Come avevo facilmente previsto

Come avevo facilmente previsto, la Consulta, per non dare uno schiaffone a Renzi, lo ha dato ai 3,3 milioni di lavoratori che avevano firmato il referendum per il ripristino dell'art. 18 e a tutti quei lavoratori che sono stati o che saranno licenziati senza giusta causa e non più reintegrati (e che, se l'economia andrà di questo passo, conteremo a milioni). Lo schiaffone in faccia Renzi lo meritava tutto, ma era fin troppo chiaro che due di seguito - quello del 24 gennaio prossimo sull'incostituzionale Italicum è inevitabile e scontato - avrebbero messo definitivamente al tappeto il pataccaro incapace, dopodiché i poteri forti, interni ed esteri, avrebbero dovuto cercarsi un altro pupazzo da piazzare nelle istituzioni.  Una sentenza vergognosa, un errore gravissimo, almeno quanto la bocciatura del referendum sull'abrogazione del Porcellum (che la stessa Corte avrebbe poi abrogato per incostituzionalità), una palese contraddizione con una precedente sentenza del 2003, un temerario e insolente atto di sfida al sindacato, ai lavoratori, al popolo sovrano, alla democrazia stessa. Niente da fare: un pochino anche noi ci illudevamo che in questo paese alla deriva e allo sfascio almeno la Corte potesse essere un punto fermo. Niente da fare: la Casta partitocratica e peggiocratica che si sta divorando l'Italia è entrata pure nel palazzo della Consulta: certe recenti nomine lo dimostravano in modo PLATEALE, ingenui noi che un pochino ci illudevamo e speravamo ancora. L'ultimo punto fermo, come abbiamo sperimentato il 4 dicembre, è il popolo sovrano. Però anch'esso è disilluso, scoraggiato, avvilito: difficile sperare in un altro scatto d'orgoglio come il già sorprendente e insperato NO alla controriforma Renzi-Boschi-Verdini-Berlusconi. In altri tempi, a una sentenza, a una sfida provocatoria del genere, il popolo sovrano avrebbe risposto NO, non dico incendiando le piazze, ma almeno con una raffica di scioperi generali, paralizzando il paese. Oggi non spero più nulla, digeriremo anche questa: dopo avere sopportato Berlusconi, Napolitano e Renzi, al peggio non c'è più argine. Ma lo stomaco è mitridatizzato, la nausea controllata, il riflesso al vomito pressoché sparito.

http://ilmanifesto.***/perche-e-ammissibile-il-referendum-sullarticolo-18/

Modificato da fosforo31
errore
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

Il popolo sovrano non esiste,è un illusione..chi ci comanda non sono nè i governi nè i politici..

tutto il Mondo è giostrato dal Capitalismo Sovrano!! noi siamo formiche...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo31 ha scritto:

Come avevo facilmente previsto, la Consulta, per non dare uno schiaffone a Renzi, lo ha dato ai 3,3 milioni di lavoratori che avevano firmato il referendum per il ripristino dell'art. 18 e a tutti quei lavoratori che sono stati o che saranno licenziati senza giusta causa e non più reintegrati (e che, se l'economia andrà di questo passo, conteremo a milioni). Lo schiaffone in faccia Renzi lo meritava tutto, ma era fin troppo chiaro che due di seguito - quello del 24 gennaio prossimo sull'incostituzionale Italicum è inevitabile e scontato - avrebbero messo definitivamente al tappeto il pataccaro incapace, dopodiché i poteri forti, interni ed esteri, avrebbero dovuto cercarsi un altro pupazzo da piazzare nelle istituzioni.  Una sentenza vergognosa, un errore gravissimo, almeno quanto la bocciatura del referendum sull'abrogazione del Porcellum (che la stessa Corte avrebbe poi abrogato per incostituzionalità), una palese contraddizione con una precedente sentenza del 2003, un temerario e insolente atto di sfida al sindacato, ai lavoratori, al popolo sovrano, alla democrazia stessa. Niente da fare: un pochino anche noi ci illudevamo che in questo paese alla deriva e allo sfascio almeno la Corte potesse essere un punto fermo. Niente da fare: la Casta partitocratica e peggiocratica che si sta divorando l'Italia è entrata pure nel palazzo della Consulta: certe recenti nomine lo dimostravano in modo PLATEALE, ingenui noi che un pochino ci illudevamo e speravamo ancora. L'ultimo punto fermo, come abbiamo sperimentato il 4 dicembre, è il popolo sovrano. Però anch'esso è disilluso, scoraggiato, avvilito: difficile sperare in un altro scatto d'orgoglio come il già sorprendente e insperato NO alla controriforma Renzi-Boschi-Verdini-Berlusconi. In altri tempi, a una sentenza, a una sfida provocatoria del genere, il popolo sovrano avrebbe risposto NO, non dico incendiando le piazze, ma almeno con una raffica di scioperi generali, paralizzando il paese. Oggi non spero più nulla, digeriremo anche questa: dopo avere sopportato Berlusconi, Napolitano e Renzi, al peggio non c'è più argine. Ma lo stomaco è mitridatizzato, la nausea controllata, il riflesso al vomito pressoché sparito.

http://ilmanifesto.***/perche-e-ammissibile-il-referendum-sullarticolo-18/

Caro Fosforo , devi calmarti . Vorresti forse convincerci , dopo esserti autoconvinto , che la Consulta ha dichiarato inammissibile il referendum sull'articolo 18 per fare un favore a Renzi ?? E' questa la considerazione che hai delle massime istituzioni del Paese ?? Vorrei ricordarti che se fosse così, oltre a scimmiottare Berlusconi , che diceva peste e corna della Magistratura quando lo inquisiva , ne tracciava le lodi quando invece lo assolveva . Vorrei ricordarti che se fosse come dici te , ovvero che una istituzione come la Consulta , che deliberasse per favorire qualcuno , sarebbe un "latente " colpo di Stato. Avresti il fegato di asserire quel che hai detto aldifuori di un forum ma davanti ad un Giudice che ti rendesse conto della buffonata mista a bufala che hai appena scritto ?? Detto ciò , era evidente anche a Direttoretto che il referendum sarebbe stato respinto per evidente e "sospetta" incostituzionalità per abrogare una norma che non solo voleva abrogarla ma che voleva estendere la sopracitata norma pure a quelle aziende con un numero di dipendenti  da 5 a 15. Quindi risparmiati e risparmiaci il postolotto del complotto giudoplutarico con tanto di casta partitocratica e peggiocratica che vive e vegeta solo nelle menti di chi si ostina a rimanete sulle barricate sin dai primi anni 70 e " nun ce vo sta a scende". Comunico , poi , a  beneficio dei distratti forumisti che si dovessero innamorate delle bufale che , rispetto ai dati citati dal sognante solo dell'avvenire , che sarebbero stati molto meno dei 3.300.000 che hanno firmato  per il referendum se solo la CGIL avesse detto loro il vero quesito da sottoporre alla Consulta . Per chi non lo sapesse ancora i procedimenti relativi a licenziamenti aventi per oggetto la giusta causa e con richiesta di reintegro sono state poche decine . E c'è un motivo : se si eccentuano grandi *** industriali , nelle aziende medio piccole , non oltre le 40 unità , e' nell'interesse A) dell'azienda B) del dipendente C) del sindacato stesso , attivare a soluzioni economiche transattive . Anzi , sono proprio i Sindacati che consigliano i dipendenti a trovare formule di risarcimenti economici con le aziende . Se non lo sapevi fattelo spiegare da Landini e/o in subordine , dal Prof. Montanari . Nel rammentare poi che , al momento , in Italia , vige la legge che i referendum possono essere solo abrogativi , e' strano che un aderente al no al recente referendum non rammenti che nella riforma del cazzaro e della matrigna costituzionale vi era pure la possibilità di evitare il quorum e confermativo . Bastava  votare Si e ti saresti evitato il postolotto di cui sopra. Proprio in quella ottica , proprio per vedere l'esito del referendum costituzionale , la Consulta decise di rimandare il suo verdetto . Concludo con una considerazione ed un consiglio : La malevolenza , i brutti pensieri ad oltranza immotivati o motivati con le bugie e le bufale e l'invidia o la malafede personale verso qualsiasi abitante della terra , e' una brutta bestia . Fa vivere male  e con una tensione perenne da salvatore impotente di non si sa  bene cosa e chi . Questa era la considerazione . Il consiglio e' , invece , di prepararsi per tempo al ritorno sulle scene politiche del Caudillo . Perché ritornerà presto . Prima che tu possa pensarlo !! Ed allora non basteranno i blister di Maalox e la famelica lettura dello Sfatto Quotidiano , intervallato, magari da qualche girotondo . E' un consiglio e non vuole assolutamente prevaricare le convinzioni di alcuni e alcunché . Saluti 

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ripubblico sotto altro link - il precedente a me non risulta più accessibile - l'articolo del prof. Azzariti, uno dei maggiori costituzionalisti italiani :

http://www.referendumcostituzionale.online/single-post/2016/12/29/Perché-è-ammissibile-il-referendum-sull’articolo-18

Inviterei l'amico Mark a leggerlo attentamente. Come pure a rileggersi il famoso e sempre attuale best seller La Casta. La Casta partitocratica, caro Mark, purtroppo non è una bufala né una fantasia del sottoscritto o di Rizzo e Stella. E questa sentenza lo conferma. Saluti

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963