IL MIO PIANO DI PACE PER L'UCRAINA

Come è noto il governo italiano, nella persona del ministro degli Esteri Luigi Di Mario "in stretto coordinamento con Palazzo Chigi" (cioè con Mario), ha elaborato una bozza, a quanto pare del tutto improvvisata e fumosa, di un fantomatico piano di pace per porre fine alla guerra in Ucraina o almeno ottenere un cessate il fuoco. Fantomatico (anzi addirittura "inesistente" per il quotidiano Domani) perché dei contenuti si sa tuttora poco o nulla. Si sa che la bozza è stata consegnata al segretario dell'ONU Gutierrez ma non alle due parti in causa, le quali non sono nemmeno state consultate per l'elaborazione del documento. Non è chiaro se al momento le due parti siano a conoscenza del testo o solo di ricostruzioni giornalistiche, in particolare quella di Repubblica. Di certo la Russia si è lamentata per non avere ricevuto il documento.

https://www.ilpost.it/2022/05/25/piano-italiano-pace-ucraina/

Un'iniziativa, dunque, goffa, estemporanea e inconcludente, che conferma l'esatto contrario di quanto essa voleva probabilmente dimostrare, ovvero il ruolo a dir poco marginale, per non dire non pervenuto, del governo italiano nelle complesse e delicate azioni diplomatiche in corso dall'inizio della guerra. Si sa che Zelensky, al di là di un apprezzamento di facciata per l'iniziativa, ha di fatto bocciato il piano italiano, mentre il ministro degli Esteri russo Lavrov lo ha cestinato con tre parole:

 "Non è serio". 

Non essendo un diplomatico ma un modesto cercatore e un convinto difensore della verità, estendo senza esitare queste tre parole al comportamento dei due artefici della ridicola iniziativa, cioè Luigi Di Mario e Mario. E vi invito umilmente a leggere nel prossimo post, che scriverò nel pomeriggio o al più tardi in serata, la bozza che ho tracciato per grandi linee di un piano di pace da me ideato. Sicuramente discutibile e migliorabile - e confido nel vostro civile contributo - ma anche più serio di quello elaborato alla carlona dagli incapaci che ci governano e che ci espongono a queste figuracce internazionali.

Grazie e a risentirci più tardi. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

68 messaggi in questa discussione

Pensa, sig fosforo, che il suo piano di pace verrà condiviso? 

Al posto suo io lascerei fare a chi ha le competenze, e me ne andrei a fare un po di jogging. 

Comunque sarà interessante arkiviare le sue proposte per confrontarle con quelle ufficiali che, prima o poi, verranno accettate per il cessate il fuoco. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
3 ore fa, fosforo311 ha scritto:

E vi invito umilmente a leggere nel prossimo post, che scriverò nel pomeriggio o al più tardi in serata, la bozza che ho tracciato per grandi linee di un piano di pace da me ideato. Sicuramente discutibile e migliorabile - e confido nel vostro civile contributo - ma anche più serio di quello elaborato alla carlona dagli incapaci che ci governano e che ci espongono a queste figuracce internazionali.

Ti invito umilmente a sottoporre il sullodato piano di pace al sereno giudizio del tuo psichiatra, il quale avrà modo di pianificare un serio percorso di riabilitazione psichica (1).

Nota 1: personalmente nutro fortissimi dubbi che sia possibile riportare il tuo cervello, ormai palesemente in pappa, ad uno stato di quasi normalità. Però non poniamo limiti alla Divina Provvidenza.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Cari forumisti ( seri , nda) , avevate forse un seppur minimo dubbio che il Cazzaro di Napoli ,  l’idio ta Fosfuccio , non avesse un suo piano di Pace da sottoporre all’attenzione dei Sigg.  Putin e Zelensky ? Certo che no !!  Cari Forumisti (seri , nda) dove falliscono ed i potenti del mondo e pure il Papa , ecco che arriva O’Cazzaro che proporrà il suo Piano . L’Obeso napoletano che tutto il mondo ci invidia , dopo averci regalato le ricette per sconfiggere il COVID , ora che sta pandemia sta passando di moda , questa sera , ad ora imprecisata , ci da appuntamento sul forum affinché possiamo dare , in anteprima , una lettura del suo Piano di Pace e possibilmente apportare delle migliorie al piano stesso .  Lo ripeto ad uso e consumo dei suoi familiari :” Uaglio’  facisti nacosa aesposizione da noabandona’ lu Cazzaro . Aggia continua’ accussi !!” . Apprendiamo ora che le ambasciate francesi e turche dislocate sul territorio mondiale hanno acconsentito che Macron ed Erdogan potranno prendere appunti . Lo stesso , magari tra qualche minuto , farà la Santa Sede consentendo al Pontefice Francesco di presenziare tramite Ski pe  alla diretta .  Scusate , vado a ridere qualche minuto …!! 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Il mio Piano di Pace per l'Ucraina prevede una fattiva partecipazione della Comunità internazionale e si articola nei seguenti punti:

1) Immediato cessate il fuoco da ambedue le parti, a tempo indeterminato e in ogni caso non minore di 4 settimane a decorrere da un primo accordo preliminare che sarà poi rapidamente completato per concordare i dettagli tecnici delle trattative. 

2) Immediata apertura di un tavolo fisico di negoziato in territorio neutrale o preferibilmente in alternanza nei due paesi belligeranti, e di un tavolo virtuale o telematico in connessione criptata. Il primo sarà convocato almeno una volta al giorno, eccetto i festivi, il secondo sarà attivo h24 per tutta la durata della tregua. Le due parti si impegnano formalmente a mantenere attivo per almeno 2 ore al giorno il tavolo telematico anche dopo un'eventuale ripresa delle ostilità. Ai tavoli parteciperanno rappresentanze qualificate, politiche e militari, delle due parti, con la presenza costante di almeno un membro dei due governi al tavolo fisico e almeno per 2 ore al giorno al tavolo virtuale. I due capi di Stato si incontreranno almeno una volta la settimana al tavolo virtuale e almeno due volte di persona durante la tregua, in sede neutrale o preferibilmente nelle due capitali.

3) Entro una settimana dall'inizio della tregua le parti restituiranno tutti i prigionieri di guerra, con l'eccezione di quelli che si trovano in stato di accusa per crimini di guerra, crimini contro l'umanità, violazioni gravi delle convenzioni internazionali. In tutti questi casi, tuttavia, agli eventuali condannati sarà garantito il diritto di ricorrere presso un Tribunale internazionale. 

4) Ai tavoli di negoziato, fisici e telematici, potranno sempre partecipare, laddove richiesto dalle parti, delegati di altissimo livello delle organizzazioni politiche internazionali (ONU, UE, Unione Africana, etc.) nonché di singoli Stati (es. Francia, Cina, etc.), nonché di organizzazioni religiose (Santa Sede, Chiese ortodosse, etc). È previsto entro le prime 4 settimane di tregua almeno un incontro fisico tra i capi di Stato delle due parti con l'autorevole compresenza dei vertici delle organizzazioni di cui sopra (il Segretario dell'ONU, la Commissaria europea, etc.), di eventuali capi di Stato o di governo e di eventuali capi religiosi (es. il Papa!), invitati dalle due parti. Le parti potranno convocare in qualsiasi momento, almeno al tavolo virtuale, e almeno due volte al tavolo fisico, anche i delegati o i vertici della NATO, nonché delle maggiori istituzioni economiche internazionali (Banca Mondiale, FMI, BCE, SWIFT). 

5) Nel corso della tregua verranno sospese tutte le sanzioni economiche inflitte alla Russia dal momento dell'invasione. Esse riprenderanno immediatamente con l'eventuale ripresa delle ostilità. Verrà anche sospeso ogni invio di armi e munizioni all'Ucraina, e ogni supporto logistico inerente alla sfera militare, eccetto lo stretto necessario per il mantenimento in efficienza degli armamenti forniti.

6) Nel corso della tregua, Stati e organizzazioni internazionali potranno inviare, su richiesta di Kiev, personale non militare nel teatro di guerra per fornire supporto umanitario alla popolazione civile, nonché ripristinare, nei limiti del possibile, il funzionamento di impianti e strutture vitali danneggiate (es. ospedali, centrali elettriche, acquedotti, industrie alimentari).

7) Qualora il presente accordo di pace non venisse siglato, almeno nelle sue parti essenziali, dai due belligeranti, tutti gli Stati e le organizzazioni che hanno in essere sanzioni economiche e commerciali verso la Russia si impegnano a incrementarle fin dalla ripresa delle ostilità, senza limiti quantitativi, fino alla cessazione di ogni rapporto economico e commerciale (embargo totale) nei tempi più rapidi possibili e in ogni caso entro 18 mesi dall'inizio dell'invasione; nonché, per tutto quanto in loro potere, fino all'esclusione di tutte le banche russe dal sistema interbancario mondiale.  Mentre tutti gli Stati e le organizzazioni che hanno fornito armi e supporto logistico militare all'Ucraina si impegnano a ridurre gradualmente questo tipo di aiuti fin dalla ripresa delle ostilità, fino ad azzerarli entro un periodo conveniente, in ogni caso non oltre la scadenza di 18 mesi dall'inizio del conflitto in corso. 

8) Qualora questo accordo di pace venisse siglato, almeno nelle sue parti essenziali, dai due belligeranti, tutti gli Stati e le organizzazioni che hanno in essere sanzioni economiche e commerciali verso la Russia si impegnano a cancellarle con effetto immediato, incluse tutte quelle stabilite prima del 24 febbraio 2022. Questi Stati e organizzazioni si impegnano altresì a favorire sul medio e lungo periodo, in una prospettiva di pace e collaborazione globale, non solo gli scambi economici e culturali ma anche la cooperazione in campo scientifico e tecnologico con la Russia, con particolare riguardo alla transizione ecologica, coinvolgendo in questo processo virtuoso l'intera Comunità internazionale.

9) Qualora questo accordo di pace venisse siglato, almeno nelle sue parti essenziali, dai due belligeranti, tutti gli Stati e le organizzazioni che hanno fornito armi e supporto logistico militare all'Ucraina si impegnano a stanziare annualmente una somma almeno equivalente, sotto forma di erogazioni a fondo perduto, per la ricostruzione dell'Ucraina e il rilancio della sua economia. Questo nei limiti delle possibilità e in ogni caso per non meno di 5 anni. Gli stessi Stati e organizzazioni, di concerto con le massime istituzioni finanziarie mondiali, con le loro imprese pubbliche e private, e con l'intera Comunità internazionale (Nazioni Unite), si impegnano ad assicurare il massimo sforzo possibile per la rapida ricostruzione dell'Ucraina e il rilancio della sua economia. Ciò sotto forma di aiuti, supporti e interventi di ogni tipo, e con prestiti a tasso zero di lungo periodo (non meno di 10 anni).

10) L'Unione Europea si impegna ad accogliere l'Ucraina, su sua richiesta e anche con  eventuali deroghe ai trattati UE, al più presto possibile e in ogni caso entro 10 anni dalla firma degli accordi di pace.

11) La NATO si impegna in modo formale e solenne, o con apposita modifica del Trattato Atlantico, a non invitare e a non accogliere nell'alleanza gli Stati confinanti con la Russia, salvo nulla osta da parte di questa, incluse quindi Ucraina e Finlandia. E a non accogliere prima di 20 anni gli Stati, come la Svezia, bagnati da mari afferenti anche alla Russia.

12) Entro tre giorni dalla firma della pace le truppe russe si ritirano dall'Ucraina con le eccezioni della Crimea e delle due province contese del Donbass (Donetsk e Lugansk).  I due Paesi si impegnano a stipulare un trattato di non aggressione, ad accettare la presenza per 3 anni di osservatori ONU lungo la linea di confine, e a non effettuare alcun tipo di manovre ed esercitazioni militari per almeno 30 anni a meno di 60 km da detta linea.

13) La Crimea e le due province del Donbass manterranno provvisoriamente le attuali amministrazioni filorusse, ma in presenza dei caschi blu delle Nazioni Unite. Sui rispettivi territori saranno anche presenti contingenti limitati delle forze ucraine e di quelle russe: non più di 5000 uomini per parte in ciascuna provincia, per vigilare sulla pace in stretto coordinamento con i caschi blu.

14) Nel più breve tempo possibile, e non oltre 6 mesi dopo firma degli accordi di pace, si terranno nelle tre province contese, in contemporanea, altrettanti referendum popolari, analoghi a quello tenuto nel 2014 in Crimea, ma questa volta sotto la piena egida e sorveglianza dell'ONU. Gli elettori potranno liberamente scegliere fra tre opzioni: indipendenza, appartenenza politica all'Ucraina (ma con larga autonomia e decentramento amministrativo come dagli accordi di Minsk per il Donbass), annessione alla Russia. Nel primo caso resterebbero sul campo solo i militari dell'ONU per un periodo conveniente (almeno tre anni) ad affiancare quelli del nuovo governo indipendente.  In ogni caso, chi governerà garantirà, sempre sotto controllo ONU, a ciascuna delle due componenti etniche e linguistiche della popolazione, ovvero la minoranza ucraina e la maggioranza russa, la piena parità di diritti e la rigorosa tutela della lingua e delle tradizioni culturali.

15) Il governo di Kiev si impegna a garantire la parità e le tutele menzionate all'articolo 14 su tutto il suo territorio nazionale, prima di tutto abrogando le norme varate negli anni scorsi che riducevano queste garanzie per la popolazione di lingua russa. 

16) Qualora una o ambedue le province del Donbass venissero annesse, per volontà popolare, alla Russia, questa dovrà provvedere alla ricostruzione di questi territori martoriati, potendo contare solo su prestiti a tassi agevolati dalla Comunità internazionale. Dovrà inoltre riconoscere al governo ucraino un diritto di prelazione commerciale, di durata illimitata, e tangibili diritti economici sulle importanti risorse minerarie di queste province. Questi diritti saranno oggetto di trattativa con la compresenza della WTO, da completarsi entro 6 mesi dopo i referendum, e potranno variare da un minimo del 10% a un massimo del 30% del valore commerciale a seconda del prodotto e dell'entità delle riserve stimate. I diritti economici saranno applicati per 10 anni, per contribuire alla ripresa economica dell'Ucraina, ma le parti potranno accordarsi anche su percentuali minori applicate fino all'esaurimento delle riserve.

17) Qualora il Donbass optasse per l'indipendenza, avrebbe fin da subito il pieno diritto di sfruttamento commerciale delle sue risorse, e potrebbe contare su aiuti umanitari, ma il suo governo dovrebbe trattare con la Russia e con i resto della Comunità internazionale, al di fuori di questi accordi di pace, per ottenere gli aiuti necessari per la ricostruzione. 

Ho voluto scrivere il precedente testo in verde perché è il colore della speranza. Sono venuti fuori 17 articoli, ma noi non siamo superstiziosi: siamo uomini di pace, di ragione e di speranza. Invito caldamente tutti i forumisti ad allegare critiche, commenti e contributi personali a questa bozza di piano di pace. Suggerisco ai perditempo e agli incivili di astenersi. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

azzzzzzzzzzzzzz anche Cristoforo Colombo pensava die essere arrivato in India, poi ha saputo di aver scoperto l'America, anzi non l'ha proprio saputo perché all' America ci ha pensato Vespucci,  bontà sua, ma poi si è scoperto che si erano sbagliati tutti perché alla scoperta dell' "America" avevano già provveduto da tempo i Normanni.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, refusi ha scritto:

azzzzzzzzzzzzzz anche Cristoforo Colombo pensava die essere arrivato in India, poi ha saputo di aver scoperto l'America, anzi non l'ha proprio saputo perché all' America ci ha pensato Vespucci,  bontà sua, ma poi si è scoperto che si erano sbagliati tutti perché alla scoperta dell' "America" avevano già provveduto da tempo i Normanni.

Ecco il primo perditempo che interviene completamente fuori tema. Giusto per far credere agli altri che ESISTE. Ma, come sosteneva Cartesio, esiste solo chi pensa. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Ecco il primo perditempo che interviene completamente fuori tema. Giusto per far credere agli altri che ESISTE. Ma, come sosteneva Cartesio, esiste solo chi pensa. 

a volte paiono reali anche i miraggi 9_9

ma si tratta solo di sabbia,

beh ma anche la sabbia è già qualcosa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
25 minuti fa, refusi ha scritto:

a volte paiono reali anche i miraggi 9_9

ma si tratta solo di sabbia,

beh ma anche la sabbia è già qualcosa.

Due post del cacchio sono meglio di uno. Almeno per chi usa la testa per separare le orecchie. Ora mi aspetto il terzo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No , no , no e poi ancora NO !! L’ha fatto sul serio !!  Il Cazzaro Napoletano , ha smesso l’abito dell’Economista del Mit di Boston ,  Del Professore di Princeton , del medico del Berkeley Medical Center di Houston , ed indossa i panni di un grande Esperto di Geopolitica al cui confronto, Henry Kissinger diventa un poppante in gita a Eurodisney . L’ha fatto , l’ha fatto !! Lo aveva promesso e l’ha fatto !! Questo idio ta , con il quale i due grandi psicoanalisti Dunning e Kruger avrebbero penato non poco per dipanare la matassa della patologia in cui e’ affetto , e’ convinto seriamente di essere qualcuno di importantissimo .  Non si può scrivere , in un forum , un post di 337 righe se non siamo convinti di essere ( forse , nda) inferiori solo al figlio di Dio . Un Ebe te che “festeggia” così la sua bulimia di voler apparire a tutti i costi . Un tizio con uno spettacolare senso narcisistico che non lo fa nemmeno sospettare di essere un rompico@lioni a prescindere dal suo credito politico . Poveraccio !!  Ti scuso solo se sapessi che nell’età puberale hai subito massicce dosi di bullismo .  Ah , il piano di Pace . Non mi sono nemmeno azzardato a leggerlo . Ci penserà la mungitrice di tori a farlo per poi , a conflitto terminato , notiziarci circa e quanti punti riportati dal Cazzaro napoletano saranno stati recepiti … Ah , la mungitrice …!! Anch’essa sulla buona strada !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
57 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Due post del cacchio sono meglio di uno. Almeno per chi usa la testa per separare le orecchie. Ora mi aspetto il terzo. 

accontentato ho solo valutato il tuo livello di comprensione e di interpretazione

___________________________________________________________________________________________________________________________________

indovina?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e il seguente testo "http/bo/ IL SEGRETARIO DELLA LEGA Ha DICHIARATO CHE SI RECHERÀ A MOSCA PERCHÉ Ha UNA VALIDA SOLUZIONE DI PACE DA PROPORRE AL LEADER RUSSO. NON so VOI, MA INIZIO SCAVARE LA TRINCEA IN CANTINA! H Attilio I9APOSTROFO ANTIFASCISTI ANTIRAZZISTI ANTINEGAZIONISTI IO A"

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Come previsto, il refuso tipografico del forum ha scritto un terzo post inconcludente e fuori tema. Però più breve dei precedenti e senza faccine: magari un residuale senso del pudore sopravvive perfino tra i suoi neuroni atrofizzati. Mentre non sopravvive nell'allocco pisano, neppure lui in grado di entrare nel merito della discussione, che si rifugia nel consueto delirio personalistico. 

Almeno l'amico Barbablù ha scritto qualcosa in tema, e lo ringrazio, anche se lui ed io siamo convinti che Salvini non ha nessun piano di pace da proporre a Putin, o almeno nessun piano serio di cui non debba vergognarsi al rientro in Italia. Ma io non credo proprio che partirà per Mosca. Forse si ricorda di quel film in cui il compagno Beppone viene trattenuto in Unione Sovietica per la gioia del compagno di viaggio don Camillo. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Immediato cessate il fuoco da ambedue le parti

ma non è quello che chiedono tutti dà tempo?...ma chi è che riesce a convincere il putin?....:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
20 minuti fa, sempre135 ha scritto:

ma non è quello che chiedono tutti dà tempo?...ma chi è che riesce a convincere il putin?....:D

Ti sei fermato al primo punto. Il cessate il fuoco è ovviamente la premessa o il primo obbiettivo di ogni piano di pace. Leggiti i punti successivi e scoprirai come si può tentare di convincere Putin. Almeno a sedersi personalmente a un tavolo di negoziato, e sarebbe già un passo verso la pace. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Come previsto, il refuso tipografico del forum ha scritto un terzo post inconcludente e fuori tema. Però più breve dei precedenti e senza faccine: magari un residuale senso del pudore sopravvive perfino tra i suoi neuroni atrofizzati. Mentre non sopravvive nell'allocco pisano, neppure lui in grado di entrare nel merito della discussione, che si rifugia nel consueto delirio personalistico. 

Almeno l'amico Barbablù ha scritto qualcosa in tema, e lo ringrazio, anche se lui ed io siamo convinti che Salvini non ha nessun piano di pace da proporre a Putin, o almeno nessun piano serio di cui non debba vergognarsi al rientro in Italia. Ma io non credo proprio che partirà per Mosca. Forse si ricorda di quel film in cui il compagno Beppone viene trattenuto in Unione Sovietica per la gioia del compagno di viaggio don Camillo. 

ahahahaha decisamente hai più scatolette di tonno nel cranio (vuote) che materia grigia, vengo qui a fare delle battute per non lasciarti solo, ma non vedi che non ti kaka più nessuno a causa delle immense st@nzate presuntuose che scrivi? Lo faccio perché sono un buono e mi fai compassione anche se non lo capisci,. 

Volevi una vignetta eccotela

 

Minions Blowing GIF - Minions Blowing Tongue GIFs

ps. appppproposito di piani 

Piani, piani, ci sono un sacco di piani, superattici,  attici, piani intermedi, piani terra e... s(c)eminterrati.

xD

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

L'avevo avvisato sig fosforo, lasci perdere e si dedichi allo jogging che l'aiuta a rimanere in salute. 

Se come sostiene la stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, lei è

"convinto seriamente di essere qualcuno di importantissimo" 

 mi permetto di comunicarle che per essere davvero qualcuno di importantissimo deve copiare e incollare articoli di pensieri altrui, facendoli o cercando di farli passare per farina del suo sacco, come fa la stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata. 

Dice, la sempre più stupida gallina pisana che : "non si è nemmeno azzardata a leggere le sue proposte"  eppure, con la diversa intelligenza che la contraddistingue, si è messa a starnazzare come sempre per sostenere che le galline, (in questo caso la gallina pisana) è sempre più "importantissima" di un Cazzaro napoletano.

Si moderi sig fosforo, non dia più alcun adito alla stupida gallina pisana diversamente intelligente e diversamente monolaureata, di dimostrare di essere la più stupida delle galline pisane. 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

I 22 milioni di tonnellate di grano ferme a Odessa sono il ricatto perfetto di Putin contro l’Europa. Perché affamano i Paesi del Nord Africa e del Medio Oriente. E possono provocare un’ondata migratoria in grado di destabilizzare il quadro politico europeo. A partire dall’Italia.
A dircelo è il World Food Program: Il primo importatore di grano ucraino è l'Egitto, poi ci sono i Paesi dell'Africa Subsahariana , poi la Turchia, poi il resto dei Paesi di Medio Oriente e il nord Africa. A seguire, arrivano Pakistan, Bangladesh, Indonesia e Libano. Un altro dato, per completare il quadro: i Paesi del nord Africa, complessivamente, dipendono per il 90% del loro fabbisogno, dal grano russo e ucraino.
Un proseguimento della guerra e del blocco, vorrebbe dire carestia per molti di questi Paesi, perché altre fonti di approvvigionamento di simili quantità di grano non ne esistono, perlomeno a breve. Eccolo, il ricatto di Putin all’Europa: destabilizzare il Vecchio Continente con la minaccia di una crescente pressione migratoria. Una pressione duplice, in questo caso: da est, con milioni di rifugiati ucraini in fuga dalla guerra. E da sud, con milioni di migranti nord africani in fuga dalla fame.
Chi è al governo in Europa sa bene quel che può succedere, e non serve scomodare gli anni venti del secolo scorso. Con una pandemia alle spalle e una crisi economica alle porte, di cui già vediamo pesanti effetti sui prezzi, una forte ondata migratoria avrebbe un impatto fortissimo sull’opinione pubblica europea.
Ecco perché Putin si dice pronto a revocare il blocco se l'Occidente revocherà le sue sanzioni. Ecco spiegate le telefonate di Draghi a Putin dei giorni scorsi, e le proposte di piani di pace italiani, e le frenate della Germania e della Francia sul fronte degli aiuti militari. E ancora, più in generale, il gelo calato tra Europa e Ucraina, più volte denunciato da Zelensky.
Ci sono due soluzioni: far finire la guerra in fretta, con una vittoria ucraina, o convincere Zelensky a sedersi ora al tavolo delle trattative.
Il tempo non è un nostro alleato.
Questo almeno dovremmo averlo capito.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
27 minuti fa, wronschi ha scritto:

I 22 milioni di tonnellate di grano ferme a Odessa sono il ricatto perfetto di Putin contro l’Europa. Perché affamano i Paesi del Nord Africa e del Medio Oriente. E possono provocare un’ondata migratoria in grado di destabilizzare il quadro politico europeo. A partire dall’Italia.
A dircelo è il World Food Program: Il primo importatore di grano ucraino è l'Egitto, poi ci sono i Paesi dell'Africa Subsahariana , poi la Turchia, poi il resto dei Paesi di Medio Oriente e il nord Africa. A seguire, arrivano Pakistan, Bangladesh, Indonesia e Libano. Un altro dato, per completare il quadro: i Paesi del nord Africa, complessivamente, dipendono per il 90% del loro fabbisogno, dal grano russo e ucraino.
Un proseguimento della guerra e del blocco, vorrebbe dire carestia per molti di questi Paesi, perché altre fonti di approvvigionamento di simili quantità di grano non ne esistono, perlomeno a breve. Eccolo, il ricatto di Putin all’Europa: destabilizzare il Vecchio Continente con la minaccia di una crescente pressione migratoria. Una pressione duplice, in questo caso: da est, con milioni di rifugiati ucraini in fuga dalla guerra. E da sud, con milioni di migranti nord africani in fuga dalla fame.
Chi è al governo in Europa sa bene quel che può succedere, e non serve scomodare gli anni venti del secolo scorso. Con una pandemia alle spalle e una crisi economica alle porte, di cui già vediamo pesanti effetti sui prezzi, una forte ondata migratoria avrebbe un impatto fortissimo sull’opinione pubblica europea.
Ecco perché Putin si dice pronto a revocare il blocco se l'Occidente revocherà le sue sanzioni. Ecco spiegate le telefonate di Draghi a Putin dei giorni scorsi, e le proposte di piani di pace italiani, e le frenate della Germania e della Francia sul fronte degli aiuti militari. E ancora, più in generale, il gelo calato tra Europa e Ucraina, più volte denunciato da Zelensky.
Ci sono due soluzioni: far finire la guerra in fretta, con una vittoria ucraina, o convincere Zelensky a sedersi ora al tavolo delle trattative.
Il tempo non è un nostro alleato.
Questo almeno dovremmo averlo capito.

In effetti tra le molte cose importanti che si potrebbero fare durante una tregua ci sono lo sminamento e lo sblocco dei porti commerciali (vedasi il punto 6 del mio piano). È assurdo che una guerra in Ucraina debba costringere milioni di africani alla fame e all'emigrazione. Questa è una conseguenza della globalizzazione e degli effetti devastanti del sistema economico occidentale imposto all'Africa. Che fino agli anni 60 era un continente autosufficiente sul piano alimentare. 

La Russia nella sua storia non ha mai perso una guerra di terra. Fu sconfitta dal Giappone nel 1905 ma era una guerra sul mare. Solo pazzoidi come Biden e Bojo possono illudersi e illudere su una vittoria dell'Ucraina. Per convincere Putin e Zelensky a trattare, il primo passo è incrementare di brutto le sanzioni economiche al primo e tagliare le forniture di armi al secondo. Vedasi il punto 7. Alternative serie io non ne vedo. 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

8 ore fa, refusi ha scritto:

ahahahaha decisamente hai più scatolette di tonno nel cranio (vuote) che materia grigia, vengo qui a fare delle battute per non lasciarti solo, ma non vedi che non ti kaka più nessuno a causa delle immense st@nzate presuntuose che scrivi? Lo faccio perché sono un buono e mi fai compassione anche se non lo capisci,. 

Volevi una vignetta eccotela

 

ps. appppproposito di piani 

Piani, piani, ci sono un sacco di piani, superattici,  attici, piani intermedi, piani terra e... s(c)eminterrati.

xD

 

Ti ricordo che questo è un forum di POLITICA e non un forum di battute e di vignette. In questa discussione, che verte su un tema serio, la PACE IN UCRAINA e alcune proposte per raggiungerla, hai già postato 4 volte fuori tema.

A questo punto non può essere solo un problema di povertà intellettuale: c'è un serio ed evidente problema di MANCANZA DI EDUCAZIONE. In molti forum supervisionati in modo serio ti avrebbero già espulso a calci. Qui hai trovato una comoda valvola di sfogo per la tua INSULSAGGINE. Continua pure, se ti piace così. Ciascuno si appaga come può. Nelle società opulente dello spreco ciascuno butta via il suo tempo come crede.

Mi chiedo però come reagirebbero gli imbe.cilli e gli indifferenti se Putin lanciasse un missile nucleare. Forse ci farebbero sopra una vignetta. Sempre che i morti fossero solo in Ucraina. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

molti forum supervisionati in modo serio ti avrebbero già espulso a calci.

Xxxxxxx

Si sbaglia, sig fosforo, nei forum di Virgilio il sig refusi faceva faville ed era apprezzatissimo per i suoi Ciusssss. 

Le sue presenze in un forum (non ricordo quale) facevano impallidire le mie in questo forum. 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Un mirabile piano di pace che avrebbe sicuramente successo! Tra le altre cose deve essere detto che nessuno aveva ancora pensato all'immediato "cessate il fuoco". Comunque sia, mi permetto di integrare il mirabile piano di pace con proposte che lo renderebbero ancora più di successo.

Punto 1 - Aggiungere una bella pizzata, seguito da puttan_tour, che coinvolga le truppe belligeranti e crei le condizioni per un clima disteso e cooperativo.

Punto 2 - Una pagina feisbuch renderebbe le trattative più snelle e anche più serie.

Punto 3 - Senza scomodare tribunali internazionali, ai condannati dovrebbe essere garantito il ricorso al VAR.

Punto 4 - Prevedere che ai tavoli fisici e telematici possano partecipare anche delegati di altissimo livello di organizzazioni come il Circolo Canottieri Aniene e la Pro Loco di Montalcino.

Punto 5 - Prevedere che prima della eventuale ripresa delle sanzioni economiche sia disputata una partita Scapoli Russia - Ammogliati Ucraina. La squadra vincitrice avrà potere di modulare le sanzioni economiche a beneficio della propria Patria.

Punto 6 - Inviare, allo scopo di fornire supporto umanitario alla popolazione civile ucrina, un congruo numero di peripatetiche selezionate nel quartiere a luci rosse di Amsterdam.

Punto 7 - Qualora l'accordo di pace non venisse siglato, tutti gli Stati del pianeta si impegnano ad azzerare immediatamente le importazioni di vodka.

Punto 8 - Qualora l'accordo di pace venisse siglato, tutti gli Stati del pianeta si impegnano a raddoppiare le importazioni di vodka.

Punto 9 - Prevedere, al fine di incentivare i prestiti a tasso zero, che le parti contraenti siano omaggiate con aspirapolveri a batteria solare, in ossequio della transizione ecologica.

Punto 10 - L'UE si impegni ad accogliere al più presto possibile un battaglione di belle tope ucraine.

Punto 11 - La Nato si impegni ad accogliere, senza aspettare 20 anni, un battaglione di belle tope svedesi.

Punto 12 - Risulta inutile prevedere che i due Paesi si impegnino a non effettuare alcun tipo di manovre ed esercitazioni militari per almeno 30 anni. Sarà sufficiente la presenza di belle tope perché il personale militare abbia cose più importanti cui pensare.

Punto 13 - Il patto di non aggressione venga integrato con la previsione di pizzate e puttan_tour da tenersi almeno una volta ogni trimestre.

Punto 14 - Il referendum popolare sia condotto sotto l'egida della piattaforma Rousseau.

Punto 15 - Il governo di Kiev si impegni a tutelare le minoranze linguistiche introducendo l'insegnamento obbligatorio dell'esperanto.

Punto 16 - Qualora una o ambedue le province del Donbass venissero annesse alla Russia, questa riconoscerà al governo ucraino un diritto di prelazione commerciale sull'acquisto di vodka, di durata illimitata. Ogni ettolitro di vodka garantirà al governo ucraino il diritto di ricevere in omaggio un aspirapolvere a batteria solare, in ossequio della transizione ecologica.

Punto 17 - Qualora il Donbass optasse per l'indipendenza potrà contare da subito sulle risorse previste ai precedenti punti 6, 10, 11.

 

Modificato da ilsauro24ore

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
47 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

In questa discussione, che verte su un tema serio, la PACE IN UCRAINA...

Come può un tema serio essere affrontato da un cazzaro psicolabile affetto da grave forma di pseudologia fantastica, che manifesta quotidianamente un pesantissimo effetto Dunning-Kruger?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Eh magari , egregia sig. ra Mungitrice di tori veneta. , avesse dato solo a me l’impressione di trovarsi di fronte ad un borioso e presuntuoso personaggio da una tacca e mezza . Chiunque possiede almeno un decimo di cervello in più di quello in possesso del tuo fratello scemotto , non può che attivare alle mie conclusioni . Un idio ta che “solo” si permette di intitolare un post “ Il mio piano di Pace per l’Ucrraina “ e’ un idio ta !! Ed e’ un idio ta perché , titolo a parte , non si limite a riportare sul forum qualche indicazione di massima , qualche idea senza impegno come a tutti capita di fare , no no , come un co@lione invasato , scrive e sottopone al giudizio del forum , 17 punti analitico , presi un po’ di qua e là , su cui  “pretende “ , semore dal forum , un giudizio , pareri e disponibilità ad implementarlo . Ed al culmine dell’idiozia da pure un orario ai forumusti affinche’ questi ultimi , possano intervenire in diretta . Questo idio ta , mentre tutte le diplomazie mondiali sono riunite con i loro esperti per arrivare ad una soluzione diplomatica , si sente investito di uguale potere , fa un post di quasi 350 righe  “lavorandoci “ sopra per qualche ora con un unico scopo . Quello di poter dire , tra qualche mese , e se qualcosa di simile a quel che il Cazzaro ha scritto ,  “ beh , come modestamente avevo scritto “. Perche’ tutti coloro che come il pulcinella partenopeo sono affetti allo stadio terminale della patologia Dunning-Kruger , si sentono “autorizzati “ al pensare di essere un loro pari ed allora , in questo preciso momento , dove il problema “guerra” e’ quello più dibattuto , si  sente un grande esperto di geopolitica , uno che non avrebbe pudore a definire “patetico” uno come Harry Kissinger . Quindi , egregia sorella del fratello toccato , a me , dei tuoi giudizi mi importano molto meno delle tue palpate di palle al toro Turi e che le tue ricorrenti “difese”  alle posizioni del Cazzaro di Napoli, altro non sono che un modo per cercare con me la polemica ad ogni costo per riempire le tue miserabili giornate al chiuso delle stalle ed in compagnia solo delle bestie a corollario . Ed anche questo tuo comportamento, nel campo medico scientifico ,  ha un nome ed un cognome e. Se me lo chiedi per favore , te lo dirò pure . 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ci sono alcuni personaggi in questo forum che si credono più intelligenti e più capaci di quello che realmente sono, generalmente si esprimono insultando gli interlocutori e non hanno mai un minimo dubbio su ciò che vanno dicendo. 

Anche loro fanno parte delle persone affette dal Dunning-Kruger. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963