Video della Balzerani sul mestiere della vittima

Inaccettabili le sue parole sul mestiere della vittima, ma ancora di più indigna sentire con che tono sprezzante e arrogante una assassina parla delle sue vittime!
Qui il video, ascoltatela e dite voi se una così ha diritto di parola, le vittime dei suoi omicidi non hanno certamente scelto di esserlo e non hanno alcun monopolio di parola, fra l'altro in questi anni hanno scelto il silenzio e si sono vissuti il loro dolore con molta dignità. Lei non ha scritto nessuna storia, ha solo seminato orrore e morte vigliaccamente e si permette di dire che le sue vittime sono figure strambe... con quel tono!

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/toscana/caso-moro-la-procura-indaga-sulle-parole-della-ex-br-balzerani_3129525-201802a.shtml

Risultati immagini per balzerani

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

Mi fa davvero rabbia sentire cosa dice, ma soprattutto come lo dice, con che tono arrogante

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, plutoneorbit ha scritto:

Mi fa davvero rabbia sentire cosa dice, ma soprattutto come lo dice, con che tono arrogante

Questo è un fallimento della nostra giustizia che  non vuole punire ma far pentire e rieducare il condannato;  a sentire quello che dice sembra che questa signora il carcere non l'abbia ne fatta pentir ne rieducare,  se vicende simili fossero avvenute negli USA non ci sarebbe stato tempo per il pentimento perché molti brigatisti  sarebbero finiti direttamente sula sedia elettrica

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

premessa obbligata: condanna senza se e senza ma nei confronti del terrorismo!...detto questo è altretanto d'obbligo la distinzione tra terrorismo e lotta armata le due cose non sono analoghe, lo dico anche se può sembrare ai più un'ovvietà ma la dico perchè in fondo non credo che nell'immaginario collettivo lo sia!

concordamente si data il periodo terroristico negli anni 70 e primi 80; bene mi sbaglio o detto periodo e' stato preceduto dal piano Solo,dalla rosa dei venti ecc. ecc. ? cioè tutti tentativi reazionari eversivi della destra con l'appoggio di parti di organi dello stato, sia pure deviati ?

cronologicamente quindi mi pare evidente che si sia in presenza di una reazione , di una risposta, sia pure anch'essa sbagliata , ma sempre di una risposta! quindi penso che se si vuole affrontare senza ..lenti colorate..l'oggettività del fenomeno è evidente a questo punto che le affermazioni della balzarani non sono , non tutte ma comunque la maggior parte del tutto infondate. ho invece l'impressione che la vulgata cultural  popolare di questi ultimi decenni abbia omogenizzato il tutto in una sorta di ..condanna aprioristica del fenomeno con il chiaro intento di togliere qualsiasi legittimazione ad una azione rivoluzionaria tendente al cambiamento radicale della società facendolo coincidere in tal senso alla perdita di idoneità fattuale ad ogni teoria che si proponga il superamento della stessa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 minuti fa, dent-ifricio ha scritto:

con il chiaro intento di togliere qualsiasi legittimazione ad una azione rivoluzionaria tendente al cambiamento radicale della società

Non ci prendiamo in giro, l'Italia degli anni 70 non era una dittatura dove non esistevano libere elezioni, chiunque poteva presentarsi alle elezioni e chiedere il consenso dei cittadini, ne è la prova il PCI che era il secondo partito nel paese e il primo partito comunista di tutta l'Europa occidentale,un partito che era liberissimo di agire e che governava comuni province e regioni , quindi in Italia non c'era nessuna giustificazione a azioni rivoluzionarie provenienti da sinistra come le brigare rosse o da destra come i vari piani solo rosa dei venti e cose simili .. chi sognava queste esperienze erano semplicemente fascisti rossi e neri, fascisti rossi come quelli delle brigate rosse e  fascisti neri come quelli delle varie rose dei venti e cose simili. gente tutta che si credeva "Illuminata" sia quelli di destra che quelli di sinistra, portatori d una  "verità" da imporre a un "popolino ignorante" incapace di scegliere e decidere del proprio avvenire con il voto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

Non ci prendiamo in giro, l'Italia degli anni 70 non era una dittatura dove non esistevano libere elezioni, chiunque poteva presentarsi alle elezioni e chiedere il consenso dei cittadini, ne è la prova il PCI che era il secondo partito nel paese e il primo partito comunista di tutta l'Europa occidentale,un partito che era liberissimo di agire e che governava comuni province e regioni , quindi in Italia non c'era nessuna giustificazione a azioni rivoluzionarie provenienti da sinistra come le brigare rosse o da destra come i vari piani solo rosa dei venti e cose simili .. chi sognava queste esperienze erano semplicemente fascisti rossi e neri, fascisti rossi come quelli delle brigate rosse e  fascisti neri come quelli delle varie rose dei venti e cose simili. gente tutta che si credeva "Illuminata" sia quelli di destra che quelli di sinistra, portatori d una  "verità" da imporre a un "popolino ignorante" incapace di scegliere e decidere del proprio avvenire con il voto.

mi permetto di correggerti etrusco, l'italia in quegli anni si certo non era una dittatura come la spagna o il portogallo per restare alle porte di casa o alla grecia..remember la grecia si? e cosa spinse Berlinguer al famoso o famigerato compromesso storico?..l'eccesso di libertà di cui godeva? no etrusco semplifichi ed edulcori troppo la storia , io mi ricordo in quegli anni quando mi veniva ..consigliato ..di dormire fuori per alcune notti..eccesso di prudenza? paranoia ? illuminati dici che volevano imporre al popolino ignorante.....scusami ma il refrain più suonato anche qui non è...che l'italiano medio non capisce una beneamata? quindi?

ce ne fossero stati di più di quelli che tu chiami illuminatIi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, dent-ifricio ha scritto:

mi permetto di correggerti etrusco, l'italia in quegli anni si certo non era una dittatura come la spagna o il portogallo per restare alle porte di casa o alla grecia..remember la grecia si? e cosa spinse Berlinguer al famoso o famigerato compromesso storico?..l'eccesso di libertà di cui godeva? no etrusco semplifichi ed edulcori troppo la storia , io mi ricordo in quegli anni quando mi veniva ..consigliato ..di dormire fuori per alcune notti..eccesso di prudenza? paranoia ? illuminati dici che volevano imporre al popolino ignorante.....scusami ma il refrain più suonato anche qui non è...che l'italiano medio non capisce una beneamata? quindi?

ce ne fossero stati di più di quelli che tu chiami illuminatIi

Però a questo punto dovremmo fare dietrologia,  a iniziare da quando l'Italia uscì sconfitta dalla seconda guerra mondiale e in base al trattato di  Yalta  fu assegnata all'occidente, di come avendo l'Italia il più grande partito comunista dell'occidente  furono usati i voti del sud per controbilanciare i voti delle regioni rosse, voti del sud comperati con la cassa del mezzogiorno, le pensioni di invalidità fasulle e cose varie clientelari, di come quando ci fu l'attentato a Togliatti e  il "partito" ordinò alla base di stare fermi perché altrimenti gli Americani avrebbero usato la cosa per mettere fuori legge il  PCI.   il compromesso storico, perché lo chiami famigerato? era una cosa necessaria per superare le divisioni interne  ma che evidentemente a certi non andava bene, infatti Moro fu ucciso da sedicenti rivoluzionari che a loro insaputa facevano e reggevano gli interessi di USA e Russia entrambe a quel tempo interessante a mantenere quanto era stato stabilito dagli accordi di Yalta.  Vedi in qualunque organizzazione rivoluzionaria c'è un sistema piramidale fatto apposta perché in caso un ramo dell'organizzazione  venga scoperto non si possa risalire all'intera struttura, ne consegue che i militanti delle brigate rosse non sapevano chi c'era al vertice della loro organizzazione (qualche servizio segreto? )  tu dici: ", io mi ricordo in quegli anni quando mi veniva ..consigliato ..di dormire fuori per alcune notti"   se eri a quei livelli evidentemente le cose che ho scritto poco sopra le conosci meglio di me.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

sulla ricostruzione storica concordo pienamente, lo definisco ..famigerato..perchè rientrava a pieno titolo nella strategia riformista di stampo socialdemocratico del Pci, nulla di male bada bene però ha avuto la responsabilità di spostare ingenti masse del partito su posizioni nettamente riformistiche che come non solo noi rivoluzionari denunciavamo ma ahimè la storia si è incaricata di dimostrare essere sta la chiave di volta per il de profundis di ogni ipotesi di trasformazione della società almeno nel medio o lungo periodo! per questo lo definisco famigerato.poi a quali  divisioni interne ti riferisci interne al Pci? ma quelle vi erano sempre state  nel caso si dovrebbe appunto riconoscere la responsabilità di Berlinguer di aver scelto le posizioni riformistiche!

sulla questione se i *** terroristici siano o meno stati infiltrati o addirittura etero diretti da ..potenze straniere od altro io su questo ho forti dubbi .non escludo infiltrazioni ma essere completamente etero diretti non credo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Questa maledetta che ha ucciso o è complice di chi ha ucciso andrebbe solo presa e impiccata lentamente molto lentamente deve soffrire come hanno sofferto mogli e figli dei morti con A. Moro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, marcello4010 ha scritto:

Questa maledetta che ha ucciso o è complice di chi ha ucciso andrebbe solo presa e impiccata lentamente molto lentamente deve soffrire come hanno sofferto mogli e figli dei morti con A. Moro.

Non sono d'accordo, non si possono ripagare i delinquenti  che fanno violenza con la violenza  perché altrimenti diverremmo simili a loro, in uno stato di diritto serio sarebbe stata condannata all'ergastolo e  in galera ci sarebbe rimasta..... 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963