manifestazione "antifascista" brutalizzato carabiniere ;dovè l'egiziano ora?

Appena venti giorni fa, nella vergognosa manifestazione antifascista di Piacenza, dove alcuni carabinieri furono selvaggiamente picchiati da estremisti di sinistra, antagonisti e marmaglia simile, Moustafa Elshennawi approfittò di un carabinieri che era caduto a terra per sottrargli lo scudo e scaraventarglielo ripetutamente addosso. L'uomo delle forze dell'ordine riportò alcune contusioni alla spalla. Qualche giorno dopo lo presero, l'aggressore, grazie anche alle foto per il riconoscimento fatte circolare su Facebook e nelle chat whatsapp della polizia. Elshennawi, egiziano, finì in carcere ma ieri, come riporta il quotidiano Il tempo, ha ottenuto gli arresti domiciliari dopo il ricorso presentato dagli avvocati dei sindacati Cobas al tribunale del riesame.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

oltre che "antifascisti" questi sono anche i non violente di sinistra!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Luca Belvedere riportò ferite alla spalla. Ma ora Moustafa è libero. Già ieri ha ottenuto i domiciliari dopo il ricorso al tribunale del Riesame presentato dagli ex sindacalisti del Cobas. Una vera e propria organizzazione di estremisti che dietro il paravento di sindacato organizza azioni violente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963