Bye Bye finti-democratici

Finisce così, questo infausto anno tormentato dalla politica 2.0 democratica, promossa in Europa, da un manipolo di macellatori sociali.

Ma la democrazia 2.0 finisce clamorosamente anche negli States, con il povero abbronzato costretto ad abbandonare il posto di comando a favore di un perfetto sconosciuto (alla politica americana) eletto al primo colpo e con una maggioranza schiacciante sull'avversaria favorita e pupilla dell'abbronzato.

E così, dopo essere stati sonoramente battuti, si scatena la caccia al "diverso" e politicamente non allineato all'establishment politico che vuole la Russia e altre nazioni ostili all'America, ad oltranza e senza un preciso motivo.

Si capisce ad occhio che la geopolitica voluta e ottenuta a tutti i costi dai cosidetti "democratici" è un fallimento planetario.

Guerre e instabilità ovunque, alimentate da un antimericanismo sostenuto e alimentato da errori colossali e scelte drammatiche di una classe politica inetta, incapace e oggi come giustamente addita Putin, arrogante e pretestuosa fino a sconfinare nel totale analfabetismo.

E adesso proviamo a guardare a casa nostra.

eheheheheheheheh

Le cose in Italia e in Europa in generale sono molto più drammatiche se non ci fosse quella vena di ilarità che pervade il vecchio continente.

Dal cancelliere con le mani insanguinate per i recenti fatti di Berlino, ad una Francia presa di mira per i suoi eleganti bombardamenti in Siria fino ad arrivare ad una Grecia costretta ad un ricovero a cielo aperto per immigranti clandestini e ad una italietta interpretata come un non meglio precisato "corridoio di sbarco e astanteria per disperati e aitanti giovani pronti al martirio".

La lungimirante  e decisa azione della comunità europea non poteva riservare destino migliore per le proprie e autoctone popolazioni.

Nel caso dell' Italia poi, abbiamo una inversione dei ruoli, dove il cittadino affogato dai debiti e rincorso da Equitalia si ritrova in mezzo alla strada insieme ad altri quattro milioni di connazionali, mentre per un meglio e sempre non precisato tributo all'aiuto dei più deboli abbiamo le prefetture che autorizzano veri e propri espropri per tenere al caldo e conciliati migliaia di clandestini, rifugiati politici, fuggitivi da guerre e carestie e Jihadisti che girano indisturbati, investendo liberamente cittadini europei, quando un TIR si presta gentilmente all'operazione.

Inutile dire che questa politica democratica 2.0 è arrivata al capolinea. La intrapanabile cancelliera battuta sonoramente nel suo collegio, il povero e inutile *** francese che a sentimento proprio (per una volta giusto) eviterà di ricandidarsi. 

Chiaramente la chicca finale tocca al neo trombato PdC, che dopo audaci e spregiudicate operazioni fallimentari sul suolo italico si è clamorosamente suicidato politicamente con tutta la sua giunta di analfabeti governativi.

Nello stile democratico che impone il suo partito di autorevoli criminali, ritentano la carta con la stessa copia governativa di autentici analfabeti.

E così tra scivoloni&Gentiloni troviamo ben quattro ministri senza uno straccio di titolo scolastico che non sia un misero diploma, con le autorevoli indicazioni di Poletti sui giovani e il lavoro. Misere affermazioni di un tabaccaio, bollate come autentica spazzatura qualunquista. Un inutile e povero *** che incita alla gara occupazionale fra chi resta e chi parte. 

Autentiche perle di analfabetismo politico e istituzionale come le riforme della Boschi. Trombata da venti milioni di italiani ma ripresentata come la "vergine sottosegretaria".

Arriviamo sul filo di lana e parliamo della nostra informazione, sempre 2.0 e rigorosamente finanziata dai contribuenti. libertà di stampa giudicata al settantasettesimo posto.

Fosforo mi perdonerà se estrapolo dal suo post le vere perle della nostra informazione.

 

 

EUGENIO SCALFARI/2. “Il M5S vuole soltanto conquistare il potere. Con il ballottaggio è possibile che lo ottenga… Ecco perché Renzi deve abolire il ballottaggio” (Repubblica, 18.9).
Premio Un Sincero Democratico. Voto 9-

 

 

SERGIO STAINO. “La mia Unità non sarà sdraiata sul governo” (Repubblica, 25.6). Premio Meglio Genuflessi Che Sdraiati.

 

 

 

CORRIERE DELLA SERA. “Roma: Centro e Parioli trincee del centrosinistra” (7.6). Premio Brigate Parioli.
Voto 10

 

 

Per finire la migliore:

 

FABRIZIO RONDOLINO/ 1 “Propongo l’unità repubblicana. A Roma, a Napoli e a Torino una ‘coalizione repubblicana’ di elettori di centrosinistra e di centrodestra per fermare i populisti Raggi, De Magistris e Appendino” (l’Unità, 9.6). Premio Avesse Sbagliato Un Colpo.
Voto 9

 

Felice anno nuovo e solidarietà agli animali da compagnia dei romani.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Grazie, esimio Dott. Docgalileo.

La prego di  voler continuare, anche per questo nuovo anno, con i suoi illuminanti e pregevoli scritti.

La sua missione di rendere edotti i poveri analfabeti della straordinaria e constantemente decimata base, attira sempre più consensi e meritevoli commenti.

Migliori auguri e felicitazioni per questo duemiladiciasette

Shinycage

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963