Gli economisti di lavoce.info sbugiardano Renzi sul reddito di cittadinanza

Avevo già dedicato un post alle stime gonfiate e strombazzate da Renzi, con la complicità dei suoi camerieri televisivi, sui costi del reddito di cittadinanza proposto dai 5stelle. Poi, il 15 febbraio scorso, il noto pinocchio che doveva lasciare la politica è andato a Quinta Colonna su Rete4, dove il reggimicrofono di turno gli ha offerto un caffè al bar di Mediaset e gli ha permesso di sparare la seguente colossale balla: "Reddito di cittadinanza vuol dire dare soldi alla gente perché non lavori". Questo al contrario, secondo il bufalaro, del suo "reddito di inclusione". Ebbene, il servizio di fact-checking dell'autorevole sito Lavoce.*** ha agevolmente sbugiardato il pinocchio pidino. Potete leggere qui un'accurata analisi della questione e il verdetto finale, che è inequivocabile: la dichiarazione di Renzi "è chiaramente FALSA". 

http://www.lavoce.***/archives/51330/reddito-inclusione-reddito-cittadinanza-la-differenza/

Cari forumisti, se permettete un suggerimento, quando vedete il segretario del Pd in tv, cambiate canale e cercatevi un'asta di tappeti o una televendita di pentole e posate: potrete fidarvi sicuramente di più.

P.S. : io sono contrario al reddito di cittadinanza, ritengo che in Italia, per combattere le disuguaglianze e la disoccupazione, sarebbe molto più efficace una riduzione drastica e generalizzata degli orari di lavoro. Però sono ancora più contrario alle bufale e ai televenditori prestati alla politica.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

6 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Avevo già dedicato un post alle stime gonfiate e strombazzate da Renzi, con la complicità dei suoi camerieri televisivi, sui costi del reddito di cittadinanza proposto dai 5stelle. Poi, il 15 febbraio scorso, il noto pinocchio che doveva lasciare la politica è andato a Quinta Colonna su Rete4, dove il reggimicrofono di turno gli ha offerto un caffè al bar di Mediaset e gli ha permesso di sparare la seguente colossale balla: "Reddito di cittadinanza vuol dire dare soldi alla gente perché non lavori". Questo al contrario, secondo il bufalaro, del suo "reddito di inclusione". Ebbene, il servizio di fact-checking dell'autorevole sito Lavoce.*** ha agevolmente sbugiardato il pinocchio pidino. Potete leggere qui un'accurata analisi della questione e il verdetto finale, che è inequivocabile: la dichiarazione di Renzi "è chiaramente FALSA". 

http://www.lavoce.***/archives/51330/reddito-inclusione-reddito-cittadinanza-la-differenza/

Cari forumisti, se permettete un suggerimento, quando vedete il segretario del Pd in tv, cambiate canale e cercatevi un'asta di tappeti o una televendita di pentole e posate: potrete fidarvi sicuramente di più.

P.S. : io sono contrario al reddito di cittadinanza, ritengo che in Italia, per combattere le disuguaglianze e la disoccupazione, sarebbe molto più efficace una riduzione drastica e generalizzata degli orari di lavoro. Però sono ancora più contrario alle bufale e ai televenditori prestati alla politica.

Ma certo ! Staremo ad ascoltare di peggio...ops volevo dire Di Maio...lui si che sa vendere fumo, e tappeti...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, wronschi ha scritto:

Ma certo ! Staremo ad ascoltare di peggio...ops volevo dire Di Maio...lui si che sa vendere fumo, e tappeti...

Sono curioso, dove prendera'  i soldi per dare 1000 €  a tutte le casalinghe ? 

Stesso programma del delinquente di arcore ?

Ma ti rendi conto o no ?

Oppure ti turi il naso e voti m5silvio...

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Avevo già dedicato un post alle stime gonfiate e strombazzate da Renzi, con la complicità dei suoi camerieri televisivi, sui costi del reddito di cittadinanza proposto dai 5stelle. Poi, il 15 febbraio scorso, il noto pinocchio che doveva lasciare la politica è andato a Quinta Colonna su Rete4, dove il reggimicrofono di turno gli ha offerto un caffè al bar di Mediaset e gli ha permesso di sparare la seguente colossale balla: "Reddito di cittadinanza vuol dire dare soldi alla gente perché non lavori". Questo al contrario, secondo il bufalaro, del suo "reddito di inclusione". Ebbene, il servizio di fact-checking dell'autorevole sito Lavoce.*** ha agevolmente sbugiardato il pinocchio pidino. Potete leggere qui un'accurata analisi della questione e il verdetto finale, che è inequivocabile: la dichiarazione di Renzi "è chiaramente FALSA". 

http://www.lavoce.***/archives/51330/reddito-inclusione-reddito-cittadinanza-la-differenza/

Cari forumisti, se permettete un suggerimento, quando vedete il segretario del Pd in tv, cambiate canale e cercatevi un'asta di tappeti o una televendita di pentole e posate: potrete fidarvi sicuramente di più.

P.S. : io sono contrario al reddito di cittadinanza, ritengo che in Italia, per combattere le disuguaglianze e la disoccupazione, sarebbe molto più efficace una riduzione drastica e generalizzata degli orari di lavoro. Però sono ancora più contrario alle bufale e ai televenditori prestati alla politica.

Innanzi tutto buongiorno. Dopodiché , se posso permettermi, una nota di costume : se uno e’ un Bufalaro lo e’ 24 ore su 24 , però , e credo che sarete d’accordo vi sono delle funzioni vitali e necessarie , come quella di dormire , che impediscono ad un Bufalaro di rimanere in attività 24x24. Invece No!! Il Cazzaro Napoletano ha preso , tutte le notti , ad emettere bufale su bufale in modo che al mattino , noi forumisti , ce la troviamo spiattellata su un vassoio d’argento . Così e’ stato anche questa notte ...!! Ed allora mi tocca , di prima mattina , ad andare a percuoterlo sonoramente . Intanto il furbetto provvede ad emendarsi circa una bufala che aveva detto nei giorni scorsi . Infatti , state attenti gentili forumisti , quando il *** afferma che “ nei giorni scorsi si era già dedicato alle stime gonfiate da Renzi e bla bla bla “, dimentica , il Cazzaro , di dirci che lo stesso parlava di 14,9 miliardi il costo complessivo del provvedimento del M5S. Invece , tutti gli economisti , compresi quelli che cita e che dovrebbero essere a supporto della sua strampalata tesi , affermano che , esclusi gli oneri successivi che farebbero lievitare il costo a cifre inimmaginabili, parlano di un minimo di 30 miliardi di euro. Dopodiché e’ pure un Impostore e da come imposta il post , allegando la nota di La voce . It , sembra che siano gli economisti Daveri e Baldini a definire come un falsario Renzi . Invece non e’ cosi ma, semmai , e’ il titolo della Voce . Adesso , ve lo faccio vedere io cosa dicono Baldini e Daveri , non prima , però , di consigliare a tutti i forumisti , appena vedono un post del Cazzaro , di evitarlo di leggere e, al limite , chiedergli se ha fatto perbene le pulizie pasquali . Ecco qua :

 

“Diverse fonti (l’Inps in un’audizione al Senato del 9 giugno 2015 e, di recente, Massimo Baldini e Francesco Daveri su Lavoce.*** del 12 gennaio) hanno chiarito che il costo per lo Stato del RdC proposto da 5 Stelle non sarebbe di 15 miliardi all’anno come era stato inizialmente ipotizzato, bensì di circa 30 miliardi.

Ma questi costi, pur raddoppiati rispetto alla stima iniziale, assumono che non cambino i comportamenti delle persone. Per avere un’idea di cosa potrebbe succedere basti considerare che in base ai dati Eurostat, sulla base dei quali sono stati fatti i conti, nel 2016 si trova sotto la soglia di povertà relativa (come definita nella nostra tabella) il 20,6% della popolazione residente, circa 12,5 milioni di persone.

Fa tremare i polsi la sola idea di mettere in piedi un mostro burocratico per evitare frodi in una popolazione tanto numerosa. In ogni caso, se si fa l’ipotesi che tutte queste persone riescano a “farla franca”, ossia a dichiarare redditi pressoché nulli, il costo per lo Stato lieviterebbe a 80 miliardi all’anno (una cifra vicina a quella calcolata qualche giorno fa da Yoram Gutgeld) nell’ipotesi che la famiglia media di questa popolazione sia di due persone (coefficiente 1,5) e a 122 miliardi all’anno, nell’ipotesi che queste famiglie riescano a “spacchettarsi” ai fini della percezione del sussidio.

Si dirà che queste sono ipotesi estreme e irrealistiche. Forse sì, perché è vero che non tutte queste persone riuscirebbero a mettere in atto tutti gli espedienti possibili, ma è anche vero che gli stessi incentivi perversi operano su tutto il resto della popolazione, ossia anche su chi ha redditi ben superiori alla soglia di povertà relativa, compresi i professionisti, i lavoratori autonomi e gli imprenditori, i cui coniugi e figli possono facilmente essere presentati come unità indipendenti. Basti pensare che al fisco risulta che ci siano ben 13 milioni di contribuenti che non raggiungono la soglia della povertà relativa (molti di quali in realtà guadagnano molto di più) e ben 10 milioni di adulti che non presentano la dichiarazione dei redditi; molti di questi sono familiari di persone abbienti.

Il punto chiave è che mille euro in più al mese o anche cinquecento sono un’attrattiva per chiunque.

Dunque il costo per lo Stato è potenzialmente illimitato. Ma non è tanto un problema di finanza pubblica e di coperture. Il problema è la distruzione dell’economia e delle sue basi materiali e anche morali, dal momento che il reddito verrebbe sganciato dallo sforzo individuale. Una calamità naturale, per quanto grave, non potrebbe fare danni più seri alla nostra società. Forse bisogna andare nel Venezuela di Chávez per vedere quali disastri si possono fare elargendo benefici spropositati. Per questi motivi, oltre che per la fondamentale differenza fra una spesa una tantum e una permanente, la difesa dei 5 Stelle (“In cinque minuti hanno trovato 20 miliardi per le banche!”) non sta né in cielo né in terra.”

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sicuramente per certe persone è molto più piacevole il sentire le sciocchezze del berlu, che manco gli è rimasta la voce, oppure i cartelloni pubblicitari del salvini che pubblicizzando l'Italia mette le foto di extra albini....sullo svizzero o i suoi seguaci non vale la pena....

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ah , dimenticavo , gli articoli che “sbugiarderebbero “ il tappetaro Fiorentino ed a cui il Cazzaro Fosforo si abbevera , sono di questi 2 studentelli ( sissignore , sono studenti che ancora non si sono laureati ..., nda). Questi sarebbero , per il Bufalaro campano, “ gli economisti “ della Voce.it .  Scusate , vado a ridere ...!!

borgaStudente di Economia, Mercati e Istituzioni presso l'Università di Bologna. Collaboratore de Il Foglio e fact-checker de lavoce.***. Vive a Trento e su Twitter è @borga_lor. 
Altri articoli di Lorenzo Borga

 

 

 

 

 

STEFANO PALLAOROpallaoroNato a Trento, studia Economia Aziendale e Management all'Università Commerciale Luigi Bocconi. Research assistant presso lavoce.***. 
Altri articoli di Stefano Pallaoro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963