Leggete con attenzione cosa scrive unNa Napoletano? Poi, però , andate a vomitare ...!!

Inviata (modificato)

Giudicate , per favore , cosa scrive il Cazzaro di Napoli. Fanno parte di un discorso più lungo ed articolato dove il Cazzaro si erge a paladino di “combattente “ contro le BR.  Poi , però , scrive questo . Mamma mia , oltre che Cazzaro , questo e’ un *** allo stadio terminale. E pure pericoloso . 

  • fosforo31
  • 1781 messaggi

 

Inviata 6 ore fa (modificato) · 

“Per me non è un oltraggio vedere i brigatisti in tv 40 anni dopo via Fani. É solo un'interessante testimonianza diretta, che ciascuno può ritenere credibile o meno, di alcuni dei protagonisti di un triste e purtroppo incancellabile capitolo della storia italiana. Io mi sento molto più oltraggiato quando un presidente del Consiglio si accorda con un delinquente, che non ha ancora pagato il suo debito con la giustizia, per riscrivere con lui la Costituzione e la legge elettorale. Oggi è facile sparare a zero, come hanno fatto il prefetto Gabrielli e altri, e usare parole sprezzanti e umilianti verso gli uomini delle Brigate Rosse (così li chiamò Paolo VI, dimenticandosi delle donne delle BR).”                                                  “I br non erano volgari assassini, e non erano nemmeno terroristi, o sarebbe riduttivo e fuorviante definirli tali. Certo non lo erano nel senso etimologico della parola e nel senso in cui essa viene intesa oggi. A differenza dei terroristi di destra e dei fanatici islamici, essi non intendevano affatto spargere il terrore nella società “.        “Le BR non volevano il terrore, volevano la rivoluzione comunista. Engels esalta la "funzione rivoluzionaria della violenza" mentre per Mao "il potere politico nasce dalla canna del fucile".                           “Quindi il metodo dei brigatisti era certamente violento e per questo assimilabile al terrorismo, ma le BR erano un movimento politico.”         “Con una sua ideologia, il marxismo-leninismo, i suoi ideologi (Curcio, Senzani e altri), un braccio armato molto ben organizzato e una vasta rete di fiancheggiatori (decine di migliaia). L'obbiettivo, come in ogni rivoluzione, era abbattere lo Stato, dunque i bersagli erano i suoi rappresentanti e i suoi servitori “.  “.                                    “Ma la violenza non era mai fine a se stessa: più che a indebolire lo Stato le BR miravano a fare proseliti, sognavano di arruolare per la loro rivoluzione l'intera classe operaia e quello che allora si chiamava il proletariato”.                                              “Si ispiravano alla Resistenza antifascista, e non avevano torto nel rivendicare l'uso degli stessi metodi perché in fondo anche le azioni dei partigiani erano spesso, tecnicamente, assimilabili ad atti terroristici”.          “Cari forumisti, io vi posso assicurare che se, per ipotesi assurda, le BR fossero state un partito politico e se si fosse votato la domenica dopo l'agguato di via Fani, avrebbero preso qualche milione di voti. Non saprei dire esattamente quanti, ma qualche milione di sicuro “ “.                                “Io ero in un affollato treno della metropolitana di Napoli, dove uno studente aveva una piccola radio/registratore a nastro, di quelle che si usavano per registrare le lezioni all'università. Alla notizia, applausi, pugni chiusi e grida di approvazione anche lì”.  “.                                       “Scene analoghe mi furono descritte sa dai miei numerosi zii e cugini residenti al Nord. Il giorno dopo, in una assemblea di studenti universitari alla quale partecipai, convocata per condannare l'attentato, una buona metà degli interventi, pur nel dispiacere per il sangue sparso, tendeva in un modo o nell'altro a giustificare il rapimento. Io intervenni per stigmatizzare duramente quelle giustificazioni e alla fine chiesi, a nome degli studenti comunisti, l'immediata liberazione dello statista democristiano. Presi più fischi che applausi “.

Considerazioni e conclusioni : Non ho parole !!! Meriteresti una class action di tutti i forumisti affinché tu sia cacciato dal forum . E te saresti quello che chiede rispetto? Uno che si sente in diritto di dare calci nel Ku.lo a chicchessia e che non la pensa come te ?? Sei da vomito!!!! 

Modificato da mark55550

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

Ma tu dai ancora retta a uno che scrive di giorno quello che sogna di notte? Uno che si inventa favole, almeno così lui crede, ma che finisce per scrivere solo barzellette senza riuscire a far ridere nessuno ? Daiiiiiiiiii lascialo nel suo brodo, lascia che si crogiuoli nella sua illusione, se no fra un po' lo vedrai nelle vesti di Capitan America, ops pardon rettifico Superciuck, mentre arringa una folla di pantegane raccontando i fatti eroici della sua vita. 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, il.pignonista ha scritto:

Ma tu dai ancora retta a uno che scrive di giorno quello che sogna di notte? Uno che si inventa favole, almeno così lui crede, ma che finisce per scrivere solo barzellette senza riuscire a far ridere nessuno ? Daiiiiiiiiii lascialo nel suo brodo, lascia che si crogiuoli nella sua illusione, se no fra un po' lo vedrai nelle vesti di Capitan America, ops pardon rettifico Superciuck, mentre arringa una folla di pantegane raccontando i fatti eroici della sua vita. 

Mi sa che hai ragione . Sono inguaribilmente convinto che certi personaggi tronfi  e pieni di se, oltre che impostori matricolati , vadano mazzolati . Però e’ buona anche la tua opzione . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, mark55550 ha scritto:

Giudicate , per favore , cosa scrive il Cazzaro di Napoli. Fanno parte di un discorso più lungo ed articolato dove il Cazzaro si erge a paladino di “combattente “ contro le BR.  Poi , però , scrive questo . Mamma mia , oltre che Cazzaro , questo e’ un *** allo stadio terminale. E pure pericoloso . 

  • fosforo31
  • 1781 messaggi

 

Inviata 6 ore fa (modificato) · 

“Per me non è un oltraggio vedere i brigatisti in tv 40 anni dopo via Fani. É solo un'interessante testimonianza diretta, che ciascuno può ritenere credibile o meno, di alcuni dei protagonisti di un triste e purtroppo incancellabile capitolo della storia italiana. Io mi sento molto più oltraggiato quando un presidente del Consiglio si accorda con un delinquente, che non ha ancora pagato il suo debito con la giustizia, per riscrivere con lui la Costituzione e la legge elettorale. Oggi è facile sparare a zero, come hanno fatto il prefetto Gabrielli e altri, e usare parole sprezzanti e umilianti verso gli uomini delle Brigate Rosse (così li chiamò Paolo VI, dimenticandosi delle donne delle BR).”                                                  “I br non erano volgari assassini, e non erano nemmeno terroristi, o sarebbe riduttivo e fuorviante definirli tali. Certo non lo erano nel senso etimologico della parola e nel senso in cui essa viene intesa oggi. A differenza dei terroristi di destra e dei fanatici islamici, essi non intendevano affatto spargere il terrore nella società “.        “Le BR non volevano il terrore, volevano la rivoluzione comunista. Engels esalta la "funzione rivoluzionaria della violenza" mentre per Mao "il potere politico nasce dalla canna del fucile".                           “Quindi il metodo dei brigatisti era certamente violento e per questo assimilabile al terrorismo, ma le BR erano un movimento politico.”         “Con una sua ideologia, il marxismo-leninismo, i suoi ideologi (Curcio, Senzani e altri), un braccio armato molto ben organizzato e una vasta rete di fiancheggiatori (decine di migliaia). L'obbiettivo, come in ogni rivoluzione, era abbattere lo Stato, dunque i bersagli erano i suoi rappresentanti e i suoi servitori “.  “.                                    “Ma la violenza non era mai fine a se stessa: più che a indebolire lo Stato le BR miravano a fare proseliti, sognavano di arruolare per la loro rivoluzione l'intera classe operaia e quello che allora si chiamava il proletariato”.                                              “Si ispiravano alla Resistenza antifascista, e non avevano torto nel rivendicare l'uso degli stessi metodi perché in fondo anche le azioni dei partigiani erano spesso, tecnicamente, assimilabili ad atti terroristici”.          “Cari forumisti, io vi posso assicurare che se, per ipotesi assurda, le BR fossero state un partito politico e se si fosse votato la domenica dopo l'agguato di via Fani, avrebbero preso qualche milione di voti. Non saprei dire esattamente quanti, ma qualche milione di sicuro “ “.                                “Io ero in un affollato treno della metropolitana di Napoli, dove uno studente aveva una piccola radio/registratore a nastro, di quelle che si usavano per registrare le lezioni all'università. Alla notizia, applausi, pugni chiusi e grida di approvazione anche lì”.  “.                                       “Scene analoghe mi furono descritte sa dai miei numerosi zii e cugini residenti al Nord. Il giorno dopo, in una assemblea di studenti universitari alla quale partecipai, convocata per condannare l'attentato, una buona metà degli interventi, pur nel dispiacere per il sangue sparso, tendeva in un modo o nell'altro a giustificare il rapimento. Io intervenni per stigmatizzare duramente quelle giustificazioni e alla fine chiesi, a nome degli studenti comunisti, l'immediata liberazione dello statista democristiano. Presi più fischi che applausi “.

Considerazioni e conclusioni : Non ho parole !!! Meriteresti una class action di tutti i forumisti affinché tu sia cacciato dal forum . E te saresti quello che chiede rispetto? Uno che si sente in diritto di dare calci nel Ku.lo a chicchessia e che non la pensa come te ?? Sei da vomito!!!! 

Erano questi, pexxodimmerda, i simboli da abbattere ?? 

0136992A-DA44-40CC-8047-333070858B15.jpeg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Oppure questo , stronxxo??

In morte di Guido Rossa, operaio comunista, ucciso trentanove anni fa – Strisciarossa
Il 24 gennaio 1979, otto mesi e mezzo dopo l’assassinio di Aldo Moro, le Brigate Rosse uccidono a Genova Guido Rossa, iscritto al Pci e delegato sindacale della Fiom, membro del Consiglio...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Le immagini potrebbero essere soggett

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 17/3/2018 in 13:43 , mark55550 ha scritto:

Oppure questo , stronxxo??

In morte di Guido Rossa, operaio comunista, ucciso trentanove anni fa – Strisciarossa
Il 24 gennaio 1979, otto mesi e mezzo dopo l’assassinio di Aldo Moro, le Brigate Rosse uccidono a Genova Guido Rossa, iscritto al Pci e delegato sindacale della Fiom, membro del Consiglio...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Le immagini potrebbero essere soggett

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963