Prima o poi arriva sempre

la resa del Conte. Ops no pardon. Scusate il refuso. La resa dei conti.

Ma fra la resa dei conti ci sarà pure queata?

..... quanto a finanziamenti, non sottovaluterei neanche i 150mila euro dell’Acqua Marcia di Caltagirone incassati da Conte.......

Ma de veroooo????

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

8 messaggi in questa discussione

Spiacente di deludere le tue speranze e il tuo livore, ma Giuseppe Conte è uno statista. E gli statisti non si arrendono. Non si arrese a mezza Europa che si opponeva alla sua idea del debito condiviso e portò in Italia 200 e passa miliardi (senza i quali Draghi & C. andrebbero a raccogliere cicche per la strada), figuriamoci se si arrende a un magistrato un po' pignolo. E men che meno a un politico imborghesito, incravattato e omologato come Luigi Di Mario. 

Ieri su La7 ho visto uno statista combattivo e determinato, altro che arrendevole!

https://youtu.be/cQHYWZGXd8U

Se Conte punta a vincere le elezioni e a tornare a palazzo Chigi con il Movimento 5 Stelle, stai pur sicuro che non sarà facile fermarlo. I poteri forti e i loro giornaloni sono già mobilitati, ma l'avvocato di Foggia è un combattente che si esalta nelle sfide e si nutre  dell'energia degli avversari. Certo da un Luigino Di Mario così malridotto ha poco da nutrirsi. Come pure da giornalisti arruolati dai poteri forti come quel Giannini ormai abbonato a 8 e mezzo ma che ieri, al cospetto dello statista, ha fatto la figura del pugile suonato (alla fine gli ha chiesto "perdono"). 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Spiacente di deludere le tue speranze e il tuo livore, ma Giuseppe Conte è uno statista. E gli statisti non si arrendono. Non si arrese a mezza Europa che si opponeva alla sua idea del debito condiviso e portò in Italia 200 e passa miliardi (senza i quali Draghi & C. andrebbero a raccogliere cicche per la strada), figuriamoci se si arrende a un magistrato un po' pignolo. E men che meno a un politico imborghesito, incravattato e omologato come Luigi Di Mario. 

Ieri su La7 ho visto uno statista combattivo e determinato, altro che arrendevole!

https://youtu.be/cQHYWZGXd8U

Se Conte punta a vincere le elezioni e a tornare a palazzo Chigi con il Movimento 5 Stelle, stai pur sicuro che non sarà facile fermarlo. I poteri forti e i loro giornaloni sono già mobilitati, ma l'avvocato di Foggia è un combattente che si esalta nelle sfide e si nutre  dell'energia degli avversari. Certo da un Luigino Di Mario così malridotto ha poco da nutrirsi. Come pure da giornalisti arruolati dai poteri forti come quel Giannini ormai abbonato a 8 e mezzo ma che ieri, al cospetto dello statista, ha fatto la figura del pugile suonato (alla fine gli ha chiesto "perdono"). 

Mi dispiace per Pignonista , ma qua sono d’accordo con il Cazzaro di Napoli. E’ innegabile che , agli occhi del mondo , il dono della divina Provvidenza Giuseppi , non solo appare uno statista al punto che, al suo confronto ,  arrossirebbe pure  uno come De Gasperi . E’ anche un combattente !!  Un grande combattente al punto che quando Draghi presento’ il suo piano all’Europa per portare in Italia i “200 miliardi e passa “ si sentì rispondere :” A Mario , sei in ritardo . E’ già passato Giuseppi . Tornatene a raccogliere le cicche in strada “.  E’ talmente un combattente di tale livello che lo porta a “combattere “ prima dalla parte di Salvini e poi con il PD . Ma detto ciò la parte più significativa dei suoi epici combattimenti , quelli che lo faranno passare alla storia , rimane e rimarrà scolpito anche alle nuove generazioni che verranno , la battaglia che intraprese , purtroppo pur soccombente , quando da statista purissimo , tento’ di rimanere in sella alla guida del Paese promettendo e garantendo posti e prebende a chiunque gli capitasse a giro . Il mondo politico internazionale capi’ subito che eravamo di fronte ad uno Statista innovatore che faceva a pezzi i superati cliché di cosa e di come si deve e si può essere Statisti nel 2020 in poi . Ora e’ “ferito” ma lo statista viene fuori in momenti come  questi . Ed ha ragione il Cazzaro di Napoli ad averlo visto combattivo come non mai e fare un discreto filtro a centrocampo . Sembra che Mancini voglia impiegarlo accanto a Balotelli nella prossima partita della Nazionale di calcio . Intanto , però , ora si sta scaldando per frantumare le reni a quella pip petta di Giggino ex golden boy del Cazzaro di Napoli . Ieri sera ha frantumato e messo ko al primo round un’ altra ex prima scelta del Pulcinella partenopeo : Massimo Giannini . Quello per cui , sempre il Panzanaro pagliaccio Fosforuccio , faceva un tifo tremendo quando battagliava contro il Caudillo fiorentino Renzi . Quindi e concludo :” Giuseppi fa bene a continuare a combattere . Anzi , personalmente , lo reputo favoritissimo a vincere le elezioni politiche del 2023.  Se riuscirà ad arruolare Il Che de noartri , Dibba , non e’ escluso che il M5s possa , da solo , raggiungere la maggioranza assoluta dei consensi . In ciò sono supportato pure dal pronostico del Cazzaro di Napoli e noi lo sappiamo bene che il napoletano circense , con questa sua attrazione , non e’ secondo a nessuno . Imbattibile !!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mmm .....ghe xe na pisana che eo bate su tuti i fronti, e po' ea starnassa come na gaina.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
55 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Non si arrese a mezza Europa che si opponeva alla sua idea del debito condiviso e portò in Italia 200 e passa miliardi (senza i quali Draghi & C. andrebbero a raccogliere cicche per la strada)

Ancora una volta si palesa l'assoluta e immediata necessità per il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 di chiedere aiuto ad un luminare della psichiatria.

1 - L'idea di debito condiviso è farina del sacco del Grande Pagliaccio Impomatato non più di quanto l'idea di reinventare Andrea Pirlo regista di centrocampo sia farina del sacco del cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31

https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwi-rdm58O_1AhXssKQKHa1ZCZ8QFnoECDcQAQ&url=http%3A%2F%2Fwww.parlamento.it%2Fapplication%2Fxmanager%2Fprojects%2Fparlamento%2Ffile%2Frepository%2Faffariinternazionali%2Fosservatorio%2Fnote%2FPI0037Not.pdf&usg=AOvVaw11jsViGWdkq9x2f1KB7lzB

2 - Per ogni dubbio riguardo a the EU ’s 2021-2027 long-term budget & NextGenerationEU i forumisti seri facciano riferimento a

https://op.europa.eu/en/publication-detail/-/publication/d3e77637-a963-11eb-9585-01aa75ed71a1/language-it

https://ec.europa.eu/***/strategy/recovery-plan-europe_it#i-beneficiari

Il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 invece faccia riferimento al suo psichiatra.

3 - Per quanto riguarda la ripartizione dei fondi occorre fare riferimento a 

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:32021R0241&from=EN#d1e32-52-1

Il Grande Pagliaccio Impomatato ha portato 200 miliardi in Italia non più di quanto Pietro Puzone sia stato più forte di Kevin Keegan.

4 - Il PNRR italiano

https://temi.camera.it/leg18/temi/piano-nazionale-di-ripresa-e-resilienza.html

ci azzecca con il Grande Pagliaccio Impomatato non più di quanto il cialtronissimo peracottaro seriale fosforo31 ci azzechi con l'intelligenza.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Spiacente di deludere le tue speranze e il tuo livore, ma Giuseppe Conte è uno statista. E gli statisti non si arrendono. Non si arrese a mezza Europa che si opponeva alla sua idea del debito condiviso e portò in Italia 200 e passa miliardi (senza i quali Draghi & C. andrebbero a raccogliere cicche per la strada), figuriamoci se si arrende a un magistrato un po' pignolo. E men che meno a un politico imborghesito, incravattato e omologato come Luigi Di Mario. 

Ieri su La7 ho visto uno statista combattivo e determinato, altro che arrendevole!

https://youtu.be/cQHYWZGXd8U

Se Conte punta a vincere le elezioni e a tornare a palazzo Chigi con il Movimento 5 Stelle, stai pur sicuro che non sarà facile fermarlo. I poteri forti e i loro giornaloni sono già mobilitati, ma l'avvocato di Foggia è un combattente che si esalta nelle sfide e si nutre  dell'energia degli avversari. Certo da un Luigino Di Mario così malridotto ha poco da nutrirsi. Come pure da giornalisti arruolati dai poteri forti come quel Giannini ormai abbonato a 8 e mezzo ma che ieri, al cospetto dello statista, ha fatto la figura del pugile suonato (alla fine gli ha chiesto "perdono"). 

Sapessi qunte risate mi sto facendo alla faccia del tuo fegato e delle immense ca@@ate che scrivi

xD

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il lunghissimo link di Saurino pane e vino non si apre. Spero che gli si aprano questi due e di conseguenza il cervello:

https://forbes.it/2020/03/25/coronavirus-lettera-di-giuseppe-conte-e-di-otto-paesi-al-consiglio-ue-per-chiedere-i-coronabond/

https://it-it.facebook.com/GiuseppeConte64/videos/intervista-alla-tv-tedesca-ard/855876188151152/

L'idea del debito condiviso è vecchia quanto l'Europa, come quella della moneta comune, della lingua comune, dell'esercito comune, etc. Ma, salvo la moneta, erano fino al 2020 puri esercizi teorici. Roba da utopisti non da statisti. Conte, da statista qual è, fiutò e colse l'attimo per lanciare l'idea dei coronabond e per concretizzarla dopo una battaglia durissima vincendo le resistenze di paesi come la Germania che volevano concederci al massimo, bontà loro, il MES. 

La ripartizione dei fondi fu stabilita con criteri assolutamente favorevoli all'Italia e sfavorevoli a paesi più forti dell'Italia. Ovviamente molto più forti di noi quando eravamo rappresentati da puttanieri e da boy scout, o da paciosi burocrati e boiardi come Monti e Prodi. Ma i criteri esposti nell'allegato di Saurino e riferiti al Consiglio Europeo del febbraio 2021 si conformano semplicemente alle decisioni di un precedente e ben più importante e storico Consiglio Europeo, il Consiglio straordinario del 17/21 luglio 2020. Dove l'Italia fu rappresentata da uno statista con gli attributi. Il quale partì per Bruxelles tra lo scetticismo e il tifo contrario dei giornaloni e ritornò con 209 miliardi in saccoccia. Fu proprio in quel Consiglio, infatti, che fu stabilito, dopo 4 giorni e 4 notti di estenuanti trattative (estenuanti per tutti eccetto il nostro statista con gli attributi), il budget complessivo (molto superiore alle previsioni) e la quota dell'Italia (idem c.s.). Il giorno dopo, mentre il patetico Salvini, con sprezzo del ridicolo, si ostinava a dire che l'Italia aveva preso "una fregatura", perfino Giorgia Meloni, cioè la quintessenza dell'opposizione a prescindere, era costretta ad ammettere in tv, quasi mordendosi la lingua:

"L'Italia esce in piedi, riconosco a Conte di essersi battuto".

Mettiti l'anima in pace, Saurino: Giuseppe Conte è l'unico statista espresso dall'Italia negli ultimi 40 anni, l'unico capace di imporre la sua idea e di vincere una battaglia storica, epocale in Europa. Mentre il banchiere e poltronista Draghi, senza lo storico e ingente bottino conquistato dall'avvocato, si sarebbe guardato bene dall'accettare l'incarico di presidente del Consiglio e avrebbe puntato direttamente alla poltrona del Quirinale. 

Approfitto per dire a tutti i cittadini tedeschi: noi non stiamo scrivendo una pagina di un manuale di economia, stiamo scrivendo una pagina di un libro di storia... L'Europa deve dimostrare, se è la casa comune per i cittadini europei, che riesce a offrire di fronte a una sfida epocale una risposta adeguata, all'altezza dei suoi compiti per cui è stata pensata da Shuman, Adenaur, De Gasperi.

                                                   Giuseppe Conte, alla tv tedesca ARD, marzo 2020

Hats off ! 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
29 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

.

…..Mettiti l'anima in pace, Saurino: Giuseppe Conte è l'unico statista espresso dall'Italia negli ultimi 40 anni, l'unico capace di imporre la sua idea e di vincere una battaglia storica, epocale in Europa. Mentre il banchiere e poltronista Draghi, senza lo storico e ingente bottino conquistato dall'avvocato, si sarebbe guardato bene dall'accettare l'incarico di presidente del Consiglio e avrebbe puntato direttamente alla poltrona del Quirinale. 

Approfitto per dire a tutti i cittadini tedeschi: noi non stiamo scrivendo una pagina di un manuale di economia, stiamo scrivendo una pagina di un libro di storia... L'Europa deve dimostrare, se è la casa comune per i cittadini europei, che riesce a offrire di fronte a una sfida epocale una risposta adeguata, all'altezza dei suoi compiti per cui è stata pensata da Shuman, Adenaur, De Gasperi.

                                                   Giuseppe Conte, alla tv tedesca ARD, marzo 2020

Hats off ! 

Da quel che scrive il Cazzaro di Napoli , mi sembra di capire che considera l’avvocaticchio pugliese uno statista . Addirittura l’unico statista espresso dall’Italia negli ultimi 40 anni . Ovviamente lascio al senso del pudore di ogni forumista una qualsivoglia reazione a queste parole . Non e’ questo il problema . Voglio solo rammentare a chiunque che uno statista , ma uno statista vero , e’ colui che antepone il senso dello Stato agli interessi di parte . E’ colui che esercita il controllo della sua parte politica , media , accorcia le distanze , Interviene nelle diatribe , detta la linea ed esercita lo sviluppo della stessa . Bene !! Giuseppi non e’ stato eletto da nessuno , un illustre sconosciuto senza né arte né parte nelle vicende politiche ma cooptato dal Capo , cerca solo lo scontro con gli avversari e, udite udite , non riesce a tenere unito nemmeno un gruppetto di pochi parlamentari e non e’ manco riuscito ad interrompere quella emorragia di parlamentari che , un po’ alla volta , ma in numero consistente , hanno lasciato il movimento . Infine una nota a margine di stretto interesse sanitario : quando leggo che il Cazzaro napoletano accosta Giuseppi a giganti politici riconosciuti nel mondo che si chiamano Shuman , Adenauer e De Gasperi , mi auguro , credetemi sul serio , che la sua famiglia lo assista con amore e lo accompagni in maniera discreta nel percorso riabilitativo intrapreso .  Lo spero . Almeno !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
53 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

Approfitto per dire a tutti i cittadini tedeschi: noi non stiamo scrivendo una pagina di un manuale di economia, stiamo scrivendo una pagina di un libro di storia... L'Europa deve dimostrare, se è la casa comune per i cittadini europei, che riesce a offrire di fronte a una sfida epocale una risposta adeguata, all'altezza dei suoi compiti per cui è stata pensata da Shuman, Adenaur, De Gasperi.

                                                   Giuseppe Conte, alla tv tedesca ARD, marzo 2020

Banale retorica, sai che roba anche un bambino dell'asilo ...

Ce l'ai presente Caio GRegorio?

si quello del carosello...

c'ho du metri de torace...

ecco Conte manco quello.

Manzoni l'avrebbe sicuremente insetito nei Promessi sposi

'ndovina 'n po''ndoveeeee?

9_9

Modificato da il.pignonista

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora