Per Pasqua un Tiangong? No grazie!

Inviata (modificato)

Pare che il termometro per queste festività sia stato più che clemente, ci donerà ampi spazi di sereno quindi a pasquetta tutti all'aperto per fare il classico pic-nic fuori porta: ed il Tiangong? Farà splash!? Ma si, Il mare è tanto grande... :D

Stazione spaziale cinese, Protezione Civile: "Rischio frammenti da Emilia Romagna in giù"

https://www.quotidiano.net/cronaca/stazione-spaziale-cinese-1.3803798

 

Modificato da fotonis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

Faccio una piccola considerazione sull'argomento: all'epoca dello sbarco Americano sulla luna, la televisione e i giornali Cinesi non dettero alla loro popolazione la notizia, non so se anche oggi a distanza di tanti anni gran parte della popolazione Cinese sia informata dell'avvenuto  sbarco sulla luna;  oggi da noi in occidente sta avvenendo paradossalmente una cosa analoga, i Cinesi stanno portando avanti un loro programma spaziale, lanciano astronauti, mandano sonde automatiche sulla luna e i nostri giornali beatamente ignorano le notizie di questi esperimenti oppure le relegano in penultima pagina salvo poi dare risalto quando come in questo caso c'è un fallimento e una navicella fuori controllo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto strano possa sembrare, siamo riusciti a trasformare anche lo spazio che circonda il nostro pianeta in una sorta di discarica di rifiuti. Spazzatura spaziale per l'appunto. Parliamo di centinaia di milioni di oggetti artificiali, distinti dai meteoriti e più numerosi, per lo più frammenti di missili e satelliti destinati a rimanere in orbita per anni o per secoli, ma prima o poi a cadere sulla Terra. Quindi un potenziale pericolo sia per le missioni spaziali e i satelliti in orbita (si è già verificata qualche collisione) sia per noi quaggiù. Per fortuna gli oggetti di grosse dimensioni vengono per lo più bruciati e disintegrati nella fase di rientro in atmosfera, tuttavia alcune parti massicce dei motori della stazione orbitale cinese potrebbero arrivare al suolo e fare seri danni. Però bisognerà essere molto sfortunati. Si stima infatti, cara Fotonis, che la probabilità che abbiamo tu ed io di essere colpiti nei prossimi giorni da un detrito spaziale cinese sia circa un decimilionesimo di quella di essere colpiti negli stessi giorni da un fulmine. Saluti

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma poi la roba made in cina si rompe subito: al massimo ci casca un coriandolo di carnevale. xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
40 minuti fa, fotonis ha scritto:

Ma poi la roba made in cina si rompe subito: al massimo ci casca un coriandolo di carnevale. xD

Non sono del tutto d'accordo. Per es. da qualche mese, essendo in convalescenza a letto dopo due delicati interventi chirurgici, sto usando un tablet al posto del pc. Un tablet made in Cina, pagato poco più di 100 euro ma robustissimo. Mi è cascato a terra più volte, una volta mentre lo cercavo l'ho pure calpestato, ma continua a fare il suo lavoro. Il problema serio era il touch, il pennino con il gommino per scrivere sul tablet o sullo smartphone. Al mio ritmo di oltre 5.000 battute al giorno dopo due o tre giorni il gommino si lacerava. Poi mia figlia me ne ha comprato uno, costo 1 euro, sulla bancarella di un cinese e mi dura da un mese (cioè 150.000 colpi!). In buona salute sono sempre stato un gran camminatore e di conseguenza, anche per la mia stazza fisica (alla Bud Spencer per capirci), ero un distruttore di pantaloni e blu jeans. Si consumavano rapidamente in corrispondenza del cavallo, qualche volta dopo una lunga passeggiata sono tornato a casa coi pantaloni squartati vergognandomi come un cane. In questi casi la mia tecnica era sedermi a un tavolino di un bar e attendere le due del pomeriggio o il calar delle tenebre per non dare nell'occhio. Finché non ho scoperto dei jeans made in PRK (Popular Repubblica of Korea, quella del simpatico bombarolo Kim per capirci) che costano appena 8-10 euro e che sono virtualmente indistruttibili. Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La "caccavella" cinese ha fatto splash nel Pacifico (cioè nell'area più probabile dopo tanto allarmismo). Tutto è bene quel che finisce bene, anche se mi dispiace per quei poveri pesci, malcapitati e inermi, che saranno stati avvelenati dall'idrazina del giocattolone degli esseri umani. Servirebbe una convenzione internazionale per sanzionare chi manda in orbita oggetti che alla fine ricadono in modo così imprevedibile e fantozziano.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

... ma nn avevano detto ke sarebbe precipitata il 1° aprile anziké il 2?  pure i cinesi ci fanno il pesce d'aprile...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963