La scienza: vaccino dannoso per immunodeficitari.

Inviata (modificato)

La vaccinazione di massa senza tenere conto che siamo individui con una propria storia e sovente immunodepressi o per malattie non ancora manifeste o per motivi di stress psicologico, è da incompetenti perfetti, ciò potrebbe condizionare l'esito positivo per cui è nata la necessità mondiale di far vaccinare i bambini ed anche in alcuni casi gli adulti. Alcuni anziani non reagiscono neppure bene più al vaccino antinfluenzale annuale, alcuni invece di schivarla la infezione se la prendono proprio grazie alla dose vaccinale, magari iniettata quando non erano in piena salute, anche perchè il sistema immunitario siamo noi stessi e se non siamo in perfetto equilibrio psico-fisico potremo ottenere l'effetto "no response" che passato quel periodo potrebbe invece ritornare normale.

Perfino i medici veterinari come il nostro tengono conto sempre dello stato di salute o di stress prima di iniziare i vaccini sui cuccioli, perchè alcuni troppo gracili o perchè si devono adattare ancora al nuovo ambiente con il vaccino la malattia se la sono presa e sono pure morti.

“L'obbligo vaccinale di massa non ha alcun senso. E' controproducente. E' chiaro che la vaccinazione è un fatto positivo per la saluta delle popolazioni ma bisognerebbe fare un anamnesi di ogni caso, capire quale è la storia di ogni paziente. Siamo invece al cospetto di campagne di masse e medici che per principio dicono che i vaccini non hanno effetti collaterali. Ma è assurdo. Il vaccino è di per sé un farmaco e può avere effetti collaterali, anche gravi. Se immettiamo milioni di dosi e facciamo vaccinazioni di massa è ovvio che può essere dannoso per i soggetti immunodeficitari. Io sono per un Paese civile dove prevale la persuasione e il dialogo e si analizzi caso per caso”

http://www.affaritaliani.it/cronache/obbligo-vaccini-uno-manovra-del-big-pharma-parla-il-candidato-al-nobel-532160.html?refresh_ce

Modificato da fotonis
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

3 messaggi in questa discussione

  ... big pharma e compa/raggio ... vanno mano nella mano da zio virus per unirsi in matrimonio ... chissà cosa porteranno in dote e quali novità ritroveremo al ritorno dal loro viaggio verso le città dell' est ... alla fiera dell'est ed anche samarcanda erano due celebri canzoni con una grande verità al loro interno ... cordialità da d/b - marzo duemila diciotto dicembre duemila venti ... due anni dopo - 

           

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

 Obbligo vaccini: una manovra del Big Pharma. Parla il candidato al Nobel Dietro i vaccini obbligatori Big Pharma e il terrorismo mediatico. L'obbligo è dannoso e pericoloso. Lo spiega Giulio Tarro pruricandidato al Nobel in medicina

“Non siamo un Paese scandinavo o anglosassone, manchiamo di conoscenza scientifica e allora qualcuno pensa al nostro posto, il Grande fratello, Big Pharma”, dice ridendo il virologo e professore Giulio Tarro, più volte (anche di recente) candidato al Nobel per la Medicina, allievo di Albert Sabin, presidente della Commissione sulle biotecnologie della virosfera all’Unesco e autore di numerose ricerche presso le università statunitensi tra cui alcune sul rapporto tra virus e tumori. Una vera autorità nel campo. Napoletano, con un esperienza internazionale, dotato di una proverbiale ironia, ci ha parlato delle sue analisi e di come bisognerebbe approcciarsi al tema al di là delle bufale dei media. 

                  

          

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

i recenti fatti di cronaca SEMBRANO confermare che la chimica non sempre è amica, alle volte risulta MISTERIOSA

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963