Guerra permanente

[  La guerra che non scoppia deve essere infinita, senza fine e senza fini diversi dal profitto, e non deve essere nè risolta né svelata e tanto meno spiegata. Nessun altro al di fuori degli americani ammette di preparare e voler fare la guerra, ma l'ipocrisia li costringe a parlare sempre di guerra giusta, contro il Male, contro il Demonio di turno e comunque in nome di una missione divina globale. Tutti gli altri Stati si schierano dietro l'identica ipocrisia anche se negano di prepararsi per la guerra: si preparano a difendere la pace, non comprano e fabbricano armi per la guerra ma per creare nuovi posti di lavoro, non partono più per la guerra ma per missioni di pace, per operazioni di polizia internazionale, per risposte alle crisi.  ]    Fabio Mini

Tutto questo provoca la migrazione di popoli e lo “stivale” , ponte tra l'Africa e l'Europa ne subisce le conseguenze. Che fare ? Ributtare i migranti in mare ? Impiegarli nelle fabbriche d'armi? Aiutarli nei Paesi d'origine sottraendo risorse agli armamenti ? Smettere la politica di rapina nei confronti di detti Paesi ?

La Storia si ripete, il potente ha sempre sfruttato il debole e il terzo millennio, nonostante il progresso, non porterà certo un cambiamento nella natura rapace dell'homo sapiens.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

2 messaggi in questa discussione

48 minuti fa, borneo39 ha scritto:

 

La Storia si ripete, il potente ha sempre sfruttato il debole e il terzo millennio, nonostante il progresso, non porterà certo un cambiamento nella natura rapace dell'homo sapiens.

Come in matematica, invertendo l'ordine dei fattori il prodotto non cambia, purtroppo è nella natura dell'uomo.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 ore fa, il.pignonista ha scritto:

Come in matematica, invertendo l'ordine dei fattori il prodotto non cambia, purtroppo è nella natura dell'uomo.

Ci vogliamo rassegnare ? Forse con un po di buona volontà potremmo tentare di diventare più UMANI, l'alternativa è l'estinzione della specie,

se ne vedono già i primi inquietanti segni; proliferazione armi nucleari, inquinamento, sovrapopolazione, esaurimento delle risorse ed altre calamità

incombenti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963