sindaco..ma citta' non è sicurA; NO NON ME NE SONO ACCoRTO...

Sembra impossibile dover tornare a dire che è intollerabile vedere ridotta la Stazione Centrale di Milano a un ghetto urbano, teatro di quotidiane violenze e regolamenti di conti. Una terra di nessuno, anzi di qualcuno visto che ad averne preso possesso sono bande di spacciatori, piccoli criminali che ne hanno fatto la loro frontiera, clochard, alcolizzati, tossicodipendenti, rapinatori e le rom ormai note borseggiatrici seriali sicure dell'impunità perché incinte. Un'umanità disperata che bivacca notte e giorno, regola i conti con la violenza del delinquente o della disperazione e di certo incute paura in chi usa la stazione per prendere un treno.  il video dell'aggressione fa paura perché testimonia una violenza e una ferocia che troppo spesso cerchiamo di rimuovere, salvo poi incontrarle nei luoghi di più normale uso quotidiano. Quei calci alla testa sferrati da un colosso di colore a un ragazzo già a terra sono la testimonianza della disumanità a cui può giungere chi vive in un luogo lasciato a quel degrado sociale che diventa anche morale. Con l'aggravante di un orrore avvenuto in pieno giorno e a pochi passi da un presidio fisso delle forze dell'ordine che evidentemente non sono più un deterrente per chi è ormai indifferente alle regole della civile convivenza e alle leggi dello Stato. E parliamo di Milano, di quella che raccontiamo essere la più europea delle città d'Italia, il nostro biglietto da visita nel mondo del turismo e soprattutto degli affari.

Altro sangue nella Milano di Sala

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

Strano però, il kapitone non aveva risolto il problema una volta per tutte? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963