OTTIMA DIRIGENZA.... DAI SORA GIORGIA VAI COSI'

1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Non scherziamo ragazzi, se riaprono i CASINI, potrebbe essere interessato anche padre etrusco. 

Per benedirli dall'interno s'intende; cosa andate a pensare? 

Sembra così, tutto lineare però non è così perché la linearità altro non è che una aspirazione umana.

Se riaprono i CASINI, per esempio, c'è il rischio che rimanga disoccupato qualcuno, per esempio lo spazzacamino. 

Problema da prendere veramente sul serio, senza scherzarci troppo.

https://www.google.com/search?q=lo+spazzacamino&oq=lo&aqs=chrome.5.69i60l4j69i57j69i59j69i60j46i131i199i433i465i512.1602j0j7&client=ms-android-asus-tpin&sourceid=chrome-mobile&ie=UTF-8#

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

37 messaggi in questa discussione

4 ore fa, ildi_vino ha scritto:

Lo mettiamo anche per l'alcool e per le sigarette? Così, oltre agli spacciatori impuniti della droga, facciamo nascere anche gli spacciatori del tavernello, del lambrusco, del cannonau, delle ms e delle malboro.

vedi un buon bicchiere di vino durante i pasti fa bene alla salute, se ne bevi un litro ti ubriachi e fai del male a te stesso, se fumi una sigaretta di tabacco  fai sempre del male a te stesso e a quelli che ti sanno accanto, le droghe servono solo ai governi compiacenti per dominare e rendere schiave le popolazioni,  ci sono governanti che hanno pensato: panem et circenses li drogo, li rendo schiavi e li controllo e questo non da ora ma da molti secoli  https://it.wikipedia.org/wiki/Guerre_dell'oppio#:~:text=Le guerre dell'oppio furono,sotto il controllo della Compagnia

 

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
16 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

 

ci sono governanti che hanno pensato: panem et circenses li drogo, li rendo schiavi e li controllo e questo non da ora ma da molti secoli  https://it.wikipedia.org/wiki/Guerre_dell'oppio#:~:text=Le guerre dell'oppio furono,sotto il controllo della Compagnia

 

ecco  che  si  spiega  perché le  destre  non  vogliono  la  liberalizzazione 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 29/7/2022 in 14:34 , barbablu16 ha scritto:

ecco  che  si  spiega  perché le  destre  non  vogliono  la  liberalizzazione 

quello che accadde in Cina è un classico esempio di come le classi dominanti, in quel caso gli Inglesi da sempre da  tutti citati come esempi di democrazia non ebbero scrupoli morali ad utilizzare la droga per fini politici; i  vari dittatori possono rendere il popolo "BUE" remissivo, pacifico e disposto ad accettare tutto in cambio della pasticchina quotidiana  o della sigaretta quotidiana; mi meraviglio di come certe forze politiche che si autodefiniscono di sinistra non si rendano conto del pericolo che viene o verrebbe dalle liberalizzazioni delle droghe

P.S. certi per giustificare le liberalizzazioni citano il proibizionismo che ci fu negli USA, ma non è che con l'abolizione del proibizionismo gli Americani divennero un popolo di astemi, anzi continuarono a bere come prima e più di prima; comunque negli USA attualmente è vietata la vendita di alcolici ai minorenni cosa che in Italia nei fatti  non   avviene e i risultati di questo lassismo  si vedono quotidianamente girando per le strade

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, etrusco1900 ha scritto:

Non capisco se l'intenzione è quella di fare dei paragoni o mettere in relazione perché sarebbe un paragone improprio e molto forzato.

Sulla vicenda delle due povere ragazze ancora non si sa niente di preciso e per ora non si può fare altro che parlare di dramma e di disgrazia.

Certo. Potevano aver bevuto o potevano anche aver ingerito sostanze stupefacenti ma cosa c'entra?

Nessuno ha e ha mai avuto l'intenzione di fare l'apologia dell'alcool o della droga e affermare che ubriacarsi o drogarsi fa bene alla salute e che sia giusto incentivarne l'uso. Il discorso è un altro.

Tanto per capirci e per sgombrare il campo, io non mi ubriaco nonostante a casa mia abbiamo sempre avuto vigne e fatto regolarmente il vino e non ho mai fatto uso di droghe in tutta la mia vita, neanche per curiosità.

Pertanto il discorso attiene piuttosto alle modalità (reali) di contrastare il fenomeno con azioni incisive piuttosto che con le p ugnette. Per il semplice fatto che è dimostrato scientificamente che, a parte casi eccezionali di cui non sono a conoscenza, con le p ugnette si può anche arrivare all'o rgasmo ma non sono mai nati bambini o bambine.

Parlano i fatti. Il problema della droga e' stato sempre affrontato nella stessa maniera e non ha mai portato a risultati concreti. Si e' piuttosto contribuito a farlo diventare una moda (tra l'altro, teniamo presente che  l'impressione è che si drogano più quelli di destra che quelli di sinistra, son cambiati i tempi anche su questo). 

E, tanto per capirci, nessuno dice neanche che non vadano perseguiti gli spacciatori. Il discorso è che non basta.

Serve tanto tanto fare in modo che la droga divento sempre meno "una moda" e "una maniera di trasgressione" e questo è il punto fondamentale.

Senza questi due elementi scatenanti probabilmente i ragazzi non ne conoscerebbero neanche l'esistenza e viene da pensare che la lascerebbero (se li fosse) in farmacia senza avere la tentazione di prenderla e di rovinarsi la vita per "dimostrare di essere uomini e donne senza paura".

Dopo di che, probabilmente, chi dovesse decidersi di farlo, lo farebbe esattamente come chi decide di ubriacarsi e di fumare ma almeno lo farebbe senza creare problemi legati alla criminalità.

Nonostante non sia vietato, teniamo conto che anche ubriacarsi e fumare costa, c'è chi lo farà chi non lo fa ma riguarda soprattutto la sfera personale. Se uno fuma un pacchetto di sigarette al giorno, spende come minimo 150 euro al mese (quasi la rata di una macchina), cambierebbe qualcosa se esistesse il divieto e se fosse costretto ad andare dalla criminalità organizzata spendendo dieci volte tanto e finendo per inguaiarsi?

Questa è la domanda.

E l'altra domanda è la seguente.

Non sarebbe meglio fare in modo di incentivare la conoscenza, fare campagna informativa soprattutto fra i giovani (meglio convincere che imporre), fare in modo di cercare di recuperare chi c'è caduto senza costringerlo a continuare ad inguaiarsi per tutta la vita e, a quel punto, riuscire anche ad avere una sorta di controllo reale del fenomeno?

O è meglio a continuare ad abbaiare alla luna facendo i perfettini senza ottenere niente come finire è stato?

 

 

 

Modificato da ildi_vino
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ildi_vino ha scritto:

Non sarebbe meglio fare in modo di incentivare la conoscenza, fare campagna informativa soprattutto fra i giovani (meglio convincere che imporre), fare in modo di cercare di recuperare chi c'è caduto senza costringerlo a continuare ad inguaiarsi per tutta la vita e, a quel punto, riuscire anche ad avere una sorta di controllo reale del fenomeno?

sono perfettamente d'accordo,  peccato che la proposta di legge che prevede la libera coltivazione della cannabis per uso personale vada nella direzione esattamente opposta e dia un messaggio completamente sbagliato ai giovani, mi meraviglio che a proporre questa legge sia stato un partito che si autodefinisce di sinistra...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

sono perfettamente d'accordo,  peccato che la proposta di legge che prevede la libera coltivazione della cannabis per uso personale vada nella direzione esattamente opposta e dia un messaggio completamente sbagliato ai giovani, mi meraviglio che a proporre questa legge sia stato un partito che si autodefinisce di sinistra...

ma  dove  sarebbe  la  direzione  opposta  ? 

Il testo unificato, proposto dal presidente della Commissione Giustizia, unisce le proposte sulla legalizzazione della coltivazione domestica avanzate negli scorsi mesi dai Parlamentari Riccardo Magi (+Europa) e Caterina Licatini (M5S), a favore della coltivazione, con quella contraria di Riccardo Molinari (Lega). 

La proposta Perantoni introdurrebbe la possibilità di coltivare fino a 4 piantine di cannabis, inserirebbe la fattispecie di lieve entità per i casi meno gravi, toglierebbe la sanzione amministrativa (nessun ritiro della patente per i consumatori) e, nel caso sia una persona tossicodipendente a commettere il reato di produzione o spaccio, non punirebbe la condotta con il carcere ma con lavori socialmente utili. Inoltre, la proposta aumenterebbe le pene in alcuni casi come l’associazione a delinquere, lo spaccio nei confronti di minorenni e nei casi in cui il reato sia commesso da un ente autorizzato a coltivare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, barbablu16 ha scritto:

ma  dove  sarebbe  la  direzione  opposta  ? 

 

12 ore fa, barbablu16 ha scritto:

La proposta Perantoni introdurrebbe la possibilità di coltivare fino a 4 piantine di cannabis, inserirebbe la fattispecie di lieve entità per i casi meno gravi, toglierebbe la sanzione amministrativa (nessun ritiro della patente per i consumatori) e, nel caso sia una persona tossicodipendente a commettere il reato di produzione o spaccio, non punirebbe la condotta con il carcere ma con lavori socialmente utili. Inoltre, la proposta aumenterebbe le pene in alcuni casi come l’associazione a delinquere, lo spaccio nei confronti di minorenni e nei casi in cui il reato sia commesso da un ente autorizzato a coltivare

nel momento in cui si dice che bisogna convincere i giovani a non drogarsi  si esce con questa proposta.... è una proposta che si commenta da sola.....  va nella scia del permissivismo frutto del 68... ancora duro a morire...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 28/7/2022 in 18:40 , ildi_vino ha scritto:

Anzi no. Proibizionismo anche su quello. In pratica, RIAPRIAMO I CASINI. 

come dire ....si prepara un occasione futura in caso andasse male.....aahhh...questa meloni....xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Padre etrusco, in America sono molto meno permissivi di noi e la droga è vietata. 

Domanda: come mai in America continuano a drogarsi e a finire in galera? Perché parlano inglese? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 1/8/2022 in 07:58 , etrusco1900 ha scritto:

 

nel momento in cui si dice che bisogna convincere i giovani a non drogarsi  si esce con questa proposta.... è una proposta che si commenta da sola.....  va nella scia del permissivismo frutto del 68... ancora duro a morire...

ancora  non  mi ha  detto  dove  sarebbe   questo  incentivo... solo supposizioni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963