CHIUDERE SUBITO SU ELISABETTA BELLONI!

Come il 99,9% degli italiani io non so quasi niente di Elisabetta Belloni. Ma quel poco che so, e che ho appreso quasi tutto dopo cena, mi basta e avanza per auspicare con tutte le forze l'elezione di questa donna già stamattina. Ma non oltre perché poi direbbero che si è "bruciata", anche se le mancasse un pugno di voti. È chiaro che i poteri forti draghiani e i loro servi sparsi nei partiti lavoreranno tutta la notte (scrivo all'1:30) con frenesia e caricheranno a pallettoni i fucili dei franchi tiratori.

Cosa so della dottoressa Belloni? So che è una persona perbene, super partes, preparatissima (conosce 5 lingue), bravissima nel suo lavoro. Ed è, vivaddio, una DONNA!  Sarebbe FINALMENTE la prima donna (in 75 anni di repubblica!) a ricoprire la massima carica in questo paese retrivo, bigotto, maschilista e misogino. So anche, last but not least, che è osteggiata dal partito di Berlusconi e soprattutto da Renzi. Bene, ottima ragione in più per tifare e votare Belloni! Ho visto in tv un lungo e rabbioso attacco del "bullo" di Rignano contro questa candidatura. Una filippica monocorde e ripetitiva incentrata su un postulato, un assioma: in una democrazia rispettosa delle istituzioni il capo dei servizi segreti non può diventare capo dello Stato. Ohibò, e dove sta scritto? Certo non nella Costituzione, e nemmeno lo suggerisce la logica o il buon senso. Cos'altro sono i servizi segreti se non un organismo dello Stato, che risponde allo Stato e che difende e protegge, sia pure nell'ombra e con metodi non ortodossi ma praticati dalla notte dei tempi, la patria, le istituzioni, il bene comune e gli interessi del Paese? I Sumeri, gli Egizi, Alessandro Magno e sopratutto gli antichi Romani avevano i loro servizi di spionaggio. Chi più del capo dei servizi segreti deve essere una persona non solo capace ma integerrima e di provata fedeltà e lealtà verso la nazione? I servizi deviati sono per noi un'esperienza e una lezione del passato. Ma la Guerra Fredda è finita, il Partito Comunista (purtroppo) non c'è più e quei servizi erano deviati in chiave anticomunista da potenze straniere, in particolare una, per il tramite di pochi politici, militari e funzionari corrotti. Peraltro i media e Renzi ci informano male. Elisabetta Belloni non è affatto il capo dei servizi segreti e non ha funzioni operative (a differenza per es. di George Bush sr. che fu direttore della CIA prima di fare il presidente degli Stati Uniti). Il capo dei servizi segreti in Italia è il presidente del Consiglio, quindi Draghi, il quale ha nominato la Belloni a capo di un dipartimento di vigilanza e coordinamento che fa da tramite tra palazzo Chigi e i reparti operativi. In sostanza parliamo di una donna di alto profilo e valore, al servizio dello Stato, che risponde direttamente alla politica e alle istituzioni. E allora di cosa blatera Renzi? O per caso c'è sotto qualcos'altro, magari correlato alle sue attività e ai suoi rapporti con Stati non democratici? A ben riflettere so anche un'altra cosa: il nome di Elisabetta Belloni, ben prima dell'inaffidabile Salvini, fu fatto da un galantuomo: Giuseppe Conte, un leale e capace servitore dello Stato in uno dei frangenti più critici della storia italiana. Apprendo con piacere che anche Beppe Grillo sembra rinsavito e sostiene la Belloni con un bellissimo e beneaugurante tweet:

Benvenuta Signora Italia!

Infine so che la candidata ha 63 anni. Quindi sarebbe il capo dello Stato più giovane di questa Seconda Repubblica gerontocratica, e il più giovane in assoluto dopo Cossiga. Mi fermo qui, anche per scaramanzia. Sarà dura, i gattopardi e i nemici dell'Italia faranno di tutto e di più per impedire questa piccola grande svolta, ma speriamo in bene.

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

10 messaggi in questa discussione

6 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Benvenuta Signora Italia!

Infine so che la candidata ha 63 anni. Quindi sarebbe il capo dello Stato più giovane di questa Seconda Repubblica gerontocratica, e il più giovane in assoluto dopo Cossiga. Mi fermo qui, anche per scaramanzia. Sarà dura, i gattopardi e i nemici dell'Italia faranno di tutto e di più per impedire questa piccola grande svolta, ma speriamo in bene.

 

Ritengo che la "persona" (persona, non uomo o non donna) Elisabetta Belloni sia la persona "nuova" in grado di aprire nuove porte e nuove opportunità per la nazione Italia e per Noi Italiani. Ciao Fosforo di prima mattina, anche se fuori ci sono zero gradi ed i tetti delle case sono gelati.    

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

1 ora fa, dune-buggi ha scritto:

Ritengo che la "persona" (persona, non uomo o non donna) Elisabetta Belloni sia la persona "nuova" in grado di aprire nuove porte e nuove opportunità per la nazione Italia e per Noi Italiani. Ciao Fosforo di prima mattina, anche se fuori ci sono zero gradi ed i tetti delle case sono gelati.    

Buongiorno, d/b. Certamente questa candidata sarebbe una bella novità in un paese FERMO E BLOCCATO sotto tutti i punti di vista. In particolare la politica, con lo spettacolo penoso che ci offre in questi giorni. In un paese serio, con una pandemia in corso e centinaia di morti al giorno, dei leader seri, invece di allestire la sceneggiata vergognosa dei contagiati che vanno in ambulanza a Montecitorio per votare SCHEDA BIANCA, cioè un voto INUTILE, mentre quell'ambulanza sarebbe necessaria altrove per salvare vite, si sarebbero seduti a un tavolo subito dopo le feste, cioè BEN PRIMA dell'inizio delle votazioni, e si sarebbero messi d'accordo per dare al paese un presidente come Elisabetta Belloni o Andrea Riccardi con un'UNICA VOTAZIONE. E invece ho già  perso il conto delle votazioni. E invece ecco il PD VERGOGNOSO DEL VERGOGNOSO, PAVIDO E INERTE ENRICO LETTA, DAVVERO UNO DEI POLITICI PIÙ DEBOLI E INSIGNIFICANTI NELLA STORIA DELLA SINISTRA, che ancora non è stato capace di fare una proposta seria che sia una, mette il veto anche sulla Belloni. Non c'è niente da fare: i poteri forti (nazionali ed esteri) che comandano in Italia sono troppo forti per questi piccoli, microscopici personaggetti che si fanno chiamare, con sprezzo del ridicolo, politici. Se Conte, Salvini e Meloni hanno il minimo sindacale del coraggio che serve a un politico serio, allora se ne infischino dei microbi alla Letta e alla Renzi e alla Berlusconi, e votino compatti per Elisabetta Bellone. Ma pare che già Salvini si tiri indietro. Povera Italia, che squallore! I poteri forti hanno scelto il banchiere e il banchiere deve essere.

VERGOGNA!

Ma lo dico subito, qui e ora e per sempre: 

IL SIGNOR DRAGHI NON SARÀ MAI IL MIO PRESIDENTE.

Ripeto MAI: io lo chiamerò sempre e solo così:

IL SIGNOR DRAGHI. Punto.

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dopo avere letto questo articolo e il giudizio di Cecilia Strada, la  figlia del compianto medico ed eroe Gino Strada, posso dire di conoscere un po' meglio Elisabetta Belloni. Ovvero abbastanza per dire che sarebbe una degna, degnissima presidente della Repubblica:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/01/28/elisabetta-belloni-dalla-crisi-degli-ostaggi-ai-fondi-alla-societa-civile-le-ong-si-batte-sempre-per-il-dialogo-cecilia-strada-diplomatici-come-lei-mi-fanno-sentire-al-sicuro/6471097/

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

8 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Come il 99,9% degli italiani io non so quasi niente di Elisabetta Belloni. Ma quel poco che so, e che ho appreso quasi tutto dopo cena, mi basta e avanza per auspicare con tutte le forze l'elezione di questa donna già stamattina. Ma non oltre perché poi direbbero che si è "bruciata", anche se le mancasse un pugno di voti. È chiaro che i poteri forti draghiani e i loro servi sparsi nei partiti lavoreranno tutta la notte (scrivo all'1:30) con frenesia e caricheranno a pallettoni i fucili dei franchi tiratori.

Cosa so della dottoressa Belloni? So che è una persona perbene, super partes, preparatissima (conosce 5 lingue), bravissima nel suo lavoro. Ed è, vivaddio, una DONNA!  Sarebbe FINALMENTE la prima donna (in 75 anni di repubblica!) a ricoprire la massima carica in questo paese retrivo, bigotto, maschilista e misogino. So anche, last but not least, che è osteggiata dal partito di Berlusconi e soprattutto da Renzi. Bene, ottima ragione in più per tifare e votare Belloni! Ho visto in tv un lungo e rabbioso attacco del "bullo" di Rignano contro questa candidatura. Una filippica monocorde e ripetitiva incentrata su un postulato, un assioma: in una democrazia rispettosa delle istituzioni il capo dei servizi segreti non può diventare capo dello Stato. Ohibò, e dove sta scritto? Certo non nella Costituzione, e nemmeno lo suggerisce la logica o il buon senso. Cos'altro sono i servizi segreti se non un organismo dello Stato, che risponde allo Stato e che difende e protegge, sia pure nell'ombra e con metodi non ortodossi ma praticati dalla notte dei tempi, la patria, le istituzioni, il bene comune e gli interessi del Paese? I Sumeri, gli Egizi, Alessandro Magno e sopratutto gli antichi Romani avevano i loro servizi di spionaggio. Chi più del capo dei servizi segreti deve essere una persona non solo capace ma integerrima e di provata fedeltà e lealtà verso la nazione? I servizi deviati sono per noi un'esperienza e una lezione del passato. Ma la Guerra Fredda è finita, il Partito Comunista (purtroppo) non c'è più e quei servizi erano deviati in chiave anticomunista da potenze straniere, in particolare una, per il tramite di pochi politici, militari e funzionari corrotti. Peraltro i media e Renzi ci informano male. Elisabetta Belloni non è affatto il capo dei servizi segreti e non ha funzioni operative (a differenza per es. di George Bush sr. che fu direttore della CIA prima di fare il presidente degli Stati Uniti). Il capo dei servizi segreti in Italia è il presidente del Consiglio, quindi Draghi, il quale ha nominato la Belloni a capo di un dipartimento di vigilanza e coordinamento che fa da tramite tra palazzo Chigi e i reparti operativi. In sostanza parliamo di una donna di alto profilo e valore, al servizio dello Stato, che risponde direttamente alla politica e alle istituzioni. E allora di cosa blatera Renzi? O per caso c'è sotto qualcos'altro, magari correlato alle sue attività e ai suoi rapporti con Stati non democratici? A ben riflettere so anche un'altra cosa: il nome di Elisabetta Belloni, ben prima dell'inaffidabile Salvini, fu fatto da un galantuomo: Giuseppe Conte, un leale e capace servitore dello Stato in uno dei frangenti più critici della storia italiana. Apprendo con piacere che anche Beppe Grillo sembra rinsavito e sostiene la Belloni con un bellissimo e beneaugurante tweet:

Benvenuta Signora Italia!

Infine so che la candidata ha 63 anni. Quindi sarebbe il capo dello Stato più giovane di questa Seconda Repubblica gerontocratica, e il più giovane in assoluto dopo Cossiga. Mi fermo qui, anche per scaramanzia. Sarà dura, i gattopardi e i nemici dell'Italia faranno di tutto e di più per impedire questa piccola grande svolta, ma speriamo in bene.

 

Ovviamente e come era presumibile, la candidatura della Belloni ha perso di consistenza appena le Agenzie hanno letto l’imprimatur favorevole del Cazzaro di Napoli sul nome della valente capo dei Servizi segreti italiani . Sgombriamo subito dalla discussione il punto centrale per cui il Pulcinella seriale v partenopeo ha immediatamente espresso la sua profonda soddisfazione sul nome della Belloni . Il Cazzaro di Napoli la avrebbe espressa per qualsiasi nominativo che fosse stato espressione del dono della divina provvidenza Giuseppi Conte . Quest’ultimo e’ un “morto che cammina “ , praticamente  irrilevante nonostante che disponga del numero enormemente più grande di parlamentari . Fosse un tennista starebbe oltre la 100 esima posizione del ranking. Di fatto , Giuseppi , che non controlla nemmeno gli spostamenti del portiere del suo condominio , avrebbe la pretesa di “imporre “ la valorosa Belloni come pdr , tentando una nuova alleanza con il suo amico/nemico Salvini con il quale si presentava nelle foto ufficiali con il cartello al collo sponsorizzando e manifestando orgoglio e piacere per le leggi vergogna del razzista al quale non solo le avallava tutte , ma se ne andava pure in giro per tribunali e procure scagionando il razzista Salvini ed affermando che quelle leggi erano il frutto di un lavoro collegiale del suo governo . Ovviamente il Cazzaro di Napoli si crede furbo e “ tenta “ pure di dare alcune motivazioni del perché pretenderebbe che la Belloni fosse immediatamente eletta PDC . Mica può dire che lo fa per la spiegazione ( che poi e’ invece l’unica, nda) che ho descritto all’inizio del post . Ovviamente un posto d’onore spetta ai “Poteri forti” che il Cazzaro di Napoli vede mescolati pure con le mozzarelline di Agerola ma che a richiesta di farci nomi e cognomi si e’ sempre esentato di fare , ma , subito a ruota , manifesta il suo entusiasmo perché DONNA ( lo scrivo in maiuscolo perché così ha fatto il Pulcinella vesuviano ) . Ed una prima vinta non si nega a nessuno !! Sia chi sia basta ed avanza affinché dopo decenni sia eletta una donna che risolleva le sorti di un popolo , il nostro , che considera bigotto , maschilista e misogino . Dopodiché , “last but , not least” , ci informa che proprio perché la candidatura non piace ne a Renzi ne a Berlusconi , vuol dire che invece e’ validissima ed auspicabile . Informo che Purtroppissimo per lui , detta candidatura , eccetto a Salvini ed a Conte , non e’ piaciuta a nessuno . Nemmeno al 70% del M5S che controlla Giggino , nemmeno all’80% del PD , nemmeno a LEU di Speranza , manco ai compagnoni di Potere al popolo . Pregasi notare come il Cazzaro di Napoli cambia immediatamente parere su personaggi in base alle di lui preferenze : Quando Enrico Letta fa accordi con Conte , per il Cazzaro , diventa un avveduto e lungimirante “Enrico “ e basta senza cognome , oggi invece torna ad essere il pavido ed inerte Enrico Letta ,  Beppe Grillo , che fino ad ieri , il Cazzaro si augurava si sfracellasse da qualche parte ritenendolo il responsabile primario ed unico dei mali del Movimento , ora che si e’ schierato dalla parte della Belloni , lo definisce assolutamente “rinsavito “ al punto che conia lo stesso brand “Benvenuta Signora Italia “.  Proseguendo non potevano mancare accostamenti di natura culturale ed addentellati di natura storiografica che il Cazzaro di Napoli , con la solita umiltà che lo contraddistingue , regala a tutto il forum . Questa volta privilegia Egizi , Sumeri , Alessandro Magno ma , soprattutto i Romani che , così ci narra il Cazzaro napoletano , anche loro avevano una specie di Spectre , un Mossad , una CIA. E già a quei tempi il “Secretorium Servitorium” serviva ai Romani per proteggere non solo la popolazione ( famosa rimane la Congiura dei Gracchi sventata da Betulla alias Farinae)  , ma pure la Patria e le istituzioni . Ora voi vi chiederete il perché il Cazzaro tira in ballo questo argomento . Elementare Watson !! Per smontare l’argomento che non e’ scritto da nessuna parte che dice che dirigere i Servizi Segreti  non possa diventare , all’istante , Presidente della Repubblica . Per la vettura inizia subito con la solita e consueta bufala contando sulla labile memoria dei forumisti . La panzana e’ quella in cui dice che addirittura in USA , Bush sr, divento’ Presidente degli Stati Uniti appena dopo aver traslocato da capo della CIA .  Ahi ahi ahi , Panzanaro seriale da voltastomaco !! Bush senior divento’ Presudente degli  SU , ben 9 anni dopo aver lasciato quel ruolo mentre te , strepitoso Cazzaro vorresti che la Belloni , anche stamani dietro la scrivania che spetta al capo dei servizi , tra 10 giorni si trasferisca al Quirinale . Questo inbexxilke di Napoli ci informa che nessun ostacolo di natura giuridica può impedirlo in quanto la Belloni ha i requisiti per farlo !! Ma vah , lo sai che nessuno lo sapeva ?? Ma se per questo i requisiti li avresti pure te e pure Sasa’ Esposito cliente del Barber Shop di Carmine Petruzziello . Al momento , eccetto per Al Sisi in Egitto e di Vladimir Putin in Russia , e di qualche staterello delle repubbliche delle banane , non esiste Paese sulla faccia della terra che viene rappresentato da un personaggio che abbia ricoperto il ruolo dei servizi segreti di quei paesi . La spiegazione di ciò non la do : ho troppo rispetto per i forumisti dal non pensare che ci possono arrivare da soli ad individuarli . 

Modificato da mark222220

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
32 minuti fa, fosforo311 ha scritto:

un paese FERMO E BLOCCATO sotto tutti i punti di vista. In particolare la politica, con lo spettacolo penoso che ci offre in questi giorni. In un paese serio, con una pandemia in corso e centinaia di morti al giorno, dei leader seri, invece di allestire la sceneggiata vergognosa dei contagiati che vanno in ambulanza a Montecitorio per votare SCHEDA BIANCA,

l'immagine che ci arriva dalle dirette televisive è l'immagine nella quale gli elettori, cioè i cittadini, non contano niente, con il loro voto alle elezioni distribuiscono le carte (i seggi ai vari partiti) e poi i politici quelle carte se le giocano come vogliono; non ci dobbiamo meravigliare se elezione dopo elezione l'astensione elettorale dei cittadini aumenta e sempre meno persone, per protesta,  vanno a votare... parlano di eleggere Casini, peccato che in base ai sondaggi elettorali quel candidato  abbia un gradimento fra la gente che val dal 6 all'otto per cento.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

44 minuti fa, etrusco1900 ha scritto:

l'immagine che ci arriva dalle dirette televisive è l'immagine nella quale gli elettori, cioè i cittadini, non contano niente, con il loro voto alle elezioni distribuiscono le carte (i seggi ai vari partiti) e poi i politici quelle carte se le giocano come vogliono; non ci dobbiamo meravigliare se elezione dopo elezione l'astensione elettorale dei cittadini aumenta e sempre meno persone, per protesta,  vanno a votare... parlano di eleggere Casini, peccato che in base ai sondaggi elettorali quel candidato  abbia un gradimento fra la gente che val dal 6 all'otto per cento.

Naturalmente anche gli italiani, i cittadini, il (cosiddetto) popolo sovrano, hanno le loro colpe. Veniamo da secoli di dominazioni straniere che hanno mutato il nostro DNA, avvicinandolo a quello dei sudditi e a quello delle pecore. Tolleriamo, sopportiamo, siamo indifferenti a tutto quello che avviene nel "palazzo", anche se avviene a nostro danno. Tollerammo la sceneggiata del 2013, i franchi tiratori su Prodi, il PD che invece di difendere a oltranza il suo candidato va in ginocchio da Napolitano con tutti gli altri. E con tutto quello che ne è seguito. Leggasi la legislatura renziana letteralmente buttata nel cesso dietro improbabili, incomprensibili e incostituzionali riformacce. Ora siamo, anzi sono, sulla stessa strada. Mattarella ha detto in tutte le salse che a 80 anni vuole andare a riposarsi e che la Costituzione prevede 7 anni. Ma quelli insistono. Pervicace mancanza di rispetto. E non solo per l'insistenza, molto più per il fine. Che è quello di USARE il nome del capo dello Stato per guadagnare tempo, per bruciare tutti gli altri nomi e ridursi all'unico nome IMPOSTO dai poteri forti nazionali ed esteri: Mario Draghi. E votarlo per finta disperazione, per finta mancanza di alternative. La realtà è ben altra: è un nome che "non si può rifiutare" direbbe il padrino don Vito Corleone. Con una torsione istituzionale molto peggiore di quella del Napolitano bis, si vuole a tutti costi traslocare un ex banchiere da Chigi al Quirinale, dove potrà condizionare la politica, o quel poco che ne resta, per 7 anni, trasformando di fatto l'Italia in un sistema semipresidenziale (come minimo). E se anche Mattarella si lasciasse convincere (ma non credo proprio: se cede vorrebbe dire che è un burattino pure lui), quanto potrebbe durare al Colle? Un annetto o due, come Napolitano. Giusto il tempo di scaldare la sedia ai... "corleonesi". Dunque mancanza di rispetto al cubo, ma esattamente questo è il piano schifoso di questi schifosi, vomitevoli partiti e degli ominicchi che li guidano. 

Modificato da fosforo311

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Purtroppo  già  bruciata  dai  due   mattei   che  vanno  d'amore  e d'accordo  su molte  scelte.... e  ora    tornano  in  ginocchio  da Mattarella incredibile  le  giravolte   di certa  gente  che   ci  dovrebbe  rappresentare.... PAGLIACCI  BURATTINI  CIALTRONI

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 minuti fa, barbablu16 ha scritto:

Purtroppo  già  bruciata  dai  due   mattei   che  vanno  d'amore  e d'accordo  su molte  scelte.... e  ora    tornano  in  ginocchio  da Mattarella incredibile  le  giravolte   di certa  gente  che   ci  dovrebbe  rappresentare.... PAGLIACCI  BURATTINI  CIALTRONI

Ben detto!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
8 ore fa, barbablu16 ha scritto:

Purtroppo  già  bruciata  dai  due   mattei   che  vanno  d'amore  e d'accordo  su molte  scelte.... e  ora    tornano  in  ginocchio  da Mattarella incredibile  le  giravolte   di certa  gente  che   ci  dovrebbe  rappresentare.... PAGLIACCI  BURATTINI  CIALTRONI

Ahahahahahah , dammi retta ricomponiti !! La Belloni , candidata della prima ora di Conte , e’ stata affossata da un Matteo solo . Quello più bravo di tutti e che abita a Firenze . Dai Barba , ancora un passettino e ti troverai abbracciato a quelli che un giorno definivi del Mo Vi Mento !! 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

6 minuti fa, mark222220 ha scritto:

Ahahahahahah , dammi retta ricomponiti !! La Belloni , candidata della prima ora di Conte , e’ stata affossata da un Matteo solo . Quello più bravo di tutti e che abita a Firenze . Dai Barba , ancora un passettino e ti troverai abbracciato a quelli che un giorno definivi del Mo Vi Mento !! 

No mio  caro   l' unico  che  può abbracciare  sei tu   con il tuo mentore  ma  solo a  dx e  poi  confermo  che  sono stati  i due  mattei ad  affossare  la Belloni uno nel  nominarla  e  l'altro per  fare opposizione  un attimo  dopo di aver  saputo

 

Modificato da barbablu16

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963