Abbiamo un politico che in attesa di dare il reddito di cittadinanza fa i miracoli : Grillo in un anno “sestuplica” gli introiti ...!!

Reddito politici, quando guadagnano i leader: Grillo, Renzi, Bersani...

Pubblicati i redditi dei parlamentari relativi al 2017. And the winner is...

http%3A%2F%2Fo.aolcdn.com%2Fhss%2Fstorage%2Fmidas%2Fb6ee0c45765593772d8de391431c8be9%2F206220168%2Fleader.JPG
AGF
 

Il vicepresidente della Camera e leader di M5s Luigi Di Maio ha dichiarato nel 2017 un reddito di 98.471 euro, identico a quello dichiarato l'anno precedente. Beppe Grillo, invece, 'sestuplica' il suo reddito e in un solo anno scala la classifica dei leader 'paperoni', dichiarando un imponibile di oltre 400mila euro nel 2017, quasi 350mila euro in più rispetto all'anno precedente. È quanto risulta dalle dichiarazioni dei redditi pubblicati on line sul sito Parlamento.it.

 

Matteo Renzi, segretario dimissionario del Pd, dichiara nel 2017 un reddito imponibile di 107.100mila euro. La leader di FdI, Giorgia Meloni, accresce leggermente il suo reddito rispetto all'anno precedente, dichiarando 98.421mila euro.

 

Pierluigi Bersani ha avuto nel 2017 un reddito imponibile di 148.096 euro, rispetto ai 150.211 euro dell'anno precedente.

Il presidente del Senato torna a vincere la 'gara' del più ricco con la sua omologa alla Camera. Ma entrambi i presidenti dei due rami del Parlamento risultano un po' più poveri rispetto all'anno precedente. Anche nel 2017 Pietro Grasso risulta più ricco di Laura Boldrini: il presidente uscente di palazzo Madama dichiara infatti 321.195mila euro di reddito imponibile, a fronte dei 340.563mila dell'anno precedente; la presidente uscente di Montecitorio dichiara invece 137.337mila euro, a fronte dei 144.883mila euro del 2016.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

9 messaggi in questa discussione

14 ore fa, mark55550 ha scritto:

Reddito politici, quando guadagnano i leader: Grillo, Renzi, Bersani...

Pubblicati i redditi dei parlamentari relativi al 2017. And the winner is...

http%3A%2F%2Fo.aolcdn.com%2Fhss%2Fstorage%2Fmidas%2Fb6ee0c45765593772d8de391431c8be9%2F206220168%2Fleader.JPG
AGF
 

Il vicepresidente della Camera e leader di M5s Luigi Di Maio ha dichiarato nel 2017 un reddito di 98.471 euro, identico a quello dichiarato l'anno precedente. Beppe Grillo, invece, 'sestuplica' il suo reddito e in un solo anno scala la classifica dei leader 'paperoni', dichiarando un imponibile di oltre 400mila euro nel 2017, quasi 350mila euro in più rispetto all'anno precedente. È quanto risulta dalle dichiarazioni dei redditi pubblicati on line sul sito Parlamento.it.

 

Matteo Renzi, segretario dimissionario del Pd, dichiara nel 2017 un reddito imponibile di 107.100mila euro. La leader di FdI, Giorgia Meloni, accresce leggermente il suo reddito rispetto all'anno precedente, dichiarando 98.421mila euro.

 

Pierluigi Bersani ha avuto nel 2017 un reddito imponibile di 148.096 euro, rispetto ai 150.211 euro dell'anno precedente.

Il presidente del Senato torna a vincere la 'gara' del più ricco con la sua omologa alla Camera. Ma entrambi i presidenti dei due rami del Parlamento risultano un po' più poveri rispetto all'anno precedente. Anche nel 2017 Pietro Grasso risulta più ricco di Laura Boldrini: il presidente uscente di palazzo Madama dichiara infatti 321.195mila euro di reddito imponibile, a fronte dei 340.563mila dell'anno precedente; la presidente uscente di Montecitorio dichiara invece 137.337mila euro, a fronte dei 144.883mila euro del 2016.

Li dara'  in benficenza 9_9 

A sua figlia...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non capisco cosa c’entrino i guadagni di Grillo, che è un cittadino privato, con quelli dei politici.

Brutta bestia l’invidia sociale accomunata dalla disfatta politica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, vidicolamia ha scritto:

Non capisco cosa c’entrino i guadagni di Grillo, che è un cittadino privato, con quelli dei politici.

Brutta bestia l’invidia sociale accomunata dalla disfatta politica.

Te lo spiego subito : Grillo E' un politico. C’e’ scritto nei documenti che attestano la sua funzione di GARANTE di un movimento che fa politica a livello nazionale, e non di una bocciofila della bassa bergamasca . 
In qualità di garante avrebbe il potere, estremizzando, addirittura di espellere dal movimento Di Maio che, nel frattempo, potrebbe essere diventato premier, facendo saltare addirittura il governo nazionale.
Non fare il bravo soldatino che difende a prescindere: utilizza almeno un pò di senso critico .

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ma  no   dai  loro  i grulli   sono democratici,  hanno mandato  in parlamento gente  scelta  con  pochi clic  non  certificati o  meglio ancora  certificati da  nessuno,   hanno firmato  un  contratto   con  una  azienda  che  ne  detiene  tutti  i diritti  sia  sul  mo Vi  mento  sia   sugli eletti  dato  il  contratto   firmato ( sembra  che   sia  incostituzionale )   e  che   ha  creato  una  associazione  sempre  sotto  il diretto   controllo  della  stessa  azienda per  assicurarsi  i  contributi  dei  firmatari  di  quel  contratto.  Il tutto a  nome  e  per  i  cittadini  ma Vafff....

Modificato da pm610

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma  poi    è lo stesso   che    aveva  detto  che  con  la  politica  lui  non  ci   mangia ?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 16/3/2018 in 16:45 , mark55550 ha scritto:

Reddito politici, quando guadagnano i leader: Grillo, Renzi, Bersani...

Pubblicati i redditi dei parlamentari relativi al 2017. And the winner is...

http%3A%2F%2Fo.aolcdn.com%2Fhss%2Fstorage%2Fmidas%2Fb6ee0c45765593772d8de391431c8be9%2F206220168%2Fleader.JPG
AGF
 

Il vicepresidente della Camera e leader di M5s Luigi Di Maio ha dichiarato nel 2017 un reddito di 98.471 euro, identico a quello dichiarato l'anno precedente. Beppe Grillo, invece, 'sestuplica' il suo reddito e in un solo anno scala la classifica dei leader 'paperoni', dichiarando un imponibile di oltre 400mila euro nel 2017, quasi 350mila euro in più rispetto all'anno precedente. È quanto risulta dalle dichiarazioni dei redditi pubblicati on line sul sito Parlamento.it.

 

Matteo Renzi, segretario dimissionario del Pd, dichiara nel 2017 un reddito imponibile di 107.100mila euro. La leader di FdI, Giorgia Meloni, accresce leggermente il suo reddito rispetto all'anno precedente, dichiarando 98.421mila euro.

 

Pierluigi Bersani ha avuto nel 2017 un reddito imponibile di 148.096 euro, rispetto ai 150.211 euro dell'anno precedente.

Il presidente del Senato torna a vincere la 'gara' del più ricco con la sua omologa alla Camera. Ma entrambi i presidenti dei due rami del Parlamento risultano un po' più poveri rispetto all'anno precedente. Anche nel 2017 Pietro Grasso risulta più ricco di Laura Boldrini: il presidente uscente di palazzo Madama dichiara infatti 321.195mila euro di reddito imponibile, a fronte dei 340.563mila dell'anno precedente; la presidente uscente di Montecitorio dichiara invece 137.337mila euro, a fronte dei 144.883mila euro del 2016.

lui è un attore comico e quindi lo pagano x i suoi spettacoli mica un lekka lekka come te che vive lekkando per qualche centinaia di euro !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, vidicolamia ha scritto:

Non capisco cosa c’entrino i guadagni di Grillo, che è un cittadino privato, con quelli dei politici.

Brutta bestia l’invidia sociale accomunata dalla disfatta politica.

ormai questi non parlano con la bocca ma, con il fegato !

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, mark55550 ha scritto:

Te lo spiego subito : Grillo E' un politico. C’e’ scritto nei documenti che attestano la sua funzione di GARANTE di un movimento che fa politica a livello nazionale, e non di una bocciofila della bassa bergamasca . 
In qualità di garante avrebbe il potere, estremizzando, addirittura di espellere dal movimento Di Maio che, nel frattempo, potrebbe essere diventato premier, facendo saltare addirittura il governo nazionale.
Non fare il bravo soldatino che difende a prescindere: utilizza almeno un pò di senso critico .

Non risulta allo stato attuale che Grillo percepisca un vitalizio o reddito proveniente da soldi pubblici.

Grillo è un comico ideatore e fondatore, insieme al compianto Gianroberto Casaleggio, di un movimento politico. Il suo reddito c’entra con la politica come i cavoli a merenda. Il comico è benestante grazie anche ai suoi spettacoli che realizzano sempre il tutto esaurito.

Il senso critico del bravo soldatino dovrebbe suonare come una sveglia per chi, aveva malamente pensato che Renzi potesse ancora vincere le elezioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

resta  quello  che   aveva  detto   noi  siamo  i Francescani della  politica...  ops   era   una  battuta per  lo spettacolo  in  cui  ha  coinvolto  tutta  l' Italia  e  sarà  parte  dello  spettacolo  quelle  persone  scelte   da   una  setta  ed   elette  per  qualche  clic  mai  certificato da  nessuno.  Si   avranno  avuto   33%   dei  voti   ma   sono  solo voti  di  protesta  che  se  come  sembra  le  promesse  non  saranno  mantenute  si  volatirizzano  come  la  neve  al  sole.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963