Privilegi e bugie

In un paese dove si tollerano e si perpetuano i piccoli privilegi si finisce per tollerare e perpetuare anche quelli grandi (vedasi le "eterne" concessioni televisive di Berlusconi). E in quel paese le disuguaglianze sono destinate a crescere. Perfino più penose e più gravi dei privilegi sono le bugie che i politicanti si inventano per giustificarli. Poi si finisce per tollerare anche le bugie più colossali (Enrico stai sereno; se perdo il referendum lascio la politica).

Questa storia fiorentina è davvero penosa:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/20/firenze-pass-per-parcheggiare-ovunque-ad-agnese-renzi-nardella-richiesta-della-prefettura-che-smentisce-non-ci-risulta/4174762/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

6 ore fa, fosforo31 ha scritto:

In un paese dove si tollerano e si perpetuano i piccoli privilegi si finisce per tollerare e perpetuare anche quelli grandi (vedasi le "eterne" concessioni televisive di Berlusconi). E in quel paese le disuguaglianze sono destinate a crescere. Perfino più penose e più gravi dei privilegi sono le bugie che i politicanti si inventano per giustificarli. Poi si finisce per tollerare anche le bugie più colossali (Enrico stai sereno; se perdo il referendum lascio la politica).

Questa storia fiorentina è davvero penosa:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/02/20/firenze-pass-per-parcheggiare-ovunque-ad-agnese-renzi-nardella-richiesta-della-prefettura-che-smentisce-non-ci-risulta/4174762/

Buongiorno a tutti i forumisti . Intanto una precisazione colorita : una persona normodotata, cosa può pensare di un individuo ( Il Cazzaro Fosforo, nda) che , nel pieno della notte (oltre le 2.00), probabilmente colto da un attacco di rancore e di livore contro Renzi, sente il bisogno e la necessità di scrivere un post del genere ?? Probabilmente pensate la stessa cosa che penso io, ma , invito tutti , ad un pensiero di umanità e di profonda solidarietà verso i familiari del Cazzaro che hanno l’improbo compito di controllare lo stato psicofisico del Bufalaro Partenopeo. Detto ciò , essendo mia abitudine entrare comunque nel merito della notizia , mi tocca , per l’ennesima volta , mazzolare il malcapitato Cazzaro Fosforo . La notizia/denuncia e’ del consigliere Fiorentino Francesco Donzelli , ora Fratelli d’Italia , con un passato di F.I. e Lega Nord Toscana . E’ un personaggio che soffre della stessa patologia del Cazzaro querelato per 7 volte da Renzi e , per 7 volte , condannato da un giudice a rifondere le spese di giudizio e le spese da rifondare a Renzi per le calunnie e le ingiurie allo stesso indirizzate.  Andiamo avanti e concentriamoci sull’argomento . Se il Cazzaro non fosse uno squallido personaggio sempre alla ricerca di ogni qualsivoglia appiglio pur di denigrare Renzi , saprebbe che in quasi tutte le città italiane , chi ricopre la carica di Sindaco di quella città od una carica altamente istituzionale , gode non tanto di un privilegio , bensì di una consuetudine provvista di ogni crisma funzionale e di sicurezza . Ergo : Un Sindaco ed un Presudente del Consiglio hanno un permesso rilasciato dalla Prefettura che consente loro, per solo una vettura , di parcheggiare gratuitamente negli appositi stalli e di entrare nelle zone ZTL senza incorrere in sanzioni . Adesso qualcuno mi dirà che Renzi non e’ ne’ Sindaco ne’ Presidente del Consiglio e quindi non ha diritto a quel “privilegio “. Ahi ahi ahi ...!! C’è una norma che dice testualmente che ex Sindaci ed ex Cariche Istituzionali che hanno la residenza nei centri storici cittadini , mantengono questi diritto ( che il Cazzaro definisce privilegio , nda) per 3 anni dopo aver cessato la carica . Preciso che Renzi , pur avendone diritto, ha rinunciato alla scorta di primo livello come la legge li consentirebbe avere ed usufruisce ( perché obbligato) a quella di terzo livello ( un autista ed un’altra persona. Detto questo , andiamo tutti a pregare per il fratello Fosforo . Oremus ...!! 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sono allibito. Mi aspettavo, anche in considerazione del clima elettorale, che la signora Renzi, con uno scatto di dignità, rinunciasse al privilegio che le è stato concesso. E non si capisce ancora su iniziativa di chi, visto il penoso scaricabarile tra comune di Firenze e prefettura. E invece niente, la signora si tiene ben stretto il suo privilegio. Ovvero il comodo contrassegno rilasciato "su indicazione della segreteria del sindaco (il fedelissimo Nardella, l'unico napoletano non costantemente prono ai potenti, secondo il razzista fasciopidino mark52252, nda) per funzione istituzionale-sicurezza, valido per transito corsie e aree pedonali, sosta spazi residenti Ztl - Zcs e blu promiscui", come si legge nel documento dell'ente comunale che lo ha rilasciato. Insomma un permesso per andare e parcheggiare dappertutto e gratis. Per esempio, immagino che in una città come Firenze, in molte zone di interesse artistico e turistico sia consentito parcheggiare, e in piazzole ben delimitate, ai soli residenti. Ma può farlo anche la signora Renzi, e gratis. L'auto è intestata alla signora (strano che un ex premier non abbia i soldi per comprarsi un'auto: è in difficoltà economiche o c'è qualche altra motivazione per questa sua austerità?) la quale non ha mai ricoperto cariche istituzionali. Ma anche ammesso, e non concesso, che simili privilegi di natura istituzionale possano estendersi ai familiari, resta da capire quale stringente motivo istituzionale e/o di sicurezza esoneri la signora Renzi dal pagare il parchimetro, obbligo imposto ai comuni mortali.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Che  dire   Renzi  non  mi  è mai  piaciuto  e  se  possibile   come  ho fatto  alcune  volte  ma  in tempi  non  sospetti,  ma  poi  visto  che   ci pensa  anche  troppo  la  parte  avversa  a  metterlo  in  berlina   anche    con  bufale  come    quella  qui  sopra  mi devo  ricredere   se   su  alcune   cose  non  sarò  mai  d'accordo  con  lui  su  altre    come  questa  devo  far  altro   che  postare  questo... si è  meschini  quando  si  va  sul personale e  peggio  sui famigliari...

Renzi ti attaccano tutti i corrotti, perché sei troppo onesto, e cercano anche nei tuoi familiari per accusarti di qualcosa.

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio all'aperto
Matteo Renzi

Guardate questa foto. E domandatevi fino a che punto può arrivare la malafede.
Alcuni politici del centrodestra, anziché fare il lavoro per il quale sono pagati, hanno pedinato per giorni mia moglie. E poi hanno scattato la foto di Agnese che, tornando da scuola, sta entrando nel Lungarno Diaz, accanto agli Uffizi. Alcuni giornali e molti siti oggi ci sono saltati sopra. E scrivono: Vedete, la Casta? La moglie di Renzi passa dalle corsie preferenziali.
Chiunque conosca Firenze sa che - durante i lavori di questi mesi - quella strada è l’unico passaggio per poter tornare a casa, in via Guicciardini.
Un passaggio obbligato. Chi è residente o comunque ha il parcheggio in centro deve attraversare quella come unica strada per arrivare in Oltrarno. Deve passare di lì. A meno di non scegliere l’elicottero, ma in Piazza Pitti si atterra male.
Perché tanta malafede, perché tanto odio?
Gli stessi scrivono che la famiglia Renzi parcheggi gratis a Firenze.
Per stare a Firenze noi abbiamo affittato (come molti che stanno in centro) un posto auto in un garage. Pagando come tutti.
I giornali e i siti che hanno scritto il contrario potranno devolvere il risarcimento danni all’Ospedale Pediatrico di Firenze, il Meyer.
Io sono abituato al fango che mi gettano addosso: il presunto business dei sacchetti biodegradabili; i Rolex regalati dagli arabi (che sono ancora lì a Palazzo Chigi, intonsi); la Lamborghini a Ibiza; le prove false della Consip (su cui tutti stanno zitti, ultimamente, chissà perché); l’aereo di stato.
Ma perché mettere nel mezzo ancora la mia famiglia? Forse perché sui contenuti non riescono a tirare fuori un’idea?
I loro leader nazionali scappano dal confronto TV e allora mandano gli scagnozzi locali a passare le mattinate pedinando mia moglie?
Quando vorranno parlare di cosa fare dell’Italia, ci troveranno pronti.
Sul lavoro, sul fisco, sulle infrastrutture, sulla cultura, sui figli noi abbiamo delle idee per andare avanti.
Perché noi facciamo politica per rendere più forte l’Italia, non per pedinare gli avversari politici con la macchina fotografica.
Avanti

Modificato da pm610
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Ohibò, l'autodifesa del pinocchio! Patetica e sballata come sempre. A parte il fatto che quando scrive uno che ha mentito ripetutamente alla Nazione, al Parlamento e al Popolo sovrano, c'è da dubitare perfino delle virgole e dei punti e virgola, il pinocchio:

1) Non spiega chi ha dato e perché quel permesso all'auto non sua ma di sua moglie. La SAS dice che l'ha rilasciato su indicazione della segreteria del sindaco, questi dice che l'indicazione è venuta dalla prefettura, ma questa nega. Ergo: uno dei due, tra Nardella e la prefettura, MENTE. Personalmente credo molto di più alla prefettura. 

2) Non spiega perché quel permesso è valido per tutte le strade e tutti i parcheggi di Firenze, e non solo per quelle che, a causa di lavori straordinari, sono al momento "passaggio obbligato". Una scusa davvero patetica, da venditore di tappeti.

3) Non spiega perché la signora Renzi è esentata dal pagare i parcheggi. Qui non si parla del "posto auto" affittato dai Renzi in un garage. Di quello non ce ne può fregardimeno. Qui si parla di tutte le aree pubbliche di parcheggio a pagamento nel comune di Firenze. Chiaro, signor Tappetaro? 

4) Non spiega perché gli altri non dovrebbero ficcare il naso nel suo privato, che poi privato non è dato che quel permesso è un privilegio rilasciato da un ente pubblico, quando lui stesso ha pesantemente alluso a una ipotetica vicenda privata, quella del capitano De Falco, candidato per i 5 Stelle,  che avrebbe picchiato la moglie (cosa di cui non c'è nessuna prova né denuncia). 

5) Non spiega perché gli altri dovrebbero parlare di cose serie e confrontarsi con lui su "cosa fare dell'Italia", mentre lui perde tempo e non perde occasione per criticare i parlamentari che invece di regalare 24 milioni dei loro stipendi alle imprese ne hanno regalati solo 23 milioni. E mentre  stranamente lui non accenna, MAI, neppure per sbaglio, al passato delinquenziale di un altro suo "avversario", il noto pregiudicato e "delinquente naturale" Berlusconi.

Signor Renzi, ma lei davvero crede che gli italiani abbiano l'anello al naso o che siano tutti ex cli.enti di Wanna Marchi?

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo31 ha scritto:

Ohibò, l'autodifesa del pinocchio! Patetica e sballata come sempre. A parte il fatto che quando scrive uno che ha mentito ripetutamente alla Nazione, al Parlamento e al Popolo sovrano, c'è da dubitare perfino delle virgole e dei punti e virgola, il pinocchio:

1) Non spiega chi ha dato e perché quel permesso all'auto non sua ma di sua moglie. La SAS dice che l'ha rilasciato su indicazione della segreteria del sindaco, questi dice che l'indicazione è venuta dalla prefettura, ma questa nega. Ergo: uno dei due, tra Nardella e la prefettura, MENTE. Personalmente credo molto di più alla prefettura. 

2) Non spiega perché quel permesso è valido per tutte le strade e tutti i parcheggi di Firenze, e non solo per quelle che, a causa di lavori straordinari, sono al momento "passaggio obbligato". Una scusa davvero patetica, da venditore di tappeti.

3) Non spiega perché la signora Renzi è esentata dal pagare i parcheggi. Qui non si parla del "posto auto" affittato dai Renzi in un garage. Di quello non ce ne può fregardimeno. Qui si parla di tutte le aree pubbliche di parcheggio a pagamento nel comune di Firenze. Chiaro, signor Tappetaro? 

4) Non spiega perché gli altri non dovrebbero ficcare il naso nel suo privato, che poi privato non è dato che quel permesso è un privilegio rilasciato da un ente pubblico, quando lui stesso ha pesantemente alluso a una ipotetica vicenda privata, quella del capitano De Falco, candidato per i 5 Stelle,  che avrebbe picchiato la moglie (cosa di cui non c'è nessuna prova né denuncia). 

5) Non spiega perché gli altri dovrebbero parlare di cose serie e confrontarsi con lui su "cosa fare dell'Italia", mentre lui perde tempo e non perde occasione per criticare i parlamentari che invece di regalare 24 milioni dei loro stipendi alle imprese ne hanno regalati solo 23 milioni. E mentre  stranamente lui non accenna, MAI, neppure per sbaglio, al passato delinquenziale di un altro suo "avversario", il noto pregiudicato e "delinquente naturale" Berlusconi.

Signor Renzi, ma lei davvero crede che gli italiani abbiano l'anello al naso o che siano tutti ex cli.enti di Wanna Marchi?

Te l’ho spiegato io , Cazzaro !! Ed ora te lo spiego nuovamente, doppio Cazzaro : 

 
Buongiorno a tutti i forumisti . Intanto una precisazione colorita : una persona normodotata, cosa può pensare di un individuo ( Il Cazzaro Fosforo, nda) che , nel pieno della notte (oltre le 2.00), probabilmente colto da un attacco di rancore e di livore contro Renzi, sente il bisogno e la necessità di scrivere un post del genere ?? Probabilmente pensate la stessa cosa che penso io, ma , invito tutti , ad un pensiero di umanità e di profonda solidarietà verso i familiari del Cazzaro che hanno l’improbo compito di controllare lo stato psicofisico del Bufalaro Partenopeo. Detto ciò , essendo mia abitudine entrare comunque nel merito della notizia , mi tocca , per l’ennesima volta , mazzolare il malcapitato Cazzaro Fosforo . La notizia/denuncia e’ del consigliere Fiorentino Francesco Donzelli , ora Fratelli d’Italia , con un passato di F.I. e Lega Nord Toscana . E’ un personaggio che soffre della stessa patologia del Cazzaro querelato per 7 volte da Renzi e , per 7 volte , condannato da un giudice a rifondere le spese di giudizio e le spese da rifondare a Renzi per le calunnie e le ingiurie allo stesso indirizzate.  Andiamo avanti e concentriamoci sull’argomento . Se il Cazzaro non fosse uno squallido personaggio sempre alla ricerca di ogni qualsivoglia appiglio pur di denigrare Renzi , saprebbe che in quasi tutte le città italiane , chi ricopre la carica di Sindaco di quella città od una carica altamente istituzionale , gode non tanto di un privilegio , bensì di una consuetudine provvista di ogni crisma funzionale e di sicurezza . Ergo : Un Sindaco ed un Presudente del Consiglio hanno un permesso rilasciato dalla Prefettura che consente loro, per solo una vettura , di parcheggiare gratuitamente negli appositi stalli e di entrare nelle zone ZTL senza incorrere in sanzioni . Adesso qualcuno mi dirà che Renzi non e’ ne’ Sindaco ne’ Presidente del Consiglio e quindi non ha diritto a quel “privilegio “. Ahi ahi ahi ...!! C’è una norma che dice testualmente che ex Sindaci ed ex Cariche Istituzionali che hanno la residenza nei centri storici cittadini , mantengono questi diritto ( che il Cazzaro definisce privilegio , nda) per 3 anni dopo aver cessato la carica . Preciso che Renzi , pur avendone diritto, ha rinunciato alla scorta di primo livello come la legge li consentirebbe avere ed usufruisce ( perché obbligato) a quella di terzo livello ( un autista ed un’altra persona. Detto questo , andiamo tutti a pregare per il fratello Fosforo . Oremus ...!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora