analizziamo del perchè il pd è stato devastato alle politiche

Innanzitutto il Pd paga il prezzo di essere arrivato al Governo dopo il golpe del 2011, sostenuto dal comunista (ex f*******a) Napolitano, nel disprezzo della volontà popolare, ma c’è tutta una serie di ragioni che vale la pena di considerare.

  • Per rispetto, al primo posto, mettiamo le migliaia di suicidi a causa della crisi economica
  • lo spettacolo indecoroso degli anziani che rovistano nella spazzatura
  • la disperazione dei poveri e degli sfrattati
  • l’abbandono dei terremotati
  • le balle su una ripresa che in realtà non esiste
  • i licenziamenti a raffica favoriti dal jobs act
  • l’aumento del precariato
  • l’aumento delle tasse
  • l’aumento della povertà
  • la distruzione della sanità pubblica
  • la svendita della sovranità nazionale
  • lo sperpero di miliardi regalati a organizzazioni sovranazionali
  • l’occupazione della RAI e dei grandi media
  • la sottomissione alla Germania (chiamata erroneamente UE)
  • l’esaltazione europeista
  • le privatizzazioni selvagge
  • la deindustrializzazione
  • il salvataggio delle banche a spese dei risparmiatori
  • i miliardi regalati alle agromafie 
  • l’immigrazione clandestina senza controllo che ci costa miliardi
  • il ritorno di malattie ormai debellate o quasi
  • i diritti dei “migranti” messi davanti a quelli degli italiani
  • l’ossessione per lo ius soli
  • la pantomima del razzismo
  • l’appoggio incondizionato all’islam
  • l’aumento della criminalità
  • l’ossessione malata per un fantomatico ritorno del fascismo
  • la rovina della scuola anche con l’imposizione del gender
  • l’indottrinamento degli studenti al pensiero unico dominante
  • la lotta alle fake news per silenziare gli avversari
  • l’alleanza col  guerrafondaio Obama e le peggiori monarchie islamiche

In una parola, il disprezzo per l’Italia e per tutti gli italiani.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

azzz......signor director!

Tutta farina del suo sacco o ha copiato un'altra volta?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

azzz......signor director!

Tutta farina del suo sacco o ha copiato un'altra volta?

lascia perdere le fonti....ma invece,puoi smentire voce per voce..ovviamente ....in quanto il temo del post è questo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Altri partiti e altri governi hanno sbagliato le politiche economiche e sociali ma quasi mai hanno subito tracolli spaventosi come quello del Pd e del centrosinistra il 4 marzo. Anche perché nel paese di pulcinella il grosso dei media è sempre schierato con il governo, anche quando il governo sbaglia di grosso, di conseguenza la percezione da parte dei cittadini dei disastri e delle responsabilità è attenuata. Ciò si è verificato anche nell'ultima legislatura, anzi più che in passato perché il controllo del Pd sulla Rai è stato pressoché totale e solo da La7, da pochi giornali e dal web, è arrivata qualche voce critica. E allora come si spiega il tracollo? Nelle cose che scrivi, alle quali va aggiunta, ai primi posti, la crescente percezione della corruzione (vedasi inchiesta di Fanpage), c'è all'incirca il 50% della spiegazione. L'altro 50% si trova nell'intervista di Ugo Sposetti al Corriere, che allego. Il segretario del Pd, dopo avere inizialmente destato molte (troppe) speranze e illusioni, alla lunga è stato percepito da 3 italiani su 5 per quello che è: un venditore di pentole, un incapace e un bugiardo. Dopo il referendum costituzionale questa percezione si è estesa a 4 italiani su 5, con in più la percezione della sua arroganza e del suo attaccamento morboso alla poltrona ovvero alla politica come mestiere. Per giunta, almeno 1 su 3 degli elettori di sinistra che votavano Pd ha percepito il segretario del Pd come un traditore della sinistra e si è spostato sui 5 Stelle o sull'astensione. A mia memoria nessun uomo politico nel dopoguerra, fatta eccezione forse per il ladrone Craxi quando scappò in Tunisia, è riuscito a farsi detestare da una così larga parte degli italiani. Se questo signore vuole bene al suo partito, deve fare solo una cosa (se proprio insiste nel non lasciare la politica): aderire al gruppo Misto del Senato e non mettere più becco nelle faccende del Pd.

http://www.corriere.it/elezioni-2018/notizie/sposetti-renzi-va-processato-base-governo-serve-m5s-non-pericolosi-fa319964-2184-11e8-a661-74ccbd41f00f.shtml

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

qualcuno ha peccato di presunzione..pensando di prendere pe ril retro gli italiani..ed invece.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Adesso  governate  voi    così  potete   completare  il disastro   quando siete  scappati  dalla porta  posteriore  del  Quirinale  il  tuo  post  iniziale   è  proprio  quello che   avete  lasciato  voi  celodurifasciodestri

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Adesso  governate  voi    così  potete   completare  il disastro   quando siete  scappati  dalla porta  posteriore  del  Quirinale  il  tuo  post  iniziale   è  proprio  quello che   avete  lasciato  voi  celodurifasciodestri

https://www.youtube.com/watch?v=ZWGbCnXYZPU

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, pm610 ha scritto:

Adesso  governate  voi    così  potete   completare  il disastro   quando siete  scappati  dalla porta  posteriore  del  Quirinale  il  tuo  post  iniziale   è  proprio  quello che   avete  lasciato  voi  celodurifasciodestri

https://www.youtube.com/watch?v=ZWGbCnXYZPU

tu di posti posteriori sei pratico..in onore alla tua frangia politica

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963