La frana di Ischia non e’ una disgrazia . E’ una conseguenza …

Alle politiche del 2018 il 44 % dei cittadini di Casamicciola hanno votato per chi, il M5 S ,  gli offriva il condono e non la lotta al dissesto idrogeologico. La frana è una conseguenza non una disgrazia !! 

3 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

46 messaggi in questa discussione

più facile darla a bere come disgrazia......cosi poi si può continuare con i soliti intrighi....imprenditori vil razza...paganti anche a certi politici....

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, sempre135 ha scritto:

più facile darla a bere come disgrazia......cosi poi si può continuare con i soliti intrighi....imprenditori vil razza...paganti anche a certi politici....

Le (disgrazie)in Italia sono continue, purtroppo drammatiche ma nessuno è mai intervenuto,solo bla bla bla di circostanza .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ribelliamoci2 ha scritto:

Le (disgrazie)in Italia sono continue, purtroppo drammatiche ma nessuno è mai intervenuto,solo bla bla bla di circostanza .

Vero, le disgrazie sono continue, sig ribelliamoci, le conseguenze si vedono dopo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Vero, le disgrazie sono continue, sig ribelliamoci, le conseguenze si vedono dopo. 

Molte volte sono prevedibili, ma si scontrano con interessi più o meno grandi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'abusivismo edilizio è una vecchia e insanata piaga nazionale. Insanata per le troppe "sanatorie", l'eccesso di buonismo, i casi innumerevoli di voto di scambio specie nei piccoli comuni. Eppure la soluzione sarebbe molto semplice, quasi banale. I cantieri abusivi, cioè privi delle autorizzazioni, andrebbero bloccati dai vigili urbani, il committente e il costruttore arrestati se recidivi, in ogni caso multati pesantemente. La costruzione, completata o meno che sia, andrebbe abbattuta immediatamente, in modo analogo alla rimozione di un'auto in divieto di sosta che intralcia la circolazione. Se non si riesce a intervenire prima che l'immobile sia occupato, si diano 10 giorni di tempo per sgomberarlo, dopodiché sgombero forzato e abbattimento, senza se e senza ma. State sicuri che gli indigenti non si fanno costruire case abusive. Ovviamente tutte le spese a carico del costruttore. Purtroppo una specialità degli italiani è semplificare le cose difficili e complicare quelle semplici.

Un'altra è stravolgere la realtà per interesse di parte. Lo vediamo nel caso montato contro Conte e il M5s dopo la tragedia di Ischia. È del tutto evidente, per chi non è obnubilato dalla faziosità, che l'art.25 del decreto Emergenze del 2018 non era un condono. Anche se perfino il Fatto, sempre obbiettivo e imparziale, esagera nel criticarlo. Nessuna critica è fondata: era un atto dovuto per rispondere a istanze di condono vecchie di decenni in modo da poter erogare, agli aventi diritto, i fondi per la ricostruzione dopo il terremoto del 2017. Il Fatto commette anche un errore: alla fine gli immobili "condonati", nel senso che li si ritenne ottemperanti ai vincoli (anche idrogeologici) previsti nella legge del 1985, non furono 60 ma 6, dicasi 6 su 1700 istanze sbloccate dal decreto Conte. Lo ha precisato stamane il sindaco di Lacco Ameno,  intervistato su Rai1. Alla faccia di chi descrive Conte e i grillini come se fossero il partito del cemento abusivo. È appena il caso di ricordare le ville romane del clan Casamonica, fatte abbattere da Virginia Raggi dopo le "titubanze", chiamiamole così, dei predecessori.

https://infosannio.com/2022/11/29/il-decreto-del-2018-mille-immobili-interessati-circa-60-condonati/

https://infosannio.com/2022/11/29/chi-condona-i-ballisti/ (testo integrale nella replica di Raf2)

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

L'abusivismo edilizio è una vecchia e insanata piaga nazionale. Insanata per le troppe "sanatorie", l'eccesso di buonismo, i casi innumerevoli di voto di scambio specie nei piccoli comuni. Eppure la soluzione sarebbe molto semplice, quasi banale. I cantieri abusivi, cioè privi delle autorizzazioni, andrebbero bloccati dai vigili urbani, il committente e il costruttore arrestati se recidivi, in ogni caso multati pesantemente. La costruzione, completata o meno che sia, andrebbe abbattuta immediatamente, in modo analogo alla rimozione di un'auto in divieto di sosta che intralcia la circolazione. Se non si riesce a intervenire prima che l'immobile sia occupato, si diano 10 giorni di tempo per sgomberarlo, dopodiché sgombero forzato e abbattimento, senza se e senza ma. State sicuri che gli indigenti non si fanno costruire case abusive. Ovviamente tutte le spese a carico del costruttore. Purtroppo una specialità degli italiani è semplificare le cose difficili e complicare quelle semplici.

Un'altra è stravolgere la realtà per interesse di parte. Lo vediamo nel caso montato contro Conte e il M5s dopo la tragedia di Ischia. È del tutto evidente, per chi non è obnubilato dalla faziosità, che l'art.25 del decreto Emergenze del 2018 non era un condono. Anche se perfino il Fatto, sempre obbiettivo e imparziale, esagera nel criticarlo. Nessuna critica è fondata: era un atto dovuto per rispondere a istanze di condono vecchie di decenni in modo da poter erogare, agli aventi diritto, i fondi per la ricostruzione dopo il terremoto del 2017. Il Fatto commette anche un errore: alla fine gli immobili "condonati", nel senso che li si ritenne ottemperanti ai vincoli (anche idrogeologici) previsti nella legge del 1985, non furono 60 ma 6, dicasi 6 su 1700 istanze sbloccate dal decreto Conte. Lo ha precisato stamane il sindaco di Lacco Ameno,  intervistato su Rai1. Alla faccia di chi descrive Conte e i grillini come se fossero il partito del cemento abusivo. È appena il caso di ricordare le ville romane del clan Casamonica, fatte abbattere da Virginia Raggi dopo le "titubanze", chiamiamole così, dei predecessori.

https://infosannio.com/2022/11/29/il-decreto-del-2018-mille-immobili-interessati-circa-60-condonati/

https://infosannio.com/2022/11/29/chi-condona-i-ballisti/ (testo integrale nella replica di Raf2)

Se quella firma l'avesse messa Renzi, per dire, sono sicuro che tu avresti avuto lo stesso atteggiamento, giusto?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
33 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Se quella firma l'avesse messa Renzi, per dire, sono sicuro che tu avresti avuto lo stesso atteggiamento, giusto?    

Ciao LupoGrigio da d/b – le stranezze (abusi) costruttivi non sono solo quelle edilizie. Le case (o gli alberghi tipo Rigopiano ed altri … altri) prima di costruirle devono avere tutti i documenti in regola. Se vengono costruite fuori regola, si buttano giù e si fanno pagare le spese. Ben altre stranezze sono assai più pericolose delle case. Certe fabbriche (Seveso e Marghera ad esempio, ma anche altre, sia al sud come al nord). Cosa dire poi della diga del Vajont. Faceva comodo ai produttori / venditori di cemento e tondini di ferro. Nessuna necessità idrica. La centrale di Soverzene era perfettamente alimentata dalle dighe di Pieve di Cadore (Sottocastello) e di Val Gallina. Tutti sapevano che dal monte Toc si staccavano in continuo delle piccole frane che finivano al fondo valle senza creare problemi. Tutti sapevano che creando un lago, l’acqua avrebbe saturato lo strano non/equilibrio del monte Toc trasformando in una saponetta inzuppata e facendola precipitare nel lago. Le simulazioni e gli studi (geologo Muller ed altri) lo avevano detto numerose volte. Era già stato previsto il numero di morti e la distruzione dei Longarone sul versante opposto. Le due montagna della vallata avrebbero fatto da “cannocchiale” o da canna di cannone per meglio centrare il bersaglio. Sempre sul processo … sul dopo … è stato spostato a L’Aquila per impedire ai pochi rimasti di partecipare. Come del resto a tutte le altre situazioni italiche (Viareggio, Seveso, e molte altre) – quando scrivevo con il nome tutto unito (dunebuggi) sono stato bloccato per avere pestato i piedi a qualcuno di importante. – ciao LupoGrigio, a presto da d/b.-     

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Ciao LupoGrigio da d/b – le stranezze (abusi) costruttivi non sono solo quelle edilizie. Le case (o gli alberghi tipo Rigopiano ed altri … altri) prima di costruirle devono avere tutti i documenti in regola. Se vengono costruite fuori regola, si buttano giù e si fanno pagare le spese. Ben altre stranezze sono assai più pericolose delle case. Certe fabbriche (Seveso e Marghera ad esempio, ma anche altre, sia al sud come al nord). Cosa dire poi della diga del Vajont. Faceva comodo ai produttori / venditori di cemento e tondini di ferro. Nessuna necessità idrica. La centrale di Soverzene era perfettamente alimentata dalle dighe di Pieve di Cadore (Sottocastello) e di Val Gallina. Tutti sapevano che dal monte Toc si staccavano in continuo delle piccole frane che finivano al fondo valle senza creare problemi. Tutti sapevano che creando un lago, l’acqua avrebbe saturato lo strano non/equilibrio del monte Toc trasformando in una saponetta inzuppata e facendola precipitare nel lago. Le simulazioni e gli studi (geologo Muller ed altri) lo avevano detto numerose volte. Era già stato previsto il numero di morti e la distruzione dei Longarone sul versante opposto. Le due montagna della vallata avrebbero fatto da “cannocchiale” o da canna di cannone per meglio centrare il bersaglio. Sempre sul processo … sul dopo … è stato spostato a L’Aquila per impedire ai pochi rimasti di partecipare. Come del resto a tutte le altre situazioni italiche (Viareggio, Seveso, e molte altre) – quando scrivevo con il nome tutto unito (dunebuggi) sono stato bloccato per avere pestato i piedi a qualcuno di importante. – ciao LupoGrigio, a presto da d/b.-     

Tutto vero quello che hai scritto. Ma se su ognuno dei fatti che hai citato, i cittadini si accapigliano per dire che neanche chi ha firmato gli atti è responsabile, di questi episodi non smetteremo mai di averne. E' importante che anche noi cittadini usiamo il metodo del bastone e della carota, per uscirne, se ne vogliamo uscire. Se sei un politico che non hai avuto responsabilità o ne hai avute in maniera trascurabile per un crollo o una frana o un condono, allora io elettore ti do la carota (ti voto); se invece sei stato tu responsabile, allora devono essere bastonate (col cavolo che ti voto). Invece cosa facciamo noi elettori? Ci accapigliamo per difenderli anche quando sono indifendibili, soprattutto quando sono indifendibili, perché oggi sta andando di moda (e mi piacerebbe che tu, con il tuo acume, andassi alla ricerca dei casi in cui si mistifica la realtà) il negare la realtà e presentarne SEMPRE un'altra alternativa, contraria a quella reale.

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

L'abusivismo edilizio è una vecchia e insanata piaga nazionale. Insanata per le troppe "sanatorie", l'eccesso di buonismo, i casi innumerevoli di voto di scambio specie nei piccoli comuni. Eppure la soluzione sarebbe molto semplice, quasi banale. I cantieri abusivi, cioè privi delle autorizzazioni, andrebbero bloccati dai vigili urbani, il committente e il costruttore arrestati se recidivi, in ogni caso multati pesantemente. La costruzione, completata o meno che sia, andrebbe abbattuta immediatamente, in modo analogo alla rimozione di un'auto in divieto di sosta che intralcia la circolazione. Se non si riesce a intervenire prima che l'immobile sia occupato, si diano 10 giorni di tempo per sgomberarlo, dopodiché sgombero forzato e abbattimento, senza se e senza ma. State sicuri che gli indigenti non si fanno costruire case abusive. Ovviamente tutte le spese a carico del costruttore. Purtroppo una specialità degli italiani è semplificare le cose difficili e complicare quelle semplici.

Un'altra è stravolgere la realtà per interesse di parte. Lo vediamo nel caso montato contro Conte e il M5s dopo la tragedia di Ischia. È del tutto evidente, per chi non è obnubilato dalla faziosità, che l'art.25 del decreto Emergenze del 2018 non era un condono. Anche se perfino il Fatto, sempre obbiettivo e imparziale, esagera nel criticarlo. Nessuna critica è fondata: era un atto dovuto per rispondere a istanze di condono vecchie di decenni in modo da poter erogare, agli aventi diritto, i fondi per la ricostruzione dopo il terremoto del 2017. Il Fatto commette anche un errore: alla fine gli immobili "condonati", nel senso che li si ritenne ottemperanti ai vincoli (anche idrogeologici) previsti nella legge del 1985, non furono 60 ma 6, dicasi 6 su 1700 istanze sbloccate dal decreto Conte. Lo ha precisato stamane il sindaco di Lacco Ameno,  intervistato su Rai1. Alla faccia di chi descrive Conte e i grillini come se fossero il partito del cemento abusivo. È appena il caso di ricordare le ville romane del clan Casamonica, fatte abbattere da Virginia Raggi dopo le "titubanze", chiamiamole così, dei predecessori.

https://infosannio.com/2022/11/29/il-decreto-del-2018-mille-immobili-interessati-circa-60-condonati/

https://infosannio.com/2022/11/29/chi-condona-i-ballisti/ (testo integrale nella replica di Raf2)

 

Il Cazzaro di Napoli da finalmente prova di esistere e si “ esibisce” su Ischia  Ma  guarda un pò…..Non avevo dubbi che l’avvocato difensore dell’avvocato del popolo Giuseppi  facesse un post del genere. In realtà quella norma e’ “UN CONDONO BELLO E BUONO”. . Perchè il caro Cazzaro napoletano nonché’ avvocato dell’avvocato , ha dimenticato di dire un picccolo dettaglio . Quella legge consentiva che le istanze di condono ancora pendenti da tre precedenti leggi (del 1985, 1994 e 2003), e relative agli edifici danneggiati dal sisma del 2017, dovevano essere risolte entro 6 mesi e, soprattutto, che venissero risolte applicando le disposizioni della legge del 1985. Questo, nei fatti, è un condono, perché l’applicabilità esclusiva della legge del 1985 a tutte le domande di condono ancora senza risposta, presentate anche in base a leggi diverse e successive consente di sanare abusi che senza questo decreto sarebbero rimasti insanabili. Miserrimo Cazzaro nonché avvocato  dell’avvocato Giuseppi ,di terra da zappare ce ne ha a profusione !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Penso che tutti iGoverni abbiano sempre giocato alla Roulette russa con le possibili fatalità della terra e quindi,facendo 2 conti..spenderebbero di più nella manutenzione vasta su tutti i territori e nel personale da assumere che in una sola disgrazia all'anno!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, mark222220 ha scritto:

 

Il Cazzaro di Napoli da finalmente prova di esistere e si “ esibisce” su Ischia  Ma  guarda un pò…..Non avevo dubbi che l’avvocato difensore dell’avvocato del popolo Giuseppi  facesse un post del genere. In realtà quella norma e’ “UN CONDONO BELLO E BUONO”. . Perchè il caro Cazzaro napoletano nonché’ avvocato dell’avvocato , ha dimenticato di dire un picccolo dettaglio . Quella legge consentiva che le istanze di condono ancora pendenti da tre precedenti leggi (del 1985, 1994 e 2003), e relative agli edifici danneggiati dal sisma del 2017, dovevano essere risolte entro 6 mesi e, soprattutto, che venissero risolte applicando le disposizioni della legge del 1985. Questo, nei fatti, è un condono, perché l’applicabilità esclusiva della legge del 1985 a tutte le domande di condono ancora senza risposta, presentate anche in base a leggi diverse e successive consente di sanare abusi che senza questo decreto sarebbero rimasti insanabili. Miserrimo Cazzaro nonché avvocato  dell’avvocato Giuseppi ,di terra da zappare ce ne ha a profusione !! 

Anche terra su cui le galline possono razzolare c'è n'è a profusione. 

Ma Giuseppi non sanava un solo abuso in più di quelli già coperti dalle sanatorie di Craxi e B. Anzi il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il migliore degli ultimi 25 anni, aggiunse pure il divieto di qualunque opera in aree a rischio idrogeologico o di interesse ambientale, paesistico, archeologico e artistico. Come sempre, i pifferi di montagna partiti per suonare sono finiti suonati. Ma possono sempre incolpare Conte per il terremoto a Ischia del 1883.

Il fatto quotidiano

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Anche terra su cui le galline possono razzolare c'è n'è a profusione. 

Ma Giuseppi non sanava un solo abuso in più di quelli già coperti dalle sanatorie di Craxi e B. Anzi il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, il migliore degli ultimi 25 anni, aggiunse pure il divieto di qualunque opera in aree a rischio idrogeologico o di interesse ambientale, paesistico, archeologico e artistico. Come sempre, i pifferi di montagna partiti per suonare sono finiti suonati. Ma possono sempre incolpare Conte per il terremoto a Ischia del 1883.

Il fatto quotidiano

Eh no idio ta !! E’ vero il contrario . Con l’art 25 del condono di Conte , una casa di Casamicciola realizzata abusivamente bel 2000 in una zona a rischio e che non poteva essere sanata con il condono Berluscinoni del 2003, con il Decreto Genova del governo Conte e’ diventata sanabile con soldi pubblici . Si diffida la contadinella veneta a tenere la bocca chiusa su argomenti di cui non ha nessuna contezza . Condannata a mungere le vacche per l’eternità!! 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Suvvia, miserabile stupida bipede ovaiola pisana, si contenga dallo scrivere le solite kagate delle quali non riesce mai a documentare un solo avvenimento. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Suvvia, miserabile stupida bipede ovaiola pisana, si contenga dallo scrivere le solite kagate delle quali non riesce mai a documentare un solo avvenimento. 

Così , a sensazione , ti ho ungulato un’altra volta costringendoti al silenzio sull’argomento oggetto del dibattito . Noto , infatti , che hai seguito il mio consiglio , azzitendoti sull’argomento di cui non sai una benemerita se ga !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma cosa vuole ungulare, stupida, bugiarda, ladra, insolente bipede ovaiola pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, lei starnazza a vanvera e basta. 

Provi magari a far innamorare qualche pisano minzionando accucciata con le mutande arrotolate fino alle ginocchia, può darsi che abbia più fortuna. 

Ossequi ad Alessandro e ad aria fresca. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Siamo sempre li . Io ti ho dimostrato dati alla mano che quello di Giuseppi e’ stato un condono . Te invece ti lasci andare alle solite offese ma non emetti nessuna parola a supporto che non e’ un condono . Gatta ci cova : da perfetta idio ta , non aspetti altro che io prenda posizione su di un qualsiasi argomento perché tu lo prenda in maniera opposta . E non ti accorgi che così facendo , lo “prendi” nel Qqulo !! Sempre !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Suvvia miserabile bugiarda e stupida gallina pisana diversamente intelligente e mai monolaureata, metà dei media dice che è un condono e un'altra metà dice che non lo è, possibile che lei abbia solo certezze come quelle che 16% è inferiore al 7% o come quella volta che contestava gli orari di Virgilio e io le dimostravo che erano esatti? 

Suvvia stupidissima gallinella pisana, si tenga sempre 10 centesimi di "mona" in tasca, le eviteranno numerose figure di mierda. 

PS: le comunico che ho terminato di accarezzare le palle del toro e lui, il toro, la saluta cordialmente. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppissimo per te che sei una enorme idio ta , gli unici che dicono che quello di Ischia non e’ stato un condono, sono i 5 stelle ( non tutti ), Giuseppi , Calandrino Travaglio ( ora , perché nel 2018 disse che lo era ), il Cazzaro di Napoli e te che siete. 2 idio ti che una legge sbagliata vi consente una libera circolazione tra le persone normodotate . Sia come sia , comunque , a differenza mia che ti ho spiegato perché trattasi di condono , non opponi niente , aldilà delle solite offesuccie , per dimostrarmi che sto errando . Ergo : ti confermi la solita fetecchia capace di contestarmi anche se dicessi che tuo fratello e mentalmente sano come un pesce …!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Lei non è una persona normodotata, lei è la miserabile, bugiarda, ladra, mistificatrice e stupida bipede ovaiola pisana diversamente intelligente e mai monolaureata, come  tale, l'esperienza insegna, bisogna darle ragione. 

Spero ora sia soddisfatta. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma è mai possibile, cavolo, che non siete in grado di trovare niente su Renzi riguardo al disastro di Ischia?

INCAPACI!!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Ma è mai possibile, cavolo, che non siete in grado di trovare niente su Renzi riguardo al disastro di Ischia?   INCAPACI!!!   

Ciao LupoGrigio da d/b – per il passato ho espresso le mie idee negative su Renzi, su Conte, su Zaia, … su molti altri (prodi e salvini neppure li considero, specie "prodi"). Riconoscerai che ho saputo esprimere le mie idee sia in forma scritta di mia mano, sia tramite vignette, ma con rispetto verso gli altri scrittori della rubrica. Tutto diverso per certi personaggi sia veneti che laziali, o di altre regioni che sanno scrivere solo offese alle persone, senza essere in grado di esporre le loro proprie idee. (per il fatto che di idee personali proprio non ne hanno). Da parte mia faccio il tecnico, penso e mi esprimo in maniera tecnica. Per questo do fastidio e sono stato più volte “tonsurato”.      

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

28 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Ma è mai possibile, cavolo, che non siete in grado di trovare niente su Renzi riguardo al disastro di Ischia?

INCAPACI!!!

Ma che dice, sig lupogrigio, si è fatto sentire Leopoldino, (oh se si è fatto sentire), sulla frana di Ischia che è franata, appunto, per colpa di Giuseppi l'avvocaticchio  che ha firmato il condono. 

Non si preoccupi sig lupogrigio, a farsi pubblicità ci pensa da solo senza che noi incapaci lo aiutiamo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, dune-buggi ha scritto:

Ciao LupoGrigio da d/b – per il passato ho espresso le mie idee negative su Renzi, su Conte, su Zaia, … su molti altri (prodi e salvini neppure li considero, specie "prodi"). Riconoscerai che ho saputo esprimere le mie idee sia in forma scritta di mia mano, sia tramite vignette, ma con rispetto verso gli altri scrittori della rubrica. Tutto diverso per certi personaggi sia veneti che laziali, o di altre regioni che sanno scrivere solo offese alle persone, senza essere in grado di esporre le loro proprie idee. (per il fatto che di idee personali proprio non ne hanno). Da parte mia faccio il tecnico, penso e mi esprimo in maniera tecnica. Per questo do fastidio e sono stato più volte “tonsurato”.      

Il mio termine "INCAPACI" era ovviamente ironico e rivolto a quei 3-4 personaggi che denigrano Renzi abitualmente, quasi sempre senza motivo. Strano che su Ischia ancora non abbiano trovato nulla. Viviamo in un tempo nel quale si mistifica la realtà in modo regolare (cioè in ogni occasione, nessuna esclusa). Ormai potrebbe capitare che 100 persone siano testimoni di un omicidio e un bravo avvocato riesca a dimostrare in tribunale che nessuna delle 100 persone era lucido di mente. Capita che l'informazione, prevalentemente sui social, ma non solo sui social, sia indirizzata da potenze straniere, come quando, ad esempio, ci hanno convinti a non dotarci di strumenti per ridurre la dipendenza dal gas russo. In quel caso le accuse erano che qualcuno aveva le mani sporche di petrolio, tanto per citare la più mite delle accuse rivolte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

 

Ma che dice, sig lupogrigio, si è fatto sentire Leopoldino, (oh se si è fatto sentire), sulla frana di Ischia che è franata, appunto, per colpa di Giuseppi l'avvocaticchio  che ha firmato il condono. 

Non si preoccupi sig lupogrigio, a farsi pubblicità ci pensa da solo senza che noi incapaci lo aiutiamo. 

Ok ok, ma è mai possibile che tu non hai trovato niente? Trovi sempre qualcosa, dai, impegnati di più.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963