Meningite, Bebe Vio si è vaccinata

«Iniziamo l'anno al meglio vaccinando tutta la famiglia perchè purtroppo 'sta meningite prende a tutte le età!». Così su facebook Bebe Vio, campionessa paralimpica di scherma colpita da meningite a 11 anni, che oggi si è vaccinata all'ospedale di Monselice (Padova) insieme alla famiglia. «Oggi il tetravalente - spiega Bebe Vio - e a breve faremo anche il B. Proprio mentre sto scrivendo sento al tg del quarto caso in pochi giorni. Noi ci crediamo... #iomivaccino».

 

Sapete qualcosa di come funziona il vaccino??? Io lo farei volentieri, basta andare dal medico per una richiesta??

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

22 messaggi in questa discussione

effettivamente protrebbe esser utile
, so poco anche io, qualcuno sul forum sa di più?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

più che dal medico credo che si debba andare all'asl

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

ma non è diventata un po' una paranoia montata dai media sta cosa della meningite?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

A prescindere dalla meningite è importante vaccinarsi anche per altre malattie

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
34 minuti fa, aljadida5 ha scritto:

più che dal medico credo che si debba andare all'asl

Sì, in effetti credo anchio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, svampi741 ha scritto:

ma non è diventata un po' una paranoia montata dai media sta cosa della meningite?

Beh, io non ricordo di aver letto di così tanti casi di morti per meningite...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Credo che alla asl non ci si possa vacconare dai 30 anni in su, gli over 30 mi sa che devono coprare il vaccino in farmacia... ma non so di più non so

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, piccolina907 ha scritto:

«Iniziamo l'anno al meglio vaccinando tutta la famiglia perchè purtroppo 'sta meningite prende a tutte le età!». Così su facebook Bebe Vio, campionessa paralimpica di scherma colpita da meningite a 11 anni, che oggi si è vaccinata all'ospedale di Monselice (Padova) insieme alla famiglia. «Oggi il tetravalente - spiega Bebe Vio - e a breve faremo anche il B. Proprio mentre sto scrivendo sento al tg del quarto caso in pochi giorni. Noi ci crediamo... #iomivaccino».

 

Sapete qualcosa di come funziona il vaccino??? Io lo farei volentieri, basta andare dal medico per una richiesta??

facciamo un passo indietro,prima di parlare di vaccini & vaccinazioni di massa: perchè questa ondata di malattie,che sembrava tra l'altro sconfitta del tutto?? queste sono le domande che bisogna chiedersi!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, director12 ha scritto:

facciamo un passo indietro,prima di parlare di vaccini & vaccinazioni di massa: perchè questa ondata di malattie,che sembrava tra l'altro sconfitta del tutto?? queste sono le domande che bisogna chiedersi!!!

Ok, e perché? ci sono cose che non sappiamo?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 minuti fa, piccolina907 ha scritto:

Wow, che modi. Informato magarì sì, ma cafone di più.

ok,meglio cafoni (???) che prendersi un meningicocco per un starnuto di qualcuno.....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Negli ultimi mesi o anni non sono aumentati i casi di meningite, almeno non in modo statisticamente significativo, è aumentata solo la paura del contagio. E la colpa non è del batterio bensì dei media che l'hanno eletto protagonista. Più in generale, la paura della morte cresce in modo direttamente proporzionale all'opulenza delle società. Purtroppo (o per fortuna), gli anni di vita non si comprano al supermercato. Chi si vaccina per prevenire la meningite non fa male, in certi casi anzi è necessario farlo. Però una vaccinazione di massa al momento non sarebbe solo eccessiva ma improponibile. Assumendo il costo di una dose pari a circa 100 euro, per vaccinare tutti gli italiani servirebbero 6 miliardi (e alcuni anni per produrre 60 milioni di dosi). Se, per pura ipotesi, lo Stato rinunciasse a questa somma tagliando (in qualche modo da studiare) le vendite di tabacchi, la ricaduta positiva sulla salute pubblica sarebbe enormemente maggiore di quella conseguente a una vaccinazione di massa contro il meningococco. Teniamo conto che il vaccino dà una protezione non assoluta (si ammala anche qualche vaccinato), non immediata e di durata limitata. Ricordiamo anche che la meningite può essere mortale ma è assai poco contagiosa. Se una famiglia di 4 persone deve spendere 400 euro, meglio comprare una cyclette e qualche attrezzo ginnico. Con l'esercizio fisico si bruciano i grassi, si abbattono zuccheri, colesterolo e trigliceridi, si rinforza il sistema immunitario. Poi è chiaro che tutti, in un modo o nell'altro, dobbiamo morire.

Due cose belle ha il mondo: Amore e Morte...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Negli ultimi mesi o anni non sono aumentati i casi di meningite, almeno non in modo statisticamente significativo, è aumentata solo la paura del contagio. E la colpa non è del batterio bensì dei media che l'hanno eletto protagonista. Più in generale, la paura della morte cresce in modo direttamente proporzionale all'opulenza delle società. Purtroppo (o per fortuna), gli anni di vita non si comprano al supermercato. Chi si vaccina per prevenire la meningite non fa male, in certi casi anzi è necessario farlo. Però una vaccinazione di massa al momento non sarebbe solo eccessiva ma improponibile. Assumendo il costo di una dose pari a circa 100 euro, per vaccinare tutti gli italiani servirebbero 6 miliardi (e alcuni anni per produrre 60 milioni di dosi). Se, per pura ipotesi, lo Stato rinunciasse a questa somma tagliando (in qualche modo da studiare) le vendite di tabacchi, la ricaduta positiva sulla salute pubblica sarebbe enormemente maggiore di quella conseguente a una vaccinazione di massa contro il meningococco. Teniamo conto che il vaccino dà una protezione non assoluta (si ammala anche qualche vaccinato), non immediata e di durata limitata. Ricordiamo anche che la meningite può essere mortale ma è assai poco contagiosa. Se una famiglia di 4 persone deve spendere 400 euro, meglio comprare una cyclette e qualche attrezzo ginnico. Con l'esercizio fisico si bruciano i grassi, si abbattono zuccheri, colesterolo e trigliceridi, si rinforza il sistema immunitario. Poi è chiaro che tutti, in un modo o nell'altro, dobbiamo morire.

Due cose belle ha il mondo: Amore e Morte...

fosforo,ritorneremo a questi tempi passato?? se continua cosi',il medico della peste vestira' i panni!!!!

maschera-medico-peste.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Chi  continua a postare  facendo la  più becera informazione   stia  molto   attento,  si legga  questo rapporto e  poi  incominci a  battersi  il  petto...  

http://www.vacciniinforma.it/2016/12/30/meningite-gravissima-disinformazione-e-procurato-allarme/4913

MENINGITE? GRAVISSIMA DISINFORMAZIONE E PROCURATO ALLARME

MENINGITE, QUELLO CHE I MEDIA NON DICONO

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

per   alcune  infotmazioni  questo  è  uno dei tanti  link...

http://www.ulssvicenza.it/nodo.php/814

In  Toscana  per   i residente  la  vaccinazione   è gratuita, per  i  non  residenti  si  applica  la  tariffa  , basta  rivolgersi  all' asl.

 

La vaccinazione è gratuita o a pagamento?

Per le età nelle quali non è prevista la gratuità queste vaccinazioni sono comunque rese disponibili su prenotazione e con il pagamento previsto dal tariffario regionale delle vaccinazioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Negli ultimi mesi o anni non sono aumentati i casi di meningite, almeno non in modo statisticamente significativo, è aumentata solo la paura del contagio. E la colpa non è del batterio bensì dei media che l'hanno eletto protagonista. Più in generale, la paura della morte cresce in modo direttamente proporzionale all'opulenza delle società. Purtroppo (o per fortuna), gli anni di vita non si comprano al supermercato. Chi si vaccina per prevenire la meningite non fa male, in certi casi anzi è necessario farlo. Però una vaccinazione di massa al momento non sarebbe solo eccessiva ma improponibile. Assumendo il costo di una dose pari a circa 100 euro, per vaccinare tutti gli italiani servirebbero 6 miliardi (e alcuni anni per produrre 60 milioni di dosi). Se, per pura ipotesi, lo Stato rinunciasse a questa somma tagliando (in qualche modo da studiare) le vendite di tabacchi, la ricaduta positiva sulla salute pubblica sarebbe enormemente maggiore di quella conseguente a una vaccinazione di massa contro il meningococco. Teniamo conto che il vaccino dà una protezione non assoluta (si ammala anche qualche vaccinato), non immediata e di durata limitata. Ricordiamo anche che la meningite può essere mortale ma è assai poco contagiosa. Se una famiglia di 4 persone deve spendere 400 euro, meglio comprare una cyclette e qualche attrezzo ginnico. Con l'esercizio fisico si bruciano i grassi, si abbattono zuccheri, colesterolo e trigliceridi, si rinforza il sistema immunitario. Poi è chiaro che tutti, in un modo o nell'altro, dobbiamo morire.

Due cose belle ha il mondo: Amore e Morte...

Oh parole sante!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963