Considerazioni

E' per questo che io come cattolico, ( sarebbe meglio cristiano ) ho un'altissima considerazione del compagno Enrico Berlinguer!  Veniva da una famiglia benestante, poteva farsi il suo posto al sole come tanti, ma appena quindicenne decise di dedicarsi agli altri come sapeva o immaginava. Potrei dire che essere comunista, Enrico l'ha fatto diventare una vocazione, per occuparsi dei poveri, degli esclusi, per ricercare la giustizia, l'uguaglianza tra tutti gli uomini, in una coesione sociale di eguali, in dignità e diritti. Ma tu pensi che questi valori, quei cretinetti che si definiscono comunisti, e che sbandierano la bandiera rossa con falce e martello, oppure quella di pacifisti, ( di parte ) se li ricordino? Pensi che siano nei loro programmi? Io in molti di questi vedo il giovane D'Alema, che malediceva i padroni ed insegnava l'odio agli operai, mentre da giovane lanciava molotov contro le forze dell'ordine, nelle manifestazioni, per poi infilarsi in tutti i modi nella politica e servirsene per arricchirsi.  Chiedano al "compagno" D'Alema, se ora odia i ricchi, o insegna ancora a farlo.... Sono vittime di un'ideologia che, non conoscono, e non sanno che è ormai tramontata.  Una ideologia che il comunismo lo voleva imporre, come fu in URSS e fallì implodendo su sé stessa. I valori, quelli sono eterni, ma vanno insegnati, interiorizzati, fatti propri, resi pensieri, parole, e azione, nella quotidianità, ma questo necessita di una cultura, cosa che loro non hanno. Finché seguono maestri come Rizzo, credo che non vadano lontano, e confondano come lui, il comunismo e il totalitarismo nazista di Putin, quello che aggredisce gli stati per denazificarli.  E per quanto riguarda Gesù Cristo, non ha imparato da Marx ad essere comunista, ma sono stati Karl Marx e Friedrich Engels ad aver imparato da Lui. Per molti vecchi comunisti, il comunismo era la loro religione laica, e credevano nei valori di cui facevo cenno. Tanto che, quelli di loro che nel tempo sono cresciuti culturalmente, dopo Enrico Berlinguer, non hanno avuto più una guida sicura, ed è iniziata la diaspora dei meno "innamorati" dei valori, dei meno acculturati, mentre loro hanno cercato continuamente di sostenersi vicendevolmente, visto il deserto di politici capaci. Ultimamente, gli ultimi rimasti, hanno riconosciuto i loro valori, e la guida unica che ancora li predica, in Papa Francesco. Uno mi disse: non avrei mai creduto, io ateo per scelta, nella mia vecchiaia, di dover fare riferimento al Papa, per riconoscere i valori nei quali ho sempre creduto. E' rimasto l'unico che ne parla ancora, gli altri cosiddetti leader politici, parlano soltanto di come vincere le prossime elezioni.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Certo. C'è da fare una considerazione importante. Il sovranista fascista ricchissimo Zar della Russia moderna, fatto diventare capitalista dall' occidente stesso ( dimenticassimo questo importante riferimento il ragionamento potrebbe essere frainteso), oggi fa prevalere la legge del più forte con la prepotenza adottata ed imparata da chi gli ha permesso la trasformazione della sua nazione da socialcomunista a capitalista. Inutile girarci attorno. Amico fraterno dell' ogarchia europea ivi compresa quella italiana in primis con Berlusconi che unitamente ad altri oligarchi russi si faceva festa per consacrare quelle amicizie stesse mentre acquistavano parte del patrimonio edilizio nelle migliori località del ns Paese. Taormina, Portofino, punta Ala, Forte dei Marmi. Venezia, costiera amalfitana, costa Smeralda. Verificate ed analizzare del perché in pochi anni da fraterno amico diventa macellaio e criminale di guerra. Andava bene prima per sollevare la ns economia sotto l'aspetto turistico ed edilizio senza capire chi fosse nella realtà dei fatti la persona che da 20 anni imperversava in Europa con le porte spalancate.? I ns politici una manica di ***? Ecco. Questa è la domanda da porsi. Poi naturalmente la condanna sull invasione è dovuta ma oggi chi lo ha servito e riverito ha delle enormi responsabilità politiche. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963