Sig. R.d.M. - geo/geo rai tre –

Sig. R.d.M. - geo/geo rai tre – oggi, mercoledi dodici gennaio la rubrica di rai tre, geo/geo, ha trasmesso un interessante documentario su di un comune del Cadore nei pressi del monte Pelmo. Era dedicato alla riscoperta delle antiche tradizioni popolari ed artigianali della zona. Provi a rivederlo su rai play. Cordiali saluti da A.d.S. (alias d/b) –  

  

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

14 messaggi in questa discussione

Inviata (modificato)

Ciao d/b, come te la passi? Ci sei mancato.

Mio padre prestò il servizio militare negli anni '40 (seconda metà) in una piccola caserma del Cadore. Però non era alpino e non ricordo bene il nome del paese. Ma me lo descriveva come un posto bellissimo. E ritornò da quelle parti (Dolomiti) durante il viaggio di nozze. 

Buon 2022

Modificato da fosforo311
1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
10 ore fa, fosforo311 ha scritto:

Ciao d/b, come te la passi? Ci sei mancato.

Mio padre prestò il servizio militare negli anni '40 (seconda metà) in una piccola caserma del Cadore. Però non era alpino e non ricordo bene il nome del paese. Ma me lo descriveva come un posto bellissimo. E ritornò da quelle parti (Dolomiti) durante il viaggio di nozze. 

Buon 2022

Ciao Fosforo e ben sentito da d/b – la mia assenza era dovuta alla “nausea” a causa di certi personaggi che scrivono solamente per offendere e criticare. Non sono in grado di leggere e comprendere gli scritti altrui, ma offendono e criticano “a prescindere” le persone, senza conoscere loro e conoscere il contenuto dei loro scritti. - tornando ai tristi periodi della guerra, prima e seconda, se vieni a Nervesa della Battaglia (argine del fiume Piave nei pressi del Montello) vi è un sacrario militari che raccoglie i caduti della prima guerra mondiale. Ciò che fa riflettere sono le città di provenienza dei caduti, ragazzi di venti anni. Molti di essi dalla Puglia, Calabria ed altre regioni del Sud. Già allora (ragazzi di venti anni) sentivano il desiderio di una Italia Libera ed Unita. Una triste nota … liguri e piemontesi assai pochi, certi personaggi preferivano fare i generali fucilatori di popoli. - Negli anni cinquanta / sessanta esisteva il “trenino delle Dolomiti” (trenino bianco azzurro) a scartamento metrico e trazione elettrica. Un pioniere e precursore in quegli anni per tecnologia ed elettricità. Se cerchi su internet trovi delle vecchie foto di allora ed anche le schede tecniche. Piacevoli sono i restauri delle vecchie stazioni di allora, riportate a nuovo splendore ed utilizzo. Ad esempio quella di Pieve / Tai di Cadore. Interessante il sito “belluno ferroviaria dedicato alle vecchie ed abbandonate ferrovie della zona - Ciao Fosforo, preferisco scrivere sulle pagine di ambiente, natura, scienza, animali o altre simili, senza polemici ed altri bla/bla/bla. - a presto da d/b –   

   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Stazione di Tai di Cadore - Wikipedia

prima del restauro

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Dai ruderi dell'ex stazione nasce un ostello con bar e ristorante

dopo il restauro

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

 

Veneto in bici - In ciclabile sulla "Lunga Via Delle Dolomiti" da  Cimabanche a Tai di Cadore

san Vito Cadore - (da vedere, poco distante ...

il lago di Osigo dove hanno girato ad un passo dal Cielo sei)

 

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti


BELLUNO FERROVIARIA
FERROVIA TREVISO - BELLUNO - CADORE
FERROVIA DOLOMITI
FERROVIA AGORDINA
FERROVIA VITTORIO VENETO - PONTE NELLE ALPI 

   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti


Premessa
Preambolo
La Ferrovia Treviso - Belluno  "1886"
La Ferrovia Belluno - al Cadore  "1914"
La Ferrovia delle Dolomiti  "1921"
La Ferrovia Bribano - Agordo  "1924"
La Ferrovia Vittorio Veneto - Ponte delle Alpi  "1938"
Links
Disclaimer
Contatto e-mail  

   

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

To' è tornato auto da sabbia e non me n'ero nemmeno accorto.

Ciao, auto da sabbia arrugginita.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
36 minuti fa, ahaha.ha ha scritto:

To' è tornato auto da sabbia e non me n'ero nemmeno accorto.

Ciao, auto da sabbia arrugginita.

 

ùIl famoso albero motore | BESTI.it - immagini divertenti, foto,  barzellette, video

auto arrugginita con ...

... albero motore ... 

 

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per un'auto del genere serve proprio un albero motore così, sig auto da sabbia.

1 persona mi piace questo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
15 ore fa, ahaha.ha ha scritto:

Per un'auto del genere serve proprio un albero motore così, sig auto da sabbia.

Sig. Risata (di montagna o di valle) il programma di rai tre "geo/geo" parlava proprio di un paese nei pressi del monte Pelmo ... vicino a Lei ... ha visto il programma, riconosciuto luoghi, artigianato, personaggi, tradizioni, o altro, ... (domanda ...) -    

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

Come vicino a me, sig auto da sabbia?

Io faccio il gondoliere assieme a Nane, sul lago della val Gallina.

Modificato da ahaha.ha

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sig auto da sabbia, forse non gliel'ho ancora detto ma mi sono iscritto ad un corso per toelettatori di galline.

Il corso viene tenuto a Podenzoi dal principe dei toelettatori, ci sono ancora tre posti, perché non si iscrive pure lei?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Inviata (modificato)

23 ore fa, dune-buggi ha scritto:

Ciao Fosforo e ben sentito da d/b – la mia assenza era dovuta alla “nausea” a causa di certi personaggi che scrivono solamente per offendere e criticare. Non sono in grado di leggere e comprendere gli scritti altrui, ma offendono e criticano “a prescindere” le persone, senza conoscere loro e conoscere il contenuto dei loro scritti.

Praticamente ti sei rimirato allo specchio e hai deciso di non postare per qualche tempo min.chiate senza fonte e insulti, ancorché velati e melliflui, per poi ricevere le giuste reazioni da altri utenti.

Bravo.

Comunque, come fosforo, eravamo preoccupati per la tua salute, che é la cosa più importante in assoluto, mentre era solo una pausa di riflessione per poter ripartire con altre modalità. Bene così.

Come si dice...male non fare, paura non avere.

Modificato da lelotto2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

È necessario essere registrati per poter lasciare un messaggio

Crea un account

Non sei ancora iscritto? Registrati subito


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963