Siracusa, bancaria licenziata per video hot. I miei colleghi? Li chiedevano

Benedetta D’Anna, la bancaria licenziata per la pubblicazione di video hot racconta in una intervista: “Ero una bancaria, facevo questo mestiere da 17 anni un po’ per volontà della famiglia, un po’ per cultura, è stato un percorso quasi obbligato. Poi ad un certo punto ho cominciato a tirare fuori la mia vena artistica ma non durante gli orari di lavoro. Sono una mamma single e devo ammettere si è palesata l’esigenza di aumentare il guadagno: con il Covid il mio business ha avuto un exploit e in banca sembravano prendere coscienza di questa mia attività diventando anche fruitori in prima persona della mia piattaforma.
A causa di un intervento mi sono dovuta assentare per malattia. Nel momento in cui dovevo rientrare c’erano diversi ostacoli: non riuscivo a prolungare la malattia, ho chiesto un’aspettativa per motivi personali ed è stata ostacolata.
Dopo essere stata convocata presso la sede centrale vengo messa in pausa non retribuita dall’istituto bancario per questa mia condotta “poco morale”.
Non ho più avuto alcuna notizia dal giorno in cui mi sono recata presso la sede. Improvvisamente circa dieci giorni fa ricevo uno strano messaggio da un responsabile che mi invitava a comunicare anche verbalmente per dare una conclusione a questa vicenda bonariamente. Su questa piattaforma condivido dei contenuti per mia scelta homemade, c’è chi mi chiede anche dei contenuti personalizzati: in un momento di privacy nel mio confort casalingo realizzo circa 5 minuti di video che viene poi acquistato dal singolo. Le richieste ai miei video arrivavano anche dai miei colleghi di banca”.

Insomma la hanno licenziata, che ne pensate?

bancarialicenziata.JPG

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

7 messaggi in questa discussione

Per me se faceva bene il suo lavoro non doveva essere licenziata. Ci sono un'infinità di persone che non mostrano le proprie foto a nessuno e hanno anche una vita "morigerata", ma schifano il lavoro come se fosse una sconfitta sociale; quelli si che andrebbero licenziati, non una persona che ha una vita privata non del tutto coerente con i desiderata dei disonesti dentro.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Il 27/1/2022 in 14:10 , lupogrigio1953 ha scritto:

Per me se faceva bene il suo lavoro non doveva essere licenziata

il discorso sarebbe lungo, si chiama ..sistema premiante... in una qualsiasi azienda ci sono le promozioni, se le cose girassero nel verso giusto ad essere premiati sarebbero i bravi e quelli che  mostrano più attaccamento al  lavoro,  invece spesso accade che il sistema premiante mandi avanti i raccomandati; un mio ex collega aveva formulato la teoria dei livelli di raccomandazione, quelli del primo livello avevano la raccomandazione per essere assunti e si fermavano li,  quelli del secondo livello di raccomandazione venivano assunti e sceglievano la sede di lavoro o ottenevano il trasferimento, quelli del terzo livello ottenevano una promozione  e così via più raccomandazioni più promozioni fino a giungere alle posizioni apicali.  La signoria oggetto di questa discussione in qualche altra realtà probabilmente  anziché essere licenziata avrebbe fatto carriera... inutile dire che quando ti vedi sorpassato nella carriera  da persone meno brave di te ma che ti passano avanti perché sono raccomandate ci resti male, e ci resti male se a sorpassarti magari è una donna che per fare carriera non ha avuto scrupoli.... (ovviamente non è il caso della bancaria licenziata oggetto di questa discussione)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

(ovviamente non è il caso della bancaria licenziata oggetto di questa discussione)

Quindi se non è il caso della bancaria oggetto di questa discussione, perché tanto parlare? Tu potevi fare solo uno di questi 2 mestieri: il prete o il politico, che entrambi devono avere l'abilità di parlare tanto senza dire niente.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
12 ore fa, lupogrigio1953 ha scritto:

Quindi se non è il caso della bancaria oggetto di questa discussione, perché tanto parlare?

forse non hai capito quello che dicevo sotto le righe, non è il caso di questa bancaria perché in questo caso è stata licenziata; sai quanti casi ci sono  che ovviamente non finiscono sui giornali dove certe lavoratrici anziché essere licenziate fanno carriera semplicemente perché non hanno scrupoli morali nei confronti dei loro capi? quel mio ex collega che aveva formulato la teoria dei livelli di raccomandazione paragonava le raccomandazioni al mercurio dentro il termometro che sale fino al livello consentito dalla temperatura di quel momento, allo stesso modo uno  sale nei vari livelli di promozioni e di gradi all'interno della struttura dove lavora fino al livello consentito dalle sue raccomandazioni; tu parli dei mestieri fatti da me, da quello che racconti  di te e del mestiere fatto da te penso che tu lavorassi nel settore dei telefoni e penso che il "mercurio" delle tue raccomandazioni fosse sotto zero visto che  probabilmente non  ti hanno fatto fare carriera e  molti raccomandati ti hanno scavalcato ; non so se nel tuo settore a scavalcarti ci siano state anche delle donne prive di scrupoli morali; ti assicuro che se questo fosse avvenuto ci saresti rimasto male.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 ore fa, etrusco1900 ha scritto:

forse non hai capito quello che dicevo sotto le righe, non è il caso di questa bancaria perché in questo caso è stata licenziata; sai quanti casi ci sono  che ovviamente non finiscono sui giornali dove certe lavoratrici anziché essere licenziate fanno carriera semplicemente perché non hanno scrupoli morali nei confronti dei loro capi? quel mio ex collega che aveva formulato la teoria dei livelli di raccomandazione paragonava le raccomandazioni al mercurio dentro il termometro che sale fino al livello consentito dalla temperatura di quel momento, allo stesso modo uno  sale nei vari livelli di promozioni e di gradi all'interno della struttura dove lavora fino al livello consentito dalle sue raccomandazioni; tu parli dei mestieri fatti da me, da quello che racconti  di te e del mestiere fatto da te penso che tu lavorassi nel settore dei telefoni e penso che il "mercurio" delle tue raccomandazioni fosse sotto zero visto che  probabilmente non  ti hanno fatto fare carriera e  molti raccomandati ti hanno scavalcato ; non so se nel tuo settore a scavalcarti ci siano state anche delle donne prive di scrupoli morali; ti assicuro che se questo fosse avvenuto ci saresti rimasto male.

Le uniche donne che ho conosciuto nel mio ambiente lavorativo e hanno fatto carriera era perché lo meritavano. Invece è capitato di vedere molti colleghi uomini che hanno fatto carriera indebitamente. Ma poi di che ti preoccupi? Come prete sei a in una botte di ferro: mica si è mai vista una donna che sia diventata vescovo o cardinale o papa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Innanzi tutto bisogna vedere se quanto affermato è vero, e in che contesto è avvenuto , dopo di che potremmo dire che si tratta di un chiaro esempio di violazione delle libertà  sessuali,e personali, punto primo, punto secondo l'articolo 18 non esiste più.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
6 ore fa, mylord611 ha scritto:

Innanzi tutto bisogna vedere se quanto affermato è vero, e in che contesto è avvenuto , dopo di che potremmo dire che si tratta di un chiaro esempio di violazione delle libertà  sessuali,e personali, punto primo, punto secondo l'articolo 18 non esiste più.

Giusto, quando la persona svolge regolarmente il proprio lavoro ... quello che fa nel tempo libero sono fatti suoi.

    

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963