Coppia di giapponesi fa harakiri a Roma

Vivevano a Roma da anni, lui Tetsuo Sakamoto era un professore molto conosciuto e stimato: dal 1982 commendatore della Repubblica italiana, ex professore di dottrine orientali all'Università di Napoli, amatissimo dai suoi studenti, e anche vicepresidente dell'associazione Italia Giappone, è stato ritrovato morto in bagno, dentro la vasca con ancora il coltello in mano, la moglie era sul letto con profonde ferite.

92 anni lui e 90 lei, la nuora non riusciva a contattarli e ha chiesto aiuto alla polizia, quando gli agenti sono andati nella bella casa nel quartiere Fleming, hanno trovato questa terribile scena e hanno ipotizzato che si sia trattato di un omicidio-suicidio,  lui avrebbe prima colpito la moglie Eiko e poi è andato in bagno dove ha fatto harakiri, l'antico rito che i samurai utilizzavano per togliersi la vita con un fendente allo stomaco. 

Sul tavolo dell'abitazione è stata trovata una lettera scritta in ideogrammi giapponesi. la stanno traducendo ed esaminando per verificare che sia stata scritta da uno dei due coniugi e non da una terza persona

Tutti li ricordano con affetto, una coppia gentile che nulla aveva mostrato di preoccupante, lasciano un figlio che si sta disperando mentre la polizia esamina la casa.

coppiagiap.JPG

 


 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963