PEER DIRETOINRETTO

Prima hanno hackerato la tv di Stato russa e buttato giù il sito del Cremlino, sostituendo la propaganda di regime di Mosca con canzoni ucraine e immagini di quello che sta accadendo (davvero) sul campo.

Poi hanno rivendicato tutto e si sono rivolti direttamente a Putin (“Contro di noi non puoi vincere, colpiremo le tue infrastrutture"), ai soldati sul fronte con un appello a deporre le armi (“I crimini di Putin non devono essere anche i vostri”) e un omaggio al popolo russo che si oppone coraggiosamente al “dittatore Putin”.

Ha fatto di più il collettivo Anonymous nelle ultime 24 ore che l’intera diplomazia internazionale negli ultimi mesi.

La dimostrazione che oggi si può combattere una guerra senza sparare un colpo. Rispetto.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 2 persone, persone in piedi e il seguente testo "I canali della di stato russa sono stati hackerati da Anonymous per trasmettere la verità su ciò che sta accadendo in Ucraina"

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

dietro le guerre ci sono sempre interessi finanziari enormi, per i soliti naturalmente, il figlio di..putin...li, non credo non sia al servizio di questo, sia per se stesso che per altri, qualche oligarca gira le spalle, o finge, di girare le spalle, ma credo che i molti che sostengono la guerra siano in maggioranza.....in altri tempi uno con lo sguardo di putin sarebbe stato bollato di senza anima, ma i tempi cambiano, e se viene salutato, abbracciato, e altro, da uno come berlu, il nuovo della provvidenza, deve essere per forza "buono"...berlu lo è.....xD

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il povero SalvinCAPITANDEIMIEISTIVALI, storico alleato del dittatore Putin, oggi si ricicla pacifista...

Dopo avere - per anni - invocato la (il)legittima difesa, interventi militari dell'Occidente (come quello contro l'Isis); dopo avere indossato tutte le uniformi del suo repertorio: divise militari, divise d'ordinanza della polizia, imbracciato persino un AK-47, in questi giorni Matteo Salvini, come è solito fare, si aggrappa all’hashtag del vincitore, spacciandosi per pacifista.

I più ferventi pacifisti di oggi, quelli che urlano più forte, che si fanno intervistare mentre pregano per la pace dopo aver sempre creato tensione sociale, sono stati, solo fino a qualche giorno fa, i più fedeli sostenitori di Putin.

È proprio il caso di dire: chi ha la coscienza sporca scagli la prima pietra.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 4 persone e il seguente testo "IL DISPERATO SALVINI, VASSALLO DEL DITTATORE PUTIN, OGGISI SI RICICLA PACIFISTA... ROBERTO SAVIANO"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

e  comunque  ha  già cambiato  idea , non  ci va più. Ma  si  sapeva   prima  che  lo  dicesse...

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e il seguente testo "Pugna ugna Salvini annuncia una visita al confine fra Polonia e Ucraina. Per non farsi riconoscere dal suo amico Putin, si vestirà da soldato tedesco? lucilla masini"

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963