Fabbriche di morte

C'è una fabbrica di esplosivi in Sardegna a Domusnovas che produce bombe d'aereo ed altri giocattoli di morte. Detta produzione finisce in Arabia Saudita e viene impiegata per bombardare il nord dello Yemen . Tutto ciò in violazione degli accordi internazionali sulla fornitura di armi ai Paesi in guerra. Essendo Domusnovas una cittadina priva di altre risorse “giustamente” coloro (circa 200 persone) impiegate nella fabbrica, si trovano di fronte al dilemma: continuare a produrre mezzi di morte per la popolazione dello Yemen (4.000 morti e 7.000 feriti) o rimanere senza lavoro. Il consigliere comunale: "siamo tutti per la pace ma dobbiamo pur vivere". E' il caso di ricordare l'antico detto latino:“mors tua vita mea”. Questa situazione è emblematica per tutte le nazioni grandi produttrici ed esportatrici di armi. Se domani, per magia, tutte le guerre dovessero cessare, ci sarebbero decine di migliaia di disoccupati. In compenso avremmo centinaia di migliaia di orfani, di vedove e di morti ammazzati in meno.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

5 messaggi in questa discussione

3 ore fa, borneo39 ha scritto:

C'è una fabbrica di esplosivi in Sardegna a Domusnovas che produce bombe d'aereo ed altri giocattoli di morte. Detta produzione finisce in Arabia Saudita e viene impiegata per bombardare il nord dello Yemen . Tutto ciò in violazione degli accordi internazionali sulla fornitura di armi ai Paesi in guerra. Essendo Domusnovas una cittadina priva di altre risorse “giustamente” coloro (circa 200 persone) impiegate nella fabbrica, si trovano di fronte al dilemma: continuare a produrre mezzi di morte per la popolazione dello Yemen (4.000 morti e 7.000 feriti) o rimanere senza lavoro. Il consigliere comunale: "siamo tutti per la pace ma dobbiamo pur vivere". E' il caso di ricordare l'antico detto latino:“mors tua vita mea”. Questa situazione è emblematica per tutte le nazioni grandi produttrici ed esportatrici di armi. Se domani, per magia, tutte le guerre dovessero cessare, ci sarebbero decine di migliaia di disoccupati. In compenso avremmo centinaia di migliaia di orfani, di vedove e di morti ammazzati in meno.

Perché non citare la Valmara?Producono mine antiuomo e di altro tipo.Una volta le facevano in ferro facilmente identificabile,adesso le fanno in plastica e a lunga vita....E vendono anche loro in tutto il mondo.Russia compresa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Bonus fiscali per (quasi) tutti ma leva keynesiana della spesa e degli investimenti pubblici pressoché ferma o molto sottoutilizzata, come più volte denunciato da Bersani e dal ministro Calenda e ultimamente (fuori tempo massimo, a legislatura finita) anche da Padoan. Però con una grossa eccezione: la spesa militare, in netta crescita negli ultimi anni. Voi mi direte che questa è la politica di bilancio di un governo di destra. Vero, infatti il Pd ormai è un partito di destra, perfino militarista! Il suo capetto nel 2014 andò a un summit Nato in Galles dove sottoscrisse l'impegno, dettato dagli USA, di portare entro pochi anni la spesa militare ad almeno il 2% del PIL. Il tutto senza manco chiedere un parere al Parlamento. Qui potete leggere qualche dettaglio delle crescenti spese. Ci sono pure i costi del mantenimento di 20 bombe atomiche americane nella base di Ghedi (Brescia). Si chiama "servitù nucleare" e i servi siamo noi. E ci sono pure i 15 milioni l'anno tra stipendi e pensioni per 200 cappellani militari (alla faccia della laicità dello Stato). Scaricate il PDF:

http://milex.org/2018/02/01/rapporto-milex-2018-spese-militari-italiane-in-aumento-soprattutto-per-nuove-armi-ma-anche-per-il-nucleare-il-commento-del-nobel-per-la-pace-daniel-hogsta-ican/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Molto interessante la tabella dei costi della nostra missione militare in Afghanistan. Dal 2001 a oggi vi abbiamo dilapidato 7,8 miliardi, a fronte di appena 280 milioni investiti in iniziative di cooperazione.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, fosforo31 ha scritto:

Bonus fiscali per (quasi) tutti ma leva keynesiana della spesa e degli investimenti pubblici pressoché ferma o molto sottoutilizzata, come più volte denunciato da Bersani e dal ministro Calenda e ultimamente (fuori tempo massimo, a legislatura finita) anche da Padoan. Però con una grossa eccezione: la spesa militare, in netta crescita negli ultimi anni. Voi mi direte che questa è la politica di bilancio di un governo di destra. Vero, infatti il Pd ormai è un partito di destra, perfino militarista! Il suo capetto nel 2014 andò a un summit Nato in Galles dove sottoscrisse l'impegno, dettato dagli USA, di portare entro pochi anni la spesa militare ad almeno il 2% del PIL. Il tutto senza manco chiedere un parere al Parlamento. Qui potete leggere qualche dettaglio delle crescenti spese. Ci sono pure i costi del mantenimento di 20 bombe atomiche americane nella base di Ghedi (Brescia). Si chiama "servitù nucleare" e i servi siamo noi. E ci sono pure i 15 milioni l'anno tra stipendi e pensioni per 200 cappellani militari (alla faccia della laicità dello Stato). Scaricate il PDF:

http://milex.org/2018/02/01/rapporto-milex-2018-spese-militari-italiane-in-aumento-soprattutto-per-nuove-armi-ma-anche-per-il-nucleare-il-commento-del-nobel-per-la-pace-daniel-hogsta-ican/

Ahahaha, ma vai a caga.re idio ta !! Ma te senti cosa su deve ascoltare . Un imbexxille patentato ancora con la favola che il PD non e’ un partito di sx ( quale idio ta ?? quella che piace a te ??), ma addirittura un partito di destra . Anzi , di più !! Un partito di destra militarista , Ahahahahaha. Il suo “capetto “, nel 2014 , andò in Galles e sottoscrisse tuttocio’ che sottoscrissero tutti gli altri primi ministri dei paesi facenti parte della NATO. C’era un modo solo per non farlo : uscire dalla NATO. E poi ?? E poi chi ci pensava alla credibilità militare italiana , chi garantiva ?? Un idio ta come te od il tuo barbiere ?? Ciccillo Esposito tuo Pizzaiolo oppure Tomasino Montanari ( anche se lo hai rinnegato , nda) ?. Lo so , lo so, a quelli come te , Comunisti comunitaristi , e’ sempre piaciuto uscire dalla NATO , chissà quante manifestazioni per rivendicare quella caga ta hai fatto , vero ?? Ebe ti ne ho conosciuti molti nella mia vita. Ma il Cazzaro Fosforo e’ indubbiamente la maglia rosa di questo non esaltante raggruppamento . 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ma vai a pulire le spiagge, decerebrato fazioso! In altri paesi (seri) si è aperto un dibattito parlamentare sull'impennata delle spese militari che gli USA pretendono di imporre con l'arroganza dei vincitori sui vinti (ma questa volta non la vinceranno). E dove sta scritto che senza aderire ai diktat dei guerrafondai si deve uscire dalla Nato? Sta scritto solo nelle teste vuote dei servi. La maggioranza dei paesi Nato, i loro parlamenti e soprattutto i loro cittadini sono CONTRARI. Quindi se qualcuno deve uscire dalla Nato sono proprio i guerrafondai americani e i loro stretti alleati britannici! Sarebbe un'ottima occasione per rottamare una organizzazione militare e il suo imponente e costosissimo apparato che potevano avere un senso durante la guerra fredda ma che ora servono solo a tenere in piedi l'imperialismo USA con i soldi dei contribuenti europei. Sarebbe ora di passare a un organismo di difesa europeo, molto più leggero ed efficiente. Peraltro la Francia scelse di farsi oltre 20 anni di guerra fredda fuori dalla Nato e non ebbe problemi, anzi risparmiò un sacco di soldi. Ho allegato un PDF,  vatti a leggere, servo ignorante, quanto ci costano le basi USA e quelle Nato sul nostro territorio. A parte i 20 morti sul Cermis che ancora - ieri erano  20 anni esatti dalla strage - gridano vendetta. Se fossimo stati un paese serio saremmo usciti allora dalla Nato, e avremmo CACCIATO A  CALCI gli americani da TUTTE le loro basi italiane per non dovere subire MAI PIÙ umiliazioni che nemmeno paesi del terzo mondo sarebbero disposti a tollerare. E dici pure di essere di sinistra? VERGOGNATI. E il tuo partito di servi sarebbe un partito di sinistra? Ma non fate ridere i polli! Nel 2017 siete andati a sottomettervi, IN GINOCCHIO, alla Casa Bianca e alla Lockheed Martin per sottoscrivere una brusca e immotivata accelerazione del programma F-35: l'acquisto anticipato in blocco di tre lotti del costoso, DIFETTOSO e per noi INUTILE caccia. Un block buy severamente bollato non solo dalla nostra Corte dei Conti, ma perfino dal GAO, l'organismo di controllo sulla spesa del Congresso americano. E ti permetti pure di parlare, ignorante? A già, dimenticavo, sei quello che si permette di parlare pure di economia e di scrivere che la leva dell'investimento non esiste (in realtà esiste perfino nel paese dei bonus populisti, ma è applicata soprattutto alla spesa militare, vedasi il bilancio del MISE nel PDF allegato).  Fai una cosa, presentati in un base Nato come militante del Pd e fanatico degli F-35: può darsi che ti assumono e ti mettono a pulire i cessi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963