Scusate, aggiornatemi, che ha fatto Matteo a Stoccarda?

Dopo un inizio di stagione tormentato dai cronici problemi agli addominali, che non gli hanno impedito di raggiungere, primo italiano nella storia, una prestigiosa semifinale agli Australian Open (torneo del Grande Slam), il Matteo che piace agli italiani si era infortunato alla mano destra (quella che usa per impugnare la racchetta) al torneo di Miami. È stata necessaria un'operazione ed è saltata l'intera stagione sulla terra battuta, non la sua superficie preferita ma dove l'anno scorso Matteo, tennista versatile e completo, aveva raggiunto la finale al Master1000 di Madrid e un prestigioso quarto al Roland Garros dove aveva duramente impegnato quello che io considero il miglior Djokovic di sempre. Ebbene, questa settimana, dopo quasi tre mesi d'assenza, Matteo è rientrato nel torneo di Stoccarda, su erba. Ha raggiunto la finale e se la vedeva con Andy Murray, ex n.1 del mondo, vincitore di 2 Wimbledon, anche la sua una carriera tormentata dagli infortuni. Ma a Stoccarda si è finalmente rivisto un grande Murray!  Lo scozzese, considerato pochi anni fa uno dei Fab Four con Federer, Djokovic e Nadal, ha impartito una lezione di tennis "erbivoro" al n.5 del mondo Tsitsipas e al talentuoso australiano Kyrgios. Ora, per scaramanzia, io non ho seguito il match di Matteo. Mi dite che ha fatto, per favore?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

40 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Il Murray di Stoccarda è l'ombra del giocatore numero 1 al mondo e due volte vincitore di Wimbledon. La ragione di questa affermazione dovrebbe essere comprensibile perfino al mungitore di tori veneto.

Vedrai che l'erbivoro Birretini al prossimo Wimbedon torna alle consuete prestazioni.

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ahahahahahaha , per compassione avevo portato rispetto al Cazzaro napoletano . Ma visto che il turbodemente di Napoli se gli offri un dito azzanna la mano , mi costringe ad intervenire . Bene : iniziamo intanto a dire che il torneo di Stoccarda e’ un torneo di serie. C (ci, nda). Un atp 250 che ha lo stesso valore del Torneo Città di Ravenna . Prova ne è che nessun tennista che milita nella Top Rank vi ha partecipato con l’eccezione di Tsipitas che essendo molto scarso sull’erba ha detto che la sua presenza in quel torneo era solo e soltanto proprdeutica per cercare di familiarizzare un po’ su una superficie che lo vedrebbe , se non fosse per la terra rossa, oltre la ventesima posizione . Ed allora vediamo il percorso del missile Matteo che tutto il mondo ci invidia . All’esordio batte con fatica un certo Albot numero 108 del ranking , al secondo turno trova un avversario “difficilissimo “, Sonego , che milita al numero 34 del ranking . Al terzo turno un certo Otte che milita al 53esimo posto del ranking . Lo fa con grande fatica con un doppio 7-6 7-6 al tie Brescia. In finale batte Andy Murray che e’ 69esimo nel ranking . Bravo Berretto hai battuto dei giganti ed e’ giusto che il Cazzaro si faccia le Pi ppe !! Ora veniamo alle tristi notizie !! Quelle che il Cazzaro non vi ha detto perché e’ un pezzente !!  Berretto , in classifica top ten ha perso 4 posizioni e dal 6 esto posto e’ collocato al 10 mo. Di più , nella classifica annuale Berretto e’ sprofondato in 18 esima posizione . Ma i guai non finiscono qui : Terminato l’assurdo regolarmento della Federazione Mondiale del tennis che causa COVID ha tenuto congelate le classifiche dal 2019 ad oggi , consentendo così a Berrettini di vivere sul velluto pur essendo un mediocre , ora , per un calcolo che non vi sto a spiegare perché sarebbe di difficile comprensione a chi non mastica di tennis , Birretto , dovrà restituire una marea di punti congelati che , sempre se sarà fortunato , lo scaglieranno oltre la ventesima posizione del ranking che e’ quella che merita e che io ho sempre detto meritava . Ora il Cazzaro si “difenderà” parlando dell’infortunio della mano che ha impedito a Berrettini di partecipare a 3 tornei . Non c’entra niente !! O meglio , c’entra pochissimo !! Anche altri tennisti non hanno partecipato a tornei sia per scelta sia per infortuni vari . Compreso il nostro Sinner che si e’ dovuto ritirare quando era in vantaggio in due tornei del grande slam e Atp 1000. Però , nonostante ciò , anche lui restituendo dei punti , si trova sempre al 12 esimo posto . Ora , Cazzaro , te le ricorderò io le imprese del missile che il mondo ci invidia , dell’unico Matteo che l’Italia ama. Stanne certo !! Sai , il tuo silenzio da turbocazzaro mi aveva insospettito. Ora so perché …!! Ahahahahah  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Avevo chiesto un aggiornamento sulla finale del torneo di Stoccarda, ma Saurino pane e vino è intervenuto solo per aggiornarci sul suo tasso alcolemico (stabile, cioè da ritiro della patente). 

In compenso, un'ora dopo il suo amichetto pisano ci ha comunicato, obtorto collo, che Matteo Berrettini ha vinto ancora!

Evviva! Il Matteo che piace agli italiani (eccetto i due di cui sopra), il Matteo che onora l'Italia nel mondo (a differenza di due omonimi) confeziona un'altra impresa straordinaria e porta a casa un altro trofeo. Signori, devo ammettere che anche per un tifoso sfegatato come il sottoscritto era difficile sperare in un risultato del genere. Un tennista professionista si infortuna alla mano destra, si opera, resta fermo due mesi e mezzo, rientra e zac, vince il torneo!  Miracolo della chirurgia ma direi soprattutto della forza di volontà, del carattere e della classe purissima di un campione vero. Il grande e compianto Gianni Clerici se n'è andato purtroppo due giorni prima del rientro in campo di Matteo, ma il suo collega e amico Rino Tommasi, mago delle statistiche, potrebbe andare a scovare i rarissimi precedenti storici di questa impresa. Mi piace concludere con l'articolo che il mitico Clerici - uno dei due italiani, con Pietrangeli, inseriti nella Hall of Fame del tennis mondiale - dedicò a Berrettini 3 anni fa, quando il campione romano era appena agli inizi della sua formidabile ascesa. Suggerirei alle mie ombrette di non leggerlo onde proteggersi il fegato. Purtroppo per loro, Clerici paragonava il rampante Berretto a tale Budge Patty e a tale Adriano Panatta:

https://www.ccaniene.com/lomaggio-di-gianni-clerici-a-matteo-berrettini/

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ovviamente il Cazzaro di Napoli non smentisce niente di quel che ho detto . Non smentisce che il Matteo che piace agli italiani ha vinto un torneo che vale poco di più di un torneo aziendale di un circolo di tennis di periferia. Ed infatti basta vedere il posto che occupano nel ranking le “vittime “ del missile che il mondo ci invidia . Roba di quart’ordine !! Così come non può smentire la previsione futura della posizione nel ranking. Al Cazzaro di Napoli rimangono solo le tronfianti parole , i discorsi celebrativi e stop . I fatti sono altri e confermano le mie parole che sono quelle delle riviste specializzate e non quelle del borioso ciucciariello partenopeo nonché Panzanaro e turbodemente Fosforuccio . Ecco qua : 

“La decisione di Atp (alla quale potrebbe unirsi anche la Wta) rischia di mettere in grossa difficoltà Matteo Berrettini. Con quanti punti si troverà l’azzurro prima della stagione su cemento americano? Andiamo a scoprire la possibile proiezione del ranking. Il tennista romano, infatti, per infortunio ha saltato tre tornei in Primavera, tra cui il Roland Garros, e da finalista perdente della scorsa edizione dello Slam su erba vede volare via dei punti ulteriori, 1200, dopo i 360 persi per via dell’assenza a Parigi.

A questi si aggiungono i 500 punti del torneo del Queen’s, i 90 di Halle 2019, i 125 di Stoccarda, tutti tornei che giocherà solo se si sarà ripreso dall’infortunio. Se anche riuscisse a tenere tutti i punti di questi tornei sopra citati, i due Slam pesano tantissimo. Si tratta di qualcosa come 2.275 punti in scadenza (1.560 già persi senza possibilità di difenderli) su 3.805 complessivi che fra un paio di mesi rischia addirittura di scivolare fuori dalla top-20, o di poco dentro”. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, a quanto ammonta il montepremi in un torneo aziendale di un circolo di tennis nella periferia di Pisa?

Ossequi  ad Alessandro e ad aria fresca. 

 

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
18 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, a quanto ammonta il montepremi in un torneo aziendale di un circolo di tennis nella periferia di Pisa?

Ossequi  ad Alessandro e ad aria fresca. 

 

 

Dammi retta tuttascema , parla di tori e di vacche da mungere che sono argomenti più conformi al tuo background culturale  . Prendi appunti dal Cazzaro napoletano che ti mette il 👍per le caga te che dici ma che non ci tenta nemmeno a smentire quel che affermo lasciando a te le legnate relative . Stai. Muta turboidiota !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Dammi retta tuttascema , parla di tori e di vacche da mungere che sono argomenti più conformi al tuo background culturale  . Prendi appunti dal Cazzaro napoletano che ti mette il 👍per le caga te che dici ma che non ci tenta nemmeno a smentire quel che affermo lasciando a te le legnate relative . Stai. Muta turboidiota !! 

Alla stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata,

je rode

e quindi starnazza a casaccio. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Matteo Berrettini, non solo servizio e dritto

Tra oggi e venerdì, analizzeremo i migliori cinque tennisti italiani. Iniziamo da Matteo Berrettini, un giocatore che ha dimostrato ampiamente di valere la top-10 mondiale.

Servizio, voto 9.5

Il servizio è, assieme al dritto, l’arma letale di Berrettini. Matteo lo esercita prima, durante e dopo ogni allenamento, come confessato da Vincenzo Santopadre (coach) in una recente intervista, e si vede. Quando funziona, e spesso è così, la prima dell’azzurro è devastante. La seconda, al contempo, è sempre giocata in maniera intelligente. Insomma, il venticinquenne romano possiede un vero e proprio asso nella manica.

Risposta, voto 7.5

Sebbene lo strapotere di Berrettini si evinca quasi sempre dai turni di servizio, la risposta del numero uno nostrano è comunque una delle più incisive nel circuito. Non potrebbe essere altrimenti, è ovvio, visto che le partite si vincono strappando la battuta all’avversario, ma è sempre meglio precisarlo visto che si tende di solito ad etichettare (e sminuire) Matteo come un giocatore da “servizio e dritto”.

Dritto, voto 9

Semplicemente impressionante. Il dritto a sventaglio, con cui martella l’avversario da ogni centimetro del rettangolo di gioco, è in assoluto il “colpo migliore” di Matteo Berrettini; quello che gli consente di mascherare qualche piccolo difetto in altri settori e di partire con un piede davanti nel match. Potenza brutale, precisione notevole, efficacia assoluta. Un voto in meno perché la perfezione porta il nome di Juan Martin Del Potro.

Rovescio, voto 6.5

Il rovescio è di certo la “nota dolente” di casa Berrettini. Sia chiaro, non intendiamo accodarci a coloro i quali ne dicono di ogni sul rovescio dell’azzurro, vogliamo solo sottolineare che probabilmente è il suo punto debole se messo a confronto con i top-5. Se Matteo vorrà avanzare ulteriormente in classifica non potrà fare a meno di soffermarsi di più sul miglioramento di tale colpo.

Gioco a rete, voto 8.5

Berrettini ha dimostrato egregiamente di poter far male anche scendendo a rete. Ne sanno qualcosa i suoi avversari di Wimbledon. Peccato che non si giochi più spesso sull’erba.

Fisicità, voto 7

Qui c’è da fare un duplice discorso. Perché il fisico di Berrettini è croce e delizia. Se un lato la sua stazza gli consente di avere grande potenza ed esplosività, dall’altro è stato proprio il fisico a tradirlo diverse volte nel corso della carriera. Gli infortuni hanno inciso e non poco sulla sua ascesa e, adesso, gli stanno causando ripetuti problemi. Vedi i forfait alle Olimpiadi, ad alcuni Masters, alle Finals e alla Coppa Davis. Il nostro giudizio è purtroppo legato anche a questo.

Forza mentale, voto 9

Finora si sono viste molteplici “versioni” di Berrettini. Tutte o quasi, però, hanno lasciato trasparire una persona serena, umile, mai sazia o doma, anche di fronte alle vicissitudini negative che gli si sono presentate. Alle lacrime di Torino, ad esempio, sono seguiti diversi messaggi in cui l’azzurro già si mostrava determinato a tornare al top nel 2022.

Tattica, voto 8

Forza mentale e tattica sono per certi versi due voci correlate tra loro. Al netto delle strategie collaudate, infatti, ci sono quelle che spesso un giocatore escogita a partita in corso, quando tutto è in fieri, senza essere consigliato dal proprio coach. Se un tennista è forte mentalmente è molto probabile che lo sia anche tatticamente

Carisma, voto 8

Berrettini si è costruito il proprio successo in sordina e tramite un duro (e specifico) lavoro, senza fare troppi proclami o dichiarazioni “sopra le righe”. Allo stesso tempo, nel corso degli anni, anche la stampa nazionale non ha mai esaltato troppo le sue qualità, forse perché non è un predestinato, forse perché non è spettacolare. Ma adesso, Matteo, facendo il suo ingresso nell’élite di questo sport, ha finalmente raggiunto una buona aura carismatica. Meglio tardi che mai.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, mark222220 ha scritto:

Dammi retta tuttascema , parla di tori e di vacche da mungere che sono argomenti più conformi al tuo background culturale  . Prendi appunti dal Cazzaro napoletano che ti mette il 👍per le caga te che dici ma che non ci tenta nemmeno a smentire quel che affermo lasciando a te le legnate relative . Stai. Muta turboidiota !! 

ma perchè vuol sempre rimediare figure di mierda, stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, le ho chiesto  a quanto ammonta un montepremi in un circolo di tennis alla periferia di Pisa, per verificare la sua verità rispetto al montepremi del torneo  di Stoccarda. 

Secondo me, lei ha detto la sua solita kagata da invidiosa nei confronti di chi nello sport è riuscito ad emergere mentre lei, aspirante campione di calcio, i calci li ha presi nel Q.lo, non solo da me, ma pure dalla società che l'ha rispedita a casa dicendole di giocare con i giovani dell'oratorio vicino casa, contro i quali avrebbe fatto una discreta figura.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Urka turbodemente …!! Te l’ho già detto !! Parla di tori e mucche . Sei più ferrata , ahahahahahhah. Non conta tenere la bocca aperta a boccalona come fai te ..  Contano le classifiche , sai ??   Ahahahahahah                              . 

Daniil Medvedev detronizza Novak Djokovic, diventando ufficialmente numero 1 del mondo. Il serbo, scalzato anche da Zverev, è ora terzo. Di seguito il nuovo ranking Atp

BERRETTINI-MURRAY: HIGHLIGHTS 

CONDIVIDI:

 
img.jpg
1/26

Race to Turin: la classifica che qualifica i migliori 8 tennisti del 2022 alle ATP Finals di Torino, 

  1. Rafa Nadal 5.620 punti
  2. Carlos Alcaraz  3.820 
  3. Stefanos Tsitsipas 3.715
  4. Casper Ruud 3.065
  5. Alexander Zverev 2.700
  6. Andrey Rublev 2.280 
  7. Felix Auger-Aliassime 2.275
  8. Daniil Medvedev 2.230
  • 12. Jannik Sinner 1.430
  • 17. Matteo Berrettini 1.195
  • 39. Lorenzo Musetti 621
  • 43. Lorenzo Sonego 580
  • 47. Fabio Fognini 560

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Stupidona, le rode che Berrettini sia apprezzato da chi se ne intende di tennis? 

Un intenditore non è un fallito come lei  nel calcio, negli studi e nella vita. Lei che passa il suo tempo nel forum a digrignare i denti invece che correre sul lung'Arno a lubrificare i suoi estimatori. 

Porga la buona serata ad Alessandro e ad aria fresca. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E lei sarebbe la bocca della verità, stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata? 

La nuova classifica ATP: Berrettini resta 10° ma sale nella Race. Medvedev nuovo numero 1

berrettini_copertina

La nuova classifica ATP: Berrettini resta 10° ma sale nella Race. Medvedev nuovo numero 1

CLASSIFICA ATPFOTOGALLERY
13 giu 2022 - 09:0026 foto

Dopo la vittoria di Stoccarda Matteo Berrettini resta 10° nel ranking, ma sale nella Race to Torino di 6 posizioni (da 23 a 17). Daniil Medvedev detronizza Novak Djokovic, diventando ufficialmente numero 1 del mondo. Il serbo, scalzato anche da Zverev, è ora terzo. Di seguito la situazione della Race e il nuovo ranking Atp

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sei proprio una turbodemente che prende legnate su legnate per uso e per conto del Cazzaro napoletano . E’ già la terza volta che ti dico di occuparti di tori e giovenche , paglia , fieno e cacche delle bestie . Su quegli argomenti dico subito che non sono in grado di competere con te . Benedetta tuttaidiota , ma te , l’italiano lo capisci o deve farti una traduzione tuo fratello scemotto dall’alto del podio dei ge ni ?? Senti a me di nuovo , boccalona : il missile che il mondo ci invidia , entro 10 giorni perderà 823 punti . Ora ti spiego , tuttanalfabeta che vuoi aprire bocca sognando il bocia Nane : 485 punti (360 R. Garros , 125 Stoccarda 2019),  500 punti Queen,s , 90 semifin Halle) . Totale 1075.  Recupererà 250 punti con la vittoria nel torneetto aziendale di ieri . Tornertto quasi parrocchiale a cui ha partecipato m per raggranellare qualcosa.    Totale (1,075 - 250 = 823 ) . Vi siamo boccalona ?? Bene , brava , anche tuo fratello storto l’ha capito . Ora fai un ‘ altra operazione . Ora , rifai i conti !! Ti accorgerai che Birretto , sesto fino a pochi giorni fa grazie al computo dei punti bloccati , nda) , andrà oltre la 20esima posizione così come ho sempre detto , ribadito e confermato . Il fuoriclasse che il mondo ci invidia (secondo il turbodemente Cazzaro napoletano , nda) entrerà nella folta schiera dei mediocri come merita un super valutato come lui . E l’infortunio alla mano non c’entra un caz.z.o , chiaro Ebe te ?? Spero di non sentirti più perché mi fanno male le nocche dalle legnate che ti ho inferto .. Ok tuttascema ?? 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

L'esperto pisano di boccette continua a blaterare di tennis. E a vomitare livore su Matteo Berrettini, reo di piacere agli italiani (e soprattutto alle italiane) a differenza di quell'altro Matteo, campione europeo di antipatia, che piace solo ai gonzi come lui. Ora tira in ballo la classifica della Race, cioè la classifica stagionale. È chiaro che Berrettini è indietro, avendo potuto finora giocare (per giunta acciaccato) solo mezza stagione. L'anno scorso la chiuse al 6°posto qualificandosi per le ATP Finals di Torino. Grazie alla strepitosa impresa di Stoccarda, Matteo resta nella top ten della classifica ufficiale ATP perdendo solo 4 posizioni rispetto al suo best ranking (n.6). Come ho scritto, l'infortunio e l'operazione alla mano gli hanno impedito di difendere i punti conquistati l'anno scorso a Madrid e a Parigi, ma dimenticavo quelli di Belgrado, dove il nostro campione andò clamorosamente a vincere il torneo, nella città di Djokovic (eliminato in semifinale da Karatsev, poi sconfitto dal nostro) e nell'impianto di tennis che porta il nome del fuoriclasse serbo. Ora il livoroso e acido pisano, all'ennesimo trionfo di Matteo, oppone una vile speculazione basata sul fatto che il romano (come pure Djokovic e altri) perderà inevitabilmente punti ATP e posizioni in classifica. Ma ancora una volta senza colpa. Infatti, in seguito all'assurda e antisportiva decisione degli organizzatori del torneo di Wimbledon di escludere i tennisti e le tenniste di Russia e Bielorussia, l'ATP e la WTA hanno deciso che l'edizione di quest'anno non assegnerà punti validi per la classifica. Mentre saranno comunque sottratti i punti in scadenza, ovvero quelli conquistati nell'edizione 2021 del torneo. Così Berrettini non potrà difendere i 1200 punti guadagnati con la storica qualificazione alla finale dell'anno scorso. Mentre il vincitore Djokovic perderà addirittura 2000 punti. Per farsi un'idea, 2000 punti sono più dell'intero punteggio dell'attuale n.19 del mondo, 1200 punti sono più quelli del n.33. Questa decisione è a dir poco discutibile, sicuramente ingiusta e penalizzante per i giocatori e le giocatrici colpite,  ma non è immotivata. Serve infatti a non penalizzare troppo gli atleti e le atlete escluse da Wimbledon per una ragione politica, inaudita nella storia del tennis e forse dello sport in generale. Come avevo previsto qualche mese fa, la mattana degli organizzatori britannici andrà ad alterare gravemente non solo le classifiche ATP e WTA ma anche lo svolgimento dei tornei futuri, dato che il ranking è quello che determina la composizione delle teste di serie e che assegna gli eventuali bye al primo turno. La drastica scelta dell'ATP e della WTA forse prelude, a mio avviso, a un procedimento legale in cui esse potrebbero chiedere decine o centinaia di milioni di dollari di risarcimento agli organizzatori di Wimbledon. In ogni caso Berrettini, quand'anche retrocedesse senza colpa al n.18, valendo molto più di questa posizione, recupererà presto. Il suo unico problema e unico limite è dato dal fisico troppo soggetto a infortuni (indubbiamente gioca anche la sfortuna). Senza infortuni, io vedo Matteo tra i primi 3 del mondo entro il 2023. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

L'esperto pisano di boccette continua a blaterare di tennis. E a vomitare livore su Matteo Berrettini, reo di piacere agli italiani (e soprattutto alle italiane) a differenza di quell'altro Matteo, campione europeo di antipatia, che piace solo ai gonzi come lui. Ora tira in ballo la classifica della Race, cioè la classifica stagionale. È chiaro che Berrettini è indietro, avendo potuto finora giocare (per giunta acciaccato) solo mezza stagione. L'anno scorso la chiuse al 6°posto qualificandosi per le ATP Finals di Torino. Grazie alla strepitosa impresa di Stoccarda, Matteo resta nella top ten della classifica ufficiale ATP perdendo solo 4 posizioni rispetto al suo best ranking (n.6). Come ho scritto, l'infortunio e l'operazione alla mano gli hanno impedito di difendere i punti conquistati l'anno scorso a Madrid e a Parigi, ma dimenticavo quelli di Belgrado, dove il nostro campione andò clamorosamente a vincere il torneo, nella città di Djokovic (eliminato in semifinale da Karatsev, poi sconfitto dal nostro) e nell'impianto di tennis che porta il nome del fuoriclasse serbo. Ora il livoroso e acido pisano, all'ennesimo trionfo di Matteo, oppone una vile speculazione basata sul fatto che il romano (come pure Djokovic e altri) perderà inevitabilmente punti ATP e posizioni in classifica. Ma ancora una volta senza colpa. Infatti, in seguito all'assurda e antisportiva decisione degli organizzatori del torneo di Wimbledon di escludere i tennisti e le tenniste di Russia e Bielorussia, l'ATP e la WTA hanno deciso che l'edizione di quest'anno non assegnerà punti validi per la classifica. Mentre saranno comunque sottratti i punti in scadenza, ovvero quelli conquistati nell'edizione 2021 del torneo. Così Berrettini non potrà difendere i 1200 punti guadagnati con la storica qualificazione alla finale dell'anno scorso. Mentre il vincitore Djokovic perderà addirittura 2000 punti. Per farsi un'idea, 2000 punti sono più dell'intero punteggio dell'attuale n.19 del mondo, 1200 punti sono più quelli del n.33. Questa decisione è a dir poco discutibile, sicuramente ingiusta e penalizzante per i giocatori e le giocatrici colpite,  ma non è immotivata. Serve infatti a non penalizzare troppo gli atleti e le atlete escluse da Wimbledon per una ragione politica e inaudita nella storia del tennis. Come avevo previsto qualche mese fa, la mattana degli organizzatori britannici andrà ad alterare gravemente non solo le classifiche ATP e WTA ma anche lo svolgimento dei tornei futuri, dato che il ranking è quello che determina la composizione delle teste di serie e che assegna gli eventuali bye al primo turno. La drastica scelta dell'ATP e della WTA forse prelude, a mio avviso, a un procedimento legale in cui esse potrebbero chiedere decine o centinaia di milioni di dollari di risarcimento agli organizzatori di Wimbledon. In ogni caso Berrettini, quand'anche retrocedesse senza colpa al n.18, valendo molto più di questa posizione, recupererà presto. Il suo unico problema e unico limite è dato dal fisico troppo soggetto a infortuni (indubbiamente gioca anche la sfortuna). Senza infortuni, io vedo Matteo tra i primi 3 del mondo entro il 2023. 

Finalmente entra in campo il “pezzo grosso “, il turbodemente Fosforo O’Cazzaro !! Santi numi , Panzanaro , da te non me lo aspettavo proprio che tu fossi così semianalfabeta !! Io non avevo voluto infierire ma mi costringi a farlo . Obeso , sappi che i punti fa scartare , con l’infortunio alla mano , c’entrano così come c’entra la genialità del fratello della turbodemente veneta . Infatti , i punti che il “fuoriclasse “ missile che il mondo ci invidia sono antecedenti a tornei giocati prima dell’infortunio . Sono punti che Birretto non aveva scartato prima grazie al blocco delle classifiche per Covid , sennò con il caz.z.o che avrebbe raggiunto il Sesto posto del ranking . Ora deve farlo ma non e’ una punizione “ad personam “ . Lo faranno anche tutti gli altri tennisti . Hai detto una Panzanata ma andiamo oltre. La decisione di escludere Wimbledon riguarda anch’essa tutti i giocatori . Quindi non viene presa per svantaggiare Birretto . Purtroppissimo per lui ( e pure per te ) Birretto ha vinto solo tornei di infimo livello e i tornei mediocri danno pochi punti . Birretto non può competere con nessun fuoriclasse vero . Quando lo fa perde . Nettamente e senza se e senza ma . Vale il 25 esimo posto circa e tra poco lo raggiungerà . Sei talmente un turbodemente che non ha ancora capito che quegli 823 punti che perderà , non sono niente rispetto ai 2,275 totali che perderà prima del 10 luglio. Ora , te e la mungitrice di tori veneta andate di nuovo a fare i conti . Se vi trovate in difficoltà fatevi aiutare dal fratello spostato della boccalona veneta . Lui l’ha capito subito e comunque ha dimostrato più metiidio ed applicazione rispetto a voi due che parlate parlate parlate parlate tanto tanto tanto tanto ma di fronte ai dati veri dovete stare in ginocchio e subire subire. subire …subire !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

È del tutto evidente che il falsario pisano non conosce le regole dell'ATP. Berrettini si è infortunato in marzo a Miami, ultimo torneo della stagione invernale sul cemento, e in quel momento era n.6 del mondo. Dopodiché  si è operato alla mano destra e ha dovuto saltare l'intera stagione primaverile sulla terra rossa. I punti ATP scadono dopo 12 mesi, quindi lo sfortunato campione non ha potuto difendere, nemmeno parzialmente, i punti da lui conquistati nei tornei su terra della primavera 2021. In particolare, i 600 punti della finale raggiunta all'ATP1000 di Madrid, i 360 punti del quarto di finale raggiunto a Parigi (torneo del Grande Slam) e i 250 punti della vittoria nell'ATP250 di Belgrado. In conseguenza di questi punti persi a causa dell'assenza forzata nei tornei sulla terra battuta, e in conseguenza dei punti nel frattempo guadagnati da altri giocatori, in particolare Ruud, Alcaraz, Rublev e Auger-Aliassime, Berrettini è stato sorpassato in classifica da questi quattro ed è retrocesso in decima posizione. Avrebbe perso anche la top ten se al rientro, a Stoccarda, nel primo torneo della stagione su erba, non avesse raggiunto come minimo la finale. Matteo non solo l'ha raggiunta ma l'ha anche vinta! Altra cosa sono i 1200 punti che gli verranno sottratti senza appello dopo il torneo di Wimbledon. Questo si deve, come ho già spiegato, a una faccenda del tutto anomala, del tutto sfortunata e del tutto indipendente dalla volontà e dal rendimento tennistico del campione romano. Leggiamo cosa ne pensa lo stesso Berrettini:

https://www.ubitennis.com/blog/2022/06/13/berrettini-e-lassenza-di-punti-a-wimbledon-nessuno-ci-ha-chiesto-niente-se-lavessi-saputo-prima/

Il falsario pisano sarebbe capace di crocifiggere perfino Federer, precipitato al n.68 del ranking dopo 11 mesi di assenza forzata dai campi e la terza operazione al ginocchio destro. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Chiedo nuovamente scusa ai forumisti seri per queste innocenti divagazioni tennistiche. Ma una settimana fa, a Stoccarda, aveva portato bene. E così ho rinunciato ancora una volta, per scaramanzia, a seguire la diretta della finale di BERRETTINI. Questa volta in un torneo ancora più prestigioso, l'antichissimo torneo del Queen's di Londra, tradizionale antipasto di Wimbledon. Nell'albo d'oro c'è il Gotha della storia del tennis, e c'è anche, unico italiano, il nostro campionissimo che se lo aggiudicò l'anno scorso. Quest'anno il Matteo che piace agli italiani è alla seconda finale consecutiva. Ed è già un'impresa memorabile! Ha vinto a Stoccarda al rientro, dopo quasi 3 mesi di assenza per un'operazione alla mano destra. Ma oggi ho un brutto presentimento. L'avversario, il serbo Krajinovic, in semifinale ha distrutto Cilic, semifinalista due settimane fa al Roland Garros e già due volte vincitore del Queen's.

A quest'ora la finale di Londra sarà finita.

Per favore, mi dite che ha fatto Matteo Berrettini? 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, quando apre bocca viene apprezzata solamente dagli ammiratori sul lung'Arno che le permettono di lucidar loro i gioielli penduli. 

Quando apre bocca lontano dal lung'Arno, vomita. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per favore, mi dite che ha fatto Matteo Berrettini?

Xxxxxxx

Credo abbia vinto con grande dispiacere della più stupida delle galline pisane diversamente intelligenti e diversamente monolaureate, colpite per di più dal virus foetentissimus. 😂😂😂

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Grandissima impresa del Matteo che piace agli italiani (eccetto due incompetenti di tennis). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tutto sport

TENNIS

Queen's, Berrettini si conferma campione: è il secondo titolo di fila

Xxxxcc

Il corriere. It

è annesso anche il Queen’s (particolare non trascurabile: è re del circolo della regina per il secondo anno di fila), è tempo di aggiornare un po’ di contabilità: settimo titolo della carriera (in 10 finali, quattro successi sul verde), dieci vittorie su dieci al Queen’s, nona su nove dopo l’operazione al dito della mano destra, ventesimo successo negli ultimi 20 incontri giocati sull’erba.

Xxxxxxx

Tiscali. It sport

Berrettini si conferma campione sull'erba del Queen's

Xxxxxxxc

ATP 500 Queen’s: Berrettini sconfigge Krajinovic, si conferma campione nel torneo (e secondo titolo di fila)

Xxxxxxxx

Non so perché i giornali definiscano Berrettini un campione e la più stupida delle galline pisane sorella di figli intelligenti della sua genitrice, continui a definirlo un brocco?

Mi sto facendo l'idea che i livornesi abbiano come riferimento dei pisani proprio la più stupida delle galline pisane diversamente intelligenti e diversamente monolaureate. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 minuto fa, fosforo311 ha scritto:

Grandissima impresa del Matteo che piace agli italiani (eccetto due incompetenti di tennis). 

Immagino che stiamo parlando del Queen's Club Championship. Impresa veramente grandissima, degna del Panatta del XXI secolo.

Sulla base del ranking ATP al 19 giugno 2022

https://www.livetennis.it/rankinglive/

Il Matteo che piace agli italiani ha sconfitto:

sedicesimi DANIEL EVANS n. 33

ottavi DENIS KUDLA n. 78

quarti TOMMY PAUL n. 35

semifinale Botic van de Zandschulp n. 26

finale Filip Krajinovic n. 31

Una raccomandazione ai due fini intenditori di tennis: rimanete allì'ombra e non bevete

ASSOLUTAMENTE NIENTE

che sia più alcolico della cedrata Tassoni.

Ricordo ai due fini intenditori di tennis che Panatta (quello vero) a ventisei anni ha vinto gli internazionali di Roma, sconfiggendo in finale Guillermo Vilas

https://it.wikipedia.org/wiki/Guillermo_Vilas

e subito dopo il Roland Garros, sconfiggendo ai quarti (e prenotando la vittoria finale) un signore svedese che non è stato esattamente "uno de passaggio"

https://it.wikipedia.org/wiki/Björn_Borg

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Q

46 minuti fa, ilsauro24ore ha scritto:

Immagino che stiamo parlando del Queen's Club Championship. Impresa veramente grandissima, degna del Panatta del XXI secolo.

Sulla base del ranking ATP al 19 giugno 2022

https://www.livetennis.it/rankinglive/

Il Matteo che piace agli italiani ha sconfitto:

sedicesimi DANIEL EVANS n. 33

ottavi DENIS KUDLA n. 78

quarti TOMMY PAUL n. 35

semifinale Botic van de Zandschulp n. 26

finale Filip Krajinovic n. 31

Una raccomandazione ai due fini intenditori di tennis: rimanete allì'ombra e non bevete

ASSOLUTAMENTE NIENTE

che sia più alcolico della cedrata Tassoni.

Ricordo ai due fini intenditori di tennis che Panatta (quello vero) a ventisei anni ha vinto gli internazionali di Roma, sconfiggendo in finale Guillermo Vilas

https://it.wikipedia.org/wiki/Guillermo_Vilas

e subito dopo il Roland Garros, sconfiggendo ai quarti (e prenotando la vittoria finale) un signore svedese che non è stato esattamente "uno de passaggio"

https://it.wikipedia.org/wiki/Björn_Borg

 

 

Qui se c'è uno che non deve bere alcolici è proprio lei. 

Io non sono un intenditore di tennis, mi limito a riportare quello che dicono gli intenditori. 

Quindi se deve fare delle critiche si rivolga a chi scrive di tennis sui giornali oppure si faccia dare dal suo psichiatra un po' di bromuro di potassio così avrà meno convulsioni. 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Qui se c'è uno che non deve bere alcolici è proprio lei. 

Io non sono un intenditore di tennis, mi limito a riportare quello che dicono gli intenditori. 

Quindi se deve fare delle critiche si rivolga a chi scrive di tennis sui giornali oppure si faccia dare dal suo psichiatra un po' di bromuro di potassio così avrà meno convulsioni. 

Egregio, ti pregherei di non infierire sul povero Saurino pane e vino, che è già al secondo travaso di bile dopo il secondo torneo consecutivo vinto da Berrettini al rientro da un'operazione alla mano. Per giunta stasera Matteo è stato intervistato e complimentato in diretta dal Tg1. Ora manca solo l'intervento dell'esperto pisano di boccette, che declasserà anche il torneo del Queen's al livello del torneo Città di Ravenna. Al quale il campione romano, che è un ragazzone alla buona, non mancherà di partecipare quando verrà dotato di un montepremi interessante. Per ora il nostro intasca a Londra altri 400.000 euro. Prima di cedere la parola a un intenditore di tennis con i fiocchi, riporto una curiosità che ho appena letto sull'ottimo sito Ubitennis, e che può essere di buon auspicio. Berrettini è l'ottavo giocatore dell'era Open che riesce nell'impresa di vincere il prestigioso torneo del Queen's per due anni consecutivi. I sette che ci riuscirono prima di lui, tra i quali McEnroe, Becker e Lendl, diventarono tutti numeri 1 del mondo.

Ma ora leggiamo e sentiamo alcuni interessanti giudizi tecnici su Matteo da parte di un autentico guru del tennis, il n.1 indiscusso degli allenatori. È il coach, tra gli altri, di Serena Williams (che sta per rientrare in campo a Wimbledon dopo una lunghissima assenza), di Simona Halep e di Stefanos Tsitsipas. Cliccare sul video: 

https://www.tennisworlditalia.com/tennis/news/Interviste_Tennis/81921/mouratoglou-bisogna-evitare-matteo-berrettini-su-erba-per-3-motivi/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963