Kiepe Electric spiega come togliere l'elettricità statica dalle superfici

 

Kiepe Electric, azienda specializzata nella distribuzione di componenti di processo per l’industria, propone una vasta gamma di soluzioni per eliminare il problema dell’elettricità statica sulle superfici.

Milano, maggio 2022 – L’elettricità statica è un fenomeno che interessa diversi settori dell’industria, da quello agroalimentare a quello farmaceutico, fino al comparto del tessile. In ognuna di queste situazioni l’accumulo di carica elettrica sulle superfici dei materiali può comportare numerosi problemi: nel caso dei cibi o dei prodotti farmaceutici, per esempio, questo fenomeno può dar luogo a contaminazioni, mentre per i tessuti può danneggiare o addirittura rompere le fibre.

Per eliminare l’elettricità statica – che interessa soprattutto materiali non conduttori, quali plastica, vetro o carta – Kiepe Electric - azienda specializzata nella selezione, personalizzazione e distribuzione di componenti, impianti industriali e di processo, sistemi integrati e soluzioni per diversi rami del settore industriale - ha messo a disposizione dei propri clienti una serie di prodotti specifici. Tra questi, le barre antistatiche serie ECA rappresentano una soluzione all’avanguardia: si tratta infatti delle prime barre antistatiche con componenti ionizzanti collegati direttamente all’alta tensione. Robuste, affidabili e performanti, assicurano anche una lunga durata, grazie alla cura con cui sono stati studiati tutti i loro componenti. 

Oltre alla serie ECA, Kiepe Electric propone anche altre tipologie di barre ionizzanti, adatte a ogni esigenza. La funzione principale di questi prodotti consiste nell’eliminare l’elettricità statica tramite l’emissione di ioni positivi e negativi, che neutralizzano i campi elettrostatici. All’interno della proposta di Kiepe Electric sono infatti incluse anche le barre antistatiche serie ECOBLOWER, che funzionano sulla base di un sistema soffiante. Compatte e robuste, permettono di eliminare facilmente le cariche elettrostatiche anche a distanza. 

Da menzionare, infine, le barre ionizzanti della serie ECOFLOW, progettate combinando una barra antistatica con elettrodi capacitivi  - che rilascia gli ioni – e un sistema soffiante a lama d’aria compressa, che li trasporta fino a una distanza di 2 metri. 

Sempre basate sul funzionamento a ioni sono anche le teste e le pistole ionizzanti, progettate per eliminare l’elettricità elettrostatica in particolare su piccole parti e indicate soprattutto per preparare le superfici prima della verniciatura. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963