Ora si capisce perché un Bufalaro non si e’ dissociato dalle parole in tv dei brigatisti. Alle spalle c’e una bandiera dei Comunisti Comunitaristi !!

 
U4345011008927016NE_M.jpg?v=201803172352
Corriere della Sera - 18 marzo 2018- pagina 19
 

Balzerani, le frasi che indignano Offese choc alle vittime delle Br

di Fabrizio Caccia 
Il figlio di Ricci: «Ricordare i morti un mestiere? Lei è un’assassina privilegiata»

 
 
 

ROMA Ora ci sono queste frasi, queste nuove frasi di Barbara Balzerani, che lo tormentano. Pronunciate giusto venerdì scorso, 16 marzo 2018, 40 anni dopo la strage di via Fani. «Davvero ha detto certe cose?», non si capacita Giovanni Ricci, il figlio dell’autista di Aldo Moro, l’appuntato dei carabinieri Domenico Ricci, uno dei cinque martiri della scorta.

«C’è una figura, la vittima, che è diventato un mestiere — ha detto Balzerani —. Questa figura stramba per cui la vittima ha il monopolio della parola... Io non dico che non abbiano diritto a dire la loro, figuriamoci. Ma non ce l’hai solo te il diritto, non è che la storia la puoi fare solo te...». E poi, agghiacciante: «Non è che se vai a finire sotto un’auto, sei una vittima della strada per tutta la vita, lo sei nel tempo che ti aggiustano il femore...». Un femore? Così adesso Giovanni Ricci riesce a stento a trattenere la rabbia: «A mio padre i brigatisti gli hanno sparato sette colpi alla testa...». Il suo è uno sfogo amarissimo: «Ma come fa la Balzerani a dire che quello della vittima sarebbe un mestiere! E lei, che è un’irriducibile, che non s’è mai pentita, che l’arrestarono nell’85 e dopo vent’anni di carcere, nel 2006, era già fuori con la libertà condizionale? Lei cos’è allora? Una privilegiata? Già, un’assassina privilegiata. Ecco cos’è. E tale rimarrà per sempre».

Venerdì sera, l’ex Primula Rossa delle Brigate Rosse, 69 anni, mai pentita né dissociata — che in via Fani c’era e progettò tutto insieme agli altri, anche se non sparò — è andata a presentare il suo ultimo libro, «L’ho sempre saputo», al centro sociale Cpa di Firenze, elogiando la resistenza di «valsusini» e «mapuche». In sala, un bandierone rosso a fare da sfondo, con la falce e martello e la scritta «viva Lenin». Quando è finita la presentazione, durata un’ora e mezza e senza mai un riferimento a via Fani, la Balzerani è stata avvicinata dai cronisti e qualcuno ha accennato alle parole durissime del capo della polizia, Franco Gabrielli: «Riproporre oggi i brigatisti in televisione è un oltraggio ai morti...». Lei allora ha risposto in quel modo, scatenando così un nuovo putiferio dopo quello prodotto già due mesi fa con un post su Facebook: «Chi mi ospita oltre confine per i fasti del 40ennale?».

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

6 messaggi in questa discussione

5 minuti fa, mark55550 ha scritto:
 
  •  
 
U4345011008927016NE_M.jpg?v=201803172352
Corriere della Sera - 18 marzo 2018- pagina 19
 

Balzerani, le frasi che indignano Offese choc alle vittime delle Br

di Fabrizio Caccia 
Il figlio di Ricci: «Ricordare i morti un mestiere? Lei è un’assassina privilegiata»

 
 
 
 
 
 
 

ROMA Ora ci sono queste frasi, queste nuove frasi di Barbara Balzerani, che lo tormentano. Pronunciate giusto venerdì scorso, 16 marzo 2018, 40 anni dopo la strage di via Fani. «Davvero ha detto certe cose?», non si capacita Giovanni Ricci, il figlio dell’autista di Aldo Moro, l’appuntato dei carabinieri Domenico Ricci, uno dei cinque martiri della scorta.

«C’è una figura, la vittima, che è diventato un mestiere — ha detto Balzerani —. Questa figura stramba per cui la vittima ha il monopolio della parola... Io non dico che non abbiano diritto a dire la loro, figuriamoci. Ma non ce l’hai solo te il diritto, non è che la storia la puoi fare solo te...». E poi, agghiacciante: «Non è che se vai a finire sotto un’auto, sei una vittima della strada per tutta la vita, lo sei nel tempo che ti aggiustano il femore...». Un femore? Così adesso Giovanni Ricci riesce a stento a trattenere la rabbia: «A mio padre i brigatisti gli hanno sparato sette colpi alla testa...». Il suo è uno sfogo amarissimo: «Ma come fa la Balzerani a dire che quello della vittima sarebbe un mestiere! E lei, che è un’irriducibile, che non s’è mai pentita, che l’arrestarono nell’85 e dopo vent’anni di carcere, nel 2006, era già fuori con la libertà condizionale? Lei cos’è allora? Una privilegiata? Già, un’assassina privilegiata. Ecco cos’è. E tale rimarrà per sempre».

Venerdì sera, l’ex Primula Rossa delle Brigate Rosse, 69 anni, mai pentita né dissociata — che in via Fani c’era e progettò tutto insieme agli altri, anche se non sparò — è andata a presentare il suo ultimo libro, «L’ho sempre saputo», al centro sociale Cpa di Firenze, elogiando la resistenza di «valsusini» e «mapuche». In sala, un bandierone rosso a fare da sfondo, con la falce e martello e la scritta «viva Lenin». Quando è finita la presentazione, durata un’ora e mezza e senza mai un riferimento a via Fani, la Balzerani è stata avvicinata dai cronisti e qualcuno ha accennato alle parole durissime del capo della polizia, Franco Gabrielli: «Riproporre oggi i brigatisti in televisione è un oltraggio ai morti...». Lei allora ha risposto in quel modo, scatenando così un nuovo putiferio dopo quello prodotto già due mesi fa con un post su Facebook: «Chi mi ospita oltre confine per i fasti del 40ennale?».

Non ci credete , vero ?? Ecco qua:

31     151

  • fosforo31
  • 1800 messaggi

 

Inviata sabato alle 02:05 (modificato) · 

Per me non è un oltraggio vedere i brigatisti in tv 40 anni dopo via Fani. É solo un'interessante testimonianza diretta, che ciascuno può ritenere credibile o meno, di alcuni dei protagonisti di un triste e purtroppo incancellabile capitolo della storia italiana. Io mi sento molto più oltraggiato quando un presidente del Consiglio si accorda con un delinquente, che non ha ancora pagato il suo debito con la giustizia, per riscrivere con lui la Costituzione e la legge elettorale. Oggi è facile sparare a zero, come hanno fatto il prefetto Gabrielli e altri, e usare parole sprezzanti e umilianti verso gli uomini delle Brigate Rosse (così li chiamò Paolo VI, dimenticandosi delle donne delle BR). .... ......bla bla bla ...bla bla bla 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ma  non  mi  dire    che   sia   uno  spalleggiatore   delle  B.R:  ?  Non  ci credo  ha fatto  di  tutto  per  far  ritornare  la  destra  al  potere...

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
26 minuti fa, pm610 ha scritto:

Ma  non  mi  dire    che   sia   uno  spalleggiatore   delle  B.R:  ?  Non  ci credo  ha fatto  di  tutto  per  far  ritornare  la  destra  al  potere...

Non ho detto questo . Ma , ed ungiorno mi metto di buzzo buono e lo ritrovo , fece un post dove in un certo senso “capiva “ e “giustificava” la lotta armata . Insomma , una specie di “ ne con lo stato ne con i terroristi “ ma con una leggera preferenza per quest’ultimi . Non mi piace come personaggio . Si ammanta di un falso buonismo e Falso democratico ma e’ tutto fuori che questo. Ciao 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, mark55550 ha scritto:

Non ho detto questo . Ma , ed ungiorno mi metto di buzzo buono e lo ritrovo , fece un post dove in un certo senso “capiva “ e “giustificava” la lotta armata . Insomma , una specie di “ ne con lo stato ne con i terroristi “ ma con una leggera preferenza per quest’ultimi . Non mi piace come personaggio . Si ammanta di un falso buonismo e Falso democratico ma e’ tutto fuori che questo. Ciao 

ciao mark, come vedi sono di nuovo qui a quest'ora e dopo voglio vedere se pensi di..te stesso che che sei..l'altro da te..che si fa le domande e si da le risposte!! ahhahahahhaha :D  però se mi permetti volevo intervenire per dire la mia opinione sull'argomento; bene io ho 67 anni e quindi risulterà chiaro che quella fase storica l'ho vissuta e non l'ho letta su qualche libro, ed io ero e sono ..ne con lo stato ne con i terroristi o per meglio dire contestualizzando..ne con quello stato di allora ne con i terroristi di allora! non vi era uno meglio dell'altro! quindi nessun cedimento sulla critica e la condanna del terrorismo! ma sulla lotta armata che se capisco bene , ma vista l'ora tarda e la tarda mia età non vorrei avere frainteso,bene io capisco e giustifico una eventuale lotta armata di popolo che abbia come fine la liberazione dell'individuo dallo sfruttamento ,dall'asservimento, dalla iconoclastica visione di una società dominata dal denaro ottenuto con il metodo capitalistico! sostengo che in questo presente che come tale non esiste essendo il nostro futuro passato il dramma dei contemporanei sia proprio quello di vedere le ..cose che non vanno..ma di non avere la capacità di individuarne la causa. ai miei tempi si sarebbe detto ..manca l'analisi, e quindi ciò impedisce di fatto l'individuazione della soluzione.indovina quale sarebbe secondo me? :D

in amicizia un comunista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non condivido quello che dice quella criminale che come tanti altri tipo la mambro è stata graziata da uno stato che il più delle volte forse non è cosi innocente, ma sul ruolo della vittima mi vedo costretto a darle ragione, è diventata una moda anche tra i politici, il berlu per primo da sempre...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, sempre135 ha scritto:

Non condivido quello che dice quella criminale ch😊e come tanti altri tipo la mambr o è stata graziata da uno stato che il più delle volte forse non è cosi innocente, ma sul ruolo della vittima mi vedo costretto a darle ragione, è diventata una moda anche tra i politici, il berlu per primo da sempre...

Spuntano fuori adesso certe cose, sara' perche'  adesso c e'  il "buongoverno" ? 9_9

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963