Le colossali balle sul metano nazionale

Inviata (modificato)

Nel suo ultimo intervento alle Camere il presidente del Consiglio ha parlato della crisi ucraina e del conseguente temibile inasprimento della crisi energetica. Ha detto che il governo non esclude di riaprire le centrali a carbone, ma ha dimenticato che ne abbiamo ben 7 tuttora operative e che ci siamo impegnati a chiuderle tutte entro il 2025 nel piano nazionale di decarbonizzazione (PNIEC) inviato alla Commissione UE. Ha anche detto che puntiamo a incrementare le importazioni di gas da Algeria, Libia e Azerbaijan (oggi il ministro Di Ma(r)io è ad Algeri), nonché a incrementare l'estrazione di metano nazionale. Su quest'ultima cosa i media sparano balle e spargono illusioni da mesi, e con la crisi ucraina hanno alzato il tiro. Vedasi per es. questo articolo di Repubblica, che prima di agnellizzarsi era un quotidiano (timidamente) ambientalista:

https://www.repubblica.it/green-and-blue/2022/02/26/news/gas_giacimenti_italia-339264102/

Il sottotitolo contiene due affermazioni false. Non abbiamo 350 miliardi di mc di riserve di gas, ma molto meno, e non abbiamo mai estratto 30 miliardi di mc l'anno. Secondo l'autorevole annuario statistico mondiale della BP, il record italiano di estrazione di gas naturale risale al 1994 con 19,2 miliardi di mc. Che coprirono il 41% del consumo nazionale  (47,1 miliardi di mc). All'epoca, come ricorda oggi il FQ, l'ENI stava per quotarsi in Borsa (1995) per volere dei governi Amato e Berlusconi, e prese a pompare gas dall'Adriatico come se non ci fosse un domani, per massimizzare i profitti e il valore delle azioni, ma lesinando sulle esplorazioni e prosciugando le riserveIl metano ti dà una buona mano, recitava uno slogan pubblicitario dell'epoca:

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2022/02/28/il-gas-italiano-e-finito-perche-eni-ha-prosciugato-ladriatico/6509735/

La balla dei 350 miliardi di mc di riserve di metano gira da qualche tempo in rete, ma è nella migliore delle ipotesi un'illazione ottimistica, priva del minimo supporto di dati e prospezioni geologiche. Qualcuno la attribuisce addirittura al Ministero dello Sviluppo Economico, ma i dati del MISE sono ben diversi:

https://unmig.mise.gov.it/index.php/it/dati/ricerca-e-coltivazione-di-idrocarburi/riserve-nazionali-di-idrocarburi

Al 31 dicembre 2019 le riserve nazionali accertate erano pari a poco meno di 46 miliardi di mc, come pure le riserve probabili, mentre le riserve possibili erano stimate in poco meno di 20 miliardi di mc. Tenuto conto che tra il 2020 e il 2021 abbiamo estratto oltre 7 miliardi di mc e che non mi risultano scoperte di nuovi grossi giacimenti, queste riserve potrebbero essersi ulteriormente assottigliate. In definitiva, oggi possiamo ragionevolmente contare su una novantina di miliardi di mc di riserve che coprirebbero il consumo nazionale  (76,1 miliardi di mc nel 2021) per poco più di un anno. Una metà di queste riserve sono ancora da individuare. Le ricerche costano ed hanno un impatto ambientale, l'eventuale sfruttamento potrebbe iniziare solo tra diversi anni. Peraltro non tutte le riserve accertate afferiscono a pozzi attivi, quindi anche il loro sfruttamento potrebbe richiedere tempi lunghi. È il caso dei pozzi Argo e Cassiopea al largo di Gela, sui quali ENI ha investito 700 milioni di euro e sui quali conta il ministro Cingolani per incrementare la produzione nazionale annua dai 3,3 miliardi di mc del 2021 a 5,5 miliardi di mc (pari a circa il 7% del fabbisogno), ma questo non prima del 2024:

https://www.ilgiorno.it/cronaca/giacimenti-gas-italia-1.7400665

Quindi sgomberiamo il campo dalle balle degli 8, dei 10 o addirittura 12 miliardi di mc estraibili fin da subito, cifre sparate a casaccio negli ultimi tempi, anche dal giornale di Confindustria. Smontiamo anche l'enorme balla del nuovo metano italiano che potrebbe essere venduto alle nostre aziende energivore ad appena 5 centesimi al metro cubo. Anche ammesso (e non concesso) che il vecchio metano, quello oggi estratto dai pozzi attivi, abbia un costo così basso, un incremento della produzione da pozzi in via di esaurimento avrebbe costi marginali ben più elevati. Per non parlare dei nuovi pozzi, che vanno individuati, perforati e corredati di infrastrutture. È un discorso analogo al nucleare: il MWh prodotto dalle vecchie centrali francesi o americane, che hanno ammortizzato i costi di impianto, è economico e competitivo; il MWh delle centrali atomiche di nuova costruzione è più costoso perfino di quello delle centrali a gas dopo l'impennata dei prezzi in corso. Ma quanto costa oggi un metro cubo di gas naturale? Ce lo ha detto (indirettamente) il Tg1 delle 13:30 e me lo sono segnato: 103,68 euro al MWh sul mercato europeo (in crescita ma siamo ancora lontani dal picco di dicembre sopra i 180 €/MWh). Questa unità di misura fa riferimento al potere calorifico superiore (PCS) del gas e non all'unità di volume. Assumendo per il metano italiano un PCS tipico pari a 38,1 megajoule/mc (dalle tabelle del MISE), ricaviamo che 1 megawattora corrisponde a 94,49 metri cubi di gas, quindi il prezzo odierno è pari a circa 1,10 euro al metro cubo, ossia 22 volte più alto dei 5 centesimi ipotetici di cui sopra. Siamo chiaramente in una fase assai anomala del mercato europeo, il prezzo medio negli anni precedenti la deflazione pandemica del 2020 oscillava intorno a 20-25 euro al MWh, ovvero 21-26 centesimi al mc. È dunque del tutto inverosimile che l'ENI possa cercare ed estrarre del nuovo e costoso metano nazionale e venderlo a 5 centesimi al mc (se non in perdita). Il giacimento Argo e Cassiopea si stima in 10 miliardi di mc, quindi sfruttato a fondo (difficile) restituirebbe all'ENI solo 500 dei 700 milioni investiti, ma poi ci sono gli interessi finanziari, i costi di esercizio delle piattaforme, delle infrastrutture, etc. Si parla molto e a vanvera anche delle riserve dell'Alto Adriatico, la cosiddetta Zona A nella tabella del MISE. Si sparano, a casaccio, cifre tra i 30 e i 50 miliardi di mc. Ma nella tabella leggiamo che sono 11,7 miliardi di mc tra riserve accertate e probabili, più 1,8 miliardi possibili. In ogni caso molti venditori di aria fritta si dimenticano di precisare che queste riserve sono inutilizzabili per effetto di una legge dello Stato, recepita nel PITESAI di Cingolani (il piano delle aree idonee alle attività estrattive) e varata per proteggere la Laguna Veneta e il ravennate dal rischio geologico della subsidenza (abbassamento del suolo in seguito alle attività estrattive). Altri minimizzano questo rischio su mere basi statistiche, ma sembrano non avere idea dell'entità della pur improbabile catastrofe che potrebbe verificarsi sforacchiando l'Alto Adriatico. Agli inguaribili ottimisti che non si rassegnano all'idea che abbiamo quasi esaurito le nostre riserve, ricordo che dai primi anni '50 ad oggi abbiamo estratto circa 800 miliardi di metri cubi di gas metano. Se tutto quel gas fosse ancora nel sottosuolo, oggi saremmo il 24simo paese al mondo per riserve di gas, pari allo 0,5% delle riserve mondiali (annuario BP). Invece lo abbiamo bruciato emettendo nell'atmosfera oltre 1,4 miliardi di tonnellate di CO2. Per non parlare delle inevitabili fughe dirette di metano legate all'estrazione e alla distribuzione di questo potentissimo gas serra. Il cui GWP (Global Warming Potential) calcolato su un arco di 20 anni è 72 volte quello di una pari massa di CO2. Al presidente Draghi e al ministro Cingolani di ricordo che per "decarbonizzazione", nei paesi seri, non si intende solo la liberazione energetica dal carbone, ma la liberazione dal carbonio, quindi da tutti i combustibili fossili, inclusi gli idrocarburi, cioè il petrolio e il metano.  Perché, dunque, deviare dalla retta via della decarbonizzazione, solo per raschiare il fondo del barile delle nostre riserve di gas?  

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

34 messaggi in questa discussione

Egregio sig fosforo quando vengono sparati troppi numeri, si fa fatica dire questo numero è giusto e quello no. Quindi e inutile replicarli in continuazione.

Rimane un fatto: la Croazia estrae metano? Bene, estraiamolo anche noi, perché dobbiamo rinunciarvi?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
28 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Egregio sig fosforo quando vengono sparati troppi numeri, si fa fatica dire questo numero è giusto e quello no. Quindi e inutile replicarli in continuazione.

Rimane un fatto: la Croazia estrae metano? Bene, estraiamolo anche noi, perché dobbiamo rinunciarvi?

Bisognerebbe spiegarlo ai veneziani e ai ravennati. La Croazia credo che estragga solo 1 miliardo di mc e lo faccia abbastanza lontano dalla costa italiana. Non credo che sulla costa croata si siano mai verificati fenomeni di subsidenza. A un euro al metro cubo (ma il prezzo è destinato a scendere molto, si spera, dopo la fine della guerra) il metano che potremmo estrarre dall'Alto Adriatico varrebbe circa 10 miliardi. Cioè un ventesimo del patrimonio di Elon Musk. Secondo me Venezia vale molto di più.

Come ho scritto, purtroppo dobbiamo rinunciare non solo al metano dell'Adriatico, ma a una bella fetta dei nostri consumi energetici (rimpiazzandoli in parte con le rinnovabili) e del nostro tenore di vita. Purtroppo il tempo stringe, non c'è più tempo per le mezze misure: non lo dico io, lo dice l'ONU.

Le ultime notizie dalla scienza non sono buone. 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/02/28/cambiamenti-climatici-e-meteo-estremo-gli-impatti-sono-gia-irreversibili-onu-le-mezze-misure-non-rappresentano-piu-una-possibilita/6510207/

 

 

.   

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo311 ha scritto:

Nel suo ultimo intervento alle Camere il presidente del Consiglio ha parlato della crisi ucraina e del conseguente temibile inasprimento della crisi energetica. Ha detto che il governo non esclude di riaprire le centrali a carbone, ma ha dimenticato che ne abbiamo ben 7 tuttora operative e che ci siamo impegnati a chiuderle tutte entro il 2025 nel piano nazionale di decarbonizzazione (PNIEC) inviato alla Commissione UE. Ha anche detto che puntiamo a incrementare le importazioni di gas da Algeria, Libia e Azerbaijan (oggi il ministro Di Ma(r)io è ad Algeri), nonché a incrementare l'estrazione di metano nazionale. Su quest'ultima cosa i media sparano balle e spargono illusioni da mesi, e con la crisi ucraina hanno alzato il tiro. Vedasi per es. questo articolo di Repubblica, che prima di agnellizzarsi era un quotidiano (timidamente) ambientalista:

https://www.repubblica.it/green-and-blue/2022/02/26/news/gas_giacimenti_italia-339264102/

Il sottotitolo contiene due affermazioni false. Non abbiamo 350 miliardi di mc di riserve di gas, ma molto meno, e non abbiamo mai estratto 30 miliardi di mc l'anno. Secondo l'autorevole annuario statistico mondiale della BP, il record italiano di estrazione di gas naturale risale al 1994 con 19,2 miliardi di mc. Che coprirono il 41% del consumo nazionale  (47,1 miliardi di mc). All'epoca, come ricorda oggi il FQ, l'ENI stava per quotarsi in Borsa (1995) per volere dei governi Amato e Berlusconi, e prese a pompare gas dall'Adriatico come se non ci fosse un domani, per massimizzare i profitti e il valore delle azioni, ma lesinando sulle esplorazioni e prosciugando le riserveIl metano ti dà una buona mano, recitava uno slogan pubblicitario dell'epoca:

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2022/02/28/il-gas-italiano-e-finito-perche-eni-ha-prosciugato-ladriatico/6509735/

La balla dei 350 miliardi di mc di riserve di metano gira da qualche tempo in rete, ma è nella migliore delle ipotesi un'illazione ottimistica, priva del minimo supporto di dati e prospezioni geologiche. Qualcuno la attribuisce addirittura al Ministero dello Sviluppo Economico, ma i dati del MISE sono ben diversi:

https://unmig.mise.gov.it/index.php/it/dati/ricerca-e-coltivazione-di-idrocarburi/riserve-nazionali-di-idrocarburi

Al 31 dicembre 2019 le riserve nazionali accertate erano pari a poco meno di 46 miliardi di mc, come pure le riserve probabili, mentre le riserve possibili erano stimate in poco meno di 20 miliardi di mc. Tenuto conto che tra il 2020 e il 2021 abbiamo estratto oltre 7 miliardi di mc e che non mi risultano scoperte di nuovi grossi giacimenti, queste riserve potrebbero essersi ulteriormente assottigliate. In definitiva, oggi possiamo ragionevolmente contare su una novantina di miliardi di mc di riserve che coprirebbero il consumo nazionale  (76,1 miliardi di mc nel 2021) per poco più di un anno. Una metà di queste riserve sono ancora da individuare. Le ricerche costano ed hanno un impatto ambientale, l'eventuale sfruttamento potrebbe iniziare solo tra diversi anni. Peraltro non tutte le riserve accertate afferiscono a pozzi attivi, quindi anche il loro sfruttamento potrebbe richiedere tempi lunghi. È il caso dei pozzi Argo e Cassiopea al largo di Gela, sui quali ENI ha investito 700 milioni di euro e sui quali conta il ministro Cingolani per incrementare la produzione nazionale annua dai 3,3 miliardi di mc del 2021 a 5,5 miliardi di mc (pari a circa il 7% del fabbisogno), ma questo non prima del 2024:

https://www.ilgiorno.it/cronaca/giacimenti-gas-italia-1.7400665

Quindi sgomberiamo il campo dalle balle degli 8, dei 10 o addirittura 12 miliardi di mc estraibili fin da subito, cifre sparate a casaccio negli ultimi tempi, anche dal giornale di Confindustria. Smontiamo anche l'enorme balla del nuovo metano italiano che potrebbe essere venduto alle nostre aziende energivore ad appena 5 centesimi al metro cubo. Anche ammesso (e non concesso) che il vecchio metano, quello oggi estratto dai pozzi attivi, abbia un costo così basso, un incremento della produzione da pozzi in via di esaurimento avrebbe costi marginali ben più elevati. Per non parlare dei nuovi pozzi, che vanno individuati, perforati e corredati di infrastrutture. È un discorso analogo al nucleare: il MWh prodotto dalle vecchie centrali francesi o americane, che hanno ammortizzato i costi di impianto, è economico e competitivo; il MWh delle centrali atomiche di nuova costruzione è più costoso perfino di quello delle centrali a gas dopo l'impennata dei prezzi in corso. Ma quanto costa oggi un metro cubo di gas naturale? Ce lo ha detto (indirettamente) il Tg1 delle 13:30 e me lo sono segnato: 103,68 euro al MWh sul mercato europeo (in crescita ma siamo ancora lontani dal picco di dicembre sopra i 180 €/MWh). Questa unità di misura fa riferimento al potere calorifico superiore (PCS) del gas e non all'unità di volume. Assumendo per il metano italiano un PCS tipico pari a 38,1 megajoule/mc (dalle tabelle del MISE), ricaviamo che 1 megawattora corrisponde a 94,49 metri cubi di gas, quindi il prezzo odierno è pari a circa 1,10 euro al metro cubo, ossia 22 volte più alto dei 5 centesimi ipotetici di cui sopra. Siamo chiaramente in una fase assai anomala del mercato europeo, il prezzo medio negli anni precedenti la deflazione pandemica del 2020 oscillava intorno a 20-25 euro al MWh, ovvero 21-26 centesimi al mc. È dunque del tutto inverosimile che l'ENI possa cercare ed estrarre del nuovo e costoso metano nazionale e venderlo a 5 centesimi al mc (se non in perdita). Il giacimento Argo e Cassiopea si stima in 10 miliardi di mc, quindi sfruttato a fondo (difficile) restituirebbe all'ENI solo 500 dei 700 milioni investiti, ma poi ci sono gli interessi finanziari, i costi di esercizio delle piattaforme, delle infrastrutture, etc. Si parla molto e a vanvera anche delle riserve dell'Alto Adriatico, la cosiddetta Zona A nella tabella del MISE. Si sparano, a casaccio, cifre tra i 30 e i 50 miliardi di mc. Ma nella tabella leggiamo che sono 11,7 miliardi di mc tra riserve accertate e probabili, più 1,8 miliardi possibili. In ogni caso molti venditori di aria fritta si dimenticano di precisare che queste riserve sono inutilizzabili per effetto di una legge dello Stato, recepita nel PITESAI di Cingolani (il piano delle aree idonee alle attività estrattive) e varata per proteggere la Laguna Veneta e il ravennate dal rischio geologico della subsidenza (abbassamento del suolo in seguito alle attività estrattive). Altri minimizzano questo rischio su mere basi statistiche, ma sembrano non avere idea dell'entità della pur improbabile catastrofe che potrebbe verificarsi sforacchiando l'Alto Adriatico. Agli inguaribili ottimisti che non si rassegnano all'idea che abbiamo quasi esaurito le nostre riserve, ricordo che dai primi anni '50 ad oggi abbiamo estratto circa 800 miliardi di metri cubi di gas metano. Se tutto quel gas fosse ancora nel sottosuolo, oggi saremmo il 24simo paese al mondo per riserve di gas, pari allo 0,5% delle riserve mondiali (annuario BP). Invece lo abbiamo bruciato emettendo nell'atmosfera oltre 1,4 miliardi di tonnellate di CO2. Per non parlare delle inevitabili fughe dirette di metano legate all'estrazione e alla distribuzione di questo potentissimo gas serra. Il cui GWP (Global Warming Potential) calcolato su un arco di 20 anni è 72 volte quello di una pari massa di CO2. Al presidente Draghi e al ministro Cingolani di ricordo che per "decarbonizzazione", nei paesi seri, non si intende solo la liberazione energetica dal carbone, ma la liberazione dal carbonio, quindi da tutti i combustibili fossili, inclusi gli idrocarburi, cioè il petrolio e il metano.  Perché, dunque, deviare dalla retta via della decarbonizzazione, solo per raschiare il fondo del barile delle nostre riserve di gas?  

Poveraccio !!!  

Gas, la riserva nazionale donata alla Croazia causa dello “stop” imposto dal M5S

  • 17 Dicembre 2021
  • Ambiente & EnergiaEconomia
  • Redazione CdG 1947
CdG-estrazione.jpg
L'Italia volendo potrebbe produrre in casa il gas al costo di 5 centesimi per metro cubo, ed anche rivenderne una parte e guadagnarci tanto. Invece a causa della politica ottusa del M5S del precedente governo Conte (M5S) è costretta ad acquistare al prezzo imposto dal mercato che ieri è arrivato a sfiorare 140 centesimi per un metro cubo di gas . Ed l'aumento del costo metano ha comportato con sé anche gli aumenti dei prezzi dell'elettricità, arrivato ben oltre quota 300 per megawatt/ora con i conseguenti danni in bolletta ai cittadini.
 

di REDAZIONE ECONOMIA

Oltre 90 miliardi che possono arrivare a quota 120-130 miliardi di metri cubi di metano giacciono in fondo ai mari italiani, se si considerano quelle potenziali risorse di gas non ancora accertate che stanno lì in attesa da anni. Sono passati due anni e mezzo da quando è scattata la moratoria su permessi e concessioni in attesa del Pitesai voluta ed imposta da M5s. Impianti bloccati nell’Alto Adriatico, in Emilia Romagna, al largo di Ravenna e Comacchio. Ma non solo: sono presenti anche al largo di San Benedetto del Tronto e Alba Adriatica nelle Marche, sospensioni davanti alla Puglia e delle forti potenzialità lungo le coste della Sicilia come il caso Argo-Cassiopea, a Gela dove l’ Eni-Med in joint venture con Edison era intenzionata a investire fino a 1,8 miliardi per sfruttare il gas nel canale di Sicilia, attraverso 4 pozzi sottomarini collegati a una centrale di trattamento da realizzare nel perimetro della raffineria impiantata proprio a Gela.

CdG-estrazioni-ENI.jpg

Adesso per la mappa delle attività possibili incluse nel Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee, dovrebbe arrivare il semaforo verde dagli enti locali, anche se nel frattempo gli investimenti delle imprese si sono di fatto quasi azzerati, e ci vorrebbero anni per rimettere in moto la macchina. Almeno un anno per riaprire i rubinetti già disponibili ma temporaneamente chiusi. Ben di più per andare a pescare in una vera miniera d’oro. 

In pratica è come detenere un tesoro che vale almeno 150 miliardi di euro, considerato il prezzo di un metro cubo di gas, solo che a causa del M5S a trarne i vantaggi sono altri. Per esempio la Croazia ed il Montenegro, o persino l’Albania e la Grecia, che pompano senza sosta dagli stessi giacimenti in fondo al mare, ma lo fanno dall’altro lato dell’Adriatico. Oggi di quei 120-130 miliardi di metri cubi, l’Italia ne estrae solo 3-4 l’anno, mentre ne consuma oltre 70 comprando quello che manca all’estero, dall’Algeria, Norvegia, Qatar, Russia, e persino dagli Usa. Solo che trasportare tutto questo gas comporta un impatto rilevante sull’ambiente.

Schermata-2021-12-17-alle-09.45.11.png

L’Italia volendo potrebbe produrre in casa il gas al costo di 5 centesimi per metro cubo, ed anche rivenderne una parte e guadagnarci tanto. Invece a causa della politica ottusa del M5S del precedente governo Conte (M5S) è costretta ad acquistare al prezzo imposto dal mercato che ieri è arrivato a sfiorare140 centesimi per un metro cubo di gas . Ed l’aumento del costo metano ha comportato con sé anche gli aumenti dei prezzi dell’elettricità, arrivato ben oltre quota 300 per megawatt/ora con i conseguenti danni in bolletta ai cittadini.

Occorre sperare che per i prossimi mesi si ammorbidiscano le attuali tensioni politico-militari in corso tra Russia e Ucraina, che oggi fanno temere interruzioni dei flussi nei gasdotti, in un periodo in cui l’Europa sta consumando a ritmi da primato le scorte. Potrebbe arrivare anche l’ok della Germania al NorthStrean 2, il nuovo gasdotto che collega la Russia alla Germania attraverso il Mar Baltico, aggirando quindi l’Ucraina., ma da Berlino sostengono che per ora mancano i requisiti e permangono dubbi sulla sicurezza.

1535389249_Eni-offshore-Ravenna-720x405.

Il premier italiano Mario Draghi ha però capito che non c’è tempo da perdere, e che va attuato un piano strutturale salva-bollette che metta al riparo l’Italia da una crisi energetica che potrebbe rivelarsi più lunga del previsto. Una parte della missione prevede acquisti e stoccaggi comuni in Europa, una trasformazione del meccanismo dei prezzi, insieme a una tassa verde per le società energetiche, e l’Italia deve poter mettere mano ai propri giacimenti di gas.

La moratoria delle trivelle imposta dal governo M5S-.PD scattata nel febbraio 2019 ha congelato circa 150 autorizzazioni: 73 permessi di ricerca già in vigore e altri 79 per i quali vi era richiesta , oltre a 5 richieste di prospezione, che significa sempre esplorazione del sottosuolo, ma senza l’utilizzo di macchine per la perforazione. Già lo scorso mese di aprile si era capito che l’aria stava cambiando quando è arrivato il via libera ambientale a 10 progetti per sfruttare i giacimenti nazionali di metano e petrolio nascosti nel sottosuolo emiliano (società Po Valley Siam) e sotto i fondali dell’Adriatico (Po Valley ed Eni) e del Canale di Sicilia (Eni). I diversi progetti prevedono la perforazione di più di 20 nuovi pozzi. Il prossimo 2022 è quindi destinato a diventare l’anno della svolta energetica. E questa volta spingere sull’estrazione del gas di casa sono determinati il premier Draghi ed il ministro Cingolani.

  •  

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi sa che su questo forum di іdіoti ce ne sia più di uno: oltre al vaccaro c'è anche un cazzaro partenopeo che racconta vaccate, spesso in sinergia tra di loro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
11 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Mi sa che su questo forum di іdіoti ce ne sia più di uno: oltre al vaccaro c'è anche un cazzaro partenopeo che racconta vaccate, spesso in sinergia tra di loro.

Vecchia pellaccia incartapecorita, dimostri le idiozie che secondo lei avrei detto, poi discutiamo chi è più id. iota tra me e lei.

È pronto ad affrontare un dialogo oppure preferisce fuggire come i lupachiotti facendo cain cain come il suo solito?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Vecchia pellaccia incartapecorita, dimostri le idiozie che secondo lei avrei detto, poi discutiamo chi è più id. iota tra me e lei.

È pronto ad affrontare un dialogo oppure preferisce fuggire come i lupachiotti facendo cain cain come il suo solito?

Mаvаdаviаlcսl

PS. Ignorami in ogni parte di questo Forum e io farò lo stesso.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Mаvаdаviаlcսl

PS. Ignorami in ogni parte di questo Forum e io farò lo stesso.

Ecco il cain cain del lupachiotto che fugge dopo aver preso il calcio in Q.lo.

No, no, vecchia pellaccia, non la ignorerò per niente, mi sono sbagliato  anche con lei, la credevo intelligente e pensavo avesse deposto l'ascia dell'insulto e fosse disposto a confrontarsi con chi come me ha idee diverse dalle sue.

Ripeto, mi sono sbagliato una volta a darle credito e quindi non ci sarà una seconda occasione, pertanto quando verrà nel forum l'accogliero' sempre con immenso piacere, per il solo gusto di ricambiare i suoi saluti, pardon, insulti.

Prima di augurarle la buonanotte le pongo un'ultima domanda: " ha riportato i miei complimenti a sua moglie che l'ha sopportata per tanti anni senza mai averla mandata a darevialcul? Oppure l'ha mandata più di una volta e lei ha chiesto scusa con la coda pelosa tra le gambe?"

Buonanotte, a domani, l'aspetto.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Ecco il cain cain del lupachiotto che fugge dopo aver preso il calcio in Q.lo.

No, no, vecchia pellaccia, non la ignorerò per niente, mi sono sbagliato  anche con lei, la credevo intelligente e pensavo avesse deposto l'ascia dell'insulto e fosse disposto a confrontarsi con chi come me ha idee diverse dalle sue.

Ripeto, mi sono sbagliato una volta a darle credito e quindi non ci sarà una seconda occasione, pertanto quando verrà nel forum l'accogliero' sempre con immenso piacere, per il solo gusto di ricambiare i suoi saluti, pardon, insulti.

Prima di augurarle la buonanotte le pongo un'ultima domanda: " ha riportato i miei complimenti a sua moglie che l'ha sopportata per tanti anni senza mai averla mandata a darevialcul? Oppure l'ha mandata più di una volta e lei ha chiesto scusa con la coda pelosa tra le gambe?"

Buonanotte, a domani, l'aspetto.

Anch'io egregio pensavo che Lupogrigio fosse più intelligente, ma anche più educato. Ho esposto cifre, dati, ho fatto qualche deduzione logica. Non credo di avere offeso nessuno. Se Lupogrigio non è d'accordo nel merito, si esprima in termini seri e civili, altrimenti si astenga. 

Scrivo durante la pubblicità di Chernobyl, film per la tv su LA7. È la terza volta che lo vedo, splendido! 

NO al carbonio! NO al nucleare! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il Comitato si era fatto un'idea sbagliata ed è pronto a rimettere a posto i cocci. D'altra parte è risaputo che un Comitato di livello come il nostro non può assolutamente permettersi di dare adito a illazioni. Possono capitare delle imprecisioni e delle interpretazioni errate ma è evidente che vanno chiarite, altrimenti ne va della sua credibilità e della sua autorevolezza e questo non sia mai. Procediamo pertanto con un po' di storia. È importante la storia perché non ha lacratteristica della matematica ma, basandosi su fatti concreti, è notorio che la storia, può essere come minimo assimilata ad una questione aritmetica.  Ed è valttettsnto aritmetico il fatto che il Comitato non può assolutamente prescindere dalla sua missione umanitaria e pertanto intervenire ogni qual volta se ne ravvisi la necessità. Senza essere invasivi, ossessivi o pedanti ma quanno ce vuo' ce vuo'.

In tal senso, l'aritmetica storia racconta che, a suo tempo, comparve in questo forum un certo lupacchiotto che dava l'impressione di presentarsi bene. Un lupacchiotto di buone maniere, non banale, presente al punto giusto e al posto giusto. Quasi un lupo di mare e quasi una garanzia lupesca. Magari non una volpe ma piuttosto un lupo che aggredisce solo quando è necessario ma che lo fa con grande criterio e grande esperienza. E di un lupo di mare o di un lupo esperto, bianco o grigio che sia, soecie quando non è affamato, viene naturale fidarsi e dargli credito. Poi però si è scoperto che, nonostante tutte queste belle caratteristiche, purtroppo si trattava di un lupo megalomane ma soprattutto di un lupo telecomandato. Nonostante tutto, il Comitato decise di metterci una pietra sopra e dargli fiducia perché comunque risulta aritmetico che non si può negate la fiducia e il rispetto a un lupo pieno di risorse, temprato alla fatica e sbituato muoversi con grande disinvoltura davanti a tutte le traversie della vita.

Forte di queste convinzioni, il Comitato decise di guardare  e passare anche quando, invece di rispondere a tono e a modo alle ultime vicende di questo spazio di discussione, non essendo evidentemente in grado di farlo, cercava di cavarsela accusando gli altri di stare sempre sul forum a differenza sua che invece aveva tanto da fare, salvo poi scattare a molla come un banale cuculo in tutte le ore del giorno e della notte, vita Natural durante. 

O con tecniche vagamente ostruzionistiche e frutto di altero lignaggio quando, sempre per incapacità di adeguata risposta, usava la tecnica "altamente o diversamente astuta" di rispondere con la stessa risposta uguale. In questo caso, a dire il vero, più che lo spirito felino veniva fuori l'anima della volpe. Un misto fra lupacchiotto e volpe che non riesce a raggiungere l'uva.

Anche in questo caso il Comitato, facendo riferimento all'altissimo e riconosciuto spirito che ha sempre caratterizzato e caratterizza la sua altissima missione umanitaria, decise ancora una volta di soprassedere, attribuendo questo suo modo di fare più ad un fatto di nervosismo che ad una effettiva questione di cattiveria. D'altra parte è notorio che, a parte i lupi costretti loro malgrado a vivere in campo aperto e a dover azzannare per sopravvivere, un lupo Signorile queste cose non le fa. Può essere nervoso o innervosito ma mai cattivo. Può non essere una regola matematica quale quella della proprietà transitiva, ma almeno una questione aritmetica lo è di sicuro.

Poi però LA STORIA si è fatta sempre più complessa e complicata perché si è passati da un lupo nervoso a un lupacchiotto scurrile che, non sapendo più a che santo votarsi, apostrofa chiunque gli stia intorno con espressioni volgari sicuramente non all'altezza del suo lignaggio e, a questo punto, il Comitato comincia più che altro a preoccuparmi. Ne va della dignità dei lupi e dei lupacchiotto. Non va bene e sarebbe sicuramente il caso di provvedere e porvi rimedio.

Il punto è proprio questo Signor Lupo. Si può passare sopra al nervosismo per lesa maestà, ma gli insulti e gli improperi che la stanno caratterizzando in questo periodo e che lei fino a poco tempo fa attribuiva ingiustamente agli altri,  non sono più tollerabili.

È questo il motivo per cui il Comitato ha deciso di punirla con una sanzione e la sanzione è la seguente.

D'ora in poi le imponiamo di non azzardarsi a dare risposte compiute a chicchessia na di rispondere esclusivamente con l'espressione Mavadavialcul. 

Come una peitenza Esattamente e solo quella parola. Attenzione alla M maiuscola e alla l finale. Non saranno tollerate variazioni di nessun tipo. Sarà controllato svista e monitorato. Vogliamo vedere, per esempio, se avrà il coraggio di rispondere a questo post in maniera diversa. Vogliamo proprio vedere. :P

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

E ora di costruire, centrali geotermiche , energia a costo bassissimo e praticamente illimitata . L'aria serve per respirare non per fare soldi .

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Anch'io egregio pensavo che Lupogrigio fosse più intelligente, ma anche più educato. Ho esposto cifre, dati, ho fatto qualche deduzione logica. Non credo di avere offeso nessuno. Se Lupogrigio non è d'accordo nel merito, si esprima in termini seri e civili, altrimenti si astenga. 

Scrivo durante la pubblicità di Chernobyl, film per la tv su LA7. È la terza volta che lo vedo, splendido! 

NO al carbonio! NO al nucleare! 

Educato lo sono quanto basta, ma certo non più del necessario. Con un maleducato come te, per esempio, non sempre lo sono.
Devo per caso ricordarti che sei un sostenitore di un partito nato con i vаffаncսlо nei confronti dei propri nemici politici che considerava tutti lаdrі? Come se i lаdrі e dеlinqսеnti fossero tutti da una parte e le persone oneste fossero tutte dall’altra. Questa cosa mi coinvolge e dunque non mi lascerò spiegare da te chi è educato e chi non lo è.
O devo ricordarti che i grillini sono quelli che in Parlamento hanno dato della “vecchia pսttаnа” alla Sig.ra Montalcini, una persona di fronte alla quali tutti dovremmo inginocchiarci?
Ora tu stai prendendo le distanze dall’ideatore di quella specie di partito da voltаstomаco che segui, come se fosse stato ideato da qualcun altro.
Potrei aver esagerato nell’usare il termine “іdіota”, anzi, diciamo pure che ho esagerato, ma trovalo tu il termine giusto per chi comunque scrive іdіozіe. Per me uno che tira su un muro è un muratore, quindi se si ritiene offeso al massimo potrei chiamarlo “uno che costruisce muri”, ma il risultato cambierebbe solo formalmente. In effetti іdіota non saresti (ti ho già detto da qualche altra parte che per me hai una conoscenza tecnica molto vasta), ma ogni volta immancabilmente, dopo aver scritto almeno una pagina di PC (che il più delle volte non ho tempo e voglia di leggere per intero, conoscendo le tue ideologie del piffero), raggiungi delle conclusioni che un ragazzino delle medie capirebbe subito che c’è qualcosa di sbagliato. Condivido le tue posizioni contro le ingiustizie sociali e per la qualità dell’ambiente in cui viviamo; è come dire “viva la mamma”, chi non sarebbe d’accordo? Ideologicamente sei contrario all’energia nucleare, al petrolio, all’estrazione di gas e petrolio nel suolo italiano, alla costruzione di gasdotti e quant’altro. Poi però d’inverno, come tutti, vuoi scaldarti, vuoi spostarti con l’automobile di tua proprietà e usufruire di ogni bene che la tecnologia ti mette a disposizione, compreso il PC con cui scrivi i tuoi sproloqui. Ed è inutile conoscere le equazioni di Maxwell se poi non arrivi a capire il significato e la quantità di 8 miliardi. Tante sono le persone sul pianeta Terra. E per sfamarli tutti togliti dalla testa il non uso dell’agricoltura e dell’allevamento intensivi. Né puoi fornire loro l’energia di cui hanno bisogno solo con i pannelli solari.
Recentemente hai criticato l’uso dell’estrazione del gas nel Mediterraneo (soprattutto Adriatico, ma non solo). Lo sappiamo anche da soli che questo non basterebbe al nostro fabbisogno, ma intanto è una percentuale significativa che secondo te dovremmo lasciare solo alla Croazia.
E lasciamo perdere il tuo voler eliminare la moneta con il baratto; se ti sente un economista gli si rizzano i capelli. Ah già: gli economisti sono una categoria di persone che elimineresti perché per te per mandare avanti il mondo basterebbero una falce e un martello. E lasciamo perdere anche il fatto che quelli che hanno usato questi sistemi sono poi falliti, non potendo più sostenerlo neanche con le armi.
E ora è inutile che nascondi la mano dopo aver lanciato il sasso: il tuo partito è uno di quelli che più hanno sostenuto (e usufruito dei suoi favori) il dittatore russo, e gli hanno svenduto, o tentato di svendere, l’Italia, altro che astenermi come desideri, visto che sono coinvolto. 
PS. Al tuo sоciо, trоll per sua ammissione (lo avevo capito da solo, ma mi ha confermato che viene pagato un tanto al Post), neanche rispondo: lo aiuterei solo ad aumentare i messaggi. Poi, che tu lo abbia cercato o meno come “sоciо”, è una questione in cui non entro perché non lo so e non è l’argomento di questa discussione; propenderei per il no.

 

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Educato lo sono quanto basta, ma certo non più del necessario. Con un maleducato come te, per esempio, non sempre lo sono.
Devo per caso ricordarti che sei un sostenitore di un partito nato con i vаffаncսlо nei confronti dei propri nemici politici che considerava tutti lаdrі? Come se i lаdrі e dеlinqսеnti fossero tutti da una parte e le persone oneste fossero tutte dall’altra. Questa cosa mi coinvolge e dunque non mi lascerò spiegare da te chi è educato e chi non lo è.
O devo ricordarti che i grillini sono quelli che in Parlamento hanno dato della “vecchia pսttаnа” alla Sig.ra Montalcini, una persona di fronte alla quali tutti dovremmo inginocchiarci?
Ora tu stai prendendo le distanze dall’ideatore di quella specie di partito da voltаstomаco che segui, come se fosse stato ideato da qualcun altro.
Potrei aver esagerato nell’usare il termine “іdіota”, anzi, diciamo pure che ho esagerato, ma trovalo tu il termine giusto per chi comunque scrive іdіozіe. Per me uno che tira su un muro è un muratore, quindi se si ritiene offeso al massimo potrei chiamarlo “uno che costruisce muri”, ma il risultato cambierebbe solo formalmente. In effetti іdіota non saresti (ti ho già detto da qualche altra parte che per me hai una conoscenza tecnica molto vasta), ma ogni volta immancabilmente, dopo aver scritto almeno una pagina di PC (che il più delle volte non ho tempo e voglia di leggere per intero, conoscendo le tue ideologie del piffero), raggiungi delle conclusioni che un ragazzino delle medie capirebbe subito che c’è qualcosa di sbagliato. Condivido le tue posizioni contro le ingiustizie sociali e per la qualità dell’ambiente in cui viviamo; è come dire “viva la mamma”, chi non sarebbe d’accordo? Ideologicamente sei contrario all’energia nucleare, al petrolio, all’estrazione di gas e petrolio nel suolo italiano, alla costruzione di gasdotti e quant’altro. Poi però d’inverno, come tutti, vuoi scaldarti, vuoi spostarti con l’automobile di tua proprietà e usufruire di ogni bene che la tecnologia ti mette a disposizione, compreso il PC con cui scrivi i tuoi sproloqui. Ed è inutile conoscere le equazioni di Maxwell se poi non arrivi a capire il significato e la quantità di 8 miliardi. Tante sono le persone sul pianeta Terra. E per sfamarli tutti togliti dalla testa il non uso dell’agricoltura e dell’allevamento intensivi. Né puoi fornire loro l’energia di cui hanno bisogno solo con i pannelli solari.
Recentemente hai criticato l’uso dell’estrazione del gas nel Mediterraneo (soprattutto Adriatico, ma non solo). Lo sappiamo anche da soli che questo non basterebbe al nostro fabbisogno, ma intanto è una percentuale significativa che secondo te dovremmo lasciare solo alla Croazia.
E lasciamo perdere il tuo voler eliminare la moneta con il baratto; se ti sente un economista gli si rizzano i capelli. Ah già: gli economisti sono una categoria di persone che elimineresti perché per te per mandare avanti il mondo basterebbero una falce e un martello. E lasciamo perdere anche il fatto che quelli che hanno usato questi sistemi sono poi falliti, non potendo più sostenerlo neanche con le armi.
E ora è inutile che nascondi la mano dopo aver lanciato il sasso: il tuo partito è uno di quelli che più hanno sostenuto (e usufruito dei suoi favori) il dittatore russo, e gli hanno svenduto, o tentato di svendere, l’Italia, altro che astenermi come desideri, visto che sono coinvolto. 
PS. Al tuo sоciо, trоll per sua ammissione (lo avevo capito da solo, ma mi ha confermato che viene pagato un tanto al Post), neanche rispondo: lo aiuterei solo ad aumentare i messaggi. Poi, che tu lo abbia cercato o meno come “sоciо”, è una questione in cui non entro perché non lo so e non è l’argomento di questa discussione; propenderei per il no.

 

Chapeau !! 👏👏👏👏

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ciao vecchia pellaccia rincitrullita, sono contento di rivederla, stamattina, finalmente libero dai pressanti impegni che le impediscono di partecipare al forum con più assiduità.

Oggi, ricevuta la libera uscita dalla moglie, finalmente è libero di sfogarsi e cantarne quattro, a chi, diversamente da lei non ama Leopoldino, e quindi se non fa il muratore che tira su muri, è sicuramente  un idi.ota anche se ha una cultura molto vasta che lei non ha e che non avra' mai.

Insomma oggi ha potuto sbizzarrirsi, e levarsi qualche sassolino che le si era incastrato tra le unghie da lupachiotto, pauroso e pieno di pulci.

Vecchia pellaccia spelacchiata per finire rispondo ai suoi dubbi: no, non è il signor fosforo che mi ha cercato come socio, sono io che mi sono innamorato di lui come lei e la stupida gallina pisana diversamente intelligente,  vi siete innamorati di Leopoldino d'Arabia. 

Per quanto riguarda le risposte che non mi darà per non farmi guadagnare non si preoccupi, ho ottenuto anch'io la mia piccola pensioncina come la gallinella pisana, ho nove figli che mi mantengono, ho quattro ganesi che mungono le vacche per me, ho qualche mq di terra coltivabile e sufficientemente produttivo, una badante che bada a me, e tutto sommato, posso stare sul forum 23 ore al giorno per sette giorni, sicuro che l'azienda è in buone mani.

Si chiederà ancora, vecchia pellaccia sbrodolosa, perché ho scritto 23 ore e non 24, be' perché un'ora ho deciso di regalarla a lei per rispondermi: "mavadarvialcul".

Se non è sufficiente me lo dica, le regalerò altri 30 minuti.

Finisco: mi saluti calorosamente la moglie e le dica che la ammiro per esserle stata accanto tutto questo tempo, mandandola a darvialciap solo una volta al giorno.

A lei un buon pomeriggio di grattatine e alla vecchia pellaccia.

 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
13 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

Ciao vecchia pellaccia rincitrullita, sono contento di rivederla, stamattina, finalmente libero dai pressanti impegni che le impediscono di partecipare al forum con più assiduità.

Oggi, ricevuta la libera uscita dalla moglie, finalmente è libero di sfogarsi e cantarne quattro, a chi, diversamente da lei non ama Leopoldino, e quindi se non fa il muratore che tira su muri, è sicuramente  un idi.ota anche se ha una cultura molto vasta che lei non ha e che non avra' mai.

Insomma oggi ha potuto sbizzarrirsi, e levarsi qualche sassolino che le si era incastrato tra le unghie da lupachiotto, pauroso e pieno di pulci.

Vecchia pellaccia spelacchiata per finire rispondo ai suoi dubbi: no, non è il signor fosforo che mi ha cercato come socio, sono io che mi sono innamorato di lui come lei e la stupida gallina pisana diversamente intelligente,  vi siete innamorati di Leopoldino d'Arabia. 

Per quanto riguarda le risposte che non mi darà per non farmi guadagnare non si preoccupi, ho ottenuto anch'io la mia piccola pensioncina come la gallinella pisana, ho nove figli che mi mantengono, ho quattro ganesi che mungono le vacche per me, ho qualche mq di terra coltivabile e sufficientemente produttivo, una badante che bada a me, e tutto sommato, posso stare sul forum 23 ore al giorno per sette giorni, sicuro che l'azienda è in buone mani.

Si chiederà ancora, vecchia pellaccia sbrodolosa, perché ho scritto 23 ore e non 24, be' perché un'ora ho deciso di regalarla a lei per rispondermi: "mavadarvialcul".

Se non è sufficiente me lo dica, le regalerò altri 30 minuti.

Finisco: mi saluti calorosamente la moglie e le dica che la ammiro per esserle stata accanto tutto questo tempo, mandandola a darvialciap solo una volta al giorno.

A lei un buon pomeriggio di grattatine e alla vecchia pellaccia.

 

 

Con le sеghе non si fanno figli, іdіota! Quei 9 di cui parli al massimo saranno dell’idraulico, non tuoi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

22 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Con le sеghе non si fanno figli, іdіota! Quei 9 di cui parli al massimo saranno dell’idraulico, non tuoi.

Qui cominciamo ad allargarci troppo però. Le indicazioni del Comitato sono state ben precise. È stata data la prescrizione o di non rispondere o di rispondere Mavadavialcul. Come al solito si tende a esagerare. Uno da un dito e un lupacchiotto impaurito e diversamente astuto si prende tutta la mano. È un classico ma così non va bene. Ci raccomandiamo tanto: la M maiuscola e la l finale. In alternativa, ma giusto per una gentile concessione, potrebbe essere ammesso l'utilizzo di quel famoso file copiancollato e sempre uguale. Però direi di aspettare l'autorizzazione. Un certo miglioramento comunque c'è stato. Il passo successivo a quello di giustificare gli insulti e gli improperi potrebbe essere quello di non scrivere insulti e improperi. Ci rendiamo conto che non è operazione di poco conto però un tentativo un po' più deciso li si potrebbe fare e, con l'applicazione, l'ingegno,  tanta buona volontà e con l'utilizzo proficuo del poco tempo libero a disposizione, non è del tutto  escluso che ci si potrebbe anche riuscire. Meno nervoso comunque. È già un bel passo avanti. Complimenti non formali. O.o O.o

Modificato da thepisan-hen

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
30 minuti fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Con le sеghе non si fanno figli, іdіota! Quei 9 di cui parli al massimo saranno dell’idraulico, non tuoi.

Urka.... La vecchia pellaccia oggi ha deciso di esagerare e ricorrendo alla memoria da vero lupo della nonna invece che scrivere 

" vadarvialcul" ha parlato di seghe, senza specificare se: elettriche, a motore o a mano.

Però però vecchia pellaccia spelacchiata, la memoria bisogna coltivarla altrimenti ti pianta in asso quando meno te l'aspetti, e non sta bene che un giovane lupachiotto come lei faccia figure di kakka così eclatanti.

Per questa volta le vengo incontro e le rinfrescherò la memoria, senza rifilarle il calcio in Q.lo come meriterebbe per non aver dato ascolto a thepisan_hen.

L'uccello non era quello dell'idraulico ma era del mio amico postino, e come lei ben sa, tra amici ci si aiuta, mentre io facevo seghe lui procreava per me.

Per evitarle ulteriori figure da idio ta oltre che di kakka, vecchia pellaccia rincitrullita, le ricordo che la storiella finiva così: " sarà vero oppure no, così il contadino veneto la raccontò".

Bene... Per finire la saluto cordialmente, mi saluti la moglie, e mi permetta di ribadirle che dialogare con lei, per me è sempre un piacere, quindi sappia che sono sempre a sua disposizione per qualunque sua esigenza.

PS: stavo per dimenticare; dia sempre ascolto al saggio thepisan_hen, "M" maiuscolo all'inizio ed "l" minuscolo in finale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Innanzi tutto chiedo scusa se sono costretto ad intervenire , ma registro una imperfezione semantica di non poco conto in quel che dice la bovara nonché tuttascema mungitrice di tori e mucche danesi . Guarda tuttascema , Lupogrigio ti dice : VADAVIAILKUL e non VADARVIAILKUL .  L’occasione mi e’ stata propizia per augurare lo stesso invito alla sopra descritta . 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Urka.....la stupida gallina pisana si è trasformata in stupida servetta pisana diversamente intelligente della vecchia pellaccia.

In attesa di vedere la monolaurea ossequi ad Alessandro e ad aria fresca, a lei buon pomeriggio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
5 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Educato lo sono quanto basta, ma certo non più del necessario. Con un maleducato come te, per esempio, non sempre lo sono.
Devo per caso ricordarti che sei un sostenitore di un partito nato con i vаffаncսlо nei confronti dei propri nemici politici che considerava tutti lаdrі? Come se i lаdrі e dеlinqսеnti fossero tutti da una parte e le persone oneste fossero tutte dall’altra. Questa cosa mi coinvolge e dunque non mi lascerò spiegare da te chi è educato e chi non lo è.
O devo ricordarti che i grillini sono quelli che in Parlamento hanno dato della “vecchia pսttаnа” alla Sig.ra Montalcini, una persona di fronte alla quali tutti dovremmo inginocchiarci?
Ora tu stai prendendo le distanze dall’ideatore di quella specie di partito da voltаstomаco che segui, come se fosse stato ideato da qualcun altro.
Potrei aver esagerato nell’usare il termine “іdіota”, anzi, diciamo pure che ho esagerato, ma trovalo tu il termine giusto per chi comunque scrive іdіozіe. Per me uno che tira su un muro è un muratore, quindi se si ritiene offeso al massimo potrei chiamarlo “uno che costruisce muri”, ma il risultato cambierebbe solo formalmente. In effetti іdіota non saresti (ti ho già detto da qualche altra parte che per me hai una conoscenza tecnica molto vasta), ma ogni volta immancabilmente, dopo aver scritto almeno una pagina di PC (che il più delle volte non ho tempo e voglia di leggere per intero, conoscendo le tue ideologie del piffero), raggiungi delle conclusioni che un ragazzino delle medie capirebbe subito che c’è qualcosa di sbagliato. Condivido le tue posizioni contro le ingiustizie sociali e per la qualità dell’ambiente in cui viviamo; è come dire “viva la mamma”, chi non sarebbe d’accordo? Ideologicamente sei contrario all’energia nucleare, al petrolio, all’estrazione di gas e petrolio nel suolo italiano, alla costruzione di gasdotti e quant’altro. Poi però d’inverno, come tutti, vuoi scaldarti, vuoi spostarti con l’automobile di tua proprietà e usufruire di ogni bene che la tecnologia ti mette a disposizione, compreso il PC con cui scrivi i tuoi sproloqui. Ed è inutile conoscere le equazioni di Maxwell se poi non arrivi a capire il significato e la quantità di 8 miliardi. Tante sono le persone sul pianeta Terra. E per sfamarli tutti togliti dalla testa il non uso dell’agricoltura e dell’allevamento intensivi. Né puoi fornire loro l’energia di cui hanno bisogno solo con i pannelli solari.
Recentemente hai criticato l’uso dell’estrazione del gas nel Mediterraneo (soprattutto Adriatico, ma non solo). Lo sappiamo anche da soli che questo non basterebbe al nostro fabbisogno, ma intanto è una percentuale significativa che secondo te dovremmo lasciare solo alla Croazia.
E lasciamo perdere il tuo voler eliminare la moneta con il baratto; se ti sente un economista gli si rizzano i capelli. Ah già: gli economisti sono una categoria di persone che elimineresti perché per te per mandare avanti il mondo basterebbero una falce e un martello. E lasciamo perdere anche il fatto che quelli che hanno usato questi sistemi sono poi falliti, non potendo più sostenerlo neanche con le armi.
E ora è inutile che nascondi la mano dopo aver lanciato il sasso: il tuo partito è uno di quelli che più hanno sostenuto (e usufruito dei suoi favori) il dittatore russo, e gli hanno svenduto, o tentato di svendere, l’Italia, altro che astenermi come desideri, visto che sono coinvolto. 
PS. Al tuo sоciо, trоll per sua ammissione (lo avevo capito da solo, ma mi ha confermato che viene pagato un tanto al Post), neanche rispondo: lo aiuterei solo ad aumentare i messaggi. Poi, che tu lo abbia cercato o meno come “sоciо”, è una questione in cui non entro perché non lo so e non è l’argomento di questa discussione; propenderei per il no.

 

Molti anni fa l'editore/direttore di un settimanale locale al quale saltuariamente collaboravo mi ingiunse di scrivere una rettifica a un mio articolo in seguito alla diffida ricevuta da un pezzo grosso della politica (locale). Si era sotto elezioni ma io mi rifiutai di rettificare, diffidando a mia volta l'editore/direttore (un semianalfabeta poco educato e pieno di soldi) e ingiungendogli di pubblicare le parti mancanti dell'articolo che aveva tagliato senza consultarmi e che lo rendevano del tutto legittimo e coerente. Superfluo precisare che non scrissi mai più per quel settimanale: qui vorrei solo provare a convincere Lupogrigio che ha poco senso (forse è anche poco educato) rispondere a un post dopo averlo letto in modo parziale e frammentario, come questo forumista suole fare con i miei modesti scritti.

Se li trovi prolissi e noiosi, o pieni di "idiozie", allora sei liberissimo di leggerli a spizzichi e bocconi, ma poi non venirmi a rispondere con post quasi altrettanto lunghi a base di insulti o attacchi personali, al sottoscritto o addirittura a terzi come Grillo. La mutatio controversiae e l'argomento ad personam o ad hominem sono vecchi trucchi che la dialettica e la sofistica da millenni mettono a disposizione di chi è a corto di argomenti seri, ma che con il sottoscritto non attaccano. Se pensi che io abbia scritto delle "idiozie" sulla faccenda del metano, citale e prova a dimostrare puntualmente che siano tali.

Io non ho mai proposto l'abolizione della moneta e il ritorno al baratto. Se tu avessi letto con un minimo di attenzione quel post, che ti ripropongo, forse avresti capito che la mia era solo una domanda provocatoria, relativa a una situazione molto particolare (una megalopoli cinese in lockdown duro e con problemi nella distribuzione di viveri e altri generi). Scrivevo che situazioni eccezionali analoghe potrebbero ripresentarsi in futuro. In effetti chi si scandalizzerebbe se in una Kiev assediata, laddove chiudessero tutte le banche e i bancomat, la gente ricorresse in via eccezionale al baratto? Peraltro si ritorna alle cose che ci sono già state, ma il baratto, come scrivevo, in realtà non fu adottato come mezzo ordinario di scambio da nessuna delle antiche civiltà conosciute.

 

Non solo non leggi i miei post e poi pretendi di giudicarmi (altrimenti sapresti che in una decina di tornate elettorali non ho mai votato 5Stelle, eccetto forse una volta e spiegai nel forum perché), ma conosci molto poco anche i 5Stelle e poi pretendi di giudicarli. Non sono un partito, sono un movimento e non hanno mai detto né pensato che i loro avversari sono tutti ladri. Nel 2015 Prodi e Bersani erano senza dubbio avversari politici del M5S. Ma, essendo due persone di specchiata onestà, erano ambedue nella lista dei candidati del Movimento al Quirinale. Nella votazione della base Prodi fu secondo (su 9 candidati), Bersani quarto. La novità dei 5Stelle è avere introdotto nella politica italiana il loro netto ed esplicito distinguo tra gli onesti e i ladri, ben altra cosa è dire che tutti gli altri sono ladri. Ho sostenuto i grillini quando hanno avuto buone idee (a mio giudizio) e quando, saliti al governo, alcune di queste le hanno realizzate. Li ho criticati per le idee e per le scelte sbagliate (sempre a mio modesto giudizio). Per esempio quando si misero con Salvini e quando si sono inopinatamente mischiati nel gregge draghiano. Erroraccio madornale di Grillo, che non mi stanco di evidenziare, mentre Di Maio - se leggessi i miei post - sapresti che per me ha cambiato cognome (Di Mario).

La battutaccia di Grillo sulla Montalcini risale al 2001, quando il comico faceva solo il comico e solo satira politica e sociale. Anche in qualche teatrino di provincia. Da che mondo è mondo chi vive di satira vive anche di parolacce e battutacce, ma in quel caso, scagliandosi contro una signora di oltre 90 anni, Grillo superò a mio avviso (e ad avviso del magistrato) il limite del diritto di satira (giuridicamente tutelato), sfociando nell'incontinenza verbale e nella diffamazione.  Premesso ciò, qualche elemento serio per fare satira sulla grande scienziata il comico purtroppo ce l'aveva, o credeva in buona fede di averlo. Probabilmente intendeva dire che la biologa si era prostituita intellettualmente alla casa farmaceutica che aveva finanziato le sue ricerche. Leggi con attenzione, integralmente e senza pregiudizi, e forse modificherai un poco il tuo giudizio su Grillo e su quell'increscioso episodio: 

https://www.vaniarusso.it/il-caso-cronassial-quando-i-farmaci-uccidono/

Non ricordo di avere mai criticato l'agricoltura e l'allevamento intensivi, eccetto i casi in cui si usano metodi e sostanze nocive per la salute delle persone e/o degli animali. Non a caso ho scritto post in difesa degli ogm.

Proprio perché siamo in 8 miliardi è necessario e urgente tagliare i consumi energetici pro capite e le emissioni pro capite di gas serra. Naturalmente, come scrivo da anni, i tagli più consistenti devono farli i paesi più ricchi ed energivori, molti paesi poveri hanno invece la possibilità di aumentare i loro consumi senza superare la soglia di sostenibilità ambientale locale. 

Non ho mai avuto difficoltà ad ammettere che il comunismo, sotto il profilo storico-pratico, ha fallito. Storicamente, e almeno per ora, vincono il capitalismo e il liberismo. È evidente. Ma mi pare anche di avere dato una spiegazione qualche anno fa. Mi richiamai all'episodio biblico di Adamo ed Eva. Personaggi leggendari ma la favola del peccato originale evidenzia una profonda verità. L'uomo, a differenza degli altri animali, è ingordo. È nella natura umana, nel nostro DNA, desiderare sempre di più. Ciò può essere positivo, ma può andare contro il bene comune quando il desiderio si focalizza troppo sulle ricchezze materiali, il successo appariscente, il senso di superiorità sugli altri. L'ingordigia è un motore dell'economia, ma anche della corruzione e delle guerre. Le leggi e le regole sociali frenano in qualche misura l'ingordigia umana. Molti altri fattori la stimolano. In linea di massima questa tendenza innata viene di solito contenuta, per non dire ostacolata, nei sistemi economici comunisti, mentre viene assecondata in quelli liberisti. Il liberismo è geneticamente favorito rispetto al comunismo. Se è vera (come è vera) la teoria di Darwin, ciò è dovuto al fatto che per il 99,974% dell'esistenza di Homo sapiens (circa 200.000 anni) anche l'ambiente ha assecondato l'ingordigia umana. Si stima, infatti, che solo nel 1970 l'impronta ecologica dell'umanità abbia superato la biocapacità della Terra. Prima del 1970 Homo sapiens poteva contare su un surplus di biocapacità, oggi siamo in deficit e il deficit peggiora di anno in anno. In poche parole, questo pianeta ci va sempre più stretto. Arricchirsi individualnente o crescere nel PIL è ancora possibile, ma in modo sempre meno equo. Generando disuguaglianze,  conflitti sociali,  flussi migratori, oltre ai danni ambientali. In futuro, in base a questa mia vecchia teoria,  la selezione naturale dovrebbe avvantaggiare i comunisti e i fautori della decrescita (dei consumi, non della gioia di vivere). Sempre che l'ingordigia non ci conduca prima all'estinzione. 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Sempre che Lupogrigio abbia la volontà di rispondere a questo impareggiabile Cazzaro , voglio dire anche io qualcosa nei confronti di questo miserabile bugiardo . Il Cazzaro , tentando di “difendersi “ dalle parole di Lupogrigio che gli ricorda la sua attuale militanza nel M5s e quindi in un partito /movimento che ha fatto la sua fortuna grazie alle offese verso i suoi avversari politici sempre prendendo spunto dalle parole di Lupogrigio che gli ricorda le offese di Grillo verso la Montalcini in un chiaro ed eclatante singolo esempio nonostante che c’è ne sarebbero decine e decine di altre situazioni analoghe . Il Cazzaro , però , giustifica qyelk’episodio e quindi Grillo , affermando che quelle parole furono pronunciate da Grillo quando ancora non era il leader dei 5 stelle . Il falsario napoletano , dimentica tutte le offese , anche di natura sessista , che il movimento ha riservato alla Boldrini , alla Boschi , ai militanti del PD accusati di essere ladri e disonesti . Il pulcinella campano dimentica le parole dei grilli verso “il partito di Bibbiano ,  verso gli esponenti degli altri partiti solo per essere stati colpiti da avvisi di garanzia e successivamente assolti . Il falsario campano si dimentica addirittura di aver votato M5S. Brutto idio ta , ci hai perfino detto di aver svolto per loro il ruolo di rappresentante di lista, di aver dato il tuo voto ai 5 stelle nelle recenti regionali e poi per il sindaco . Ci hai detto di aver anche partecipato con loro a riunioni conviviali portandoti dietro pure la moglie . Ed ora te , idio ta e Cazzaro , ci vieni a dire che “forse” e ripeti il “forse”, hai votato per loro solo una volta . L’episodio del direttore / editore e’ solo l’ennesima bugia che ti vede protagonista per provare a far credere al forum di essere una persona tutta di un pezzo , che non si fa “comprare “ , un tizio con una grossa dignità . Sono propenso a credere il contrario . I miei studi mi hanno insegnato che una percentuale altissima di coloro che “battono” spesso questi tasti sono in realtà una specie di narcisi che vorrebbero essere quel che non sono . Veniamo al baratto !! Miserabile Cazzaro , hai pure il coraggio di venirci a dire che per te questa forma “economica “ e’ stata solo una metafora per spiegare certi fenomeni economici . Allo scopo ci fornisci un post , solo uno, con il punto interrogativo finale . Questo , secondo te , sarebbe la prova provata !! Svergognato che non sei altro . Hai fatto post su post esaltando il baratto . Indicato testi ed autori di testi che lo pubblicizzano . Hai postato storie del passato dove veniva praticato questo sistema . Lo hai sempre accostato ad un “miglioramento” della qualità della vita quando e’ praticato insieme alla riduzione delle ore lavorative “ Lavorare meno  , lavorare tutti”. Con quale coraggio , ora neghi ciò’ , si spiega solo perche’ sei un infimo Cazzaro . Infine ti lasci andare a discussioni socio/pedagogiche un tanto al chilo tanto sono gratuite . Ma per i tipi come te servono per allungare il brodo . Tralascio gli addetti sul clima e sulla qualità dell’ aria . Dice bene Lupogrigio !! Chi non direbbe “ W la mamma “?  Mi fermo qui pur potendo andare avanti per ancora un po’ . Ho rispetto per tutti quei forumisti che hanno letto fino a qui !! 

Modificato da mark222220
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Urka.....la stupida gallina pisana si è davvero trasformata in stupida servetta pisana diversamente intelligente della vecchia pellaccia.

In attesa di vedere il risultato dei suoi studi, ossequi ad Alessandro e ad aria fresca, a lei buona serata.

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Aggiungo: le due bestioline, un quadrupede romano e una bipede pisana, che offendono per conto terzi, si irritano perché il movimento cinque stelle, nelle simpatie del sig fosforo, è stato offensivo esattamente come loro.

Quando il bue dice cornuto all'asino😊😊😊

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
22 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Molti anni fa l'editore/direttore di un settimanale locale al quale saltuariamente collaboravo mi ingiunse di scrivere una rettifica a un mio articolo in seguito alla diffida ricevuta da un pezzo grosso della politica (locale). Si era sotto elezioni ma io mi rifiutai di rettificare, diffidando a mia volta l'editore/direttore (un semianalfabeta poco educato e pieno di soldi) e ingiungendogli di pubblicare le parti mancanti dell'articolo che aveva tagliato senza consultarmi e che lo rendevano del tutto legittimo e coerente. Superfluo precisare che non scrissi mai più per quel settimanale: qui vorrei solo provare a convincere Lupogrigio che ha poco senso (forse è anche poco educato) rispondere a un post dopo averlo letto in modo parziale e frammentario, come questo forumista suole fare con i miei modesti scritti.

Se li trovi prolissi e noiosi, o pieni di "idiozie", allora sei liberissimo di leggerli a spizzichi e bocconi, ma poi non venirmi a rispondere con post quasi altrettanto lunghi a base di insulti o attacchi personali, al sottoscritto o addirittura a terzi come Grillo. La mutatio controversiae e l'argomento ad personam o ad hominem sono vecchi trucchi che la dialettica e la sofistica da millenni mettono a disposizione di chi è a corto di argomenti seri, ma che con il sottoscritto non attaccano. Se pensi che io abbia scritto delle "idiozie" sulla faccenda del metano, citale e prova a dimostrare puntualmente che siano tali.

Io non ho mai proposto l'abolizione della moneta e il ritorno al baratto. Se tu avessi letto con un minimo di attenzione quel post, che ti ripropongo, forse avresti capito che la mia era solo una domanda provocatoria, relativa a una situazione molto particolare (una megalopoli cinese in lockdown duro e con problemi nella distribuzione di viveri e altri generi). Scrivevo che situazioni eccezionali analoghe potrebbero ripresentarsi in futuro. In effetti chi si scandalizzerebbe se in una Kiev assediata, laddove chiudessero tutte le banche e i bancomat, la gente ricorresse in via eccezionale al baratto? Peraltro si ritorna alle cose che ci sono già state, ma il baratto, come scrivevo, in realtà non fu adottato come mezzo ordinario di scambio da nessuna delle antiche civiltà conosciute.

 

Non solo non leggi i miei post e poi pretendi di giudicarmi (altrimenti sapresti che in una decina di tornate elettorali non ho mai votato 5Stelle, eccetto forse una volta e spiegai nel forum perché), ma conosci molto poco anche i 5Stelle e poi pretendi di giudicarli. Non sono un partito, sono un movimento e non hanno mai detto né pensato che i loro avversari sono tutti ladri. Nel 2015 Prodi e Bersani erano senza dubbio avversari politici del M5S. Ma, essendo due persone di specchiata onestà, erano ambedue nella lista dei candidati del Movimento al Quirinale. Nella votazione della base Prodi fu secondo (su 9 candidati), Bersani quarto. La novità dei 5Stelle è avere introdotto nella politica italiana il loro netto ed esplicito distinguo tra gli onesti e i ladri, ben altra cosa è dire che tutti gli altri sono ladri. Ho sostenuto i grillini quando hanno avuto buone idee (a mio giudizio) e quando, saliti al governo, alcune di queste le hanno realizzate. Li ho criticati per le idee e per le scelte sbagliate (sempre a mio modesto giudizio). Per esempio quando si misero con Salvini e quando si sono inopinatamente mischiati nel gregge draghiano. Erroraccio madornale di Grillo, che non mi stanco di evidenziare, mentre Di Maio - se leggessi i miei post - sapresti che per me ha cambiato cognome (Di Mario).

La battutaccia di Grillo sulla Montalcini risale al 2001, quando il comico faceva solo il comico e solo satira politica e sociale. Anche in qualche teatrino di provincia. Da che mondo è mondo chi vive di satira vive anche di parolacce e battutacce, ma in quel caso, scagliandosi contro una signora di oltre 90 anni, Grillo superò a mio avviso (e ad avviso del magistrato) il limite del diritto di satira (giuridicamente tutelato), sfociando nell'incontinenza verbale e nella diffamazione.  Premesso ciò, qualche elemento serio per fare satira sulla grande scienziata il comico purtroppo ce l'aveva, o credeva in buona fede di averlo. Probabilmente intendeva dire che la biologa si era prostituita intellettualmente alla casa farmaceutica che aveva finanziato le sue ricerche. Leggi con attenzione, integralmente e senza pregiudizi, e forse modificherai un poco il tuo giudizio su Grillo e su quell'increscioso episodio: 

https://www.vaniarusso.it/il-caso-cronassial-quando-i-farmaci-uccidono/

Non ricordo di avere mai criticato l'agricoltura e l'allevamento intensivi, eccetto i casi in cui si usano metodi e sostanze nocive per la salute delle persone e/o degli animali. Non a caso ho scritto post in difesa degli ogm.

Proprio perché siamo in 8 miliardi è necessario e urgente tagliare i consumi energetici pro capite e le emissioni pro capite di gas serra. Naturalmente, come scrivo da anni, i tagli più consistenti devono farli i paesi più ricchi ed energivori, molti paesi poveri hanno invece la possibilità di aumentare i loro consumi senza superare la soglia di sostenibilità ambientale locale. 

Non ho mai avuto difficoltà ad ammettere che il comunismo, sotto il profilo storico-pratico, ha fallito. Storicamente, e almeno per ora, vincono il capitalismo e il liberismo. È evidente. Ma mi pare anche di avere dato una spiegazione qualche anno fa. Mi richiamai all'episodio biblico di Adamo ed Eva. Personaggi leggendari ma la favola del peccato originale evidenzia una profonda verità. L'uomo, a differenza degli altri animali, è ingordo. È nella natura umana, nel nostro DNA, desiderare sempre di più. Ciò può essere positivo, ma può andare contro il bene comune quando il desiderio si focalizza troppo sulle ricchezze materiali, il successo appariscente, il senso di superiorità sugli altri. L'ingordigia è un motore dell'economia, ma anche della corruzione e delle guerre. Le leggi e le regole sociali frenano in qualche misura l'ingordigia umana. Molti altri fattori la stimolano. In linea di massima questa tendenza innata viene di solito contenuta, per non dire ostacolata, nei sistemi economici comunisti, mentre viene assecondata in quelli liberisti. Il liberismo è geneticamente favorito rispetto al comunismo. Se è vera (come è vera) la teoria di Darwin, ciò è dovuto al fatto che per il 99,974% dell'esistenza di Homo sapiens (circa 200.000 anni) anche l'ambiente ha assecondato l'ingordigia umana. Si stima, infatti, che solo nel 1970 l'impronta ecologica dell'umanità abbia superato la biocapacità della Terra. Prima del 1970 Homo sapiens poteva contare su un surplus di biocapacità, oggi siamo in deficit e il deficit peggiora di anno in anno. In poche parole, questo pianeta ci va sempre più stretto. Arricchirsi individualnente o crescere nel PIL è ancora possibile, ma in modo sempre meno equo. Generando disuguaglianze,  conflitti sociali,  flussi migratori, oltre ai danni ambientali. In futuro, in base a questa mia vecchia teoria,  la selezione naturale dovrebbe avvantaggiare i comunisti e i fautori della decrescita (dei consumi, non della gioia di vivere). Sempre che l'ingordigia non ci conduca prima all'estinzione. 

Se li trovi prolissi e noiosi, o pieni di "idiozie", allora sei liberissimo di leggerli a spizzichi e bocconi, ma poi non venirmi a rispondere con post quasi altrettanto lunghi a base di insulti o attacchi personali, al sottoscritto o addirittura a terzi come Grillo. La mutatio controversiae e l'argomento ad personam o ad hominem sono vecchi trucchi che la dialettica e la sofistica da millenni mettono a disposizione di chi è a corto di argomenti seri, ma che con il sottoscritto non attaccano.

La mutatio controversiae non c’entra un bel niente: c’entra invece che tu lanci il sasso e poi nascondi la mano. Con Grillo sei legato mani e piedi, lo hai sostenuto e hai seguito le sue ideologie e quindi ti sei associato ai suoi insulti, perfino verso la senatrice Montalcini.
 

Se pensi che io abbia scritto delle "idiozie" sulla faccenda del metano, citale e prova a dimostrare puntualmente che siano tali. 

Non posso dimostrare niente di fronte a uno che tanto non vuole capire. Sono stato più che chiaro nel dire che quello che noi non potremmo fare (secondo te), la Croazia lo fa.


Io non ho mai proposto l'abolizione della moneta e il ritorno al baratto. Se tu avessi letto con un minimo di attenzione quel post, che ti ripropongo, forse avresti capito che la mia era solo una domanda provocatoria

No, tu parlavi sul serio e non è neanche la prima volta. Non per niente nella mia risposta precedente ti ho detto che quasi tutte le chiusure dei tuoi ragionamenti sono sconclusionate.
"E se abolissimo la moneta (non solo l'euro: intendo dire il DENARO) e tornassimo al BARATTO?", è una tua frase e non lascia adito a dubbi.
Il problema è che tu diffondi cаzzаte (da qui l’appellativo di Cazzaro; interpretazioni diverse da questa non le condividerei). Come quando affermasti che il video dei silenzi di Renzi era veritiero e non ci fu verso di farti capire che durante un cambio di inquadratura la posizione della testa di Renzi stesso non era coerente e non poteva averla cambiata in pochi millisecondi (tanto è il tempo a disposizione per passare da una inquadratura all’altra). Il video era stato montato da Alessio Marzilli, noto video maker che ha realizzato video simili anche con altri personaggi politici (come seppi successivamente). Anche di recente hai postato uno di questi video; è poi ti lamenti se uno ti definisce Cazzaro. O devo ricordarti quando scrivesti che Renzi si era mandato da solo i proiettili ricevuti per minacce? Ti sta sulle pаlle Renzi? Perfettamente legittimo. Però non usare argomenti falsi.
Puoi prendere per il cսlо me perché ti conosco poco, ma Mark il pisano più sopra ti ha fatto un elenco delle tue contraddizioni e di quelle vomitevoli del partito che segui.
Non mi dilungo oltre, altrimenti dici che sono io a scrivere commenti chilometrici: per il resto mi associo a quanto ti ha risposto il pisano.


 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bentornata vecchia pellaccia spelacchiata, mi scuso per non averla ricevuta personalmente ma a quell'ora (sei e trenta circa) ero impegnato a fare la punta alle corna del toro che potrebbero tornare utili per pungere il Q.lo sia a lei, sia alla stupida gallina pisana diversamente intelligente. 

Cercherò di festeggiarla ora, essendomi liberato da questa incombenza.

Innanzi tutto mi congratulo con lei per essersi impegnato in una risposta piuttosto lunga e dettagliata invece che limitarsi ad un striminzito "Mavadarvialcul" con "M" maiuscola e "l" finale minuscolo.

Detto questo, mi permetta un consiglio, so che lei non lo gradisce, ma glielo do' lo stesso.

Quando dice che fosforo è legato mani e piedi, per far capire ai lettori che quanto va dicendo è la realtà, lei dovrebbe riportare le frasi del "cazzaro" che facciano capire il perché lei è giunto a questa conclusione. Non facendolo, sembrerebbe o è, una sua illazione senza costrutto.

Per quanto riguarda la Croazia che ci ruba il gas, lei ha ragione da vendere. Dobbiamo impedirglielo.

I ladri, lei mi insegna, vanno puniti, scelga lei la punizione più adatta anche se io consiglierei di fare altrettanto rubando il gas Croato, e pazienza se Venezia affonda o si abbassa la pianura padana.

Non sono assolutamente d'accordo con lei quando esclude categoricamente l'uso del baratto; va bè e una pratica antica obsoleta e dimenticata, ma provi  a pensare come sarebbe bello un nostro incontro per scambiarci qualche merce, si potrebbe chiacchierare amabilmente davanti a un bel bicchiere di teroldego e due fette di salame, contrattando su ciò che lei darebbe a me in cambio di ciò che io potrei dare a lei, invece che farmi un bonifico per pagarmi i salami che le ho inviato per posta. (A proposito: erano buoni?)

Lei invece dice subito no alla domanda " e se tornassimo al baratto?"

Era una semplice domanda alla quale lei avrebbe dovuto intervenire specificando e argomentando con cognizione di causa del perché è meglio continuare ad usare una stupida moneta di nichel o carta piuttosto che le conchiglie marine.

Ma poi, chellefrega se al "cazzaro" non piace Leopoldino?

Lei ha appena sostenuto che non le piace Grillo e manco ancora i grillini, non vuol dire che,

se fosforo è un "cazzaro' perché non gli piace  Leopoldino,

lei è "cazzaro" perché non le piace Grillo?

Infine quando dice che fosforo usa argomenti falsi, per dimostrarlo deve essere lei a riportare gli argomenti che lei ritiene falsi solo perché lo ha detto la stupida gallina pisana diversamente intelligente,

che, qui,  tutti ormai sanno essere più falsa di un soldo bucato.

Rinnovando, e finisco, le mie scuse per non averla ricevuta come merita a tempo debito,

consapevole di essermi dilungato troppo per le sue capacità cognitive,

per farmi perdonare l'autorizzo a rispondermi con la sua locuzione migliore "Mavadarvialcul" , con "M" rigorosamente maiuscolo ed "l" rigorosamente minuscolo, secondo le indicazione di thepisan_hen.

buonanotte.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963