"Quei ragazzi sono sinceri?"

Solo un mio punto di vista che niente vuole mettere o togliere alle convinzioni personali di ognuno, ma a me non mi convincono, perchè il mio Aldilà non ha un corpo, non c'era nessun portone di legno e non si va con i jeans e con le scarpe da ginnastica ai piedi, ed inoltre non vi è alcun posto dove tutti camminano in fila e sono vestiti grigi, un colore oltremodo squallido per essere un Paradiso... e poi ancora vestiti, se non hai più un corpo cosa devi coprire?

Ero Energia infinita invisibile, capivo robe inaudite senza sforzarmi le meningi, eppure non ho una intelligenza esagerata, leggi nella mente di chi ti stà vicino al corpo inerme e tu sei ovunque ti garba di essere e sei Tutto e Niente, anche un filo di erba, sei l'acqua, sei il mare, i pianeti, l'universo intero e sei così felice che non ti serve più niente, tanto che alcuni come me che hanno fatto una esperienza di NDE non desiderano più ritornare nel loro corpo di carne ed ossa ed aspettano un pochettino prima di rientrare, anche perchè in tal modo si calmierizza un pochettino il dolore atroce che hai provato e quindi la mente resta meno scioccata nel rietrare.

Ora tu vorresti sapere da me cosa hanno vissuto questi ragazzini tutti insieme? E se fosse vero o falso ciò che hanno raccontato da piccoli? Non ne ho la più pallida idea, ovvero una mezza idea ci sarebbe, ma chi si mette contro tutto questo ben di dio?

Gli appunti segreti di padre Amorth su Medjugorie: «quei veggenti sono sinceri»

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/vaticano/medjugorie_padre_amorth_esorcista_libro_appunti_memoriale_veggenti_madonna-3560871.html

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

13 messaggi in questa discussione

7 ore fa, frattalis ha scritto:

Gli appunti segreti di padre Amorth su Medjugorie: «quei veggenti sono sinceri»

Vedi nei vangeli c'è scritto che gli apostoli erano "curiosi" volevano conoscere il futuro, sapere quando sarebbe risorto il regno di Israele e Gesù non volle dirglielo, però li mise in guardia dicendo che sarebbero sorti falsi messia e falsi profeti e che queste persone  avrebbero fatto anche dei miracoli; se esistono falsi profeti è ovvio che esistono anche false apparizioni, questo non vuol dire che tutte le apparizioni siano false come non vuol dire che tutte le apparizioni sono vere, occorre discernimento e occorre attendere; nel caso di Medjugorje visto che ci sono in ballo 10 segreti basta vedere se e quando si realizzeranno,  occorre pazienza e occorre non avere fretta.

Per quanto riguarda la tua esperienza  penso che tu ti sia fermata all'ingresso del tunnel, hai visto molte cose ma non hai visto tutto, la tua visione era comunque una visione terrena, noi vediamo le cose, non vediamo attraverso le cose, guardiamo da un punto di osservazione a meno che non giriamo il capo vediamo solo in una sola direzione,  usiamo il termine vedere anziché il temine conoscere, siamo vincolati dalle 4 dimensioni 3 spaziali alto largo basso una temporale e non immaginiamo un mondo dove queste dimensioni non esistono,    dove non c'è un prima e non c'è un  un dopo ;   l'esperienza che hai vissuto è senza dubbio interessante ma non è completa, quando dici che non hai visto angeli o esseri simili mi fai pensare all'astronomo Russo  Jurij Gagarini  (primo uomo nello spazio)  che dopo un breve volo orbitale disse: sono stato in cielo, ma non ho visto Dio... evidentemente ci sono molte cose che non conosciamo ma che magari presumiamo di sapere cose delle quali diamo una interpretazione personale,  questo sia in campo religioso che umano..

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Da Etrusco: Per quanto riguarda la tua esperienza  penso che tu ti sia fermata all'ingresso del tunnel,

Per mia scelta, fuori dal corpo siamo Liberi, il mio Aldilà non passerà per il Tunnel, perchè noi non siamo nati da quel tunnel ma dal nostro Principio comune.

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

18 minuti fa, frattalis ha scritto:

il mio Aldilà non passerà per il Tunnel,

Io ho usato la parola tunnel in modo simbolico, intendevo dire che di quello che esiste dopo la morte tu hai visto solo l'inizio, non ci sei entrata veramente dentro, altrimenti non saresti potuta tornare indietro, avevi iniziato il viaggio verso la morte, ma evidentemente eri ancora viva;

quando Gesù resuscitò Lazzaro tutti gli amici erano curiosi di sapere dal resuscitato Lazzaro cosa aveva visto,  ma Lazzaro non ricordava assolutamente niente, le nostre memorie terrene sono depositate in un organo fisico (il cervello)  che funziona con interazioni biochimiche , quando il cervello è fermo non può memorizzare niente; mentre il cervello si sta fermando possono avvenire reazioni biochimiche con scariche di endorfine che possono dare sensazioni di pace e di benessere simili a quelle di certe droghe sintetiche, ma queste cose non hanno niente a che vedere con l'aldilà;    poi c'è la memoria dell'anima  ma di quello che è memorizzato li non è accessibile alla nostra memoria fisica e potremmo vederlo solo dopo la morte (quella vera dalla quale nessuno tranne Lazzaro e pochi altri sono tornati indietro)

Modificato da etrusco1900

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Invece sono Ritornata al mio Principio e mi sono Vista, rimanendo collegata al Filo con il mio corpo per non farlo morire e la mia storia da cui provengo e da cui sono discesa nella materia ha niente a che vedere con qualsiasi "signore" degli eserciti e suoi presunti figli, ma ciò non toglie che in tanti vi avranno a che fare dopo morti? Chissà...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, frattalis ha scritto:

signore" degli eserciti

Vedi il termine signore degli eserciti è un attributo che viene dato al creatore per cercare di sintetizzare in poche parole la sua grandezza; c'è stato un tempo in cui nella loro ignoranza gli uomini credevano di essere al centro dell'universo con tutto l'universo che girava loro intorno; era un ingenuo atto di superbia da parte questi uomini e donne si credevano grandi; oggi noi sappiamo che la terra è un minuscolo pianeta che ruota attorno a una stella che assieme a milioni di altre stelle fa parte della nostra galassia, sappiamo che la nostra galassia non è unica e che esistono duemila miliardi di galassie, è evidente la nostra piccolezza nei confronti di tutto ciò che esiste ed è evidente la grandezza del creatore che ha fatto tutto questo.

Vedi esistono uomini che si autodefiniscono atei secondo i quali le cose si sono fatte da sole , vedi noi tutti usiamo il computer, sappiamo cos'è un programma, sappiamo che lo scrivono gli ingegneri e sappiamo che lasciando un computer acceso anche per mille anni (se fosse possibile) mai si potrebbe comporre da solo un programma funzionante, sappiamo che in tutte le cellule di tutti gli esseri viventi c'è un programma il DNA dove è scritto tutto, dal colore degli occhi alle interazione delle varie ghiandole fra di loro... può un programma simile essersi assemblato da solo?  sarebbe come prendere dei dadi, scrivere sui lati lettere dell'alfabeto, lanciare i dadi e pensare che da solo si formi un romanzo di 1000 pagine che narra una storia emozionante....è evidente che c'è un progettista, un ingegnere, un creatore, chiamalo come ti pare... il termine signore degli eserciti è solo uno dei mille modi per definire colui che  ha fatto l'universo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Il tuo problema stà nel fatto che non puoi distaccarti dal tuo libro, come del resto tutti quelli che credono ciecamente nella propria religione con un libro a versetti e tutti gli altri, comprese le altre religioni e chi fa una esperienza che non rientra nel libro è considerato demoniaco, o in mala fede o è un perfetto i-diota.

La Coscienza non ha bisogno dell'approvazione di chichessia, soprattutto di chi non ha fatto una eperienza di NDE e non sa cosa significa sentirsi Tutto e Niente, stiamo solo perdendo un poco di tempo dopo pranzo in attesa che giunga mio marito dal lavoro, pertanto stai tranquillo e viviviti serenamente il tuo credo, poi dopo morto decidi cosa fare.

 

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Vuoi sapere la differenza di chi vive di un libro a versetti e di chi è Coscienza?

Un uomo si getta da un dirupo e finisce nell'acqua gelida

1) L'uomo che vive di versetti si getta senza pensarci su perchè il suo libro lo obbliga, malgrado sappia che tale azione sarà inutile per quell'uomo ed anche lui morirà, ma lo farà comunque perchè si aspetta il Premio dopo morto, oppure non si getta ma resterà per tutto il resto della sua vita con il senso di colpa perchè si è comportato da vigliacco.

2) L'uomo che ha coscienza si interroga prima per sapere cosa fare e se la sua coscienza malgrado l'evidenza, che darebbe entrambi per morti gli dice di tuffarsi per salvarlo, lui lo farà e riuscirà anche a salvare quell'uomo e perfino la sua vita, ma se la sua Coscienza gli dice non possiamo farcela lui non si tuffa e non sentirà alcun senso di colpa per la morte di quella persona, primo perchè non l'ha cagionata lui, quell'uomo si è buttato di sua volontà e per secondo non avrà mai il senso di colpa o si sentirà un vigliacco perchè tra i due mali ha scelto il migliore per quella situazione, almeno ha salvato la sua vita.

L'uomo che vive di versetti ha paura del giudizio degli altri che possono pensare sia stato un vigliacco, l'uomo di coscienza no, perchè salvaguardare la propria vita sa che è primario qualunque situazione dovesse affrontare.

 

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, frattalis ha scritto:

L'uomo che vive di versetti ha paura del giudizio degli altri 

prima di tutto dovresti dire cosa intendi per l'uomo che vive di versetti,     non so a quale religione  tu ti riferisca,    forse intendi i versetti del corano?   non stai certamente parlando dei cristiani ; mai sentito dire: "non chi dice signore signore entrerà nel regno dei cieli ma chi fa la volontà del padre mio ?.." il cristianesimo vive di opere e non di parole, le parole senza le opere non valgono niente.... per quanto riguarda poi il giudizio degli altri..quello non conta niente, mai sentito dire: "la tua destra non sappia cosa fa la mano sinistra?... che vuol dire che quando fai il bene lo devi fare senza vantartene, magari in silenzio, senza che gli altri lo sappiano, senza preoccuparti di quello che gli altri possono dire o pensare di te...poi gli altri si possono aiutare in mille modi via via che la vita ce ne da la possibilità e l'opportunità, non sempre è necessario tuffarsi in acqua per salvare chi sta affogando, le occasioni di aiutare concretamente il prossimo sono migliaia  talvolta sono azioni eroiche, altre volte sono semplici azioni di solidarietà del vivere quotidiano giorno dopo giorno...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

L'uomo dei versetti parla in versetti e vive di versetti e se gli togli i versetti va in panico perchè non sa chi è, sono i versetti che gli danno un significato, uno scopo ed una ragione per vivere e per morire. Anche chi vive di apparizioni, aspetta che gli riappaiono, non sa stare più senza, ne ha bisogno altrimenti la sua vita non avrebbe più uno scopo.

La Coscienza non ha bisogno di versetti per decidere di volta in volta quali azioni saranno le decisive per il mio futuro, perchè la Coscienza E' quando agisce, e si assume le Responsabilità di proprio, e scrive di proprio e fa esperienza di proprio prima di dire nell'Aldilà cosa vi sia, ma potrebbe essere che il mio Aldilà come quello di tanti altri me stessi sia diverso da quello dell'uomo a versetti, in questo universo ogni farfalla ha un colore e mille sfumature ed anche un Destino, e si lascia la Libertà a tutte.

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, frattalis ha scritto:

Anche chi vive di apparizioni, aspetta che gli riappaiono, non sa stare più senza, ne ha bisogno altrimenti la sua vita non avrebbe più uno scopo.

Non so a chi e a quali apparizioni tu ti riferisca,  il cristianesimo certamente non vive di apparizioni, un cristiano può benissimo non credere a Lourdes, a Fatima o la Salette ed essere un buon cristiano perché le apparizioni non sono un dogma di fede e il cristianesimo si basa su ben altro; poi ci sono anche altre religioni,   ci sono i figli dei fiori,     c'è la New Age,     ci sono le varie religioni orientali,    ce la meditazione yoga,   ci sono mille surrogati di religione,   poi ci sono gli atei, anche quella è una forma di fede, fede nel nulla ma pur sempre una fede,     poi c'è chi pensa di decidere e stabilire lui cos'è il bene e cos'è il male, anche questa è  una conseguenza della libertà e del libero arbitrio che i Creatore ha dato all'uomo .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

poi c'è chi pensa di decidere e stabilire lui cos'è il bene e cos'è il male, anche questa è  una conseguenza della libertà e del libero arbitrio che i Creatore ha dato all'uomo .

E come esiste qui nei nostri corpi esiste anche nel nostro Aldilà, siamo nati Liberi e Nudi di vanaglorie, la Coscienza non seduce chi crede in una religione,  nè la puoi sedurre ad inginocchiarsi ad entità mediane o superuomini che non sanno neanche cosa sia essere, viversi, sentirsi Tutto e Niente e fanno adorare le statue, è come chiedere ad un uomo cosa si prova essere incinte e partorire.

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, frattalis ha scritto:

E come esiste qui nei nostri corpi esiste anche nel nostro Aldilà

C'è un piccolo particolare, noi attualmente siamo nel tempo, un tempo che è relativo, ce lo dice la scienza, è in funzione della velocità della luce, può rallentare accelerare, fermarsi, noi attualmente abbiamo un prima, un adesso, un dopo, possiamo fare scelte, tornare sulle nostre scelte modificandole, possiamo interagire con il presente, non possiamo modificare il passato, non siamo padroni del futuro, il tempo ce lo dice la scienza è in funzione della materia, infatti si usa il termine spazio tempo, dove non c'è la materia non c'è il tempo, se credi in un  aldilà dove non esiste la materia allora devi credere in un aldilà dove non esiste il tempo e dove non è più possibile tornare sulle nostre scelte e modificarle, è come quando scatti una fotografia, immortali un momento e quell'immagine rimane così com'è  in eterno,  non puoi più sceglierenon puoi più modificare le scelte  in questa terra puoi anche modificare le foto, ma dove non c'è il tempo il " foto ritocco " che consente di modificare le cose non esiste  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Nel mio Stato di Essere Tutto e Niente io sono e contengo tutto lo spazio, tutto il tempo e tutte le energie esistenti, tutte le possibilità, andare avanti ed indietro nel tempo e nello spazio e andare in alto ed in basso, tutte le forme geometriche, tutti i colori e tutte le vibrazioni musicali e sono pienamente me stessa, perfetta nel mio essere, sono maschio, femmina e neutro, tanto che non mi serve più niente, sono appagata compeltamente, sono un mare di Quiete cosciente, un solo Essere con tutti gli altri che attualmente sono nei corpi umani che non desiderano ancora la separazione dagli altri anche nell'altro mondo per farsi riconoscere, per differenziarsi perchè si sentono degli "eletti", per ricevere vaneglorie, per litigare, per cercare le proprie famiglie terrene: a me nessuno mi ha eletto e non valgo sei soldi delle vecchie lire. B|

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora