Giovani d oggi

Hanno la macchina col telefono
Ed un orologio d'oro
La brillantina nei capelli
E parlano di lavoro
La notte puoi trovarli
In discoteca sorridenti
Con la bottiglia nel secchiello
E delle donne appariscenti
Sono i figli di quest'Italia
Quest'Italia un po' americana
Sempre meno contadini
Sempre più ***
Loro vivono alla grande
Tra Cortina e le Maldive
Mangerebbero spaghetti
Fanno più scena le ostriche vive
Hanno la segreteria
E per favore lasciate un messaggio (please leave a message)
Ho bisogno di compagnia
Quando ritorno da questo viaggio
Sono i figli di quest'Italia
Quest'Italia che sta crescendo
Sempre meno contadini
Sempre più fondi d'investimento
Giovani rampanti intraprendenti
Fanno passi da giganti
Nei debutti in società
Sempre pronti ad ogni avvenimento
Ho un appartamento in centro
Tanto poi paga papà
E di politica non ne parlano
Evitano il discorso
Loro votano solamente
Chi gli fa vincere un concorso
Si occupano di moda
E di pubbliche relazioni
Tutti giri di parole
Sono i nuovi vitelloni
Sono i figli di quest'Italia
Quest'Italia che promette
Che di giorno sembra per bene
E di notte fa le marchette
Sono i figli di quest'Italia
Quest'Italia così vincente
E nella testa già l'Europa
E nel sedere il Medio Oriente
Giovani rampanti intraprendenti
Fanno passi da giganti
Nei debutti in società
Sempre pronti ad ogni avvenimento
Ho un appartamento in centro
A pranzo vado da mammà
Hanno la macchina col telefono
Le iniziali sul taschino
Quando sono di buon umore
L'orologio sul polsino
Opportunisti come i gatti
Sempre a caccia di sorprese
Sono yuppies oppure yappies
Per chi mastica l'inglese
Sono i figli di quest'Italia
Quest'Italia che va di corsa
Toglie i soldi dal materasso
E li sputtana tutti in borsa
Sono i figli di quest'Italia
Quest'Italia antifascista
Se cerchi casa non c'è problema
Basta conoscere un socialista
Sono i figli di quest'Italia
Quest'Italia un po' paesana
Simm' tutte figli 'e mamma
E della canzone napoletana
4 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

1° MAGGIO FESTA DEI LAVORATORI🌹

La Storia siamo Noi
Nessuno si senta offeso
[....]
La storia siamo noi, attenzione 
Nessuno si senta escluso
[....]
E poi ti dicono " Tutti sono uguali
Tutti rubano alla stessa maniera"
Ma e' solo un modo per convincerti 
a restare chiuso dentro casa 
quando viene la sera 
[...]
Quelli che hanno letto milioni di libri 
E quelli che non sanno nemmeno parlare 
Ed è per questo che la storia dà i brividi,
Perché nessuno la può fermare.
La storia siamo noi, siamo noi Padri e Figli
Siamo noi, bella ciao  che partiamo.
La storia non ha nascondigli,
La storia non passa la mano.
La storia siamo noi, siamo noi 
Questo piatto di grano" " La Storia siamo noi"
                             Francesco De Gregori
Renato Guttuso 
Contadini al lavoro 
1911÷1987

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963