"Sbrigate rosse"

Articolo interessante, purtroppo il titolo è degno di Frankestein Sallusti. 

Il terrorismo prosperò grazie a chi diceva "compagni che sbagliano". 

Già, ma chi lo diceva? Ripeto, chi lo diceva? Mi accontenterei di un nome e di un cognome. Uno solo.

Lo storico Oliva parla di "...gravi tolleranze di molti intellettuali, dalla formula assolutoria 'compagni che sbagliano' all'ambiguità di 'né con lo Stato né con le Br'..." .

Però non fa nemmeno un nome, che sia uno, di questi molti intellettuali.  Facile lanciare accuse generiche, facile sparare nel mucchio, facile alimentare bufale e leggende metropolitane. Uno storico serio deve, ripeto deve, fare i nomi e i cognomi. Se li ha, se nomi e cognomi ci sono.

Mentre non si può pretendere da Saurino pane e vino che nella sua zucca vuota entrino per lo meno i termini elementari della questione di cui stiamo discutendo. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

30 messaggi in questa discussione

I termini elementari della questione consistono nel giudicare se quanto scritto dal cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 sia vero o meno. I "compagni che sbagliano" sarebbe, nel delirio del cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31

una bufala (confortata da una breve ricerca in rete, NdA)

un'invenzione degli avversari

una leggenda metropolitana

una invenzione dei nemici della sinistra

una formula largamente usata dai nemici della sinistra per screditare la sinistra

una tesi diffusa dai fiancheggiatori e dai  sostenitori ipocriti dei brigatisti o, più probabilmente, da gentaglia esterna alla sinistra

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 viene sbugiardato da 

MASSIMO FINI

SINISTRA ITALIANA

GIORGIO BOCCA

RAFFAELE MAROTTA

FERDINANDO IMPOSIMATO

GIANNI OLIVA

che, purtroppissimo per il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31, sono tutti

autorevolissimi

e

credibilissimi

testimoni diretti di quegli anni.

Ripeto ancora una volta: il mendace patologico fosforo31 contatti con estrema urgenza il suo psichiatra. La pertinace battaglia del cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 contro la realtà dimostra:

1 - che le condizioni psichiche del cazzaro napoletano devono essere portate all'attenzione dei migliori specialisti della psichiatria senza procrastinare ulteriormente;

2 - che Madre Natura è stata particolarmente matrigna dei confronti del medesimo cazzaro napoletano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ogni bufala e ogni leggenda metropolitana che si rispetti ha pochi o nessun protagonista e molti, moltissimi narratori. I due allocchi del forum, che CON TUTTA EVIDENZA non hanno nemmeno afferrato i termini elementari della questione, continuano a citare narratori ma nessun protagonista. Non li trovano o non esistono. E cioè - per puntualizzare i termini elementari della questione - non trovano IL NOME E IL COGNOME di un esponente di rilievo della sinistra degli anni di piombo, un politico, un sindacalista, un giornalista, un intellettuale, etc. CHE ABBIA ESPRESSO PERSONALMENTE O A CUI SIA ESPRESSAMENTE ATTRIBUITO DA QUALCHE PERSONA SERIA il giudizio: i brigatisti rossi sono compagni che sbagliano. 

Cortesemente evitate di perdere e farmi perdere tempo: qui non vogliamo i narratori vogliamo i protagonisti.  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ogni bufala e ogni leggenda metropolitana che si rispetti ha pochi o nessun protagonista e molti, moltissimi narratori. I due allocchi del forum, che CON TUTTA EVIDENZA non hanno nemmeno afferrato i termini elementari della questione, continuano a citare narratori ma nessun protagonista. Non li trovano o non esistono. E cioè - per puntualizzare i termini elementari della questione - non trovano IL NOME E IL COGNOME di un esponente di rilievo della sinistra degli anni di piombo, un politico, un sindacalista, un giornalista, un intellettuale, etc. CHE ABBIA ESPRESSO PERSONALMENTE O A CUI SIA ESPRESSAMENTE ATTRIBUITO DA QUALCHE PERSONA SERIA il giudizio: i brigatisti rossi sono compagni che sbagliano. 

Cortesemente evitate di perdere e farmi perdere tempo: qui non vogliamo i narratori vogliamo i protagonisti.  

E’ incredibile il livello di facciakulaggine di questo individuo che scrive :”

Aggiungo, a beneficio dei forumisti seri, che la definizione "compagni che sbagliano" è, per quanto ne so e per quanto risulta da una breve ricerca in rete, una bufala. Non è attribuibile a nessun esponente di rilievo della sinistra degli anni di piombo: politici, sindacalisti, giornalisti, intellettuali, etc. Probabilmente era un'invenzione dei loro avversari. “.        
 

Bene , gliene sono stati fatti 9 (nove).  Ed ancora questo idio ta allo stadio terminale ha il coraggio di parlare . Parla di invenzioni !!  Non c’è niente da fare , questo ometto non ha nessuna dignità !! Ed aggiunge , testualmente :”  Cortesemente evitate di perdere e di farmi perdere tempo . Qui non vogliamo i narratori , vogliamo i protagonisti “.  Capito il livello , cari forumisti ?? 


 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Purtroppo c'è un forumista da Pisa che ha urgente bisogno di uno psichiatra. Infatti non ha ancora capito l'evidenza. Nessuno, ripeto NESSUNO, dei 9 personaggi da lui citati ha mai detto che i brigatisti rossi erano compagni che sbagliavano. O per lo meno non esiste prova né testimonianza che l'abbiano detto. Molto probabilmente non lo hanno mai nemmeno pensato. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963