Come riprendersi velocemente da un trasloco?

 

I professionisti dell’azienda, realtà riconosciuta e apprezzata sul territorio lombardo nel settore di sgomberi e traslochi, offrono consigli utili per recuperare rapidamente le energie fisiche e mentali spese durante il trasloco.

Milano, marzo 2022 – Un trasloco rappresenta un importante cambiamento nella vita e richiede un grande dispendio di tempo ed energie. Anche se ci si affida a una ditta specializzata, come per esempio La Margherita, punto di riferimento a Milano e in Lombardia per sgomberi e traslochi, il lavoro da fare è comunque tanto, senza contare il coinvolgimento psicologico che un evento come il trasloco comporta.

Per affrontare il post trasloco in modo positivo, i professionisti de La Margherita consigliano innanzitutto di prendere confidenza con la casa nuova, non solo andandoci spesso anche prima dell’arrivo degli scatoloni, ma anche, per esempio, effettuando una prima pulizia degli ambienti: un’attività che non solo permette di esplorare al meglio tutti gli spazi, ma anche di arrivare negli angoli più nascosti intanto che le stanze sono vuote, riuscendo così a pulire proprio dappertutto prima che vengano montati i mobili. 

Lasciarsi alle spalle la vita nella vecchia casa e incominciare un nuovo capitolo della propria esistenza in un posto nuovo non è sempre facile: per quanto la situazione attuale possa essere migliore, spesso i ricordi vengono a galla e ci si sente quasi degli estranei nella nuova abitazione. Per superare questa difficoltà, gli esperti de La Margherita suggeriscono di ricreare il prima possibile un’atmosfera familiare anche nella nuova casa, per esempio portando con sé, anche per le prime notti, gli oggetti cui si è più legati: anche se non si sono ancora svuotati tutti gli scatoloni, circondarsi di ciò che ci è più caro è sempre molto rassicurante. 

Per riprendersi in fretta dal post trasloco, inoltre, è molto importante ricominciare una routine quotidiana, anche se sarà diversa dalla precedente. Abituarsi alle nuove consuetudini può essere fatto anche in maniera graduale, per esempio continuando, per i primi tempi, a fare la spesa nel vecchio supermercato, anche se è più lontano dalla nuova casa; a poco a poco si riuscirà ad abbandonare senza traumi le abitudini passate e costruire, anche con l’aiuto di amici, familiari e nuovi vicini, ricordi positivi nella nuova casa, fondamentali per dimenticare in fretta le fatiche del trasloco. 

Fonte: www.milanosgomberi.it/come-riprendersi-da-un-trasloco/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963