anche lui proveniente dall’Africa. Test del DNA sempre più precisi hanno ulteriormente confermato lo stesso capitolo iniziale della nostra storia ovvero tutti gli esseri umani sulla terra, di qualsiasi co-lore di pelle, trovano le loro origini nei cacciatori e raccoglitori africani.

quindi,seguendo il tuo pseudo ragionamento,anche noi qui in italia siamo cannibali..come nello zimbawe.....e si,.dobbiamo integrarci noi ai LORO usi,costumi e tradizione.Ah.ahahha comincia tu!!! (pelatone)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

quindi,seguendo il tuo pseudo ragionamento,anche noi qui in italia siamo cannibali..come nello zimbawe.....e si,.dobbiamo integrarci noi ai LORO usi,costumi e tradizione.Ah.ahahha comincia tu!!! (pelatone)

Noto con dispiacere, signor director

che il suo DNA non appartiene affatto a quello dell'homo sapiens, bensì porta con immotivato orgoglio il DNA dei macachi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

quindi,seguendo il tuo pseudo ragionamento,anche noi qui in italia siamo cannibali..come nello zimbawe.....e si,.dobbiamo integrarci noi ai LORO usi,costumi e tradizione.Ah.ahahha comincia tu!!! (pelatone)

Noto con dispiacere, signor director

che il suo DNA non appartiene affatto a quello dell'homo sapiens, bensì porta con immotivato orgoglio il DNA dei macachi.

fai ancora l'ambulante  nei mercatini??

B7Ey_0hCQAAsxsP.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

signor director

non insista, lei al massimo si può nutrire solo di noccioline e patate

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 15/1/2017 in 18:07 , ahaha.ha ha scritto:

signor director

la preside ha perfettamente ragione, ed è auspicabile che la percentuale di stranieri sia addirittura inferiore al 30%, però mi deve spiegare come uno straniero possa integrarsi se non frequenta le nostre scuole.

Per quanto riguarda il DNA sembra che anche lei, come me, discenda da quegli homo sapiens partiti 150.000 anni fa dall'Africa per popolare il mondo.

 

 

Si.. è vero - ma con la differenza che nel frattempo  tutti si sono evoluti -

- Invece  "loro"  sono rimasti  tali e quali / rozzi.. con la clava in mano ! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963