E' morta la figlia di Totò: Liliana De Curtis, si chiamava così perchè...

Liliana De Curtis era l'unica figlia di Totò e di Diana Rogliani, nata a Roma il 10 maggio del 1933 le fu dato il nome Liliana per ricordare Liliana Castagnola, con la quale Totò aveva avuto una burrascosa relazione e che si era suicidata per amor suo non più corrisposto.

Liliana partecipò ad alcuni film come San Giovanni decollato e Orient express. È stata anche attrice di teatro e ha scritto alcuni libri.  Riposerà nel cimitero di Poggioreale dove si trova la cappella della famiglia De Curtis.

La figlia Elena Anticoli de Curtis fino alla fine, ha assistito Liliana e ha espresso con queste parole il suo dolore: "Mamma, la prima parola che pronunci. Mamma, quando ti chiamo, ti vedo correre verso di me, mi prendi in braccio, mi guardi e mi abbracci forte forte al tuo petto. Mamma so che ci sei sempre con me, il calore del tuo corpo mi accompagnerá a vita. Oggi mi fai piangere, ma fino a ieri mi hai fatto sorridere. La vita é fatta di opposti: gioia e dolore, vita e morte, sonoro e muto, giorno e notte. Sono due assi che si incrociano e in quel punto centrale é racchiusa l'essenza della vita: l'amore. Senza amore la vita perde il suo significato. Mentre scrivo sento il tuo respiro flebile e stanco, a breve questo respiro non lo udiró piú, ma mi pervaderá il sollievo, sollievo perché la tua sofferenza é terminata, apparterrai alla morte, sei diventa seria hai abbandonato le pagliacciate dei vivi. Grazie mamma, mi hai permesso di starti accanto fino alla fine, mi hai permesso di restituirti tutto l'ammore di cui mi hai ricoperto. Ti voglio bene assaje". 

Il figlio Antonello Buffardi de Curtis ha rivelato: "L'insegnamento più bello che mi ha lasciato mia mamma? Aiuto e amore. è stata una donna meravigliosa, divertente, simpatica, piena di vita. Ha vissuto alla grande e purtroppo si è spenta lentamente, molto lentamente e questo è stato un grande dolore. il regalo più bello che mi ha dato è l'aiuto, che non si nega a nessuno. Era l'unica figlia di Totò, il suo più grande amore e lei era il più grande amore per il babbo".

Tra i desideri di Liliana c'era da sempre l'apertura del museo dedicato a suo padre, il principe De Curtis, nel Rione Sanità. Un grande spazio nel palazzo dello Spagnolo, gioiello del barocco. Ma Liliana de Curtis non è riuscita a coronare il sogno di una vita, anche se negli ultimi anni la battaglia era stata portata avanti dalla sua figlia Elena.

Peccato... vedremo se la promessa che ha fatto anche il Ministro Franceschini verrà mantenuta

lilianadecurtis.JPG

lilianadecurtsi1.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963