Gli strano caso dell'inspiegabile crisi da un partitocidio all'Italiana.

1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Leggendo i post di Lupogrigio - intendo quelli leggibili, cioè i pochi che non degenerano nel livore dell'attacco personale - mi sono fatto l'idea di una persona di una certa cultura, esperienza e proprietà di linguaggio. Insomma, non un allocco come lo scopiazzatore pisano. Purtroppo, anche i suoi scritti seri sono spesso gravemente inquinati dalla faziosità e dal pregiudizio. Ovviamente a tutto discapito della qualità. Il post citato è un chiaro esempio.

Lupogrigio riporta un dato sostanzialmente corretto, certamente interessante e che deve far riflettere, per quanto strano o addirittura paradossale. L'Olanda, o meglio i Paesi Bassi [di cui l'Olanda è una parte come l'Inghilterra lo è del Regno Unito: ci sono britannici che si offendono se li chiami "inglesi", e ci sono nederlandesi che si offendono se li chiami "olandesi"] sono in effetti il secondo esportatore mondiale di prodotti agricoli, dove però sono necessarie e doverose alcune precisazioni. Prima di tutto si parla di prodotti agricoli e loro derivati. Infatti, le classifiche che considerano la mera produzione agricola interna, ovvero i prodotti grezzi dell'agricoltura e dell'allevamento, es. i cereali e il latte, vedono l'Olanda fuori dai primi 10 esportatori, come ha correttamente precisato l'amico Ahaha, e probabilmente anche dai primi 20. Ovvio che un paese meno esteso di Lombardia e Piemonte messe insieme non può produrre e tanto meno esportare, in termini di prodotti grezzi, quello che producono ed esportano grandi paesi come Russia, Canada, Brasile, Argentina, Australia, etc. Dirò di più. I Paesi Bassi, al contrario di quanto ipotizza Lupogrigio, hanno più abitanti di Lombardia e Piemonte messe insieme, quindi sono un paese molto densamente popolato e con un elevato "deficit di suolo". Di conseguenza, benché l'agricoltura e l'allevamento siano condotte con metodi avanzatissimi ed esemplari, i Paesi Bassi sono una nazione con un forte deficit alimentare e sono un importatore netto di alimenti e mangimi grezzi. Il paradosso delle esportazioni si spiega con il fatto che i Paesi Bassi sono tuttora, come nei secoli passati, una grande potenza commerciale (un tempo erano anche un impero coloniale, conservano tuttora alcune colonie). Questo soprattutto grazie ai porti di Rotterdam (il più grande d'Europa) e di Amsterdam. Dove arrivano prodotti agricoli grezzi da tutto il mondo. Una parte di questi viene lavorata e successivamente esportata, ancora in tutto il mondo, ma soprattutto verso la Germania. È noto che le mucche olandesi sono tra le più produttive ma non credo proprio che riescano a fornire tutto il latte necessario per i formaggi olandesi che vengono esportati. È opportuno anche precisare che la classifica delle esportazioni è stilata in base al valore non in base alla quantità. Ed è noto che nel settore agricolo c'è quasi sempre un forte valore aggiunto tra il prodotto grezzo, specie se importato dai paesi del Terzo Mondo e pagato una miseria, e il prodotto lavorato finale. Nei porti olandesi arrivano grandi quantità di cacao, caffè grezzo, banane, etc., e partono grandi quantità di cioccolato, caffè tostato e macinato, succhi di frutta, etc. Eccezioni sono i prodotti agricoli di elevato pregio come i fiori, costosi già all'origine e di cui i Paesi Bassi sono il primo esportatore mondiale. Si spiega così come gli olandesi riescono a capovolgere a loro favore la bilancia commerciale agricola e alimentare nonostante il forte deficit nella produzione grezza. È chiaro che i Paesi Bassi, grande potenza commerciale marittima nonché quasi un paradiso fiscale, ci hanno guadagnato non poco dalla globalizzazione del mercato.

Orbene, Lupogrigio - invece di soffermarsi a riflettere sul dato corretto ma un po' paradossale che ha riportato, e di interpretarlo e giustificarlo con le opportune precisazioni, come ha fatto il sottoscritto, ovviamente con l'aiuto della Rete - si è limitato a usarlo per denigrare il popolo italiano e per attaccare in modo fazioso (e alquanto artificioso) un movimento politico. L'Olanda è il secondo esportatore mondiale di prodotti agricoli (e derivati), dunque gli italiani sono quasi tutti fannulloni e parassiti, e il M5s fa schifo. Tra le "deduzioni logiche geniali" queste due davvero mi mancavano. 

Ti ringrazio per l’apprezzamento che mi hai espresso nelle prime 3 righe del tuo commento. “I miei scritti gravemente inquinati” nei confronti di mister risata sono dovuti all’inutilità di tutti i suoi commenti espressi solo per generare polemiche. Da un po’ di tempo, poi, ha preso a fare riferimento a mia moglie con sottintesi, pur senza dire nulla apertamente. Ma gli ho detto che la cosa mi infastidisce (vorrei vedere te al mio posto) e visto che continua gli ho spiegato che è un cоrnսto in base a ciò che lui stesso ha scritto. Ma lasciamo da parte questo turbo dеmеnte al quale, peraltro, avevo proposto almeno un paio di volte di metterci una pietra sopra.

Anche io nei tuoi confronti ho detto più volte che hai una cultura molto elevata, anche se ho aggiunto che le tue conclusioni sono da quinta elementare. E questo perché ti lasci trasportare dall’ideologia o dall’odio che ti impedisce di riconoscere il merito come ti capita ad esempio con Renzi. Può legittimamente starti sulle pallе il personaggio, ma non puoi per questo negare le sue capacità. Ma qui ora non voglio parlare di Renzi, veniamo alla presente discussione. Purtroppo l’ideologia ti porta spesso ad epiloghi sconclusionati.
Anche in questo caso ti comporti come i bambini di terza elementare: tipo “la mia matita è più lunga della tua”. Che cаzzо vuoi che me ne importi se l’Olanda (o i Paesi Bassi) sono primi, secondi, terzi o quindicesimi. Non era questo il punto. E avresti dovuto capirlo, perché a differenza della risata da іdіota di cui sopra, hai la capacità di ragionale; è molto grave e affatto scusabile che rifiuti di farlo.

Il punto non era che io volevo denigrare il popolo italiano del quale peraltro faccio parte al 100%. Il punto era che non accetto di essere secondo all’Olanda o alla Gran Bretagna o a chiunque altro. Noi abbiamo la capacità, la possibilità e la fortuna di essere in grado di non essere sempre ultimi (a me già essere secondi è una cosa che mi sta stretta, ma potrei accettarla). Ma non abbiamo la volontà e questo per me non è scusabile. E’ vero o non è vero, come ho scritto, che “Noi Italiani siamo solo capaci di scaricarci le colpe (e i vaffa) addosso l’un l’altro”? Di questo e solo di questo mi dovevi parlare, l’Olanda non c’entra una cippa con il mio ragionamento. Perché è questa una delle ragioni che ci impedisce di progredire.

E poi c’è la conclusione finale: perché solo da noi nascono questi partiti da vоltastоmaco? Anche qui, lasciamo stare l’ideologia, a me basta e avanza il fatto che sono nati con i vаffаncսlo, e una persona intelligente come te che non capisce questo, per me è molto meno che scusabile ed è più che sufficiente, purtroppo, per equipararti al citato іdіota ridens. 

Abbandona questo atteggiamento e da me avrai solo ammirazione.
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

39 messaggi in questa discussione

2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

i Paesi Bassi sono una nazione con un forte deficit alimentare e sono un importatore netto di alimenti e mangimi grezzi

Verifichiamo questa affermazione del cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31.

I dati sono i seguenti

https://globaledge.msu.edu/countries/netherlands/tradestats

e si riferiscono al 2019.

Per ogni codice HS

https://www.allianceexperts.com/it/pit/hs-code/

le esportazioni nette olandesi di articoli alimentari (in USD$ , NdA) sono le seguenti:

(200) Meat 5.669.450.458

(300) Seafood 1.157.873.478

(400) Dairy products 4.944.469.628

(500) Animal products 131.604.531

(700) Vegetables 5.228.770.677

(800) Fruit & Nuts -416.684.544

(900) Coffee & Spices -373.892.309

(1000) Cereals -2.644.761.103

(1100) Milling Products 30.780.830

(1200) Oil Seeds -738.042.435

(1300) Gums & Resins -72.759.571

(1400) Vegetable Products -44.521.098

(1500) Fats & Oils -638.089.011

(1600) Prepared Meats 53.878.913

(1700) Sugar & Confectionery 660.097.652

(1800) Cocoa 528.921.040

(1900) Cereal, Flour & Starch 2.847.618.064

(2000) Preserved Fruits & Vegetables 2.708.045.879

(2100) Prepared Foods 2.385.676.050

(2200) Beverages 1.738.591.709

Complessivamente le esportazioni nette olandesi relative ad articoli alimentari sono pari a 23.157.028.838 USD$.

Cosa ha scritto il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31?

i Paesi Bassi sono una nazione con un forte deficit alimentare e sono un importatore netto di alimenti

Per quanto riguarda le esportazioni nette di mangimi i dati dicono che queste sono pari a 1.843.812.302 USD$.

Cosa ha scritto il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31?

i Paesi Bassi sono un importatore netto di mangimi grezzi

Come era prevedibile, il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 ha propagandato l'ennesima balla galattica di una ultradecennale carriera.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Urka..... La vecchia pellaccia pidocchiosa non vuole essere seconda a nessuno, però potrebbe anche accettarlo. 

Non si rende conto che è molto più indietro del secondo posto, nonostante si senta un intellettuale vincente. 

Dice che chiamare sua moglie santa donna è un sottinteso. 

Forse non gli piace essere considerato inferiore alla moglie, magari vorrebbe che chiamassi anche lui "santo uomo" perché lui non vuole essere secondo nemmeno rispetto alla moglie. 

Purtroppo, per lui, deve accettare di non essere intelligente come lei. 

La vecchia pellaccia sconclusionata ed insolente ha detto che sono cornuto e mia moglie una è "vacca" perché lo ho scritto io. Premesso che io non ho mai scritto, né pensato, che mia moglie è una "vacca", ma lo ha scritto lui, l'insolente vecchia pellaccia dimostra ulteriormente di essere una vera persona educata, forbita e di elevata cultura. 

Non solo: dimostra pure di essere uno stupido credulone, nonostante in più post io abbia scritto "sarà vero oppure no, così il contadino Veneto la racconto'. 

Lasciando perdere le ulteriori kagate, termina il post offendendo pure il sig. Fosforo che mai si è permesso di esprimere disprezzo nei suoi confronti. 

Nel dimostrare una signorilità così elevata, questa  vecchia pellaccia romana, è davvero il primo in assoluto. 

Ossequi a quella santa donna di sua moglie, che non solo la sopporta in silenzio, ma addirittura deve autoconvincersi di non avere un marito così ebete. 

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, mark222220 ha scritto:

Ecco che piano piano tra i due superebeti del forum iniziano le contorsioni , i distinguo. Da baldanzosi come erano sembrano due pulcini dimessi e dismessi. Sogni d’oro , idio ti !! 

La stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, come il suo solito non ha capito un kaxzo e starnazza alla luna. 

'mbecille! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ecco come nel web si legge di tutto e il contrario di tutto riguardo le esportazioni agricole dell'Olanda:

Fosforo riporta un link che cita 94,5 miliardi. 

La stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata si supera e cita un link che parla di  82,4 miliardi ma nel 2015. 

Io riporto un altro link dove viene riportato che tutta Europa esporta prodotti agroalimentari per  138 miliardi, il che vuol dire che se L'Olanda ne esporta circa 90, il resto d'Europa ne esporta solo 48.

Infine arriva il lucertolone che ci assicura che le esportazioni nette dell'Olanda ammontano a circa 25 miliardi. 

Non ci resta che attendere la sentenza definitiva della vecchia pellaccia rincitrullita. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Però una cosa come il licenziamento di Casalino da parte dei 5 stelle è una delle piccole soddisfazioni della vita

"Con la presente Le comunichiamo che il giorno 15 luglio 2022 il Suo contratto scade e non è più richiesta alcuna prestazione da parte Sua". Firmato:

@M5S_Camera

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

4 ore fa, ilsauro24ore ha scritto:

I dati sono i seguenti

https://globaledge.msu.edu/countries/netherlands/tradestats

e si riferiscono al 2019.

Per ogni codice HS

https://www.allianceexperts.com/it/pit/hs-code/

le esportazioni nette olandesi di articoli alimentari (in USD$ , NdA) sono le seguenti:

(200) Meat 5.669.450.458

(300) Seafood 1.157.873.478

(400) Dairy products 4.944.469.628

(500) Animal products 131.604.531

(700) Vegetables 5.228.770.677

(800) Fruit & Nuts -416.684.544

(900) Coffee & Spices -373.892.309

(1000) Cereals -2.644.761.103

(1100) Milling Products 30.780.830

(1200) Oil Seeds -738.042.435

(1300) Gums & Resins -72.759.571

(1400) Vegetable Products -44.521.098

(1500) Fats & Oils -638.089.011

(1600) Prepared Meats 53.878.913

(1700) Sugar & Confectionery 660.097.652

(1800) Cocoa 528.921.040

(1900) Cereal, Flour & Starch 2.847.618.064

(2000) Preserved Fruits & Vegetables 2.708.045.879

(2100) Prepared Foods 2.385.676.050

(2200) Beverages 1.738.591.709

Complessivamente le esportazioni nette olandesi relative ad articoli alimentari sono pari a 23.157.028.838 USD$.

Cosa ha scritto il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31?

i Paesi Bassi sono una nazione con un forte deficit alimentare e sono un importatore netto di alimenti

Per quanto riguarda le esportazioni nette di mangimi i dati dicono che queste sono pari a 1.843.812.302 USD$.

Cosa ha scritto il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31?

i Paesi Bassi sono un importatore netto di mangimi grezzi

 

Sei tu che non sai leggere Saurino, o non capisci quello che leggi. Io ho scritto, testuale, che "i Paesi Bassi sono una nazione con un forte deficit alimentare e sono un importatore netto di alimenti e mangimi grezzi". Dove l'aggettivo "grezzi", cioè non lavorati dopo il raccolto (o l'allevamento o la pesca), si riferisce chiaramente sia agli alimenti (umani) che ai mangimi (per animali). E non potrebbe essere diversamente. Un paese di 33.720 kmq e oltre 17 milioni di abitanti (dati Worldometer 2022) non può essere autosufficiente sotto il profilo alimentare. Con una densità di 508 abitanti per kmq, ovvero meno di 0,2 ettari per abitante, non è possibile, anche con l'agricoltura più intensiva e moderna del mondo, sfamare una popolazione non rigorosamente vegetariana, nemmeno nell'ipotesi (assurda) che il territorio nazionale fosse al 100% terreno agricolo. E gli olandesi non sono certo vegetariani. Sono gente ben nutrita, bene in carne, consumano molta carne (la cui produzione fa lievitare il consumo di suolo e di acqua) e soprattutto molto latte e formaggi. Pare che sia proprio questo il motivo per cui sono il popolo con la statura media più alta del mondo (184 cm per i maschi adulti). I dati riportati da Saurino nel goffo tentativo di smentire il sottoscritto indicano esportazioni nette positive, ma si riferiscono ai prodotti alimentari in genere, dunque inclusi i prodotti lavorati, e ai mangimi in genere, dunque anche a quelli lavorati. E la maggior parte dei mangimi commerciali sono lavorati, anche perché sono spesso miscugli di vari componenti di diversa natura e provenienza. Quali sono i componenti oggi più usati nei mangimi? Dovrei chiederlo all'esperto Ahaha, ma io azzardo: probabilmente la soia e il mais. Quanta soia si coltiva in Olanda? Pochissima perché ha un clima troppo freddo per questo legume. E quanto mais? Immagino anch'esso molto poco perché tra i dati che hai allegato si legge che nei cereali l'Olanda è in deficit di 2,6 miliardi, e il mais è un cereale. Inoltre, è chiaro che un paese non autosufficiente e, come ho scritto, in deficit di suolo impegnerà la maggior parte del suolo agricolo nazionale nelle coltivazioni dei cereali più specifici per l'alimentazione umana (es. il grano e il riso) e si affiderà alle importazioni per i mangimi grezzi. Ma in questo articolo che avevo già allegato

https://www.deheus.com/articles/news/the-netherlands-are-almost-the-worlds-largest-exporter-of-agricultural-products-how-did-that-happen

leggiamo (traduttore automatico, i grassetti sono miei):

Inoltre abbiamo adottato misure importanti per produrre cibo in modo più sostenibile. Se confrontiamo il benessere degli animali nei Paesi Bassi con altri paesi, ci sono differenze significative. Lo stesso vale per l'acquisto di materie prime. Nei Paesi Bassi tutte le aziende che trasformano la soia per produrre alimenti o mangimi utilizzano soia certificata e sostenibile. 

Dunque nei Paesi Bassi la soia è una materia prima che viene importata. Dopodiché viene lavorata per produrre mangimi e alimenti. E viene importata una materia prima relativamente costosa, cioè soia certificata e sostenibile. Possiamo facilmente immaginare che una cosa analoga avviene con il mais. In definitiva, e per evidenti ragioni di deficit di suolo in rapporto alla popolazione (ragioni evidenti a tutti, non a Saurino) i Paesi Bassi sono un importatore netto, e in forte deficit, sia di alimenti grezzi che di mangimi grezzi (cioè, per esempio, importano molto più grano, mais e soia di quello che coltivano sul loro territorio, e probabilmente ne esportano zero allo stato grezzo). Poi trasformano queste materie prime ed esportano buona parte dei prodotti finali realizzando con il valore aggiunto un notevole surplus commerciale nel settore alimentare. Esattamente come avevo scritto e come Saurino non ha capito. L'agricoltura olandese è molto efficiente, moderna e ammirevole, ma punti di forza ancora maggiori di quel paese sono il commercio e la trasformazione dei prodotti grezzi. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Urka..... La vecchia pellaccia pidocchiosa non vuole essere seconda a nessuno, però potrebbe anche accettarlo. 

Non si rende conto che è molto più indietro del secondo posto, nonostante si senta un intellettuale vincente. 

Dice che chiamare sua moglie santa donna è un sottinteso. 

Forse non gli piace essere considerato inferiore alla moglie, magari vorrebbe che chiamassi anche lui "santo uomo" perché lui non vuole essere secondo nemmeno rispetto alla moglie. 

Purtroppo, per lui, deve accettare di non essere intelligente come lei. 

La vecchia pellaccia sconclusionata ed insolente ha detto che sono cornuto e mia moglie una è "vacca" perché lo ho scritto io. Premesso che io non ho mai scritto, né pensato, che mia moglie è una "vacca", ma lo ha scritto lui, l'insolente vecchia pellaccia dimostra ulteriormente di essere una vera persona educata, forbita e di elevata cultura. 

Non solo: dimostra pure di essere uno stupido credulone, nonostante in più post io abbia scritto "sarà vero oppure no, così il contadino Veneto la racconto'. 

Lasciando perdere le ulteriori kagate, termina il post offendendo pure il sig. Fosforo che mai si è permesso di esprimere disprezzo nei suoi confronti. 

Nel dimostrare una signorilità così elevata, questa  vecchia pellaccia romana, è davvero il primo in assoluto. 

Ossequi a quella santa donna di sua moglie, che non solo la sopporta in silenzio, ma addirittura deve autoconvincersi di non avere un marito così ebete. 

 

 

 

 

Guarda іdіota, non sono io credulone, sei tu che sei costretto continuamente a mentire per coprire la tua situazione a dir poco critica. A causa di tale situazione sei qui con una media di circa 12 commenti al giorno per 10 ore giornaliere, indipendentemente che sia Natale, Capodanno, Pasqua o Ferragosto, probabilmente per guadagnare pochi spiccioli, forse 20-30 EuroCent a commento. Ok, non sono affari miei, questo lo hai già detto. Ma diventano affari miei se ogni volta che mi affaccio qui cerchi (inutilmente) di togliermi la libertà di frequentare questo sito come e quando voglio, attaccandomi a ogni commento, nonostante ti abbia chiesto di smetterla che io avrei fatto altrettanto.

A differenza di te, la mia vita è un libro aperto perché non ho necessità di nascondere niente essendo orgoglioso di tutte le cose che ho fatto nella mia vita.

Confermo che non amo essere secondo, anche se è solo un modo per dire che comunque voglio essere in partita e non accetto di essere sovrastato da altri e mi adopero perché non succeda. Vale come Paese e vale come individuo. Nella mia vita lavorativa ho fatto anche da docente (negli apparati elettronici con i quali ho lavorato per una vita) per una cinquantina di colleghi. Ho passato gli ultimi 10 anni facendo un lavoro che l’ho fatto diventare una vacanza. Un lavoro dove se sbagliavi una virgola erano guai grossi per chi veniva dopo, e di conseguenza anche per me. Eppure, scrivendo un software (scrivere software era il mio hobby, non il mio lavoro) molto complesso, evitavo di commettere errori, praticamente impossibili da eludere facendo certe cose manualmente. Questo per dire che le cose io non le predico soltanto, ma le metto in pratica. 

Tu invece cos’hai fatto nella vita? Zero. Puoi solo raccontare balle per coprire altre balle.
Sei un fallimento totale in qualunque aspetto della tua vita, ridotto a guadagnarti da vivere scrivendo іdіozie su un forum.

E non penso neanche che tu abbia mai avuto (non per un tua scelta) una donna, altrimenti non saresti così come sei: una nսllіtà.
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Con il nuovo post, vecchia pellaccia, dimostra ancora una volta di essere un buffone credulone. 

Torni presto.... leggere quello che scrive, è per me un immenso piacere e altrettanto lo è, darle ogni volta il ben venuto. 

Ossequi a quella santa donna di sua moglie. 

PS: per darci un esempio delle sue capacità, perché non ci riporta uno dei suoi numerosi software? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
51 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

 

PS: per darci un esempio delle sue capacità, perché non ci riporta uno dei suoi numerosi software? 

 

Sono disponibilissimo a farlo. Non lo posso certo pubblicare qui e nemmeno inviarlo a te che non saresti in grado neanche di capire da che parte si guarda. Penso a una persona terza, possibilmente imparziale. Ma non voglio alcun vantaggio perché nella mia vita sono stato abituato a guadagnarmi ogni cosa, anche le più insignificanti, senza contare che sono anche molto orgoglioso. Quindi ci vorrebbe una persona che abbia un minimo di cultura per capire di cosa stiamo parlando. Non andrebbe bene il pisano perché (forse) potrebbe essere sbilanciato contro di te; mi starebbe bene una persona che sia contro di me, a me andrebbe bene, anzi, credo sarebbe l’ideale, fosforo311. Ma sono disponibile a valutare qualunque altra proposta, purché non sia una persona a mio favore e che abbia una conoscenza di PC almeno sufficiente. Forse potrebbe andare bene anche padre Etrusco (etrusco1900), se accetta per me va bene. Oppure vincent29264. Altri non ne conosco o comunque non mi vengono in mente. Essenziale è che abbiano Office 2007 o successivo e che sappiano usare Excel. Si tratta di un software che usa Excel come parte grafica e interfaccia utente e il linguaggio di programmazione VBA per tutto il resto.

Dopo magari, sempre per interposta persona, sarebbe bello anche conoscere qualche tuo progetto. Non necessariamente software, ma che sia un qualcosa che abbia dato un minimo contributo al miglioramento non solo tuo personale, ma alle persone che ti circondano; io l'ho fatto, coerentemente con il mio primo commento di questa discussione, ora aspetto di conoscere cosa hai fatto tu. 
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dai dai vecchia pellaccia, copia qui il tuo miglior software che hai scritto per hobby, vedrai che troverò chi valuterà la sua opera d'arte. 

Io purtroppo sono l'ignorante del forum senza arte ne parte quindi non posso dimostrarle nulla, a parte il numero dei miei post che mi vengono pagati 2 cent cadauno. 

Suvvia ci faccia vedere che lei non è secondo a nessuno. 

In attesa dia un abbraccio per me a quella santa donna di sua moglie. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
53 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Dai dai vecchia pellaccia, copia qui il tuo miglior software che hai scritto per hobby, vedrai che troverò chi valuterà la sua opera d'arte. 

Io purtroppo sono l'ignorante del forum senza arte ne parte quindi non posso dimostrarle nulla, a parte il numero dei miei post che mi vengono pagati 2 cent cadauno. 

Suvvia ci faccia vedere che lei non è secondo a nessuno. 

In attesa dia un abbraccio per me a quella santa donna di sua moglie. 

Sai cosa c’è, іmbеcіlle? Chi ha valutato il mio lavoro l’ho già trovato. Dopo che nel 2005 rimasi disoccupato per la seconda volta, quando avevo 52 anni, ritrovai subito un altro lavoro, prima con Partita IVA e poi di nuovo come lavoratore dipendente. Ci ho mantenuto, da monoreddito, me, mia moglie e mio figlio che faceva ancora le superiori e poi l’università (peraltro fuori regione). E in quel periodo pagavo ancora il mutuo casa. Ora la vorrei vendere; magari se aumenti i tuoi Post potrei venderla a te. Mi dai 30 mila Euro al compromesso e gli altri 250 mila me li dai al rogito. Approfitta ora che c’è la crisi immobiliare perché se lo avessi fatto qualche anno fa al rogito mi avresti dovuto staccare un assegno di 300 mila Euro, oltre ai 30 mila del compromesso.

PS. Però fatti aumentare quello che ti danno per ogni Post perché a me sembra schiavismo per come ti stanno trattando e con quei soldi lì non ci compri neanche una roulotte al campo nomadi.
 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Urka non sapevo che era così ricco vecchia pellaccia, io purtroppo sono costretto a chiedere il reddito di cittadinanza perché mantenere nove figli con la piccola pensione che ho non c'è la farei mai. 

A proposito, io non ho potuto nemmeno mandare all'università i miei figli perché erano troppi e io avrei dovuto andare a chiedere la carità. 

Ma detto fra noi, in che baracca vivi se vale solo 280 mila euro, a Roma. 

PS: già dimenticato il software? 

Ha dato un abbraccio da parte mia a sua moglie? 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 20/7/2022 in 01:20 , fosforo311 ha scritto:

Possiamo facilmente immaginare che una cosa analoga avviene con il mais. In definitiva, e per evidenti ragioni di deficit di suolo in rapporto alla popolazione (ragioni evidenti a tutti, non a Saurino) i Paesi Bassi sono un importatore netto, e in forte deficit, sia di alimenti grezzi che di mangimi grezzi (cioè, per esempio, importano molto più grano, mais e soia di quello che coltivano sul loro territorio, e probabilmente ne esportano zero allo stato grezzo).

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 aggiunge al suo ricco curriculum quello di esperto agrario, iniziando a delirare intorno a cose di cui palesemente non ha minima contezza.

Senza ovviamente citare un dato che sia uno, come si conviene ad un cazzaro patologico.

Come ogni cazzaro patologico, il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 si è limitato a IMMAGINARE.

Ritorniamo a quanto scritto dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 nel post del giorno 19 luglio 2022 (ore 18.16):

i Paesi Bassi sono una nazione con un forte deficit alimentare e sono un importatore netto di alimenti e mangimi grezzi

Purtroppissimo per il cazzaro patologico, il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 viene sbugiardato dai dati

https://globaledge.msu.edu/countries/netherlands/tradestats

I dati relativi all'anno 2019 dicono che complessivamente le

esportazioni nette

olandesi di articoli alimentari sono pari a 23.157.028.838 USD$.

Quanto scritto dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31

i Paesi Bassi sono una nazione con un forte deficit alimentare e sono un importatore netto di alimenti

è una monumentale asinata che si pone in forte contrasto con il dato oggettivo (anno 2019) rappresentato dalle  

esportazioni nette

olandesi di articoli alimentari pari a 23.157.028.838 USD$.

Per quanto riguarda le

esportazioni nette

olandesi di mangimi grezzi i dati relativi all'anno 2019 dicono che queste sono pari a 1.843.812.302 USD$.

Quanto scritto dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31

i Paesi Bassi sono un importatore netto di mangimi grezzi

è una monumentale asinata che si pone in forte contrasto con il dato oggettivo (anno 2019) rappresentato dalle  

esportazioni nette

olandesi di mangimi grezzi pari a 1.843.812.302 USD$.

Come era prevedibile, il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 ha immaginato e

ha propagandato l'ennesima balla galattica di una ultradecennale carriera.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahahahaha!! Saurino pane e vino insiste, non si capacita. Roba da matti! Non  capisce che un paese può essere un grosso importatore netto di ferro e nel contempo un grosso esportatore netto di acciaio. Saurino mi deve ancora dimostrare come fa l'Olanda (Paesi Bassi) a non essere in deficit alimentare con meno di 0,2 ettari di superficie per abitante. Attenzione: 0,2 ettari non di terreno coltivato o da pascolo, ma di superficie generica, dunque inclusi i boschi, i giardini, le aree urbane, le aree industriali, i campi sportivi, le strade, le ferrovie, gli aeroporti, le basi militari, i parchi naturali, i silos e i capannoni agricoli, etc. Certo, se gli olandesi vivessero tutti come Robinson Crusoe o come gli abitanti del Sud Sudan, o fossero tutti rigorosamente vegetariani (niente carne, latte e uova), forse con un'agricoltura estremamente intensiva potrebbero farcela, dico forse. Ma gli olandesi sono gente grande, grossa e ipernutrita. Altra cosa è la bilancia commerciale alimentare. Che è in attivo grazie alla lavorazione e trasformazione dei prodotti grezzi importati. Questo vale in particolare per i prodotti dell'allevamento. Un allevamento autarchico implica un elevato consumo di acqua e di suolo. In Olanda si allevano oltre 100 milioni di capi tra bovini, suini, ovini, pollame etc. È da escludersi che possano vivere con i soli prodotti della terra olandese. Questi animali vengono nutriti con un mix formato per la gran parte di mangimi grezzi importati e di scarti dell'industria alimentare. I mangimi grezzi di gran lunga più usati nell'allevamento sono il mais e la soia. Ecco la classifica mondiale dei produttori di mais:

https://www.atlasbig.com/en-au/countries-by-corn-production

Se ho contato bene, l'Olanda è al 107simo posto, con una produzione che è meno di un 80simo di quella dell'Italia (che a sua volta è fortemente dipendente dall'estero). Appena 8.424 ettari coltivati a mais in Olanda, contro 660.727 in Italia, tra l'altro con una resa per ettaro leggermente migliore.

Ed ecco la classifica mondiale dei produttori di semi di soia: l'Olanda non compare proprio! 

https://www.atlasbig.com/en-ie/countries-by-soybean-production

Come scrivevo, è del tutto ovvio che un paese in forte deficit di suolo agricolo dedichi pochissimo suolo ai mangimi, privilegiando le colture per l'alimentazione umana. Per mais e soia grezzi il deficit commerciale olandese sarà dunque pesantissimo. Se poi li importa, li lavora, li mescola, magari aggiunge un po' di vitamine ed esporta mangimi imballati, questo è un altro discorso. Le mucche e i formaggi olandesi sono famosi nel mondo, ma anche nei foraggi la bilancia olandese è negativa, sia pure di poco:

https://www.tridge.com/intelligences/alfalfa/NL

E anche qui il conto include prodotti in forma di pellets, cioè lavorati. Sui foraggi realmenti grezzi il deficit è probabilmente molto più forte. 

Anche il dato allegato da Saurino include sicuramente i mangimi lavorati, compresi i croccantini per cani e gatti.

In conclusione, se Saurino pane e vino crede davvero che un paese come l'Olanda possa esportare più mangimi grezzi (e materie prime alimentari in genere) di quanti ne importa, allora può credere tutto. Anche agli asini che volano, o che Mario Draghi sia uno statista e non un pensionato d'oro col ghiribizzo del Quirinale (via Chigi). 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963