Oggi veniva assassinata Anna Politkovskaja: aveva denunciato le atrocità di Putin

Oggi è l'anniversario della morte di Anna Politkovskaya, Il 7 ottobre del 2006 venne assassinata nell'ascensore del palazzo in cui abitava a Mosca, la giornalista era famosa per i suoi articoli sulla Novaya Gazeta, quotidiano indipendente di allora, oggi chiuso e con i suoi giornalisti perseguitati. Le spararono 4 colpi di pistola, uno in testa, per essere sicuri di ucciderla proprio nel giorno del compleanno di Putin, un regalo per lui...

Accanto al corpo c'era la pistola semiautomatica Makarov con la quale è stata uccisa, 4 bossoli e due buste della spesa, la Politkovskaya stava rientrando a casa dopo aver fatto la spesa, aveva 48 anni.
Ovviamente nulla si fece per trovare i colpevoli e solo nel 2014, dopo 8 anni,  vennero accusati 5 ceceni di essere i killer mandati per metterla a tacere

Anna aveva presentato poco prima un suo libro così: “Questo libro parla di un argomento che non è molto in voga in Occidente: parla di Putin senza toni ammirati

La Politkovskaya aveva raccontato la seconda guerra cecena guidata da Putin con una brutalità spietata, per questo fu minacciata e anche avvelenata 2 volte, detenuta dalla polizia russa e infine ammazzata con un proiettile in testa.

Il regime russo ha cercato di farla dimenticare in tutti i modi ma i suoi libri sono letti in tutto il mondo, oggi più che mai per capire chi è Putin e la Russia di Putin, lei lo sapeva, lo aveva visto all'opera in Cecenia e con grandissimo coraggio lo aveva scritto, pagando con la vita

Io non dimentico Anna, la sua lucidità e il suo coraggio

annapolis.JPG


 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

una donna e una giornalista coraggiosa e libera: nei suoi libri "la Russia di Putin" e "Diario Russo" racconta la corrotta società russa, in mano a una cricca di approfittatori e delinquenti che si sono riciclati amministratori di province e regioni. Un disastro avvenuto negli anni 90 sotto Eltsin e poi continuato a alimentato da Putin negli ultimi vent'anni.

Hai fatto benissimo a ricordarla: in questo anno terribile anche la rivista su cui scriveva, Novaya Gazeta, e' stata messa fuorilegge perché criticava il governo. Adesso può essere letta online, la scrivono i colleghi di Anna ma fuori dalla Russia, dove non possono più stare per non finire in prigione

beatrice

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963