QUELLI DELLA FAMIGLIA

Se  non sa  come  fare,  basta usare il bancomat  della  moglie   ahahhahah

https://www.dayitalianews.com/borghi-amante/?fbclid=IwAR0QnTUToamT4iuFA9yy6Ohap6r-_xdha73_m2GoseeEhYklU0WGHuCAGEo

“E se uno vuole comprare una collana all’amante?”. Così Claudio Borghi ha provato a spiegare le ragioni della bocciatura dell’emendamento che era stato presentato nel decreto Milleproroghe per abbassare il tetto limite dei pagamenti in contante da duemila euro a mille.

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

4 messaggi in questa discussione

queste son le cose che prendono al cuore certi italiani....altro chè chi perde il lavoro, se succede è perchè quelli di sx non lavorano abbastanza bene, quelli di dx invece si che sanno quello che c'è da fare.....xD

2 persone è piaciuto questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Borghi e  i celoduri  pensano  agli  Italiani ma  solo  quelli  con portafogli  ben  rigonfi magari  di  soldi poco  puliti,  magari  è rimasto  qualcosa  dei  49  milioni  ?

Modificato da barbablu16

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Rinviato a giudizio Tony Rizzotto, ex deputato leghista dell'ARS
Il giudice per l'udienza preliminare Paolo Magro ha rinviato a giudizio Tony Rizzotto, ex deputato leghista dell’Assemblea regionale siciliana, e un suo ex collaboratore con l’accusa di peculato. Secondo la procura, nelle loro tasche sarebbero finiti 180mila euro destinati all’Isfordd, ente di formazione professionale di cui Rizzotto era stato presidente. L’inchiesta è stata coordinata dal procuratore aggiunto Sergio Demontis e dal sostituto Claudia Ferrari, e si è basata sugli accertamenti del Gruppo tutela mercato Beni e servizi del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo. Del caso si era occupata Claudia Di Pasquale nell’inchiesta "Nel nome di Matteo", dove gli ex dipendenti avevano denunciato di non aver ricevuto neanche il Tfr per il periodo tra il 2012 e il 2017 nonostante gli ingenti finanziamenti pubblici all'Istituto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora