rapine
C'ERANO UNA VOLTA LE RAPINE IN BANCA

una volta si leggevano frequentemente sui giornali notizi di rapine in banca, poi queste azioni sono diventate sempre più rare grazie all'introduzione in tutti gli sportelli bancari di cassetti temporizzati che anche volendo non possono in nessun caso essere aperti dai dipendenti delle banche  e  come conseguenza i rapinatori più aggiornati hanno smesso di fare rapine nelle banche perché ormai  il gioco non vale più la candela;  le poche rapine che continuano a verificarsi sono fatte da sbandati e rapinatori improvvisati  ignari del fatto che il denaro presente agli sportelli è in contenitori ad orologeria  e quindi non accessibile,  contenitori spesso dotati di  dispositivi automatici di allarme  che allertano centrali remote che immediatamente visionano le telecamere di sorveglianza,  (questo non consente ai rapinatori di rimanere per decine di minuti nelle banche in attesa che si aprano i temporizzatori)  e fanno si che i maldestri rapinatori finiscano per essere acciuffati come in questo tentativo di rapina avvenuto questa mattina https://www.fanpage.it/roma/rapina-in-banca-a-torraccia-due-ladri-fanno-irruzione-e-prendono-in-ostaggio-i-clienti/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Le rapine non sono del tutto sparite .... sono cambiati i rapinatori , un tempo a rapinarci erano i malviventi .... oggi è il fisco , il benzinaio, la bolletta telefono, gas, energia elettrica ,acqua, tari tasi , imu, ici, addizionale comunale, regionale , assicurazioni, parcheggi, carrello della spesa al supermercato, trasporti, guarda quanti rapinatori ed agiscono tutti nella massima legalità .... Dimenticavo i comuni con le loro multe , anche quelli nel loro piccolo non sembra ma fanno.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 5/2/2024 in 16:08 , milordue ha scritto:

Le rapine non sono del tutto sparite .... sono cambiati i rapinatori , un tempo a rapinarci erano i malviventi .... oggi è il fisco , il benzinaio, la bolletta telefono, gas, energia elettrica ,acqua, tari tasi , imu, ici, addizionale comunale, regionale , assicurazioni, parcheggi, carrello della spesa al supermercato, trasporti, guarda quanti rapinatori ed agiscono tutti nella massima legalità .... Dimenticavo i comuni con le loro multe , anche quelli nel loro piccolo non sembra ma fanno.

I comuni non possono farle la multa se osserva il codice della strada, segnatamente il limite di velocità. Quindi chieda scusa almeno a loro del solito sfogo italiota in cui fa capire di pensare di essere l'unico che non ruba.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, lelotto2 ha scritto:

I comuni non possono farle la multa se osserva il codice della strada, segnatamente il limite di velocità.

mi viene in mente una vecchia barzelletta: 

 c'era una volta un vigile urbano che non vedeva di buon occhio il parroco del suo paese e non vedeva l'ora di fargli una bella contravvenzione, lo aspettava al semaforo con in mano il telecomando e come lo vedeva arrivare sul suo motorino metteva il rosso, visto però che il parroco frenava e si fermava prontamente quando vedeva il rosso, aspettava a mettere il segnale rosso quando era vicino, ogni volta sempre più vicino, verde, giallo che durava un secondo e poi rosso, ma il parroco si fermava sempre; un giorno aspettò che la lambretta del parroco fosse a un metro dal semaforo e rapido con il telecomando verde, giallo rosso, ma il parroco si fermò; a questo punto il vigile esasperato disse al parroco:" ma mi dici come fai a fermarti sempre anche se metto il rosso quando sei a ridosso del semaforo? " vedi", disse il parroco," dietro a me c'è il signore"  "a si?"  disse il vigile," in due sul motorino,  CONTRAVVENZIONE 

ovviamente è una barzelletta, ma quello che sta accadendo gli assomiglia molto, in certe città come Bologna hanno messo il limite di velocità a 30  chilometri orari e questo non in certe strade  strette e pericolose oppure in vicinanza di scuole, ospedali, case di cura ma in tutta la città; per tenere 30 chilometro orari bisogna andare in prima marcia attenti a non premere troppo sull'acceleratore, facendo attenzione a non premere poco altrimenti il motore si imballa e si ferma, quella è solo una scusa per far scattare contravvenzioni ad autovelox gestiti come bancomat  per fare cassa.. e infatti  i cittadini di Bologna stanno raccogliendo migliaia di firme contro la decisione dei 30 chilometri orari estesi a tutte le strade di tutta  la città.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 7/2/2024 in 14:40 , etrusco1900 ha scritto:

a questo punto il vigile esasperato disse al parroco:" ma mi dici come fai a fermarti sempre anche se metto il rosso quando sei a ridosso del semaforo? " vedi", disse il parroco," dietro a me c'è il signore"  "a si?"  disse il vigile," in due sul motorino,  CONTRAVVENZIONE 

ovviamente è una barzelletta, ma quello che sta accadendo gli assomiglia molto, in certe città come Bologna hanno messo il limite di velocità a 30  chilometri orari

:D La barzelletta é buona!

Concordo, ricorda molto la situazione a Bologna.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora