Forlì: badante ucraina riceve una chiamata in piazza, urla e sviene

Piazza Plauto, a Sarsina in provincia di Forlì, una signora riceve una videochiamata, Lyuba, vive a Sarsina da una decina d’anni ha fatto la badante, ora è in pensione ma i suoi figli le hanno chiesto di restare in Italia per ora, troppo pericoloso, lei risponde ed è un crescendo di pianto e grida di dolore, poi si accascia a terra: "Tuo figlio è stato ucciso, la fabbrica dove lavorava è stata colpita da una bomba, sono i russi! Sono i russi! Il ragazzo è scappato come tutti dall’edificio e a quel punto, lui e gli altri sono stati freddati in strada". I passanti hanno subito chiamato i soccorsi e assistito la povera mamma.

Per Lyuba e per il popolo ucraino, da sabato sul balcone del municipio della piccola città del Savio sventola la bandiera dell’Ucraina. "Azzurra come il cielo e gialla come i campi di grano, simbolo di pace e prosperità", scrive il Comune su sui canali ufficiali. "La guerra non è purtroppo lontana: poche ore fa abbiamo appreso di una nostra concittadina di origine Ucraina che, per via di questa guerra nefasta, ha subito un grave lutto. A lei tutta la comunità si stringe in questo momento di dolore".

Terribile, Putin è un dittatore assassino, dovrà rispondere di tutto questo

sarsina.JPG

 



 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

1 messaggio in questa discussione

Terrificante, chissà quante donne sono qui in Italia, lavorano nelle nostre case e vivono questa angoscia tremenda per i loro familiari sotto le bombe russe

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963