La risposta dei medici di Napoli alla razzista di Cantù

Inviata (modificato)

Lo confesso, a volte sono un po' razzista anch'io. Nel senso che a volte (non sempre) penso che ci siano due Italie. Cito spesso una frase del compianto giornalista sportivo Peppino Pacileo, cantore delle epiche gesta dell'inarrivabile Diego Armando: 

Per me sopra il Garigliano incomincia l'Austria! 

Naturalmente, il fatto che millenni fa noi fummo colonizzati dai Greci mentre sopra il Garigliano si stabilivano popoli un pochino meno raffinati e civili  (Etruschi, Celti, Longobardi, etc.), non significa che oggi noi siamo migliori, ma forse è anche errato pensare che la cosa non abbia nessun significato. Per quella che è la mia personale esperienza anche romani, umbri e marchigiani sono, come noi meridionali, per lo più gente accogliente, affabile, disposta a fraternizzare con tutti al di là delle disuguaglianze (etniche, sociali, culturali, economiche). Mentre dalla Toscana in su (qualche esempio lo trovate anche nel forum, un toscano in particolare, divorato dal livore verso i napoletani), il sentirsi superiore agli altri, a chi viene da sud, o è più povero o ha una diversa pigmentazione, è cosa senza alcun dubbio più frequente, in certe zone direi molto più frequente. Un esempio di questi giorni è la decerebrata e maleducata razzista brianzola che ha detto a un dottore dalla pelle scura: "io non mi faccio visitare da un ne.gro". A questa ignorante di Cantù io dico: cara signora, io sono di Napoli e a una come lei non affiderei nemmeno il mio cane. Anzi la mia gatta, perché detesto i cani. La mia gatta, che si chiama Santi (diminutivo di Santippe) e che come la moglie di Socrate ha un caratterino, non si farebbe toccare da una zotica come lei.

Naturalmente questa poco gentile signora non ha solo gravemente offeso quel dottore, ma tutta la categoria dei medici. In risposta, il presidente dell'ordine dei medici di Napoli ha messo mano a Photoshop e ha pubblicato questo suo simpaticissimo autoritratto che ha invaso i media della Campania: 

https://goo.gl/images/iKGMZW

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

12 messaggi in questa discussione

19 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Lo confesso, a volte sono un po' razzista anch'io. Nel senso che a volte (non sempre) penso che ci siano due Italie. Cito spesso una frase del compianto giornalista sportivo Peppino Pacileo, cantore delle epiche gesta dell'inarrivabile Diego Armando: 

Per me sopra il Garigliano incomincia l'Austria! 

Naturalmente, il fatto che millenni fa noi fummo colonizzati dai Greci mentre sopra il Garigliano si stabilivano popoli un pochino meno raffinati e civili  (Etruschi, Celti, Longobardi, etc.), non significa che oggi noi siamo migliori, ma forse è anche errato pensare che la cosa non abbia nessun significato. Per quella che è la mia personale esperienza anche romani, umbri e marchigiani sono, come noi meridionali, per lo più gente accogliente, affabile, disposta a fraternizzare con tutti al di là delle disuguaglianze (etniche, sociali, culturali, economiche). Mentre dalla Toscana in su (qualche esempio lo trovate anche nel forum, un toscano in particolare, divorato dal livore verso i napoletani), il sentirsi superiore agli altri, a chi viene da sud, o è più povero o ha una diversa pigmentazione, è cosa senza alcun dubbio più frequente, in certe zone direi molto più frequente. Un esempio di questi giorni è la decerebrata e maleducata razzista brianzola che ha detto a un dottore dalla pelle scura: "io non mi faccio visitare da un ne.gro". A questa ignorante di Cantù io dico: cara signora, io sono di Napoli e a una come lei non affiderei nemmeno il mio cane. Anzi la mia gatta, perché detesto i cani. La mia gatta, che si chiama Santi (diminutivo di Santippe) e che come la moglie di Socrate ha un caratterino, non si farebbe toccare da una zotica come lei.

Naturalmente questa poco gentile signora non ha solo gravemente offeso quel dottore, ma tutta la categoria dei medici. In risposta, il presidente dell'ordine dei medici di Napoli ha messo mano a Photoshop e ha pubblicato questo suo simpaticissimo autoritratto che ha invaso i media della Campania: 

https://goo.gl/images/iKGMZW

Ahahahaha , immagino che quel Toscano “divorato “ dal livore verso i Napoletani , sia io , vero ?? Ahahahaha !! Non ti sbaglia’ , Cazzaro !! Io non ce l’ho affatto , con i Napoletani. Anzi , tutto il contrario !! Io ce l’ho con i Napoletani co@lioni e Cazzari come te !! Potevi essere di Lecce o di Belluno e sarebbe stata la stessa cosa . Saresti stato un co@lione leccese o bellunese . Chiaro , Cazzaro ??                            P.S. Complimenti per il nome che hai messo al gatto . Averle messo il nome della moglie di Socrate non può che confermare quello che ho detto sopra . Ebe te !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Non leggerò e non risponderò più ai post della infame e lurida spia stalinista mark+sigle variabili almeno fino alla fine di questa campagna elettorale. Con tutta la buona volontà, mi è impossibile discutere con un maleducato che in queste settimane è più che mai divorato dalla faziosità. Chiunque legga i suoi post, totalmente appiattiti e acritici sul Pd, mielosi, plaudenti e leccanti sul pinocchio di Rignano (quello del "se perdo il referendum lascio la politica"), capisce al volo che si tratta di un galoppino di partito, perdutamente innamorato del suo capetto più di quanto lo erano a suo tempo Sandro Bondi, Giuliano Ferrara ed Emilio Fido del puttaniere di Arcore. "Gigante tra gli gnomi" è un titolo che non sarebbe mai venuto in mente neppure a Bondi per una delle sue poesie d'amore per l'ex cavaliere, e non solo per motivi di statura. Il suddetto galoppino è anche divorato dal livore personale verso il sottoscritto, reo di ricordare e di evidenziare, nel suo piccolo, le menzogne, i disastri e le inaudite e pericolose forzature antidemocratiche del capetto (ripetuti voti di fiducia in stile fascista su due leggi elettorali; una maggioranza determinata senza mandato popolare e in violazione della Costituzione, che osa manomettere la Costituzione stessa e che tiene in piedi per 5 anni un parlamento irrispettoso dei più fondamentali princìpi costituzionali). Questo odio incontrollato, viscerale, che lo porta a cercare con il lumicino ogni mio post per replicare con idiozie, falsità e insulti, si inquadra nell'odio razzista del fazioso verso l'intero popolo partenopeo cui mi onoro di appartenere. Questo schifoso razzista è entrato perfino in questa discussione che non c'entrava nulla col suo partito e col suo capetto, evidentemente sentendosi chiamato in causa quando accennavo a un forumista toscano divorato dal livore verso i napoletani. Cari forumisti, la sua coda di paglia ha preso fuoco. Ignoro cosa abbia scritto e non mi interessa un tubo. Però a questo punto è doveroso ricordare ai forumisti seri le precise motivazioni della mia grave accusa. Questo sporco razzista aveva già più volte esibito il suo asinino negazionismo delle Quattro Giornate di Napoli, città medaglia d'oro della Resistenza, da cui partì, nel sangue versato da uomini, donne e scugnizzi, poco più che bambini, la Resistenza del popolo italiano al nazifascismo, e da cui oltre un secolo prima era partito il Risorgimento con i primi moti carbonari del 1820. Ed è facile capire la ragione di questa negazione antistorica. Per questo miserabile galoppino é inconcepibile che dei napoletani abbiano potuto  sfidare i panzer tedeschi. Per questo schifoso razzista noi napoletani siamo sempre stati e siamo tuttora una razza inferiore: "dominati da tutti, comprati con la pasta e con le scarpe, propensi a vivere di assistenzialismo, sempre proni al padrone di turno, chiunque fosse, senza mai uno scatto di dignità, di orgoglio. Sempre a pecora per poi inventarvi una resistenza napoletana che non c'è mai stata, famosi nel mondo per aver ceduto le vostre donne agli americani in cambio di cioccolata e chewing-gum, plaudenti al Re e contro la Repubblica". Questo poveraccio ignorante (come lo sono tutti i razzisti) non ha mai sentito parlare della Repubblica Partenopea del 1799 e ignora che i napoletani sono gli unici in Italia ad avere abbattuto e cacciato re e vicerè senza referendum e senza interventi di truppe straniere ma con sommosse di popolo. Quali scuole avrà frequentato? Boh! Non contento aggiunge, anzi decreta, anzi pontifica, dal basso della fogna puzzolente in cui vive: "Questo siete voi e te incarni molto bene questa "etnia" mescolata". Lo sporco razzista pone tra virgolette una parola che non ne ha nessun bisogno. Evidentemente intendeva altro, intendeva dire che noi napoletani siamo una "razza" basta.rda. Ora ditemi voi, cari forumisti, se questo è o non è un RAZZISTA MATRICOLATO. Se non lo è, allora Mario Borghezio è una persona equilibrata e Matteo Salvini aveva solo bevuto qualche bicchiere di troppo prima del famoso coro contro i napoletani. Certo questo galoppino del Pd incarna molto bene la plateale svolta destrorsa del suo partito. Un partito che si è rimangiato lo Ius Soli (punto saliente del programma del 2013, portato in aula, dopo 5 anni, 5 giorni prima della fine della legislatura). Un partito che preferisce vedere i profughi marcire nei lager libici piuttosto che vederli sbarcare in Italia. Allego qualche link per capire cosa pensa un grande napoletano del ministro Minniti:

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2017/11/10/news/roberto_saviano_contro_marco_minniti_strage_migranti-180782941/

https://video.repubblica.it/cronaca/migranti-saviano-quelle-26-donne-morte-la-prova-del-fallimento-di-minniti-e-dell-europa/288899/289506

http://www.huffingtonpost.it/2017/03/17/saviano-pd-scappate_n_15428212.html

Cari forumisti, io posso accettare gli attacchi personali più duri e deliranti ma non gli attacchi razzisti alla dignità, alla storia e all'onore della mia città e della mia gente. Quanto sopra è contenuto in un post di mark525252, datato 20 gennaio 2018, nella discussione dal titolo "I vaneggiamenti del Cazzaro napoletano Fosforo..." aperta dal fazioso per vaneggiare su un fantomatico e "chilometrico" post che io avrei scritto su un carneade piddino dell'isola d'Ischia a me totalmente sconosciuto. Ma è chiaro che era un mero pretesto per vomitare odio e veleno razzista sui napoletani. 

Sono sicuro che il nostro galoppino di Renzi, non potendo più sperare, visti i sondaggi, nell'agognato governo Renzusconi, farebbe salti di gioia per un governo Renzusconi+Lega, magari con Salvini ministro dell'Interno al posto di Minniti. D'altronde cambierebbe poco e d'altronde il nostro galoppino del Pd e il Salvini del famoso coro la pensano nello stesso modo sui napoletani, figuriamoci cosa pensano di quelli più a sud di Napoli (ma almeno Salvini ebbe la creanza di scusarsi). E si confermerebbe la maggioranza a tre (Pd, FI, Lega) che approvò l'orrenda legge elettorale con cui andremo a votare il 4 marzo.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Un altro che soffre di un complesso di inferiorità, al quale vorrei ricordare che noi razzisti e xenofobi del nord agli immigrati, a quelli regolari naturalmente non quelli che spacciano droga o delinquono, diamo casa e un regolare lavoro, mentre dalle sue parti, al sud,  il 90%, regolari o clandestini  li affidate al caporalato. Poi sull'affermazione che al di sopra del Garigliano cominci l'Austria, al di la del fatto contingente,  beh un vero peccato che così non sia, forse avremmo avuto un amministrazione statale onesta ed efficiente, non avremmo debiti e saremmo fra gli stati più ricchi del mondo. Ma al di sotto del Garigliano? Non mi pronuncio.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, il.pignonista ha scritto:

Un altro che soffre di un complesso di inferiorità, al quale vorrei ricordare che noi razzisti e xenofobi del nord agli immigrati, a quelli regolari naturalmente non quelli che spacciano droga o delinquono, diamo casa e un regolare lavoro, mentre dalle sue parti, al sud,  il 90%, regolari o clandestini  li affidate al caporalato. Poi sull'affermazione che al di sopra del Garigliano cominci l'Austria, al di la del fatto contingente,  beh un vero peccato che così non sia, forse avremmo avuto un amministrazione statale onesta ed efficiente, non avremmo debiti e saremmo fra gli stati più ricchi del mondo. Ma al di sotto del Garigliano? Non mi pronuncio.

 

Guarda, se c'è un complesso di cui non soffro è quello di inferiorità. Semmai siete voi del Nord a soffrire di complessi di  superiorità (assai più comuni e pericolosi). Ho la fortuna (immeritata) di vivere nella città da cui partirono il Risorgimento e la Resistenza; nella città "senza nessun paragone più bella dell'Universo" (Stendhal), che senza dubbio è stata alquanto impoverita e abbruttita dopo l'unificazione ma che resta "la città più civile del mondo, la vera regina delle città, la più signorile, la più nobile, la sola vera metropoli italiana" (Elsa Morante). Dunque non vedo proprio perché dovrei avere un complesso di inferiorità rispetto a chi vive a Milano o a Torino. Che tra l'altro sono città più pericolose di Napoli visti i dati sull'inquinamento e sul numero dei reati, e sicuramente molto più infelici viste le statistiche sui suicidi e sul consumo di psicofarmaci. 

Non ho mai scritto né pensato che gli italiani del Nord sono razzisti e xenofobi. Ho solo scritto che certi comportamenti, come quello della razzista di Cantù che ha offeso un medico di colore, comportamenti frutto dell'ignoranza, del pregiudizio e dei complessi di superiorità, ma anche, non di rado, dell'inciviltà e della maleducazione, sono senza dubbio più frequenti al Nord e al Centro che al Sud. Tuttavia essi riguardano sempre delle minoranze: noi italiani, tra i paesi ricchi, siamo senza dubbio tra i meno razzisti e i meno xenofobi.

Per quanto riguarda poi il lavoro nero degli immigrati, non ho statistiche precise sottomano, anche perché su nessun aspetto dell'economia sommersa si possono elaborare statistiche precise, quindi il tuo dato del 90% lascia il tempo che trova. É probabile che in termini relativi esso incida più al Sud che al Nord. Ma questo è del tutto naturale. In regioni con altissimi tassi di disoccupazione (specie giovanile) è ovvio, purtroppo, che anche (o soprattutto) gli immigrati debbano spesso arrangiarsi in lavori occasionali, stagionali e irregolari. Ma sono pronto a scommettere qualsiasi cifra che in termini assoluti (unità di lavoro irregolari ed evasione dei contributi) il lavoro nero degli immigrati al Nord ha dimensioni ben maggiori che al Sud. Del resto tutte le statistiche, per quanto poco attendibili, concordano nell'assegnare alla Lombardia un netto primato sia nel PIL del sommerso che nel gettito sottratto al fisco.

Saluti

 

Modificato da fosforo31

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

11 ore fa, fosforo31 ha scritto:

Non leggerò e non risponderò più ai post della infame e lurida spia stalinista mark+sigle variabili almeno fino alla fine di questa campagna elettorale. Con tutta la buona volontà, mi è impossibile discutere con un maleducato che in queste settimane è più che mai divorato dalla faziosità. Chiunque legga i suoi post, totalmente appiattiti e acritici sul Pd, mielosi, plaudenti e leccanti sul pinocchio di Rignano (quello del "se perdo il referendum lascio la politica"), capisce al volo che si tratta di un galoppino di partito, perdutamente innamorato del suo capetto più di quanto lo erano a suo tempo Sandro Bondi, Giuliano Ferrara ed Emilio Fido del puttaniere di Arcore. "Gigante tra gli gnomi" è un titolo che non sarebbe mai venuto in mente neppure a Bondi per una delle sue poesie d'amore per l'ex cavaliere, e non solo per motivi di statura. Il suddetto galoppino è anche divorato dal livore personale verso il sottoscritto, reo di ricordare e di evidenziare, nel suo piccolo, le menzogne, i disastri e le inaudite e pericolose forzature antidemocratiche del capetto (ripetuti voti di fiducia in stile fascista su due leggi elettorali; una maggioranza determinata senza mandato popolare e in violazione della Costituzione, che osa manomettere la Costituzione stessa e che tiene in piedi per 5 anni un parlamento irrispettoso dei più fondamentali princìpi costituzionali). Questo odio incontrollato, viscerale, che lo porta a cercare con il lumicino ogni mio post per replicare con idiozie, falsità e insulti, si inquadra nell'odio razzista del fazioso verso l'intero popolo partenopeo cui mi onoro di appartenere. Questo schifoso razzista è entrato perfino in questa discussione che non c'entrava nulla col suo partito e col suo capetto, evidentemente sentendosi chiamato in causa quando accennavo a un forumista toscano divorato dal livore verso i napoletani. Cari forumisti, la sua coda di paglia ha preso fuoco. Ignoro cosa abbia scritto e non mi interessa un tubo. Però a questo punto è doveroso ricordare ai forumisti seri le precise motivazioni della mia grave accusa. Questo sporco razzista aveva già più volte esibito il suo asinino negazionismo delle Quattro Giornate di Napoli, città medaglia d'oro della Resistenza, da cui partì, nel sangue versato da uomini, donne e scugnizzi, poco più che bambini, la Resistenza del popolo italiano al nazifascismo, e da cui oltre un secolo prima era partito il Risorgimento con i primi moti carbonari del 1820. Ed è facile capire la ragione di questa negazione antistorica. Per questo miserabile galoppino é inconcepibile che dei napoletani abbiano potuto  sfidare i panzer tedeschi. Per questo schifoso razzista noi napoletani siamo sempre stati e siamo tuttora una razza inferiore: "dominati da tutti, comprati con la pasta e con le scarpe, propensi a vivere di assistenzialismo, sempre proni al padrone di turno, chiunque fosse, senza mai uno scatto di dignità, di orgoglio. Sempre a pecora per poi inventarvi una resistenza napoletana che non c'è mai stata, famosi nel mondo per aver ceduto le vostre donne agli americani in cambio di cioccolata e chewing-gum, plaudenti al Re e contro la Repubblica". Questo poveraccio ignorante (come lo sono tutti i razzisti) non ha mai sentito parlare della Repubblica Partenopea del 1799 e ignora che i napoletani sono gli unici in Italia ad avere abbattuto e cacciato re e vicerè senza referendum e senza interventi di truppe straniere ma con sommosse di popolo. Quali scuole avrà frequentato? Boh! Non contento aggiunge, anzi decreta, anzi pontifica, dal basso della fogna puzzolente in cui vive: "Questo siete voi e te incarni molto bene questa "etnia" mescolata". Lo sporco razzista pone tra virgolette una parola che non ne ha nessun bisogno. Evidentemente intendeva altro, intendeva dire che noi napoletani siamo una "razza" basta.rda. Ora ditemi voi, cari forumisti, se questo è o non è un RAZZISTA MATRICOLATO. Se non lo è, allora Mario Borghezio è una persona equilibrata e Matteo Salvini aveva solo bevuto qualche bicchiere di troppo prima del famoso coro contro i napoletani. Certo questo galoppino del Pd incarna molto bene la plateale svolta destrorsa del suo partito. Un partito che si è rimangiato lo Ius Soli (punto saliente del programma del 2013, portato in aula, dopo 5 anni, 5 giorni prima della fine della legislatura). Un partito che preferisce vedere i profughi marcire nei lager libici piuttosto che vederli sbarcare in Italia. Allego qualche link per capire cosa pensa un grande napoletano del ministro Minniti:

http://palermo.repubblica.it/cronaca/2017/11/10/news/roberto_saviano_contro_marco_minniti_strage_migranti-180782941/

https://video.repubblica.it/cronaca/migranti-saviano-quelle-26-donne-morte-la-prova-del-fallimento-di-minniti-e-dell-europa/288899/289506

http://www.huffingtonpost.it/2017/03/17/saviano-pd-scappate_n_15428212.html

Cari forumisti, io posso accettare gli attacchi personali più duri e deliranti ma non gli attacchi razzisti alla dignità, alla storia e all'onore della mia città e della mia gente. Quanto sopra è contenuto in un post di mark525252, datato 20 gennaio 2018, nella discussione dal titolo "I vaneggiamenti del Cazzaro napoletano Fosforo..." aperta dal fazioso per vaneggiare su un fantomatico e "chilometrico" post che io avrei scritto su un carneade piddino dell'isola d'Ischia a me totalmente sconosciuto. Ma è chiaro che era un mero pretesto per vomitare odio e veleno razzista sui napoletani. 

Sono sicuro che il nostro galoppino di Renzi, non potendo più sperare, visti i sondaggi, nell'agognato governo Renzusconi, farebbe salti di gioia per un governo Renzusconi+Lega, magari con Salvini ministro dell'Interno al posto di Minniti. D'altronde cambierebbe poco e d'altronde il nostro galoppino del Pd e il Salvini del famoso coro la pensano nello stesso modo sui napoletani, figuriamoci cosa pensano di quelli più a sud di Napoli (ma almeno Salvini ebbe la creanza di scusarsi). E si confermerebbe la maggioranza a tre (Pd, FI, Lega) che approvò l'orrenda legge elettorale con cui andremo a votare il 4 marzo.

 

 

Povero Fosfy. Ormai non sei più manco patetico, sei penoso!! Tralascio gli epiteti che mi invii. Io rispondo alla mia coscienza Ed io so di non aver mai avuto padroni e/o miti da omaggiare . Galoppino e perdutamente innamorato sei te che coltivi disperatamente il “culto della personalità” sempre che questa di chiami Travaglio , ma , in genere , verso qualcuno che si “scaglia” contro il PD e Renzi. Detto questo ora mi tocca percuoterti come meriti, non prima, però, di sbugiardare la prima bufala che dici : quella che sarei io che ti sono venuto a cercare . L’hai fatto te nei miei confronti e basta leggere il post per verificare la bontà di quel che dico. Detto ciò , sei un Cazzaro perché parli di “forzature antidemocratiche” l’aver messo la fiducia sulla legge elettorale , quando la fiducia e’ espressamente prevista dai regolamenti parlamentari . Sei un Cazzaro perché parli di violazione della costituzione quando affermi che ciò deriva da una maggioranza senza mandato popolare . Allora ti sfido a citarmi l’articolo della Costituzione che non lo prevede . Sei un Cazzaro quando affermi che questo Patlamento era irrispettoso nei fondamentali principi costituzionali quando invece c’è una sentenza della Corte Costituzionale che dice l’opposto. Mi dai del razzista ?? Mi ci viene da ridere per non piangere !! Io non ho nessun livore di stampo razzista ne’ contro i Napoletani ne’ contro i Meridionali in genere . E’ vero il contrario !! Io mi indigno verso i Napoletani ed i Meridionali Bufalari e co@lioni come te !!  Chiaro ?? E sarebbe lo stesso se tu abitassi a Pordenone od a Brescia . Chiaro di nuovo ?? Veniamo alle 4 giornate di Napoli ed alla “resistenza “ partenopea . NON ESISTE , chiaro ?? Non esiste testo, volume , manoscritto che affermi che a Napoli ci fosse una radicata ed organizzata volontà antifascista . Nessun Napoletano sali’ alla macchia o nelle campagne flegree per organizzare una vera e propria guerriglia contro le forze nazifasciste . Non esiste nessun nome di condottiero partigiano che abbia guidato azioni di rivolta , costanti e nel tempo, contro i nazifascisti. Lascia perdere Fosfy, la Resistenza , quella vera , l’hanno fatta al Centro Nord, proprio in quelle regioni che schifi ma che hanno dato il maggior contributo di sangue e vite umane . Io ho rispetto per i 200 circa Napoletani che morirono in quei 4 giorni , ma morirono non per gli ideali di libertà e di democrazia , ma per tutt’altro . A Napoli la resistenza la fecero con i mandolini . Poi ci fu , e’ vero , qualche Masaniello che si spaccio’ per caporesistente, ma venne fuori mentre i tedeschi se ne stavano uscendo dalla città peraltro poche ore , ripeto ore, prima della vevenuta degli angloamericani . I tedeschi a Napoli contavano su una guarnigione di 300 soldati e Napoli contava su di un milione di abitanti . Se vi fosse stata un vera resistenza organizzata , avrebbero schiacciato i nazifascisti in poche ore . E’ inutile , Cazzaro , che tu ti sciacqui la bocca con la dignità del popolo napoletano. In generale , ribadisco in generale , ne avete sempre dimostrata poca . E questo non e’ razzismo ma la verità. Storica !! Avete vissuto e probabilmente vivrete sempre di assistenzialismo . Perché ciò e’ funzionale alla vostra natura. E che vi siete sempre venduti a chi offre di po e’ una verità storica assodata checche’ tu ne dica!! E non e’ colpa di nessuno se l’mmagine dei napoletani nel mondo , oltre al chiagne e fot.ti , e’ legata anche all’immagine che Napoli dette appena gli Americani arrivarono e li si stabilirono. E non sarà un Cazzaro come te a smentire che bastava il cioccolato e le chewing-gum per “comprarvi “, si moltiplicarono le vaia.sse ed i femminielli in un vergognoso contesto di promiscuità . Inventaste il fenomeno degli sciuscià e dei bimbi di 5/6 anni vestiti da partigiani con tanto di fucili a tracolla per suscitare pena e qualche prebenda economica . E per favore non mi si venga a dire che tuttocio’ era determinato dalla povertà imperante . Era povera tutta l’Italia ma in nessun altra regione italiana avvennero fenomeni simili. Ma voi vi siete abituati . Già avevate osannato il Re e non fu un caso che Napoli fu l’unica grande città italiana dove la Monarchia ebbe la stragrande maggioranza nel referendum . E continuo’ prima con Lauro con la pasta ed i pelati e poi con Gava . Quindi , Cazzaro , lascia stare Renzi e Minniti e tutti quegli altri personaggi a cui mi hai accostato. Bufalaro e Cazzaro sei ma non al punto che puoi modificare la storia !!

Modificato da mark52252
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

talvolta nn volersi far visitare da un medico nn ha nessuna radice razzista ma solo la fiducia in un sanitario + ke in un altro.  la signora poteva limitarsi ascoltare la diagnosi del medico presente e poi,  se dubbiosa, kiedere ulteriore parere al suo specialista di fiducia.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

talvolta nn volersi far visitare da un medico nn ha nessuna radice razzista ma solo la fiducia in un sanitario + ke in un altro.  la signora poteva limitarsi ascoltare la diagnosi del medico presente e poi,  se dubbiosa, kiedere ulteriore parere al suo specialista di fiducia.

Cara Uvabianca, come ho già accennato, delle tre l'una: o quelle signora è razzista, oppure è incivile e maleducata, oppure è di una ignoranza estrema. Ma potrebbe anche essere un po' tutte e tre le cose insieme. Nel 2018 dire a un medico di colore: io non mi faccio visitare da un ***, è davvero ingiustificabile. Al posto di quel dottore io probabilmente mi sarei messo  ridere. Del resto anche i nostri antenati avevano la pelle scura. La pelle bianca è il frutto di una mutazione genetica avvenuta probabilmente meno di 10.000 anni fa. E alla fine la pelle che cos'è? É come la cornice per un quadro. Vero è che c'è anche chi sceglie i quadri in base alla cornice.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 minuti fa, fosforo31 ha scritto:

Cara Uvabianca, come ho già accennato, delle tre l'una: o quelle signora è razzista, oppure è incivile e maleducata, oppure è di una ignoranza estrema. Ma potrebbe anche essere un po' tutte e tre le cose insieme. Nel 2018 dire a un medico di colore: io non mi faccio visitare da un ***, è davvero ingiustificabile. Al posto di quel dottore io probabilmente mi sarei messo  ridere. Del resto anche i nostri antenati avevano la pelle scura. La pelle bianca è il frutto di una mutazione genetica avvenuta probabilmente meno di 10.000 anni fa. E alla fine la pelle che cos'è? É come la cornice per un quadro. Vero è che c'è anche chi sceglie i quadri in base alla cornice.

Saluti

Gentile Fosforo, nn so l'età della Signora ma, senza x forza ricorrere al razzismo o maleducaz, le persone anziane hanno certi "vezzi".  del resto nn son solo le nostre donne a rifiutare visite da un medico anziké un altro... sentito di quella donna ke pretendeva la visita dall'oculista col burka?  se andava dalla Kienge ke é della stessa etnia e pure oculista, ecco il problema presto risolto.

a me capitò di andare al Pr.Socc e trovarmi un dottore pakistano ke parlava poco la nostra lingua ma,  a gesti,  bene o male mi feci capire e non interruppi la visita.  x precauzione visitai il medico di famiglia x esser sicura d'aver capito bene diagnosi e cure ke peraltro furono confermate. 

cmq, a scanso di tutto ciò,  affidiamoci alla salutare mela al giorno ke toglie il medico di torno...

contraccambio saluti.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Se un medico non ci va a ge.nio, e non di certo per il colore della sua pelle, si trova una scusa senza tirarla per le lunghe e senza offenderlo e si girano i tacchi. Quando ebbi un lutto in famiglia anni fa, di notte mi venne un attacco di ansia, non sapevo cosa fosse e mi portarono dalla guardia medica, quando vidi chi era il medico rimasi di stucco: era un dentista privato da cui ero andata una volta, che per arrotondare faceva anche la guardia medica. Figurati che fiducia potevo avere in quel momento di lui, ma mica gli ho detto te sei un dentista cosa ne puoi capire di un attacco di panico?

Modificato da frattalis

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, frattalis ha scritto:

Se un medico non ci va a ge.nio, etc etc...

sai, x un momentaneo attacco di panico può aiutarti anke una persona di famiglia ke abbia polso e sappia dire le parole giuste poi, passato il malessere, é opportuno consultare lo specialista x evitare un probabile bis.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
35 minuti fa, uvabianca111 ha scritto:

sai, x un momentaneo attacco di panico può aiutarti anke una persona di famiglia ke abbia polso e sappia dire le parole giuste poi, passato il malessere, é opportuno consultare lo specialista x evitare un probabile bis.

Era la prima volta non sapevo cosa fosse e mi sono impaurita per questo sono andata dalla guardia medica. Poi ho risolto con una settimana di valeriana 3 volte al giorno, il tempo di digerire un po' anche il dolore che avevo provato.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora