alluvioni emilia-romagna...trova le differenze

16 messaggi in questa discussione

calma , calma prima ci dobbiamo rivedere la partita milan inter

Modificato da tiberio1946

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, tiberio1946 ha scritto:

calma , calma prima ci dobbiamo rivedere la partita milan inter

commento molto attinente alla drammaritita' dell'alluvione dovuta alla non curanza della politica

COMPLIMENTI!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, director12 ha scritto:

commento molto attinente alla drammaritita' dell'alluvione dovuta alla non curanza della politica

COMPLIMENTI!!

Sei un parto an ale

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, director12 ha scritto:

commento molto attinente alla drammaritita' dell'alluvione dovuta alla non curanza della politica

COMPLIMENTI!!

senti total ***, era il tuo vermone che guardava la partita intanto che i fiumi esondavano* e poi si é anche sentito in dovere e dello spirito di commentare .

quello che é successo difficilmente sarebbe stato evitabile: nubifragi su un fronte così largo, alta marea e vento da N-E** che impedivano ai fiumi di scaricare in mare. la soma delle cose ha portato al disastro.

ci siamop rimasti male perché il Consorzio di bonifica dell' Emilia Romagna mantiene fiumi e canali in perfetto stato.

* esondare = uscire dagli argini

** N-E ovvero Nord Est

casomai la tua gretta ignoranza ..........

p-s- cos'é la drammaritità

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, tiberio1946 ha scritto:

senti total ***, era il tuo vermone che guardava la partita intanto che i fiumi esondavano* e poi si é anche sentito in dovere e dello spirito di commentare .

quello che é successo difficilmente sarebbe stato evitabile: nubifragi su un fronte così largo, alta marea e vento da N-E** che impedivano ai fiumi di scaricare in mare. la soma delle cose ha portato al disastro.

ci siamop rimasti male perché il Consorzio di bonifica dell' Emilia Romagna mantiene fiumi e canali in perfetto stato.

* esondare = uscire dagli argini

** N-E ovvero Nord Est

casomai la tua gretta ignoranza ..........

p-s- cos'é la drammaritità

 

è il tuo problema..parlane al tuo psichiatra di fiducia..non quello della mutua

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
 
Non perderti ciò che c'è di nuovo
Gli utenti di Twitter sono i primi ad apprendere le novità.
 
 
Qualcuno ha detto… cookie?
Twitter e i suoi partner utilizzano i cookie per fornirti un servizio migliore, più sicuro e più veloce, nonché per supportare la nostra attività. Alcuni cookie sono necessari per utilizzare e migliorare i nostri servizi, nonché per garantire che questi ultimi funzionino correttamente. Scopri di più sulle tue preferenze.
 
 
 

Tweet

 
 
Visualizza nuovi Tweet
 

Conversazione

 
 
 
 
 
 
 
ow16Idzr_bigger.jpg
 
 
Paride Antolini, presidente regionale dell'Ordine dei geologi: “Il clima non c'entra, non si fa manutenzione e mancano i tecnici” 👉 “Se si rompe un argine, il #cambiamentoclimatico non c’entra nulla. È un problema di manutenzione” 👉 “Gli uffici oggi sono a malapena sufficienti per gestire una situazione normale. Manca il personale, soprattutto quello qualificato”

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 minuti fa, director12 ha scritto:

è il tuo problema..parlane al tuo psichiatra di fiducia..non quello della mutua

Quello dove sei in terapia Cornelio 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, tiberio1946 ha scritto:

senti total ***, era il tuo vermone che guardava la partita intanto che i fiumi esondavano* e poi si é anche sentito in dovere e dello spirito di commentare .

quello che é successo difficilmente sarebbe stato evitabile: nubifragi su un fronte così largo, alta marea e vento da N-E** che impedivano ai fiumi di scaricare in mare. la soma delle cose ha portato al disastro.

ci siamop rimasti male perché il Consorzio di bonifica dell' Emilia Romagna mantiene fiumi e canali in perfetto stato.

* esondare = uscire dagli argini

** N-E ovvero Nord Est

casomai la tua gretta ignoranza ..........

p-s- cos'é la drammaritità

 

Devi sapere che studiava a Tirana insieme al Trota

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

imbe cille, gli argini hanno tenuto al punto che in alcuni punti , ben studiati, hanno dovuto aprire delle brecce per diminuire la pressione . non addentrarti in argomenti che non conosci, limitati alle pissiate fuori del vaso che fa il tuo vermone

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, tiberio1946 ha scritto:

imbe cille, gli argini hanno tenuto al punto che in alcuni punti , ben studiati, hanno dovuto aprire delle brecce per diminuire la pressione . non addentrarti in argomenti che non conosci, limitati alle pissiate fuori del vaso che fa il tuo vermone

Stai parlando con un ritardato,non va oltre le corna che porta

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tranquilli, i soldi per sopra elevare il campo di calcio, metterlo in sicurezza, dotarlo di aria condizionata estiva, riscaldamento invernale, mega schermi televisivi, gabinetti ad ultra suoni e luce laser, …/... i soldi per il campo di calcio si trovano subito. Per riorganizzare il servizio ambulanze e mettere in sicurezza gli argini ed i ponti … alla prossima puntata.    

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La cosa grave sono le promesse. Appena smette di piovere mandiamo cento ruspe per riparare tutto. Poi al primo del mese prossimo … oggi non piove, per quale motivo riparare, aspettiamo il prossimo anno. La cosa grave (in italia) è la burocrazia bloccante e strangolante.    

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dolorose ma non sorprendenti le immagini e le notizie dalla Romagna. L'ennesima tragedia annunciata. Deprimenti le immagini e le parole del povero Bonaccini. Una sensazione più di inanità che di incapacità o impotenza. Ma non ce l'ho con lui, poveraccio, bensì con l'istituzione. Lo avevamo già sperimentato con la pandemia, dove peraltro le Regioni un ruolo, anche cruciale, in teoria ce l'avevano: il controllo della sanità pubblica territoriale. In pratica, con rare eccezioni,  hanno fatto poco o hanno fatto disastri, specie la più grossa e più ricca di tutte, la Lombardia con le sue cosiddette eccellenze sanitarie. Le grandi emergenze mettono a nudo la vera natura di questi enti territoriali: sono enti inutili, anzi dannosi. Pesanti carrozzoni pubblici che in tempi ordinari offrono una poltrona e una mangiatoia ai politici di seconda o terza fascia, ai loro burocrati e alle loro clientele, mentre in tempi di crisi sono più di intralcio che altro. In questo quadro deprimente la riforma costituzionale della cd. autonomia differenziata appare come un'idea a dir poco demenziale. Al contrario, la vera e urgente riforma di cui ha bisogno l'Italia è l'abolizione completa della Regioni. Ci sono purtroppo ragionevoli motivi per ritenere che i prossimi decenni saranno difficili per il nostro paese. Siamo un hot spot climatico, il riscaldamento globale ci colpirà in modo più intenso della media globale. E abbiamo un territorio fragilissimo, per sua natura e per l'incuria perenne. In particolare, per la pianura padana i modelli climatici, per quanto ancora incerti e approssimativi, sembrano indicare un inquietante futuro oscillante tra la siccità e le alluvioni, tra il deserto e la palude. Avremo probabilmente nuove severe pandemie. In 1000 anni l'aspettativa di vita è raddoppiata, la popolazione mondiale si è moltiplicata per 20, la mobilità delle persone è cresciuta anche di più. Con ciò la frequenza delle pandemie gravi è destinata a crescere. E l'Italia a essere uno dei paesi più colpiti stante l'anzianità della popolazione. Per non parlare della grande incertezza delle prospettive economiche e geopolitiche. La transizione ecologica non sarà un bagno di  sangue come prevedeva Cingolani, ma nemmeno una passeggiata. L'intelligenza artificiale cancellerà centinaia di milioni di posti di lavoro. Mentre molti prevedono una nuova e lunga guerra fredda, forse nemmeno tanto fredda. È chiaro fin da ora che per fronteggiare questi problemi di portata globale ed epocale le decisioni dovranno essere essere le più centralizzate possibili. A livello ONU e di grandi alleanze come l'UE. Il livello decisionale minimo sarà quello nazionale. Quindi che ce ne faremo dei nostri cacicchi locali, dei Fontana, dei De Luca e dei Bonaccini? Mettiamoli in pensione al più presto. Liberiamo l'Italia dalla zavorra delle Regioni!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, sempre135 ha scritto:

per me è evidente che sei caduto dal seggiolone......O.o

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e il seguente testo "NICOLA GRATTERL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA DI CATANZARO «Il potere non vuole gente pensante, ma vuole conigli e gente accomodante che pur di avere uno sgabello è disposta anche a prostituirsi»."

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, sempre135 ha scritto:

per me è evidente che sei caduto dal seggiolone......O.o

due volte al giorno,la stupidità fatta persona

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora