Grazie al sig. Deluca

se dopo che gli italiani hanno ascoltato e stanno ancora ridendo, le registrazioni  il giro del mondo faremo ridere anche gli stranieri che sicuramente diranno "guarda sti Napoletani (si perchè all'estero la campania=Napoli mica conoscono salerno e agropoli) come sono arrivati in basso vendono il voto per una frittura di pesce". Come Trump avesse invitato tutti i sindaci a far votare x lui in cambio di una frittura di patatine cosa sarebbe successo in America Trump arebbe vinto l'elezioni ? Come siamo arrivati in basso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

In basso che di più non si può sei rimasto solo te Poverellebete ...Ce ne fossero amministratori come De Luca !! De Magistris vada a prendere lezioni . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ce ne fossero amministratori come De Luca !! De Magistris vada a prendere lezioni . 

 

E' in grado di dimostrarlo signor Mark?

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

egregio marketta a parte che sei un lekkakulo e quindi di parte ma, on mi sembra che De magistris abbia offerto una frittura di pesce in cambio del voto, prendi e porta a casa idi ota.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Da premettere che noi Napoletani, a salerno non so, se vogliamo mangiare una frittura di pesce andiamo a comprarla !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig. Ahahahaha.ha , può bastare ?? Adesso mi spieghi e dimostri lei il contrario . 

Durante questo mandato la città ha raggiunto il primato nazionale tra i comuni capoluogo per la percentuale di raccolta differenziata (74%) ed è stato avviato un piano di informatizzazione dei sistemi e dei pubblici servizi.[52][53]Nel marzo 2010, viene reso noto che Salerno è stata scelta dal Ministero dell'Ambiente per partecipare all'Expo 2010 di Shanghai per i grandi interventi in tema ambientale, di clima e di energia rinnovabile, all'interno del progetto Italian Urban Best Practices. Partecipa all'Expo anche nell'ambito de L'Italia degli Innovatori, grazie al suo sistema informatico multicanale SIMEL.[54]

Le battaglie per la vivibilità e per la sicurezza hanno riscosso consensi anche nell'elettorato di centro-destra tanto che nel sondaggio Governance Poll del 2009 si attestava al 65% delle preferenze, ossia +8% rispetto al giorno dell'elezione.[55]

L'avvio della raccolta differenziata ed il fatto che Salerno sia stata toccata solo parzialmente dalla crisi dei rifiuti della Campania, hanno portato l'amministrazione De Luca sotto i riflettori della stampa nazionale. Nel 2009 il comune di Salerno è risultato l'unico comune capoluogo "riciclone" del centro-sud ed è diventato il primo capoluogo d'Italia per percentuale di raccolta differenziata (72%) raggiungendo a fine ottobre il 74,16%[56]. Dal rapporto di Legambiente, il Sole 24 Ore e Ambiente Italia, inoltre, Salerno risulta la prima città del meridione per qualità ambientale[57]. In particolare, nel luglio 2010 un rapporto di Legambiente attribuisce a Salerno il 60,6% per la raccolta differenziata dei rifiuti e riconferma la città primo capoluogo del sud Italia per la differenziata[58].

De Luca si è sempre presentato con una lista civica di sinistra ("Progressisti per Salerno"); questa relativa indipendenza dai raggruppamenti politici (anche se alcuni componenti della giunta sono comunque collegati a diversi partiti) ha contribuito ad accentrare la scelte programmatiche nella persona del sindaco. Per questi motivi è stato spesso tacciato di decisionismo e populismo dalla sinistra radicale e dai moderati, mentre la destra lo ha soprannominato il podestà rosso[59]. Soprannome molto adoperato del sindaco De Luca è quello di sindaco sceriffo.[60]

Secondo un sondaggio Doxa, svolto nel marzo 2010 su un campione di 2.000 persone nelle città medie di GenovaTriesteParma e Salerno, l'85% dei salernitani si dichiara soddisfatto dell'operato del sindaco. Promossi anche i sindaci delle altre città, ad esclusione della giunta genovese.[61]

Quarto mandatoModifica

Il 26 maggio 2011 il rieletto sindaco di Salerno comunica di aver costituito la nuova giunta comunale per il suo quarto mandato come primo cittadino.[62] Tale giunta appare molto simile a quella del quinquennio precedente, con sole piccole variazioni.[63] Tra gli eventi più importanti del nuovo mandato, la presentazione, il 22 novembre 2011, al Teatro Verdi del brand Salernodisegnato dal designer Massimo Vignelli. Il nuovo logo del comune da affiancare allo stemma istituzionale è utilizzato per la pubblicizzazione e la promozione dei servizi, dei prodotti della città e di eventi culturali non strettamente istituzionali.[64]

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

signor mark

io non posso dimostrarle nulla, nè i prò ne i contro.

Quello che so lo leggo, come lei, dai giornali. E dai giornali una metà e vera e una metà è falsa.

Mi permetta dunque di essere dubbioso, al contrario di lei che dimostra la stessa sicurezza che aveva il signor cismon nei confronti del signor Berlusconi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ah beh , anche io non sono in grado di dimostrare niente . Come lei leggo i giornali e cito quel che scrivono gli stessi. Oppure quel che dice l'85% dei Salernitani ...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963