E Travaglio si scuserà mai?

I mostri sono i giornalai da strapazzo

 “Oggi ho pianto. Avevo giurato a me stessa che non avrei mai pianto per Banca Etruria. Oggi l’ho fatto. E non ho paura di ammetterlo in pubblico. Ho pianto come una bambina, in ufficio, alla Camera. Ho pianto perché mio padre è stato assolto dall’ultima accusa che gli veniva mossa su Banca Etruria. Con oggi si chiude un calvario lungo sette anni. E si chiude nell’unico modo possibile: con la certezza che mio padre era innocente”, scrive Maria Elena Boschi su Facebook. Mentre Matteo Renzi attacca: “Oggi molti avversari politici, ospiti dei talk, odiatori dovrebbero mettersi in fila e dire una cosa sola: scusa. Non lo faranno. Ma quello che è sempre più chiaro è che i mostri non eravamo noi. Un abbraccio a tutta la famiglia Boschi”.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

19 messaggi in questa discussione

Non chiederà scusa nessun pezzodimmerda ( mi scuso per la parolaccia ma non conosco altro termine verso chi speculo’ su questa vicenda). E te ne accorgerai anche sul forum dove un paio di turbodementi si sono divertiti e fatto ironia d’accatto sulla Boschi . Gente da voltastomaco , brutte persone che come avvoltoi si scatenarono pur di tentare di azzannare il loro “nemico “ preferito , Matteo Renzi . Questa fu una delle battaglie storiche del Falso Quotidiano e che si chiude con l’assoluzione piena perchè il fatto non sussiste del padre della Boschi. Era l’ultima accusa, tra l’altro pretestuosa perchè Banca Etruria dovette ricorrere agli advisor e professionisti per la fusione con altro istituto, a seguito della richiesta di Banca d’Italia. Insomma, il padre della Boschi assolto da tutte le accuse e con lui figlia, parenti, amici etc etc alla faccia delle liste di proscrizione !!  Naturalmente mentre l’accusa era da sbattere il mostro in prima pagina ora ci sarà un trafiletto e solo una decina di commenti a fronte della canea giustizialista scatenata dal F.Q. all’epoca. Il pluridiffamatore seriale nonché’ pluripregiudicato Travaglio  Calandrino Marco, ispiratore delle panzane del Cazzaro di Napoli , bocciato in diritto, insomma alla stregua di un Panzanaro azzeccagarbugli  avvocaticchio de noaltri. Tempo al tempo, cadrete tutti come birilli !!  E non bisogna neanche avere troppa immaginazione sul perché Renzi e tutti quelli più vicini a lui, parenti, amici, donne e uomini del suo partito, siano stati e continuino ad essere oggetto di indagini assurde e amplificate dai media collusi con le Procure, hanno tentato di “assassinare”politicamente un leader politico additandolo all’opinione pubblica come un delinquente.  Non c’è bisogno di immaginare complotti, l’ordine era stato impartito dallo stesso presidente dell’Associazione Nazionale dei Magistrati che aveva proclamato “bisogna fare un cordone sanitario attorno a Renzi”. Detto fatto !! 
Si sono mossi in modo convergente tre soggetti per realizzare il piano : 1) 
La, cosiddetta  “sinistra del PD”, che ha inventato di tutto per bloccare l’azione riformista del proprio governo e far perdere il PD nel 2016 e nel 2018, a vantaggio della destra e solo per liberarsi di Renzi. 2) Alcune Procure, la cui azione è descritta e documentata nel libro “Il Mostro” che, unico caso di politico non ricattabile, cita nomi, cognomi, fatti, date e prove e che nessuno dei citati ha il coraggio di querelare per non renderne conto in Tribunale. Chi parla di vendetta ha smarrito il senso della giustizia. 3) Certi media, che hanno fatto da cassa di risonanza sui giornali, sulle TV e in rete facendo credere, ad una opinione pubblica inebetita, che Renzi fosse la peggiore calamità politica che potesse capitare al Paese. No Ariafresca !! Nessuno chiederà scusa per questo !! Pensi che qualcuno scriverà in prima pagina che questo e altri fatti sui quali si è formata un’opinione pubblica negativa non sussistono? Qualcuno accerterà lo sperpero di risorse pubbliche in inchieste inutili per insussistenza dei presupposti ?? Niente verrà fatto !! Ma che te lo dico a fare . Io lo so che lo sai pure te 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa mark se intervengo ma ho bisogno di un chiarimento.

Il cazzaro di Napoli di cui parli per caso è lo stesso che scriveva "Signor Gentiloni, lei ci fa vomitare"?

Il cazzaro di cui parlo io, che non so se sia lo stesso di cui parli tu, sosteneva che

per Veneto Banca e per la Banca popolare di Vicenza il governo di Paolo Gentiloni ha osato quel che non se la sentì di fare nemmeno il governo di Matteo Renzi nei confronti di Banca Etruria, Banca delle Marche, e Casse di Ferrara e di Chieti: dare un sostanziale salvacondotto agli ex amministratori che hanno gestito quegli istituti di credito portandoli al crack

Per quanto riguarda la Banca Popolare di Vicenza è successo questo

Crac BpVi: Zonin condannato a sei anni e sei mesi

https://www.ilgiornaledivicenza.it/territori/vicenza/crac-bpvi-zonin-condannato-a-sei-anni-e-sei-mesi-1.8544370

e per quanto riguarda Veneto Banca è successo questo

Crack Veneto Banca, l’ex ad Consoli condannato in primo grado a 4 anni

https://www.ilsole24ore.com/art/crack-veneto-banca-l-ex-ad-consoli-condannato-4-anni-AEyXZGCB

Te lo chiedo perché se il cazzaro dovesse essere lo stesso allora è il caso di contattare il reparto psichiatria dell'Azienda Ospedaliera Univeritaria Federico II di Napoli perché vengano presi opportuni provvedimenti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Cazzaro di cui parlo io e’ lo stesso di cui parli te.  Già telefonato all’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico Ii di Napoli . Lo aspettano per dopodomani mattina per la pre-ospedalizzazione al reparto psichiatria. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

18 ore fa, ariafresca123 ha scritto:

I mostri sono i giornalai da strapazzo

 “Oggi ho pianto. Avevo giurato a me stessa che non avrei mai pianto per Banca Etruria. Oggi l’ho fatto. E non ho paura di ammetterlo in pubblico. Ho pianto come una bambina, in ufficio, alla Camera. Ho pianto perché mio padre è stato assolto dall’ultima accusa che gli veniva mossa su Banca Etruria. Con oggi si chiude un calvario lungo sette anni. E si chiude nell’unico modo possibile: con la certezza che mio padre era innocente”, scrive Maria Elena Boschi su Facebook. Mentre Matteo Renzi attacca: “Oggi molti avversari politici, ospiti dei talk, odiatori dovrebbero mettersi in fila e dire una cosa sola: scusa. Non lo faranno. Ma quello che è sempre più chiaro è che i mostri non eravamo noi. Un abbraccio a tutta la famiglia Boschi”.

Ma quali "mostri" del cavolo!? Vaneggi. Deliri. Anzi, vaneggiate, delirate: tu, l'inquisita e piagnucolosa Maria Etruria e I'altro inquisito da Rignano. I giornalisti che informano la gente sulle indagini e sui processi a carico dei colletti bianchi fanno il loro mestiere, come i giudici fanno il loro. Nei paesi anglosassoni il mestiere dei primi ha un nome ben preciso: lo chiamano watchdog journalism. Nei paesi seri i giornalisti mordono alle calcagna i poteri forti a tutela degli interessi della gente comune. Sono costretti a scusarsi solo nelle dittature o nelle democrazie alla casereccia come il paese di Pulcinella. Peraltro né i giornalisti né i giudici sono infallibili, e qui siamo di fronte a una sentenza di primo grado. Le lacrime liberatorie di Maria Etruria sono molto premature. Mentre io non ricordo né una lacrima né una parola pubblica di scuse da parte sua e del suo genitore per le migliaia di risparmiatori che in quel crac bancario videro andare in fumo i sacrifici di una vita, e per le loro famiglie rovinate. Un politico dovrebbe avere a cuore gli interessi della gente comune. Un dirigente di banca quelli dei suoi clienti. Ma evidentemente fu un crac imputabile alla sfortuna e la sfortuna non va a processo e men che meno in galera. Però i dirigenti di quella chiavica di banca, oggi tutti assolti, non si fecero scrupolo di pagare 4,3 milioni in consulenze esterne mentre l'istituto camminava sull'orlo del baratro. Non ci fu reato? Vedremo la sentenza definitiva. Certo c'erano tutti i motivi per i dirigenti di quella chiavica di banca per chiedere umilmente scusa ai risparmiatori truffati (o anche solo "sfortunati") e per imporre alle loro figlie troppo loquaci e piangione almeno un rispettoso silenzio. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Ma quali "mostri" del cavolo!? Vaneggi. Deliri. Anzi, vaneggiate, delirate: tu, l'inquisita e piagnucolosa Maria Etruria e I'altro inquisito da Rignano. I giornalisti che informano la gente sulle indagini e sui processi a carico dei colletti bianchi fanno il loro mestiere, come i giudici fanno il loro. Nei paesi anglosassoni il mestiere dei primi ha un nome ben preciso: lo chiamano watchdog journalism. Nei paesi seri i giornalisti mordono alle calcagna i poteri forti a tutela degli interessi della gente comune. Sono costretti a scusarsi solo nelle dittature o nelle democrazie alla casereccia come il paese di Pulcinella. Peraltro né i giornalisti né i giudici sono infallibili, e qui siamo di fronte a una sentenza di primo grado. Le lacrime liberatorie di Maria Etruria sono molto premature. Mentre io non ricordo né una lacrima né una parola pubblica di scuse da parte sua e del suo genitore per le migliaia di risparmiatori che in quel crac bancario videro andare in fumo i sacrifici di una vita, e per le loro famiglie rovinate. Un politico dovrebbe avere a cuore gli interessi della gente comune. Un dirigente di banca quelli dei suoi clienti. Ma evidentemente fu un crac imputabile alla sfortuna e la sfortuna non va a processo e men che meno in galera. Però i dirigenti di quella chiavica di banca, oggi tutti assolti, non si fecero scrupolo di pagare 4,3 milioni in consulenze esterne mentre l'istituto camminava sull'orlo del baratro. Non ci fu reato? Vedremo la sentenza definitiva. Certo c'erano tutti i motivi per i dirigenti di quella chiavica di banca per chiedere umilmente scusa ai risparmiatori truffati (o anche solo "sfortunati") e per imporre alle loro figlie troppo loquaci e piangione almeno un rispettoso silenzio. 


Ecco qua il Cazzaro di Napoli. Invece di chiedere scusa , questo essere immondo , addirittura rilancia . E come lo fa ?? Spargendo ulteriori bufale sul forum e scrivendo “ a nuora perché suocera intenda” Questo svergognato fa passare la spesa di 4,3 milioni come spese sostenute da B. Etruria per consulenze al posto di aver rifondato i risparmiatori, a suo giudizio ,  truffati . Benissimo , quel che non dice questo miserabile , lo dico io . Questa somma fu spesa per ordine e conto della Banca d’’Italia e così suddivisa : 1,9 milioni alla società Bain&Co , 824.000 euro allo Studio Grande Stevens , 800.000 euro allo studio Camuzzi Portale , 532.000 euro a Mediobanca . Il Giudice , nella sentenza di assoluzione , ha definito quelle siede assolutamente congrue sulla base della richiesta a Etruria della Banca D’Italia . Andiamo avanti : I “risparmiatori truffati”  sono stati tutti risarciti fino alla somma di 100.000 così come recitano le norme e le regole della Banca D’Italia . Di più : Chi ha potuto dimostratore di aver sottoscritto azioni e titoli oggetto di fraudolenza , si e’ visto rimborsare anche quello . Chi non e’ stato rimborsato sono solo tutti quegli speculatori che sapevano di rischiare a fronte di remunerazioni altissime e di tassi fuori mercato  Infine parliamo della bufala del watchdog journalim che e’ tutta un’altra storia rispetto a quella che racconta il Panzanaro napoletano che scambia la causa con l’effetto e che crede si possa pubblicate tutte le “fake news” scambiandole con il diritto di informare . Non e’ così !! Nei regimi anglosassoni dove e’ in vigore , le notizie vengono valutate , vagliate ed infine pubblicate dopo che e’ stata accertata la veridicità della stessa . Niente a che vedere con quel che afferma il Cazzaro che non per sbaglio ma per ragione annovera il pluripregiudicato e pluridiffamatore Traraglio tra i suoi miti che e’ un campione assoluto nel ramo . Non si spiegherebbe , sennò, perché 14 giudici diverso l’uno dsll’altro hanno condannato , in nome del popolo italiano , il sopracitato pluridiffamatore . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non pensare , dammi retta !! Hai visto cosa e’ successo a tuo fratello che pensava dalla mattina alla sera …!! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 Chi non e’ stato rimborsato sono solo tutti quegli speculatori che sapevano di rischiare a fronte di remunerazioni altissime e di tassi fuori mercato

Xxxxxxcc

Come, come? 

La banca Etruria remunerava i clienti con cifre fuori mercato e i dirigenti non sapevano nulla, stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata? 

PS: ho sentito la Boschi dire di sentirsi sollevata per "la verità giudiziale" emersa. 

Quell'aggettivo "Giudiziale" mi fa pensare: " vuoi vedere che esiste anche verità reale, diversa da quella giudiziale? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Non pensare , dammi retta !! Hai visto cosa e’ successo a tuo fratello che pensava dalla mattina alla sera …!! 

È per questo che scrive solo stron.zate, stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, perché non ha mai pensato e mai penserà perché lei ha la testa e il Q. Lo da vera gallina pisana. 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ma quali "mostri" del cavolo!? Vaneggi. Deliri. Anzi, vaneggiate, delirate: tu, l'inquisita e piagnucolosa Maria Etruria e I'altro inquisito da Rignano. I giornalisti che informano la gente sulle indagini e sui processi a carico dei colletti bianchi fanno il loro mestiere, come i giudici fanno il loro. Nei paesi anglosassoni il mestiere dei primi ha un nome ben preciso: lo chiamano watchdog journalism. Nei paesi seri i giornalisti mordono alle calcagna i poteri forti a tutela degli interessi della gente comune. Sono costretti a scusarsi solo nelle dittature o nelle democrazie alla casereccia come il paese di Pulcinella. Peraltro né i giornalisti né i giudici sono infallibili, e qui siamo di fronte a una sentenza di primo grado. Le lacrime liberatorie di Maria Etruria sono molto premature. Mentre io non ricordo né una lacrima né una parola pubblica di scuse da parte sua e del suo genitore per le migliaia di risparmiatori che in quel crac bancario videro andare in fumo i sacrifici di una vita, e per le loro famiglie rovinate. Un politico dovrebbe avere a cuore gli interessi della gente comune. Un dirigente di banca quelli dei suoi clienti. Ma evidentemente fu un crac imputabile alla sfortuna e la sfortuna non va a processo e men che meno in galera. Però i dirigenti di quella chiavica di banca, oggi tutti assolti, non si fecero scrupolo di pagare 4,3 milioni in consulenze esterne mentre l'istituto camminava sull'orlo del baratro. Non ci fu reato? Vedremo la sentenza definitiva. Certo c'erano tutti i motivi per i dirigenti di quella chiavica di banca per chiedere umilmente scusa ai risparmiatori truffati (o anche solo "sfortunati") e per imporre alle loro figlie troppo loquaci e piangione almeno un rispettoso silenzio. 

Rh no, non fare il furbo con me, non puoi.   Il giornalista deve fare informazione, non infamare e diffamare. Che è quello che Travaglio e tu avete fatto. Quella non era informazione, ma strategia di ledere una specifica parte politica. Mi dispiace per voi, vi è andata male. 

Ma quando si sbaglia così, tra l'altro così palesemente e pubblicamente, si dovrebbe avere il coraggio di ammettere i propri errori e magari ancge chiedere scusa. I "signori" fanno così.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
14 minuti fa, ariafresca123 ha scritto:

Rh no, non fare il furbo con me, non puoi.   Il giornalista deve fare informazione, non infamare e diffamare. Che è quello che Travaglio e tu avete fatto. Quella non era informazione, ma strategia di ledere una specifica parte politica. Mi dispiace per voi, vi è andata male. 

Ma quando si sbaglia così, tra l'altro così palesemente e pubblicamente, si dovrebbe avere il coraggio di ammettere i propri errori e magari ancge chiedere scusa. I "signori" fanno così.

Qui se c'è qualcuno che deve chiedere scusa sono Boschi padre e figlia e gli altri dirigenti di quella bancaccia. Indovina a chi.

Suggerimento: sono migliaia di persone e  famiglie.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
46 minuti fa, ariafresca123 ha scritto:

Rh no, non fare il furbo con me, non puoi.   Il giornalista deve fare informazione, non infamare e diffamare. Che è quello che Travaglio e tu avete fatto. Quella non era informazione, ma strategia di ledere una specifica parte politica. Mi dispiace per voi, vi è andata male. 

Ma quando si sbaglia così, tra l'altro così palesemente e pubblicamente, si dovrebbe avere il coraggio di ammettere i propri errori e magari ancge chiedere scusa. I "signori" fanno così.

Esordisce così aria fresca, usando più o meno le stesse parole della stupida gallina pisana, così stupida che per rendere credibile di non essere lo stesso soggetto che scrive, non riesce ad esprimersi in maniera diversa. 

Ebbene, stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, cito le sue parole "il giornalista deve fare informazione, non infamare e diffamare" 

 informandola che anche lei, in questo forum, usa lo stesso metodo del giornalista. 

Quindi, stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, o se preferisce sig. ra aria fresca, mi permetta di informarla che lei non ha titoli per suggerire le scuse né ai giornalisti né ai naviganti su questo forum. 

PS: saluti ad Alessandro 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, ahaha.ha ha scritto:

Esordisce così aria fresca, usando più o meno le stesse parole della stupida gallina pisana, così stupida che per rendere credibile di non essere lo stesso soggetto che scrive, non riesce ad esprimersi in maniera diversa…

Quindi, stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, o se preferisce sig. ra aria fresca, mi permetta di informarla che lei non ha titoli per suggerire le scuse né ai giornalisti né ai naviganti su questo forum. 

PS: saluti ad Alessandro 

 

Urka !! Questa sarà pure una tuttascema come hanno attestato 11 forumisti , però , va ammesso , e’ una volpina di primo livello . Come avrà fatto a scoprire che io ed Ariafresca siamo la stessa persona , voi umani , non avrete mai il privilegio di scoprirlo .  Sento la necessità di congratularmi con lei . Sinceramente !! 


 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, mark222220 ha scritto:

 

Urka !! Questa sarà pure una tuttascema come hanno attestato 11 forumisti , però , va ammesso , e’ una volpina di primo livello . Come avrà fatto a scoprire che io ed Ariafresca siamo la stessa persona , voi umani , non avrete mai il privilegio di scoprirlo .  Sento la necessità di congratularmi con lei . Sinceramente !! 

 
 
  •  
  •  

ahahahahahahahahaah, un vero fenomeno

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 16/6/2022 in 09:32 , fosforo311 ha scritto:

Ma quali "mostri" del cavolo!? Vaneggi. Deliri. Anzi, vaneggiate, delirate: tu, l'inquisita e piagnucolosa Maria Etruria e I'altro inquisito da Rignano. I giornalisti che informano la gente sulle indagini e sui processi a carico dei colletti bianchi fanno il loro mestiere, come i giudici fanno il loro. Nei paesi anglosassoni il mestiere dei primi ha un nome ben preciso: lo chiamano watchdog journalism. Nei paesi seri i giornalisti mordono alle calcagna i poteri forti a tutela degli interessi della gente comune. Sono costretti a scusarsi solo nelle dittature o nelle democrazie alla casereccia come il paese di Pulcinella. Peraltro né i giornalisti né i giudici sono infallibili, e qui siamo di fronte a una sentenza di primo grado. Le lacrime liberatorie di Maria Etruria sono molto premature. Mentre io non ricordo né una lacrima né una parola pubblica di scuse da parte sua e del suo genitore per le migliaia di risparmiatori che in quel crac bancario videro andare in fumo i sacrifici di una vita, e per le loro famiglie rovinate. Un politico dovrebbe avere a cuore gli interessi della gente comune. Un dirigente di banca quelli dei suoi clienti. Ma evidentemente fu un crac imputabile alla sfortuna e la sfortuna non va a processo e men che meno in galera. Però i dirigenti di quella chiavica di banca, oggi tutti assolti, non si fecero scrupolo di pagare 4,3 milioni in consulenze esterne mentre l'istituto camminava sull'orlo del baratro. Non ci fu reato? Vedremo la sentenza definitiva. Certo c'erano tutti i motivi per i dirigenti di quella chiavica di banca per chiedere umilmente scusa ai risparmiatori truffati (o anche solo "sfortunati") e per imporre alle loro figlie troppo loquaci e piangione almeno un rispettoso silenzio. 

 

Razza di idio ta che non sei altro !! Il governo Renzi approvò il decreto cosiddetto “salva banche” per impedire il fallimento di quattro piccoli istituti di credito, tra cui Banca Etruria. Lo doveva fare per tutelare correntisti e investitori. Altro che scuse ai correntisti ed investitori truffati . Questo lo dici te che sei solo un turbodemente !! Si accusò l’esecutivo di aver fatto quella scelta per favorire l’allora ministra, quando proprio in quella occasione la banca fu commissariata e il padre mandato a casa. Renzi prima e Gentiloni dopo non avevano fatto altro che rispettare le norme europee. Questi sono i fatti !! Ma a poco vale ricordarli ai Panzanari come te . Il governo gialloverde , quello del tuo amico Giuseppi e Salvini , hanno approvato un decreto uguale in tutto e per tutto a quelli da loro tanto criticati, senza che da parte tua di sia levata una voce di critica almeno sommessa . Purtroppissimo per te fai parte di quella schiera di miserabili individui che critichi od esalti il medesimo provvedimento non base a chi lo firma . Devi fartene una ragione pena essere sbugiardato sul forum tutti i giorni :  La storia sta dando ragione a Maria Elena Boschi, l’onta resta nei confronti di chi l’ha attaccata: gli avversari politici in primis, ma soprattutto un giornalismo che da lei ha molto da farsi perdonare e pure gli idio ti come te che pur di dare tutte le colpe a Renzi per ogni cosa , sono diventati la barzelletta vivente , tronfia e presuntuosa, del forum . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
59 minuti fa, ariafresca123 ha scritto:

ahahahahahahahahaah, un vero fenomeno

Il fenomeno è lei stupida gallinella pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, se vuole dissociarsi da aria fresca deve usare per lei un linguaggio diverso e dotarla di una ideologia leggermente diversa. 😊

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Il fenomeno è lei stupida gallinella pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, se vuole dissociarsi da aria fresca deve usare per lei un linguaggio diverso e dotarla di una ideologia leggermente diversa. 😊

Vede, che lei capisce poco è evidente e chiarissimo per tutti, non occorre che lo evidenzi tutte le volte che scrive qualcosa.  :)

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig. ra aria fresca vede che ha gli stessi ragionamenti della stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Sig. ra aria fresca vede che ha gli stessi ragionamenti della stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata? 

Ahahahahahah , una idio ta di purissimo livello come questa non si trova nemmeno a girare tutte le vallate del Veneto …!! 😂😂

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, mark222220 ha scritto:

Ahahahahahah , una idio ta di purissimo livello come questa non si trova nemmeno a girare tutte le vallate del Veneto …!! 😂😂

Nemmeno in Toscana una bugiarda, insolente, mistificatrice e ladra come lei si trova. 😂😂😂😂😂😂😂

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963