situazione contagi:si riprende...

Sono 60.191 i test positivi al coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Lo stesso giorno di una settimana fa erano stati 46.631 (+29,1%). Negli ultimi 7 giorni (2-8 marzo) ci sono stati 273.318 casi, in crescita del 1,3% rispetto alla settimana precedente (23 febbraio-1 marzo).

E’ l’effetto della folle accoglienza senza limiti e controlli dei no-vax ucraini in concomitanza con la scadenza di Marzo per la terza dose. Un disastro.

Sono 531.194 i tamponi molecolari e antigenici. Martedì scorso erano stati 530.858. Il tasso di positività è oggi del 11,33% contro l’ 8,78% di 7 giorni fa (+29,0%). Negli ultimi 7 giorni (2-8 marzo) il tasso di positività medio è stato dell’ 11%, in crescita del 12,5% rispetto alla settimana precedente (23 febbraio-1 marzo).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

Sono 21.095 i cittadini ucraini entrati al momento in Italia: 10.553 donne, 1.989 uomini e 8.553 presunti minori. tra gli uomini,ci sono pure i disertori.accolti a bracia aperte!! se poi il nostro sistema sanitario fa  il colabrodo..poco conta!! l'importate che l'ue ci dica bravi!!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E allora sig Frizz, in attesa che la stupida gallinella pisana diversamente intelligente venga a fare coccode' coccode', lei cosa propone?

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In effetti oggi per il quarto giorno consecutivo sono saliti i contagi rispetto a 7 giorni prima, e sono saliti anche i casi attivi dopo quasi un mese e mezzo di discesa. In compenso sono tornati a calare i ricoverati (l'incremento di ieri possiamo considerarlo fluttuazione statistica) ma è chiaro che quando cambia il trend il primo segnale viene dai contagi. Ti ripeto direttoretto: i profughi ucraini non sono untori. L'arrivo di 17mila stranieri in pochi giorni, peraltro tutti tamponati, è ben poca cosa rispetto agli spostamenti e ai contatti interni di milioni di pendolari, studenti, etc. Sta peggio di noi la Germania che oggi registra 193mila casi e 583 decessi. I tedeschi hanno avuto un picco a dicembre e un altro a gennaio, ora la loro curva sembra di nuovo risalire. Una delle caratteristiche di questo virus è l'imprevedibilità, temo che dovremo abituarci a questi saliscendi. Cambiano direzione come banderuole al vento anche le ricette dei virologi. Stando a quello che dice ultimamente il prof. Crisanti, un'invasione di "untori" come i lanzichenecchi e gli ucraini, ovvero di gente che viene da paesi dove ci si vaccina poco, potrebbe essere addirittura salutare per noi. Secondo l'ultimo Crisanti in questa fase dovremmo far circolare il virus rinunciando anche alle mascherine al chiuso, in modo da incrementare l'immunizzazione naturale. Altrimenti, dice, faremo la fine di Hong Kong.

https://infosannio.com/2022/03/06/crisanti-via-green-pass-e-mascherine-o-facciamo-la-fine-di-hong-kong/

Spero di sbagliarmi ma non sono d'accordo: l'immunità di gregge è una chimera con un virus così mutevole da non farsi più riconoscere in pochi mesi dal nostro sistema immunitario. A proposito di Hong Kong, ieri nuovo record di decessi: 291. In proporzione alla popolazione è come se noi avessimo quasi 2300 morti in 24 ore. E meno male che ci dicono che la omicron è poco letale. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, director12 ha scritto:

Sono 21.095 i cittadini ucraini entrati al momento in Italia:

e difatti i casi in aumento già da prima che arrivassero questi profughi sono proprio per colpa loro....cosi le battaglie della dx  con i nowax per favorire i commercianti si salva.....:D

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963