renzi in vacanza:figura di m.

20 messaggi in questa discussione

Ma che te frega .....pensa alle figure che fai tu e la tua politica destrebete...

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ovviamente delle due l'una: o Renzi sparisce, cioè lascia la politica per sempre, come aveva innumerevoli volte promesso facendo esplicito appello alle sue (presunte) virtù di serietà e dignità, oppure sparisce il Pd (e, nonostante tutto, per me e per la Sinistra questa sarebbe una perdita dolorosa). E' chiaro anche ai polli che il personaggio è ormai politicamente cotto, decotto, stracotto, bruciato, e in una eventuale campagna elettorale farà scappare elettori ogni qualvolta aprirà bocca o posterà poetici (e patetici) messaggi in Rete. Chi non fosse convinto di ciò pensi al Renzi in gonnella, cioè alla Boschi. Chi dopo il 4 dicembre ha sentito una sola sillaba emessa dalla loquace ex ministra delle Riforme (del cavolo) alzi la mano. L'hanno promossa sottosegretaria a palazzo Chigi, ma nel contempo le hanno saggiamente applicato la mordacchia. Renzi non se la farà mettere ma sarà peggio per lui. Non potrà contare nemmeno sulla memoria corta degli italiani. Perché il web è ormai memoria collettiva e perché le conseguenze dei suoi disastri e delle sue mance elettorali le pagheremo a lungo (a partire dalla stangata che si annuncia per il 2017). Solo per fare esempio, ho visto sui social una proposta molto interessante e cliccata: ai comizi del pinocchio di Rignano, magari anche al Congresso del Pd (che prima o poi si dovrà pur fare), decine o centinaia di astanti aprono in simultanea e a volume massimo altrettanti smartphone su uno dei video di Youtube dove il pinocchio promette etc. etc., in modo da sputtanarlo e smerdarlo sul posto. Cosa faranno il Pd e i cagnacci del servizio d'ordine: sequestreranno i telefonini? Ahahahaha! Oppure censureranno Internet, come Erdogan? Ahahahahaha! Certo il Pd potrebbe scegliere di affidarsi a un renziano, cioè al Gentiloni di turno, per guadagnare tempo, ma temo che non andrebbe comunque lontano. A dispetto del cognome, non credo nemmeno che il Pd possa sperare in un Roberto Speranza. Politico serio ma imbalsamato. Pippo Civati era una grande risorsa, ma non è pensabile che possa rientrare in questo Pd. L'unica concreta possibilità di rigenerazione o di rifondazione per il partito che doveva raccogliere l'eredità della Sinistra (e che finora non si è dimostrato all'altezza) potrebbe forse essere un politico serio e di polso come Michele Emiliano.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Ovviamente delle due l'una: o Renzi sparisce, cioè lascia la politica per sempre, come aveva innumerevoli volte promesso facendo esplicito appello alle sue (presunte) virtù di serietà e dignità, oppure sparisce il Pd (e, nonostante tutto, per me e per la Sinistra questa sarebbe una perdita dolorosa). E' chiaro anche ai polli che il personaggio è ormai politicamente cotto, decotto, stracotto, bruciato, e in una eventuale campagna elettorale farà scappare elettori ogni qualvolta aprirà bocca o posterà poetici (e patetici) messaggi in Rete. Chi non fosse convinto di ciò pensi al Renzi in gonnella, cioè alla Boschi. Chi dopo il 4 dicembre ha sentito una sola sillaba emessa dalla loquace ex ministra delle Riforme (del cavolo) alzi la mano. L'hanno promossa sottosegretaria a palazzo Chigi, ma nel contempo le hanno saggiamente applicato la mordacchia. Renzi non se la farà mettere ma sarà peggio per lui. Non potrà contare nemmeno sulla memoria corta degli italiani. Perché il web è ormai memoria collettiva e perché le conseguenze dei suoi disastri e delle sue mance elettorali le pagheremo a lungo (a partire dalla stangata che si annuncia per il 2017). Solo per fare esempio, ho visto sui social una proposta molto interessante e cliccata: ai comizi del pinocchio di Rignano, magari anche al Congresso del Pd (che prima o poi si dovrà pur fare), decine o centinaia di astanti aprono in simultanea e a volume massimo altrettanti smartphone su uno dei video di Youtube dove il pinocchio promette etc. etc., in modo da sputtanarlo e smerdarlo sul posto. Cosa faranno il Pd e i cagnacci del servizio d'ordine: sequestreranno i telefonini? Ahahahaha! Oppure censureranno Internet, come Erdogan? Ahahahahaha! Certo il Pd potrebbe scegliere di affidarsi a un renziano, cioè al Gentiloni di turno, per guadagnare tempo, ma temo che non andrebbe comunque lontano. A dispetto del cognome, non credo nemmeno che il Pd possa sperare in un Roberto Speranza. Politico serio ma imbalsamato. Pippo Civati era una grande risorsa, ma non è pensabile che possa rientrare in questo Pd. L'unica concreta possibilità di rigenerazione o di rifondazione per il partito che doveva raccogliere l'eredità della Sinistra (e che finora non si è dimostrato all'altezza) potrebbe forse essere un politico serio e di polso come Michele Emiliano.  

Come ogni apostolo che si rispetti , di primo mattino, l'apostolo Fosforo , fedele al verbo di Nostro Signore ( Travaglio ) che gli chiede espressamente di andare e di diffondere il verbo , si alza, scorre famelico la versione on line del FQ ( 30.000 copie giornaliere) e si imbatte in un articolo di uno scribacchino , un certo Fabrizio D'Esposito , che parla di Renzi. Capisce subito che  un articolo del FQ su Renzi , e' un ottimo inizio di giornata e sarà lo spunto per divulgare alla gente il verbo di Nostro Signore . Inizia subito dal suo vecchio mantra che oramai lo fa sempre più assomigliare al giapponese che dopo 30 anni esce dalla foresta convinto che i giapponesi siano ancora in guerra con gli americani ed ancora vi racconta come ancora non si capacita del perché Renzi non abbia abbandonato la politica dopo averlo promesso più volte in campagna elettorale referendum . Questo dubbio che lo assale da tempo da all'apostolo la stura per lanciarsi in affermazioni e dichiarazioni tutte incentrate a " colpire " il Caudillo democratico che si dimette , il tappetaro licenziato , il venditore di pentole caduto in disgrazia. Ed afferma :" E' chiaro anche ai polli che il personaggio e' cotto , decotto, bollito , bruciato ed in una eventuale campagna elettorale farà scappare milioni di elettori ogni qualvolta aprirà bocca . Ci penserà il web tramite you tube a sputtanarlo a smerdarlo immediatamente sul posto. Cosa faranno quei cagnacci del servizio d'ordine del Pd? Sequestreranno i telefonini a tutti ? Oppure censureranno internet come Erdogan, Ahahahahaha".  La risata non è mia ma dell'apostolo ( nda). Prosegue , poi, in un'analisi dello stato del Pd passando in rassegna qualche personaggio che potra' prenderne il posto e, scartando un po' di qui ed un po' di la , la sua scelta e preferenza cade , nientepopodimeno che sul governatore pugliese Michele Emiliano che , rammento per i distratti, quando serviva per raggiungere la poltrona era uno sfegatato ultras Renziano , poi, viste qualche difficoltà del cazzaro fiorentino, ne e' divenuto un feroce oppositore. Bene , premesso tutto quanto sopra , mi sento di fare alcune considerazioni . 1) più che un'analisi politica dell'attuale momento in cui si trova il cazzaro fiorentino , mi sembra più un sogno personale ed individuale dell'apostolo Fosforo . Un libro dei sogni dove il verbo di Travaglio possa fare breccia sulle masse fameliche ululanti ed orfane del mancato rogo del Caudillo . 2)  rammento all'apostolo , nel caso se lo fosse dimenticato , che il Pd e' l'unico partito presente sullo scenario politico italiano che fa i Congressi, che sarebbero i luoghi deputati in cui si sceglie , democraticamente , chi avrà l'onere e l'onore di guidare il partito. Di più , si fanno le primarie per scremare e decidere , sempre democraticamente e dopo libere elezioni interne , chi sono i candidati a quel ruolo . Sarà quindi il partito mediante queste " cosuccie" a stabilire chi ci guiderà e non saranno gli ululati e il verbo del FQ ( 30.000 copie sul territorio al giorno ) che li deciderà .  Concludo : sarebbe interessante , nel frattempo , sapere dall'apostolo Fosforo chi indica ed i nomi degli statisti in grado di portare l'Italia fuori dalle secche economiche e democratiche dove ci ha infilato il venditore di pentole .  Pensa al vecchio satrapo?? No , non vi credo, a Salvini ?? Neanche a parlarne , al Grillo parlante ed alla sua banda di "ingenui" ? Macche' !! . Un dubbio mi assale !! Non penserà mica ad un terzetto composto da critico d'arte Montanari con a fianco il leader FIOM Landini supportati e consigliati dal rientrante in politica del Cincinnato molisano Di Pietro ?? Po' esse , po' esse. Saluti 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Con 'sta politica avete veramente rotto.

E riposate un po' la testa!

Lasciandola riposare anche agli altri, se potete.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

signor mark

lei che si erge apostolo del signor Renzi, mi spiega come mai il 60% dei votanti ha bocciato il caudillo sebbene il FQ venda solo 30.000 copie?

Non riesce a pensare che il solo responsabile della bocciatura sia lo stesso signor Renzi ?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Con 'sta politica avete veramente rotto.

E riposate un po' la testa!

Lasciandola riposare anche agli altri, se potete.

parole sante!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig Ahaha.ha Mi costringe a ripetermi . Se il 60% ( che poi sarebbe il 59%) ha bocciato il sig Renzi nonostante il FQ , significa che il 40% (che poi sarebbe il 41%) promuoverebbe il sig Renzi sempre nonostante il FQ.  Se dovessi attenermi scrupolosamente alle sue parole concluderei che non solo il sig. Renzi  non è stato responsabile di alcunché cercando , aime' invano,  di far progredire questo *** di Paese, ma vincerebbe alla grande eventuali ed ipotetiche elezioni politiche.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark525 ha scritto:

Sig Ahaha.ha Mi costringe a ripetermi . Se il 60% ( che poi sarebbe il 59%) ha bocciato il sig Renzi nonostante il FQ , significa che il 40% (che poi sarebbe il 41%) promuoverebbe il sig Renzi sempre nonostante il FQ.  Se dovessi attenermi scrupolosamente alle sue parole concluderei che non solo il sig. Renzi  non è stato responsabile di alcunché cercando , aime' invano,  di far progredire questo *** di Paese, ma vincerebbe alla grande eventuali ed ipotetiche elezioni politiche.

ne consegue, signor mark

che non dovrebbe preoccuparsi di ciò che dicono il FQ e il signor fosforo, proprio perchè il signor Renzi vincerà alla grande grazie a quel 41%.

Mi permetta però di dissentire dal suo pensiero: il signor Renzi è stato l'unico responsabile del suo defenestramento, se avesse gestito il referendum in altra maniera sarebbe ancora in sella per far progredire questo*** di Paese, e avrebbe risparmiato a lei le fatiche di una sua difesa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

ne consegue, signor mark

che non dovrebbe preoccuparsi di ciò che dicono il FQ e il signor fosforo, proprio perchè il signor Renzi vincerà alla grande grazie a quel 41%.

Mi permetta però di dissentire dal suo pensiero: il signor Renzi è stato l'unico responsabile del suo defenestramento, se avesse gestito il referendum in altra maniera sarebbe ancora in sella per far progredire questo*** di Paese, e avrebbe risparmiato a lei le fatiche di una sua difesa.

Allora Sig Ahaha.ha , sono costretto a ripetermi di nuovo : Io non difendo nessuno ne' tantomeno mi affatico più di tanto sull'esistenza politica, presente e futura , di Renzi . Io mi incazzo , e nemmeno poco , quando qualcuno che si definisce di sx , qualifica, imbeccato da un liberale di destra ,  il segretario del più grande partito di sx europeo, nel seguente modo : Caudillo , cazzaro , venditore di pentole , di tappeti . Dice che lo stesso segretario e' peggiore di Berlusconi che tenderebbe a rimpiangere . Lo definisce abusivo mentendo e sapendo di mentire , sparge bufale su bufale al fine di ottenere una denigrazione continua oltre che politica anche personale . Trovo tuttocio' vergognoso . Qua non è in discussione il sacrosanto e legittimo diritto di non essere d'accordo sui provvedimenti che Renzi ed il suo governo hanno emanato . Io stesso su alcuni provvedimenti non sono stato affatto d'accordo con Renzi. Però esistono modi diversi e più attinenti proprio alla cultura di sinistra nel manifestarli. Si discute, ci si confronta e poi , magari , si rimane , rispettivamente , ognuno della propria idea . Ma quando , su qualsiasi argomento si intende discutere , la premessa è sempre la stessa e quindi con l'insulto grave e gratuito iniziale , quando non mi accorgo più se chi offende e' un destrebete od un webete bensì una persona di sinistra perdipiu provvista di una discreta cultura , reagisco. Reagisco perché non sono uso porgere , cristianamente , l'altra guancia . Soddisfatto ??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 2/1/2017 in 22:32 , wronschi ha scritto:

Ma che te frega .....pensa alle figure che fai tu e la tua politica destrebete...

 

ahahah parla di figure di m...uno che nelle sue file ha personaggi come la cirina..e la presidenta!!!!

wronschi,va a carriole!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
21 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Con 'sta politica avete veramente rotto.

E riposate un po' la testa!

Lasciandola riposare anche agli altri, se potete.

vedi amico (si fa per dire)questo è un forum pubblico,e nelle intestazioni dice che parla anche di pilitica..cosa che mi interessa notevolmente.a te non piace?? ok..basta non leggere!! o fai come una gufa,che mi ha inserito nei non desiderati!!

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mark525 ha scritto:

Allora Sig Ahaha.ha , sono costretto a ripetermi di nuovo : Io non difendo nessuno ne' tantomeno mi affatico più di tanto sull'esistenza politica, presente e futura , di Renzi . Io mi incazzo , e nemmeno poco , quando qualcuno che si definisce di sx , qualifica, imbeccato da un liberale di destra ,  il segretario del più grande partito di sx europeo, nel seguente modo : Caudillo , cazzaro , venditore di pentole , di tappeti . Dice che lo stesso segretario e' peggiore di Berlusconi che tenderebbe a rimpiangere . Lo definisce abusivo mentendo e sapendo di mentire , sparge bufale su bufale al fine di ottenere una denigrazione continua oltre che politica anche personale . Trovo tuttocio' vergognoso . Qua non è in discussione il sacrosanto e legittimo diritto di non essere d'accordo sui provvedimenti che Renzi ed il suo governo hanno emanato . Io stesso su alcuni provvedimenti non sono stato affatto d'accordo con Renzi. Però esistono  modi diversi e più attinenti proprio alla cultura di sinistra nel manifestarli. Si discute, ci si confronta e poi , magari , si rimane , rispettivamente , ognuno della propria idea . Ma quando , su qualsiasi argomento si intende discutere , la premessa è sempre la stessa e quindi con l'insulto grave e gratuito iniziale , quando non mi accorgo più se chi offende e' un destrebete od un webete bensì una persona di sinistra perdipiu provvista di una discreta cultura , reagisco. Reagisco perché non sono uso porgere , cristianamente , l'altra guancia . Soddisfatto ??

signor mark

checchè lei ne dica, dalla sua lettera evinco che lei continua ad affaticarsi ( e incavolarsi) in difesa di chi si è esautorato da solo con le parole: "se perdo il referendum lascio la politica".

Il che vuol dire che ha messo tutto il peso della sua baldanza proprio sul referendum. Nessuno glielo aveva ordinato.

Era sufficiente che si mettesse in disparte e aspettasse l'esito: avrebbe probabilmente perso lo stesso ma lui sarebbe rimasto in sella.

Secondo me ha commesso l' errore più madornale che un politico possa fare, ma la sua boria era tale da pensare di poter sotterrare tutti gli avversari, proprio rinnegando i modi diversi e più attinenti della cultura di sinistra, e cioè la discussione e il confronto, così facendo e perdendo il referendum, ha richiamato in campo l'omino pregiudicato, del quale, almeno sembrava, nessuno sentiva più la mancanza. 

La prego signor mark, resti della sua idea (lo faceva anche il signor cismon) ma non offra la sua guancia al posto di quella del signor Renzi, cristianamente nessuno la vuol schiafeggiare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, director12 ha scritto:

vedi amico (si fa per dire)questo è un forum pubblico,e nelle intestazioni dice che parla anche di pilitica..cosa che mi interessa notevolmente.a te non piace?? ok..basta non leggere!! o fai come una gufa,che mi ha inserito nei non desiderati!!

 

Chi ti ha detto che non interessa la politica? Potete anche parlarne, ma dovreste rendervi conto da soli che state facendo solo dialoghi tra sordi. La politica è quella che interessa ai cittadini, non un partito preso manco fosse una squadra di calcio. Dialoghi senza un minimo di obiettività servono solo a fracassare gli zibidei al prossimo. Per quanto mi riguarda, poco male, qui ci sono da poco e penso che ne esco tra poco.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Chi ti ha detto che non interessa la politica? Potete anche parlarne, ma dovreste rendervi conto da soli che state facendo solo dialoghi tra sordi. La politica è quella che interessa ai cittadini, non un partito preso manco fosse una squadra di calcio. Dialoghi senza un minimo di obiettività servono solo a fracassare gli zibidei al prossimo. Per quanto mi riguarda, poco male, qui ci sono da poco e penso che ne esco tra poco.

ce ne faremo una ragione!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, director12 ha scritto:

ce ne faremo una ragione!!

Perché in quanti siete? Io ti vedo solo. Cioè uno che parla di politica a Natale, a Capodanno, alla Befana, a Ferragosto, a Pasqua, a Carnevale e in ogni giorno che Qualcuno ci ha regalato non per sprecarlo a fare il tifo per chi ti sta pappando il tuo conto in banca, cos'altro è, se non, come minimo, un uomo solo? 

Comunque stammi bene eh.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

signor mark

checchè lei ne dica, dalla sua lettera evinco che lei continua ad affaticarsi ( e incavolarsi) in difesa di chi si è esautorato da solo con le parole: "se perdo il referendum lascio la politica".

Il che vuol dire che ha messo tutto il peso della sua baldanza proprio sul referendum. Nessuno glielo aveva ordinato.

Era sufficiente che si mettesse in disparte e aspettasse l'esito: avrebbe probabilmente perso lo stesso ma lui sarebbe rimasto in sella.

Secondo me ha commesso l' errore più madornale che un politico possa fare, ma la sua boria era tale da pensare di poter sotterrare tutti gli avversari, proprio rinnegando i modi diversi e più attinenti della cultura di sinistra, e cioè la discussione e il confronto, così facendo e perdendo il referendum, ha richiamato in campo l'omino pregiudicato, del quale, almeno sembrava, nessuno sentiva più la mancanza. 

La prego signor mark, resti della sua idea (lo faceva anche il signor cismon) ma non offra la sua guancia al posto di quella del signor Renzi, cristianamente nessuno la vuol schiafeggiare.

Ehehehehe , Sig . Ahaha.ha. Lei inizia il post male. Molto male !! Tralasciando, volutamente e furbescamente , quel che era l'essenza principale del mio . Quel suo " checche' lei ne dica" e' sinonimo di fuga , non voler entrare nel merito di un discorso che le procurerebbe delle difficoltà . Ed allora come tutti i " vincitori " delle retrovie, quelli per intenderci che non hanno fatto la battaglia in prima fila bensì appaiono sul fronte alla fine per fare il conteggio dei morti e dei feriti , rispolvera l frase di Renzi , peraltro decapitata dal " se perdo mi dimetto" , e di cui l'ex PDC ha già fatto ammenda . Anche lei ,  come altri " sfruttate " , mi consenta , un po' vigliaccamente, quelle parole che non avete potuto credere che Renzi pronunciasse, per crearvi l'alibi dell'accozzaglia di tutti contro uno , dal momento che della Costituzione ve ne fregava poco più di un cazxo e un barattolo ma che lo scopo principale fosse proprio quello di mandare a casa Renzi . Concludo tranquillizzandola che con me non corre nessun pericolo che possa offrire l'altra guancia , cristianamente o laicamente , pero' e visto che non è la prima volta che glielo rammento , dovrà interrompere qualsiasi accostamento al povero sig Cismon con il quale non avevo da spartire niente ne sul piano politico , ne sul piano morale ne sul piano etico . La mancata osservanza di questa mia richiesta mi porterà a dover interrompere ogni forma di dialogo con la signoria vostra ed io so , forse presuntuosamente , quanto invece ella tiene a dialogare con me . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Egregio Ahaha.ha, mi trovo pienamente d'accordo sulle tue oculate considerazioni. Anche a me è molto difficile immaginare, senza tirare in ballo la destra estrema, uno più estraneo di Renzi alla cultura di sinistra (quella genuina e democratica intendo, perché esistono anche derive autoritarie della sinistra), uno più allergico di lui alla discussione e al confronto. I quali sono solo ipocrisia e salvataggio delle apparenze se alla fine è sempre e solo il capo a decidere e a imporre perfino scelte fascistoidi come l'Italicum e il relativo voto di fiducia (cose che nel Pd di appena qualche anno fa sarebbero state BOCCIATE ALL'UNANIMITA'). Come si svolgono oggi la discussione e il confronto nel Partito (fu) democratico ce lo descrive Massimo D'Alema intervistato dal Corriere:

«Ha mai seguito una direzione del Pd? Sono momenti di propaganda. Il capo fa lunghi discorsi, cui seguono brevi dichiarazioni di dissenso; poi parlano una cinquantina di persone che insultano quelli che hanno dissentito (tipo Giachetti che dà della facciadiculo a Speranza, nda). Non c’è ascolto, non c’è confronto. Non esiste la possibilità di trovare convergenze o accordi».

Ribadisco solo due cose in aggiunta a quanto scrivi. Nel personalizzare il referendum costituzionale Renzi non ha solo commesso un errore madornale che gli costerà la carriera (o in alternativa la faccia e la residua credibilità), ma ha fatto di molto peggio: Renzi ha violato in modo plateale, inammissibile, inaudito, le regole della democrazia. Poteva tranquillamente e dignitosamente dimettersi da premier, e ancor più dignitosamente lasciare la politica, ma doveva farlo DOPO il referendum. Non doveva assolutamente minacciarlo PRIMA (per mesi e con il supporto dei media schierati al suo fianco) con il duplice scopo di condizionare gli elettori verso il SI' e di amplificare il vantaggio personale derivante dall'eventuale vittoria in  quello che sarebbe stato considerato un plebiscito sulla sua persona. Renzi ha condizionato la libera scelta del popolo sovrano nel merito di una questione importante e fondamentale (47 articoli della Costituzione) legando quella scelta a fattori del tutto estranei. Non so dire esattamente quanti, ma certo milioni di elettori, specie tra i moderati, hanno votato SI' turandosi il naso sulla riformaccia, spaventati da una crisi di governo al buio, drammatizzata dai media schierati come una crisi epocale, una Brexit, un trionfo dei populismi. Se, a causa di questi voti, avesse vinto il SI', oggi ci ritroveremmo con la Costituzione stravolta in 47 articoli in conseguenza di una tattica oltremodo scorretta del premier. In tal caso oggi dovremmo semplicemente dire che Renzi ha frodato la democrazia (il che, da un punto di vista politico-istituzionale, sarebbe stato molto peggio che frodare il fisco o dire che Ruby è la nipote di Mubarak). Dopodiché Renzi si è rivelato non solo un politico tatticamente scorretto e strategicamente inconsistente, ma assolutamente un baro e un bugiardo perché si è dimesso da premier ma non da segretario e non ha lasciato la politica. Per giunta ha confermato di essere un maleducato, perché non ha emesso in merito neppure una sillaba di scuse al popolo sovrano.

Saluti 

Modificato da fosforo31
errore
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, roby26102 ha scritto:

Lupo,laetàali nel loro passato...gli da la  vita ,hanno nà certa......età!

Anche il berlusca aveva e ha una certa eta'  pero'  l avete votato in tanti...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, mark525 ha scritto:

e visto che non è la prima volta che glielo rammento , dovrà interrompere qualsiasi accostamento al povero sig Cismon con il quale non avevo da spartire niente ne sul piano politico , ne sul piano morale ne sul piano etico . La mancata osservanza di questa mia richiesta mi porterà a dover interrompere ogni forma di dialogo con la signoria vostra ed io so , forse presuntuosamente , quanto invece ella tiene a dialogare con me . 

ma certo che ci tengo a dialogare con lei, ci mancherebbe, mi spiace solo che lei si comporti esattamente come si comportava il signor cismon (difendeva l'indifendibile), e, poichè assieme cercavamo di fargli capire quanto sbagliasse, oggi nel vederla nella sua stessa posizione, seppur rovesciata, mi spiace ulteriormente.

Le sto dicendo signor mark, che sembra abbia perso l'obiettività lungo strada. Essere di sx, almeno in Italia, non significa prostrarsi di fronte al culto della personalità del leader, (come è successo in altre parti del mondo), ma significa, come ha detto lei, discutere e confrontarsi.

Il ragazzo prodigio (visto che non le piace sia chiamato caudillo) ha seguito una strada diversa, non li ha mandati alla forca o in siberia (erano altri tempi), ma ha demonizzato, irriso, isolato gli "avversari", quegli stessi avversari che hanno portato al governo, seppur per una manciata di voti, proprio la sx.

E solo da questo fatto, il ragazzuolo rampante ha potuto diventare Presidente del Consiglio, diversamente avrebbe dovuto faticare, pure lui, le famose sette camicie per scalare i piani alti della politica.

Detto questo, se vorrà, interrompa pure le comunicazioni con me, da parte mia invece interverrò comunque nelle sue discussioni, per appoggiarla quanto penso abbia ragione, per dissociarmi qualora pensi abbia torto.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora