L U C I A N A ... L.

Lucianina Litizzetto, può piacere e non piacere, ma ieri sera ha espresso molto bene il concetto : 

“Mi rivolgo a voi, quei senatori, deputati e grandissimi elettori che avete scritto nomi a cacchio tipo Tom e Jerry sulla scheda.
A parte che Tom e Jerry erano più furbi, di voi, questo è inconfutabile, ma vi dico: cretini.
Faccine di fango, ossi di seppia, e testoline vuote neanche buone per fare il brodo. Musi di rapa.
Mi rivolgo a voi onorevoli che avete scritto sulla scheda per tre giorni consecutivi: Valeria Marini, Amadeus, Totti e Bruno Vespa.
Come vi siete sentiti poi? Vi siete sentiti ispirati? Vi siete sentiti umoristi come Flaiano? Bene non lo siete. Siete degli idioti.
E noi non ridiamo per niente. Anzi. Ogni volta ci gonfiano le vene del collo, e ci viene il desiderio forte di mandarvi a fare cose in zone del corpo malfamate.
Esimi onorevoli. Ma ve lo devo dire io che sono un saltimbanco che quello dell’elezione del Presidente della Repubblica è un momento sacro, altissimo, è uno dei momenti più alti di un Paese civile…non potete buttare tutto in caciara sempre. 
Voi per primi siete stati eletti, che viene dal latino electus, participio passato di eligĕre: cioè prescelti, quelli che devono portare la dignità e l’eccellenza.
Voi dovete essere meglio di me, non *** come me. Se volete fare i comici andate a Zelig, non a votare il Presidente.
Siate seri…SERI. Pensate al futuro del Paese, che fare gli scemi ci pensiamo noi.”

Grazie a Francesca Ruffatti per la segnalazione

 
Modificato da wronschi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora