i falchi di bruxelles non tardano a farsi sentire..

Se uno accende la televisione, è tutto un inno al Pnrr, il fantasmagorico Piano nazionale di ripresa e resilienza (ex Recovery Fund, ex Recovery Plan). Secondo la vulgata – che noi abbiamo sempre contestato – sarebbero in arrivo soldi a palate che, nelle sagge mani di Mario Draghi, faranno rifiorire l’economia italiana. Peccato solo che a Bruxelles non la pensino così. Anzi: il Pnrr, a dispetto del nome, non solo non porterà alcuna crescita, ma per i falchi Ue è anche una misura prettamente straordinaria. Finita l’emergenza pandemica, l’Italia dovrà tornare a tagliare deficit e debito. In pratica, la cura Monti. Che, purtroppo, abbiamo già sperimentato,grazie all'intervento di un vecchio komunista da 80mila/euro/mese!!chi sarebeb questo ge-nio europeista??  Quando le condizioni lo permettono è necessario ridurre il deficit e far diminuire il debito», ha affermato Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione Ue.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

0 messaggi in questa discussione

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963