Non restare chiuso qui pensiero..Pooh ? no, ragioniamoci..

Non vorrei essere tacciato per antifemminista, non è così.

Credo che in Italia la parità è solo fantasia, direte, perché ? Perché all'inizio del dopoguerra la famiglia era unità, anche con il solo lavoro maschile, la Donna faceva solo la casalinga, poi con l avvento del femminismo, comincia l era della cosiddetta parità, ma non è così, perché ritengo che per vivere oggi ci vogliono mediamente almeno 3000€ mensili.

Direte, ma in una famiglia si guadagna tanto...si vero, se lavora anche la consorte. Quindi la parità consiste SOLO nel aver dato il lavoro alle donne, giustamente, ma senza alcun guadagno perché il sacrificio meriterebbe ben altro.

Se fosse raddoppiato lo riterrei una vera conquista, ma così è solo un inkulat a per l essere Umano !

Le studiando proprio tutte sti datori di lavoro scorretti, falsi e bugiardi. Credete di avere la parità donne, no non è così. Ritengo sia solo una rovina per la famiglia.

La vera parità sta' in un guadagno partitario ma molto superiore all'attuale reddito.

 Cosa si è risolto così facendo ? Oggi manca il lavoro, ma gli imprenditori se ne fregano, anzi ci guadagnano pagando meno la donna.

Risultato: famiglie sfasciate ed il lavoro manca per i giovani.

Buongiorno a tutti 🤔😂🦍

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

Certamente ci sono situazioni molto peggio di quello che ho detto...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo questo tanti anni fa un impiegato o un insegnante guadagnava da solo una quantità di denaro che gli consentiva di mantenere senza problemi la propria famiglia; oggi per guadagnare come potere di acquisto la stessa cifra bisogna lavorare in due  quindi decenni di "conquiste" sindacali hanno ottenuto solo il dimezzamento come potere d'acquisto di paghe e stipendi; poi c'è anche un alto argomento che va sfatato; molto spesso giornali e televisioni ci dicono che le donne sono pagare di meno; questo non è vero, citatemi un solo contratto nazionale di lavoro dove ci sia discriminazione fra la paga degli uomini e quella delle donne, forse può accadere che molte donne facciano lavori meno remunerativi o con meno ore di lavoro come per esempio fare la domestica o pulire condomini, ma anche in questo caso se a fare questi lavori fossero gli uomini avrebbero la stessa paga delle donne  quindi dire che le donne sono pagate di meno non è vero.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Diciamo questo tanti anni fa un impiegato o un insegnante guadagnava da solo una quantità di denaro che gli consentiva di mantenere senza problemi la propria famiglia; oggi per guadagnare come potere di acquisto la stessa cifra bisogna lavorare in due  quindi decenni di "conquiste" sindacali hanno ottenuto solo il dimezzamento come potere d'acquisto di paghe e stipendi; poi c'è anche un alto argomento che va sfatato; molto spesso giornali e televisioni ci dicono che le donne sono pagare di meno; questo non è vero, citatemi un solo contratto nazionale di lavoro dove ci sia discriminazione fra la paga degli uomini e quella delle donne, forse può accadere che molte donne facciano lavori meno remunerativi o con meno ore di lavoro come per esempio fare la domestica o pulire condomini, ma anche in questo caso se a fare questi lavori fossero gli uomini avrebbero la stessa paga delle donne  quindi dire che le donne sono pagate di meno non è vero.

In alcuni casi sì sono pagate meno purtroppo...

Pur facendo lo stesso lavoro, in banca, in ospedale o anche in alcune fabbriche..

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, wronschi ha scritto:

Certamente ci sono situazioni molto peggio di quello che ho detto...

Oggi lo stipendio di alcuni lavoratori non supera nemmeno gli 800€ 

Sia donne o uomini.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Però mi risulta che ci sia un Italia in percentuale diciamo al 40% molto ricca.

Pensioni che superano i 90mila € ma di questi non si lamentano nessuno.

Non si lamentano nemmeno dèi strapagati calciatori, attori o cantanti...

L ignoranza dice: se lo meritano.

Ma l essere Umano merita di vivere degnamente o no ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Diciamo questo tanti anni fa un impiegato o un insegnante guadagnava da solo una quantità di denaro che gli consentiva di mantenere senza problemi la propria famiglia; oggi per guadagnare come potere di acquisto la stessa cifra bisogna lavorare in due  quindi decenni di "conquiste" sindacali hanno ottenuto solo il dimezzamento come potere d'acquisto di paghe e stipendi; poi c'è anche un alto argomento che va sfatato; molto spesso giornali e televisioni ci dicono che le donne sono pagare di meno; questo non è vero, citatemi un solo contratto nazionale di lavoro dove ci sia discriminazione fra la paga degli uomini e quella delle donne, forse può accadere che molte donne facciano lavori meno remunerativi o con meno ore di lavoro come per esempio fare la domestica o pulire condomini, ma anche in questo caso se a fare questi lavori fossero gli uomini avrebbero la stessa paga delle donne  quindi dire che le donne sono pagate di meno non è vero.

Non lamentarti Egiziano 🤔 vedrai che salvini 🌋 salva tutti pure l anima dei prosciutti !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
39 minuti fa, wronschi ha scritto:

In alcuni casi sì sono pagate meno purtroppo...

Pur facendo lo stesso lavoro, in banca, in ospedale o anche in alcune fabbriche..

Mi dispiace contraddirti  il contratto nazionale dei bancari non fa nessuna discriminazione fra  paga degli uomini e quella delle donne stessa cosa per il contratto della sanità, ovviamente a parità di mansione, un infermiere viene pagato meno di un medico indifferentemente se  l'infermiere sia un uomo o una donna e un medico viene pagato più di un infermiere indipendentemente se sia uomo o donna; in banca un impiegato o impiegata vengono  pagati o pagate di meno di un titolare di filiale, ma sono differenze di paga relative alla mansione e non al fatto di essere uomo o donna.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, etrusco1900 ha scritto:

Mi dispiace contraddirti  il contratto nazionale dei bancari non fa nessuna discriminazione fra  paga degli uomini e quella delle donne stessa cosa per il contratto della sanità, ovviamente a parità di mansione, un infermiere viene pagato meno di un medico indifferentemente se  l'infermiere sia un uomo o una donna e un medico viene pagato più di un infermiere indipendentemente se sia uomo o donna; in banca un impiegato o impiegata vengono  pagati o pagate di meno di un titolare di filiale, ma sono differenze di paga relative alla mansione e non al fatto di essere uomo o donna.

Però mi risulta che ci sia un Italia in percentuale diciamo al 40% molto ricca.

Pensioni che superano i 90mila € ma di questi non si lamentano nessuno.

Non si lamentano nemmeno dèi strapagati calciatori, attori o cantanti...

L ignoranza dice: se lo meritano.

Ma l essere Umano merita di vivere degnamente o no ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Va oltresi detto che l imprenditore  schiavista fa lavorare l extracomunitario sottopagato schiavizzandolo trattandolo in malo modo ! 

Ma questo l egiziano 🤔 non lo nota...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L importante è ingrassare i ricchi, magari con del grasso di foca 🤔 😎 wlafica 😂

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963