Le fantomatiche intercettazioni ambientali....

Abbiamo assistito, ancora una volta, agli "effetti nefasti" legati alle tanto vituperate intercettazioni ambientali che hanno finora rappresentato interessantissimi dibattiti e altrettanto interessanti considerazioni nel merito. Nella quasi totalità dirette ed eterodorette nei confronti di quei cattivoni di magistrati e forze dell'ordine che ne hanno fatto e ne fanno tutt'ora uso.

Vero che probabilmente ci sarà stato anche qualcuno un po' troppo zelante, altrettanto vero però che spesso si sono rivelate piuttosto utili in altri casi, avendo contribuito in maniera, verrebbe da dire, determinante a scoprire elementi e fatti che altrimenti non sarebbero stati mai scoperti.

E questo perché sarà anche valido e apprezzabile il concetto del favor rei ma qualche volta non sarebbero del tutto da trascurare neanche le legittime esigenze delle persone offese. 

Tornando comunque alle ultime vicissitudini di questi giorni, abbiamo assistito al fatto strano e strabiliante delle novelle intercettazioni ambientali riguardanti, nello specifico, Papy e la sua famiglia allargata.

Solo che, questa volta, l'increscioso caso non può essere addebitato né a quei cattivoni di Magistrati, né ai Carabinieri, né alla Polizia, né alla Guardia di finanza e neppure all'aeronatica militare, alla guardia costiera o ai barracelli o al milite ignoto ma direttamente se non al diretto interessato, come minimo ai "parenti serpenti".

Sarà dovuto al beffardo caso, sarà dovuto agli effetti talvolta incontrollabili o incontrollati di una legge elettorale che aveva il nobile intento di costringere i partiti a trovare gli accordi prima delle elezioni in modo da"evitare gli inciuci" (in teoria nobile come principio, può essere, ma ancora nobile se si tratta di consonanza futile e di p.ugnetta conclamata, ai soli fini elettorali? E infatti....si vede). 

E sarà dovuto anche al fatto che Papy ha 86 anni e ormai sono parecchi quelli che non aspettano altro che tiri le c.uoia ma tant'è....

Rimane a questo punto solo il quesito finale.

Daranno da condannare la sfrenata tecnologia e le intercettazioni ambientali oppure no?

Certo che e' un bel dilemma però. Un bel dilemma si.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Non sarà lo stesso Silvio che si è intercettato da solo? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, ildi_vino ha scritto:

Abbiamo assistito, ancora una volta, agli "effetti nefasti" legati alle tanto vituperate intercettazioni ambientali che hanno finora rappresentato interessantissimi dibattiti e altrettanto interessanti considerazioni nel merito. Nella quasi totalità dirette ed eterodorette nei confronti di quei cattivoni di magistrati e forze dell'ordine che ne hanno fatto e ne fanno tutt'ora uso.

Vero che probabilmente ci sarà stato anche qualcuno un po' troppo zelante, altrettanto vero però che spesso si sono rivelate piuttosto utili in altri casi, avendo contribuito in maniera, verrebbe da dire, determinante a scoprire elementi e fatti che altrimenti non sarebbero stati mai scoperti.

E questo perché sarà anche valido e apprezzabile il concetto del favor rei ma qualche volta non sarebbero del tutto da trascurare neanche le legittime esigenze delle persone offese. 

Tornando comunque alle ultime vicissitudini di questi giorni, abbiamo assistito al fatto strano e strabiliante delle novelle intercettazioni ambientali riguardanti, nello specifico, Papy e la sua famiglia allargata.

Solo che, questa volta, l'increscioso caso non può essere addebitato né a quei cattivoni di Magistrati, né ai Carabinieri, né alla Polizia, né alla Guardia di finanza e neppure all'aeronatica militare, alla guardia costiera o ai barracelli o al milite ignoto ma direttamente se non al diretto interessato, come minimo ai "parenti serpenti".

Sarà dovuto al beffardo caso, sarà dovuto agli effetti talvolta incontrollabili o incontrollati di una legge elettorale che aveva il nobile intento di costringere i partiti a trovare gli accordi prima delle elezioni in modo da"evitare gli inciuci" (in teoria nobile come principio, può essere, ma ancora nobile se si tratta di consonanza futile e di p.ugnetta conclamata, ai soli fini elettorali? E infatti....si vede). 

E sarà dovuto anche al fatto che Papy ha 86 anni e ormai sono parecchi quelli che non aspettano altro che tiri le c.uoia ma tant'è....

Rimane a questo punto solo il quesito finale.

Daranno da condannare la sfrenata tecnologia e le intercettazioni ambientali oppure no?

Certo che e' un bel dilemma però. Un bel dilemma si.

Si vabbè , ma la cosa bella bella bellissima è che chi sta scrivendo che Berlusconi è un pericoloso *** che mette a repentaglio l'onore della Nazione,  giusto una settimana fa usava proprio Berlusconi come fonte semi attendibile per accusare Renzi di aver votato e fatto votare La Russa.  Ora se fossi Aristotele ci chiuderei il sillogismo. Mah sai che fo ?? Osservo e vado avanti ..!! 
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963